Tre giorni a Bangkok: Alla scoperta della città degli Angeli

Tre giorni a Bangkok: Alla scoperta della città degli Angeli

Grande Città degli Angeli, custode delle Gemme Divine, Grande Paese inespugnabile, Grande e importante Reame, Regale e Deliziosa Capitale, Patria delle Nove Nobili Gemme, Maggiore Sede Reale e Palazzo Reale, Rifugio Divino e Luogo di Abitazione degli Spiriti Reincarnati.”

Questo è il vero nome di Bangkok, (la traduzione più fedele) questo pilottone lunghissimo le calza a pennello, si perché Bangkok è tutto questo e molto di più.

La prima volta che ho visitato Bangkok è stato più di 10 anni ed è stato amore a prima vista, ci sono tornata altre volte nel corso degli anni, ma non l’ho visitata come l’ ho fatto la  prima volta.

Wat Arun

Qualche settimana fa si è presentata l’occasione di visitarla nuovamente con delle amiche che sono venute a fare un Tour in Thailandia, non stavo più nella pelle, tornare a Bangkok era un  sogno, poi con due amiche fantastico! Così ho preso il mio bel volo Air Asia da Phuket – Guarda la mia guida gratuita–  e sono partita alla volta di Bangkok .

Tre giorni a Bangkok: Cosa abbiamo fatto e quanto abbiamo speso

Sona arrivata da Phuket  con volo Air Asia , che non ho capito bene perché , quando ci volo io ha sempre dei ritardi pazzeschi, bo’, comunque  sono atterrata all’ aeroporto internazionale di Don Muang   – 

  • costo del biglietto circa 1150 Thb comprato last minute

-Per arrivare in Hotel ho impiegato circa mezz’ora

  • Costo Taxi: Thb 400 compreso il pedaggio stradale.

*Nb:  ai tassisti di Bangkok non piace mettere il tassametro, quindi la contrattazione inizia appena metti piede in suolo Thailandese.

Abbiamo alloggiato all’ Hotel  The Fifth Residence Bangkok un posto senza infamia e senza lode, dall’ aspetto esteriore fatiscente con personale non proprio super friendly – come di solito si trova in Tailandia – ma che  comunque ha  3 caratteristiche fondamentali  :

  • Pulizia: le camere pulite e spaziose, letti comodi. Abbiamo preso una tripla con un  letto singol da una piazza e mezza.
  • Posizione: Rama 6 , una delle strade principale, vicino alla famosa  jimThompson’s House 
  • Prezzo: abbordabile visto il periodo di altissima stagione

 Tre giorni a Bangkok: Day 1 – China Town – 

Un volta incontrate le ragazze non abbiamo perso tempo e ci siamo incamminate verso ChinaTown. Dopo circa 40 minuti abbondanti  siamo arrivate in Yaowarat  Road  la strada principale.Una festa per gli occhi: caos, mercati, venditori  di Ginko Biloba , zuppe di nidi di rondine e ahimè pinne di squalo essiccate e pronte per un bel tuffo in una scodella di  zuppa.

Ci siamo fermate a mangiare al Lek Rut Seafood Restaurant che non è altro che un numero elevato di tavolini in mezzo ad una strada caotica e frequentata, con gente in fila che aspetta di sedersi.

Insomma Il  classico posto che non scegli  per una cena tra persone che non si vedono da tempo. Invece si, noi lo abbiamo scelto e non ci siamo assolutamente pentite:  Tom Yan goong , (la tradizionale zuppa di gamberetti e lemon grass) piccante al punto giusto, glass noodle con gamberi,  granseole al  curry,  gamberoni fritti…. una goduria!Il tutto abbondantemente annaffiato da Birra Singha.

  • Posto Super consigliato, anche se è la tua prima volta a China Town, buttati nel casino e assaggia!
  • Abbiamo speso circa 1100 Thb  
  • Perderei poi tra le stradine del quartiere è un vero e proprio Must, ChinaTown Incanta, non c’è che dire!
  • Corsa notturna del Riscio’ per tornare in Hotel  190,00 Thb 

strade di chin town Bangkok

 Tre giorni a Bangkok: Day 2 – Templi e Mercati

Non puoi andare a Bangkok e non visitare almeno una parte degli spettacolari palazzi e templi che sono sparsi per la città, quindi il secondo giorno lo abbiamo dedicato alla cultura visitando i grandi classici:  Il Palazzo del Re con  il Tempio del buddha di smeraldo, What Pro il “ Tempio Buddha sdraiato e Wat Arum. Bellissimi e gettonatissimi.

  • Il Gran Palazzo del Re più ingresso al tempio : Costo di Entrata Thb 500

Come arrivare: 

  • tua tua  e Taxi dalla nostra zona il prezzo era di circa 180 THB
  • Barca- il Palazzo ha un attracco barche Tha Chang  proprio li davanti, ed arrivare con il battello è veramente fantastico, ma c’era un po di vento, il canale era mosso ed io soffro il mal di mare!

Regole: 

  • Nb: Vestirsi in un modo appropriato. Niente canottiere ne pantaloncini corti. ”Di fronte ci sono negozi di vestiti  che faranno i salti di gioia nel vedervi arrivare con gambe e braccia scoperte…Pensateci bene” – io ho speso 150 Thb , per un sarong orrendo in acrilico – ho sudato tutto il tempo della visita. Non sono tante, ma avrei preferito spenderle per un buon Pad Thai ed una bella singha gelata!

Guide: 

  • Se lo ritenete opportuno potete ingaggiare una delle tante guide che trovate davanti l’ entrata, le riconoscete,  hanno un cartellino. La richiesta che hanno fatto a noi era sui 400 Thb, ma probabilmente riuscite a strappare anche un prezzo minore. Noi abbiamo preferito fare il giro da sole.

Sia il Tempio del Buddha di cristallo  che il Palazzo  Reale  sono veramente spettacolari e di grandi dimensioni, colonne intarsiate,  pagode che sembrano toccare il cielo, smalti colorati ed appariscenti per non parlare degli spazi. Il momento migliore per visitarli è sicuramente la mattina presto ed a mio avviso non il alta stagione.


 Tre giorni a Bangkok: Il Mercato degli Amuleti

Questo luogo, magico  dista 10 minuti  a piedi dal Palazzo Reale e vale la pena visitarlo, anche se non sei  un appassionato del genere è interessante notare quanto i Thailandesi abbiano a cuore questi piccoli gingilli. I compratori più affezionati sono i Monaci, tassisti e tutti coloro che svolgono delle attività rischiose. Vedrai esperti e collezionisti  che si aggirano tra i banchi armati di ” lente da orologiaio” che scrutano meticolosamente  il tesoro appena  scovato. Puoi trovare talismani da ogni prezzo, ovviamente dipende da cosa ti vuoi proteggere. ” I prezzi partono da 20 thb.

banco degli Amuleti

Lungo i viottoli ci sono piccoli e graziosi negozietti a gestione familiare che vendono medicamenti, e oli vari, da provare il il  tè  verde alla vaniglia 

 Come arrivare:

  • In Barca
  • In Tuc Tuc
  • Bus

Tre giorni a Bangkok: Wat Pho il Tempio del Buddha sdraiato

Il Tempio del Buddha Sdraiato (o reclinato) è un altro Tempio che almeno una volta va visto. La grande statua che si trova al suo interno  misura 46 metri  di lunghezza e 15 di altezza, è modellato in gesso rivestita in lamina d’ oro. Il piedi e le orecchie sono ornati di intarsi di madreperla. Oltre ad avere la statua distesa del Buddha  più grande, ad ospitare la collezione d Budda più numerosa è anche la sede nazionale per l’ insegnamento e la conservazione della medicina tradizionale Tailandese. Se sei un appassionato di astrologia all’ uscita del Tempio puoi trovare dei simpatici Fortune Teller pronti a leggerti il futuro previo pagamento di 500 Thb

  • Entra nel Tempio 100 Thb 
  • Le  regole sul vestiario  valgono anche qui 
  •  ti danno delle buste per coprire le scarpe, non devi toglierle

Tre giorni a Bangkok: Il Mercato dei Fiori- Pak Klong Talaad- 

Il mercato dei fiori”Pak Klong Talaad.” che ha circa 200 anni, portati piuttosto bene era in epoca lontana un mercato galleggiante del pesce che poi  è stato trasformato in quello che oggi il più grande mercato di fiori di Bangkok. In questo mercato dove vengono venduti e confezionati milioni e milioni di fiori al giorno, è facile perdersi , perché se sei curioso ed  inizi ad avventurarti tra gli enormi locali, ti ritroverai in un’ altro edificio, in una via parallela senza renderti conto di come cavolo hai fatto” come ovviamente è successo a noi.” Ma no Panic! La strada la ritrovi tranquillamente. Immergiti completamente  in questo luogo e sarai la persona più felice del mondo!

Il Mercato si trova attaccato  al Ponte della Vittoria, vicino al wat Pho, arrivarci è un vero gioco da ragazzi

Tre giorni a Bangkok: Wat Arun

Arrivare a ”Wat Arun” a piedi è piuttosto semplice se si seguono le vie convenzionali, cosa che però noi non abbiamo fatto.

Il Nostro tragitto :

Dal mercato dei fiori vai  verso il ponte della Vittoria, attraversalo, (c’è un passaggio pedonale) wat Arum lo  scorgi in tutta la sua bellezza e  non puoi sbagliarti. Prendi la stradina che costeggia il fiume e proseguila fino a quando non si interrompe. Da lì, devi per forza deviare all’ interno di un Tempio, si perché la strada è interrotta, lo riconosci è di nuova costruzione . Ti troverai in mezzo a delle stradine, praticamente ” in the middle of nowhere” chiedere info è quasi impossibile. Ma succede che hai un colpo di fortuna e che un passante ti indichi  una scala di ferro che passa sopra ad un canale,  la percorri e  ti ritrovi all’ interno di una scuola di Monaci, dove ovviamente, te, Turista non puoi entrare . Ti troverai in questa situazione simpatica, ma un po’ imbarazzante, fino a quando uno di loro non ti indicherà la via d’ uscit. Bene, giunto a questo punto ti ritroverai in un’ altra stradina, molto caratteristica dove incontrerai bambini con sorrisi a 50 denti che giocano con robe improbabili, monaci e monache che passeggiano, gente che pesca nei canali tra i varani e i  ratti . Una volta terminata la stradina, sei a Wat Arum.

  • Altrimenti prendi il Boat Express ed in una fermata sei arrivato. Thb 4,50

 

 

Curiosità : 

Chiamato il tempio del tramonto  questo splendore  si trova sulle rive del grande fiume Chao Phraya, ha una  torre centrale ‘’ il prang” che misura circa 82 mt e solo se ti avvicini ti rendi conto dei meticolosi dettagli DI CUI è ORNATO . Il Wat è interamente ricoperto da mosaici floreali realizzati con frammenti di  porcellana , proveniente dalle navi cinesi che facevano scalo nel porto di Bangkok , questi  erano utilizzati come zavorra.

”Una volta finito di visitare il Wat Arun ci siamo fermate lungo la strada principale a bere birra ed a parlare di  sogni e mete lontane…dopotutto eravamo a Bangkok e tutto andava alla grande”

  • Per ritornare in Hotel abbiamo preso un Taxi, il costo thb 180

 

Tre giorni a Bangkok: Chatuchak  week – end Market

 

Il chatuchak Market, è un altro must to see  a Bangkok, vanta di essere il mercato più grande del Mondo, ”del mondo non lo so ma della Thailandia sicuramente” …

Qui trovi di tutto, dall’ ultima moda tailandese fino ad animali esotici come coccodrilli e serpenti, passando per oggettistica varia ed arte.  Sul sito trovi tutte le info che ti servono. Noi ci siamo andate di venerdì  che è il giorno della settimana  dedicata alla vendita all’ ingrosso, c’è meno gente ( se possiamo dire così) e tanti negozietti sono chiusi. quindi se sei un’ negoziante ed hai voglia di fare acquisti quel giorno è adatto a te.

#NB : Se soffri di claustrofobia, pensaci bene prima di visitarlo in quanto la maggior parte dei banchi sono al coperto e tra di loro c’è un passaggio stretto ed affollatissimo ed il caldo è soffocante.

-Ritorno in Hotel con Riscio’ 160 Thb

 

 

 Tre giorni a Bangkok: Day 3 Ayuttaya

Ayuttaya merita di essere vista e se ci vai per una sola giornata, non giratela  a piedi ma noleggiati  una bici ( 50 thb al gg a bici)  sarà tutto più interessante ed anche più facile, Infatti oltre alla possibilità di girare all’ interno del parco, parcheggiare fuori dai siti, fare lo slalom tra i poveri elefanti bardati che portano i turisti in visita delle rovine, hai anche la possibilità di trovare strade alternative che ti portano in posticini deliziosi.

Comunque di Templi ce ne sono tanti e visitarli in una sola giornata è veramente faticoso, qui alcuni che puoi visitare senza stress e tornare a Bangkok felice e contento

Wat Phra Si Sanphet : Dichiarato il Tempio più importante di Ayuttahaia , ha la caratteristica di avere  tre stupa in fila

Wat Mahathat: Situato tra Chikun Road  Naresuan Road è famoso per ” la testa di Buddha intrappolata tra le radici”

Wat Chaiwattanaram: Non fa parte della città storica di Ayuttaha ma si trova sul Chao Phraya River e si può raggiungere sia in barca che via strada.

Wat Phanan Choeng: il Tempio con la statua di Buddha alta 19 met

Wat Yai Chai Mongkoli: famoso per il grande buddha reclinato

 

Come arrivare ad Ayutthaya da Bangkok :

    • In Treno : 15 thb 3° classe a persona
    • In Taxi 1600 Thb a tratta
    • In  minivan 50/70  apersona a tratta
    • In Barca

 

 

Buddha ad Ayutthaya: 3 giorni a Bangkok

 

 

Tre giorni a Bangkok:  Ban Bat – Il Villaggio delle Ciotole- 

Non tutti sanno che, a Bangkok esiste un villaggio assai particolare dove ancora oggi vengono prodotte  manualmente le ciotole (bat) utilizzate dai monaci per chiedere le elemosine. Il processo di fabbricazione dei Bat  viene ottenuto da 8 pezzi separati di metallo , che poi vengono saldati insieme con filo di rame. gli 8 pezzi rappresentano i sentieri del buddismo. Una volta assemblati vengono battuti per dare la forma e infine laccati con diversi strati di cera nera. La comunità sarà ben felice di farvi veder come avviene la lavorazione, e lo sarà ancora di pinse comprate una delle bellissime ciotolecomunque in questa piccola e stratta via dalle case fatiscenti le persone sono molto carine e cordiali ed i bambini non faranno fatica a strapparvi un sorriso

Info utili:

  • Potete andare a far visita dalle 10 alle 20, 00 non è consigliabile la domenica

Il villaggio delle Ciotole: 3 giorni a Bangkok

Come arrivare

Soi Ban Bat si trova nella zona Rattanakosin  una delle principali aree turistiche di Bangkok, dietro alla montagna sacra

In Riscio: circa 160 Thb a corsa

A chi consiglio questo Tour:

  •  A tutti quelli che non hanno poco tempo ma che vogliono godersi Bangkok  e dintorni in modo  low Cost e senza stress
  • Ad un gruppetto di amiche

Informazioni Utili: 

  •  Nel periodo di  capodanno,  le entrate deI templi di Ayutthaya e le corse sui boat taxi di Bangkok sono gratuite
  • I templi sono molto affollati in questo periodo, mettiti il cuore in pace.
  • Prima individuate la zona che volete visitare con più attrazioni possibili  e li prenotate il vostro albergo , questo per non passare ore nel traffico che a Bangkok è piuttosto massiccio.
  • Quando c’è traffico cercate di prendere un Riscio, al contrario quando non c’è prendetevi un Taxi in tutti e due i casi eviterete di perdere tempo.

Contrattempi: 

Borseggiatori e piccoli ladruncoli ce ne sono certo, nelle zone molto turistiche soprattutto, ma comunque  neanche più di tanto ed a me non è mai capitato . Una delle scocciature che puoi avere è quella di essere  avvicinata  da persone ben vestite e molto educate che iniziano ad attaccare bottone, prima spiegandoti il lavoro che fanno, di solito sono insegnanti  infermieri ecc ecc e poi ti dicono ( esattamente come è successo a noi questa volta ) che quel giorno li, casualmente è speciale e  che solo quel giorno,  ci sarà un mercato  in mezzo ai canali e tu che sei li solo in quel giorno, non puoi assolutamente perdertelo  e che il suo amico che ha la barca, ” casualmente’, ‘ ti fa un  prezzo sfacciatamente basso,  solo per te! Ecco a  queste persone non date retta , ti fanno solamente perdere tempo.

  • Prezzo del Biglietto di Ritorno a Phuket, last minute con Air Asia Thb 1590
Come muoversi in Thailandia: Bus, Treni e come prenotarli

Come muoversi in Thailandia: Bus, Treni e come prenotarli

Oltre all’aereo ci si può muovere via terra? quali sono i mezzi migliori e più economici? Vedo nelle tue storie ig che ti sposti sempre con dei Bus super ma dove si prendono?

Sono veramente tante le domande che mi vengono poste sui mezzi di trasporto via terra in Thailandia e spiacialmete riguardanti Bus e Treni. Qui cerco di rispondere, inserendo anche le schede aggiornate degli orari per le destinazioni più richieste.

Come muoversi in Thailandia: I Vip bus con partenza da Bangkok

Uno dei mezzi più economici da prendere è decisamente il bus, mezzo numero uno per spostarsi nelle lunghe distanze. La quantità dei bus che viaggiano dal nord al sud della Thailandia è incredibile, ma attenzione non tutti sono uguali. Ci sono alcuni meno costosi di altri ma decisamente più scomodi e meno igienici. Poi ci sono le compagnie private che offrono i Vip Bus con tanto di hostess a bordo. La differenza di comodità oltre che nel prezzo si vede anche dal numero di sedili. Per esempio un Vip Bus come Dio comanda con: un buon servizio a bordo, televisione, spazio per muoversi, Pulizia ed igiene del Bagno, sedili reclinabili dai 160 ai 180 gradi, ha un numero di posti pari a 20/24. La compagnia che io utilizzo per i miei spostamenti notturni con i gruppi di sole Donne è la Sombat Tour, (che sicuramente avrete già visto in una delle storie su Ig) Si prende sia dalla stazione di Mo Chit che dal capolinea della Sombat (a 5 minuti dalla stazione principale)  Viaggiare durante la notte è sicuramente il modo più intelligente per scoprire la Thailandia: risparmiare sul costo della camera, non perdere del tempo prezioso negli spostamenti durante il giorno. Di seguito alcuni orari di partenza della compagnia Sombat. Le compagnie private come la Sombat hanno dei prezzi molto competitivi.

 Orari di partenza da Bangkok a Chiang Mai e Da Chiang Mai a Bangkok 

 

Mo Chit Vibhavadi Arr. Bus Standard Chiang Mai Arr. Bus Standard
07.00 07.20 16.30 Supreme 07.30 17.20 Supreme
08.00 17.30 Star 08.00 17.50 Super
09.00 09.20 18.30 Super 09.00 18.50 Star
09.50 10.15 19.20 Supreme 10.00 19.50 Supreme
13.00 12.00 22.30 Super 13.30 23.20 Super
14.00 13.00 23.30 Star 17.30 03.20 Star
18.00 03.30 Super 18.10 04.00 Super
18.10 03.40 Super 18.30 04.20 Supreme
19.00 04.30 Supreme 19.00 04.50 Supreme
19.25 04.55 Supreme 19.30 05.20 Star
20.10 05.40 Super 19.45 05.35 Supreme
20.25 05.55 Star 20.15 06.05 Super
20.30 06.00 Star 20.30 06.20 Star
21.00 06.30 Supreme 20.30 06.20 Supreme
21.10 06.40 Supreme 21.00 06.50 Supreme
21.19 06.49 Supreme 21.00 06.50 Star
21.30 07.00 Star 21.15 07.05 Super
21.39 07.09 Supreme 21.30 07.20 Supreme
22.00 07.30 Supreme 21.50 07.40 Supreme
22.05 07.35 Star
22.30 08.00 Supreme
  • I due Supreme segnati in rosso sono vip 20 sedili
  • I due star segnati in Rosa sono esclusivamente per le donne, tutti i venerdì e le Domeniche
  • Il prezzo e l’ orario dei bus piuò variare
  • incluso nel prezzo del biglietto che non super ai 900 thb c’è anche la cena buffet.

Come muoversi in Thailandia: La piattaforma di prenotazione on line

La piattaforma on line per la prenotazione di: Bus,Treni, traghetti e aerei più importanti in Thailandia e la 12go. Asia, azienda nata a Singapore nel 2012 che in poco tempo e’ diventata una delle agenzie on line più’ importante in Oriente. Sulla piattaforma sono disponibili migliaia di combinazioni tra i mezzi tutti collegati direttamente con le aziende tramite tecnologia API. Anche se il prezzo del biglietto viene maggiorato e neanche di tanto, la comodità del servizio è da non sottovalutare.

 

Powered by 12Go Asia system

(altro…)

Bangkok: 10 luoghi non convenzionali da visitare assolutamente

Bangkok: 10 luoghi non convenzionali da visitare assolutamente

Bangkok è una delle mie città preferite in assoluto, ogni volta che ci vado scopro qualcosa di nuovo. Caotica, mistica, ricca di sorprese. Bangkok ha un fascino che va oltre ogni immaginazione.

Chi mi segue su Instagram e Facebook, sa che amo andare alla ricerca di posti poco visitati e non convenzionali, c’ho proprio il pallino è praticamente la mia missione nella vita :).  In quest’ ultima visita a Bangkok  – negli ultimi 6 mesi ci sono stata 4 volte – ho scoperto dei posticini veramente Top da vedere… assolutamente! Si, vi giuro. Caffetterie super cool, street food stellato – nel vero senso della parola – Templi incredibili al di fuori di ogni aspettativa e logica, insomma, delle vere e proprie chicche che vanno oltre le solite tappe.

Prima di illustrarvi questi luoghi particolari ed un po’ pazzerelli, vorrei dirvi una cosa: Buttatevi, uscite dalla zona di comfort, vi divertirete come matti, assaggiate tutto quello che vi capita sotto tiro.

Ma adesso vi porto nei 10 luoghi non convenzionali dove mangiare bere e stare bene! Let’s go.

Quartiere di China Town, la cena in strada

China Town è un posto da vedere a tutti i costi. Colori sgargianti gente ovunque, traffico a go go, casino. Insomma una festa per gli occhi . Perdersi tra le viuzze strette passeggiando tra venditori di robe strane è un must. Se siete pronti a delle esperienze culinari “border line poi,” questo è il posto giusto per voi: nidi di rondine fatte in tutte le maniere, zuppette di pinne di squalo, insetti fritti a tutti gli angoli della strada, ragazzi c’è solo l’ imbarazzo della scelta. Ma a parte strani gusti culinari, nel quartiere di China Town è sorprendente la quantità e la qualità del cibo che si trova nei ristoranti di strada.

Se volete farvi una bella mangiata dovete aspettare le 18,00. ( chiuso il lunedì) Appena il sole tramonta ed i negozi abbassano le saracinesche, i venditori di street food fanno la loro comparsa. Centinaia di carretti di tutti i generi prendono la loro postazione ed iniziano a: friggere, bollire, spezzettare. Spazi enormi, si trasformano in ristoranti incredibili, con un numero incalcolabile di tavolini tutti appiccicati.Gamberoni e pesce alla griglia, granchi al vapore, frutti di mare, il tutto annaffiato da birra Singha. Una meraviglia, da provare! ( è tutto caldo e cucinato al momento). Cenare in uno di questi ristoranti di strada è super veramente! Fatelo, datemi retta.

ristorante per strada China Town

Quartiere Rattanakosin, Un aperitivo con vista Wat Arun

Nel quartiere di Rattanakosin Si respira l’aria tradizionale e semplice della Thailandia old style. Nonostante sia preso d’assalto dai turisti durante il giorno; il Palazzo del Re e Wat Pho si trovano qui, la mattina presto si incontrano solamente gli abitanti del quartiere indaffarati nei loro mestieri. Si incontrano i monaci che girano per ricevere le donazioni, i bambini che entrano a scuola stretti nelle loro divise inamidate, i ristoratori “ on the road” che servono il “ Khao tom kra dook moo”  la zuppa di riso con maiale.

È un quartiere pieno di sorprese e scorci deliziosi. In una delle stradine, dalla parte del fiume Chao praya, proprio di fronte al Wat Pho, c’è “Amorosa Bar” un posticino veramente figo. Questo locale su tre piani, sviluppato in altezza e perlopiù all’esterno, ha la vista sul Wat Arun più bella e suggestiva, tanto che sembra di toccarlo. Il terzo piano ( attenzione alle scalette) quello WOW  ( apre alle ore 17,00, e non un minuto di meno) ed è il posto giusto per ammirare la magia del wat Arun al tramonto. Quindi se siete pazzi dei tramonti, posticini soft e musica chillout, dovete assolutamente fare un salto qui. Lo adorerete!

Wat Arun

Ruesi dat Tong a Wat Pho, yoga Thailandese 

Quando vado a Bangkok spesso soggiorno nel quartiere di Ratanakosin, ne sono innamorata, si era capito?Poi lo trovo comodo
per gli spostamenti, (grazie ai traghetti sul Chao Praya.) ci sono b&b graziosi, puliti a dei prezzi interessanti, che non guasta mai!  Grazie ad una ragazza che ho conosciuto tempo fa sono venuta a conoscenza delle lezioni di Ruesi Dat Tong, (se volete saperne di più guardate qui) che si tengono  tutte le mattine dalle ore 8 alle 8,30 all’interno del più suggestivo tempio di Bangkok, Il wat Pho, il tempio del Buddha sdraiato. Il posto senza turisti è una vera meraviglia e praticare questa antica forma di meditazione in questo luogo è veramente fantastico. Gli insegnanti fanno parte della scuola di massaggi wat Pho, la scuola più antica di Bangkok. Per me è diventato una specie di rito ed ogni volta che sono a Bangkok mi fiondo a seguire la lezione. Ps: andateci almeno un quarto d’ora prima altrimenti vi fanno pagare l’entrata. Mi è successo una volta.

 

Pak Khlong Talat, Una tazza di Thè al Floral café

A 5 minuti a piedi dal Wat Pho c’è il famoso Flower Market, il mercato dei fiori più grande e caotico di Bangkok (guardate anche questo itinerario di 3 giorni) . Bellissimo ed unico. Nella strada principale del mercato, c’è un posticino veramente figo. Il Floral Café

In questa meraviglia ci si accede attraversando un negozio di fiori che si chiama napasorn, si salgono poi delle scalette che portano al primo piano dove c’è la caffetteria. Il posto è stupendo fiori secchi e freschi appesi ovunque, con un gusto eccezionale, niente è lasciato al caso tutto è perfettamente curato ed al proprio posto. Guardando la loro pagina Instagram si capisce che il decoro cambia ad ogni cambio di stagione. Anche i dolci non sono niente male, per non parlare del Thè rigorosamente home made. Salendo ancora le scale si arriva in una seconda saletta arredata con oggettistica di grande effetto. In questo piccolo paradiso bohémienne ogni dettaglio è in vendita, quindi se c’e qualcosa che vi piace da matti, la potete acquistare. Mica scemi!

Floral cafe dolci

Quartiere di Silom, Un Margarita allo “Sky Bar”il bar sul grattacielo più spettacolare di Bangkok

Sky Bar, si chiama così il bar sul grattacielo più famoso di Bangkok, quello dove è stato girato il film “una notte da leoni 2 “per intenderci. 64 piani per arrivare in questo delirio di posto. Due bar, uno più tranquillo, piccolino con poca gente e dj con musica soft, molto bello. L’ altro, il più famoso  ha una grande scalinata che porta al bancone bar dalla forma circolare ed il ristorante super gourmet  “ Scirocco”. I drink non sono proprio economici, anzi. Ma bersi un Margarita dinanzi ad uno spettacolo simile, bè, per una volta si può fare!

Sky Bar Bangkok

 Erawan Shrine, Il tempio della musica e delle danze.

Erawan Shrine non è proprio un tempio, ma un altare che si trova incastonato in uno degli incroci piú caotici della città, Ratchaprasong. L’altare consiste in una statua d’oro rappresentante il Dio Hindu Bhrama con 4 facce che rappresentano i punti cardinali. L’altare è stato costruito nel 1956 per eliminare il cattivo Karma causato dalla data errata della costruzione di un edificio. Che cosa ha questo posto di tanto speciale? L’atmosfera surreale e la quantità di persone che vengono qui a chiedere la grazia, attraverso la musica e le danze. Con grande pazienza e dovizia i credenti si mettono in fila, pagano un tot a seconda del numero di danzatrici e di musici che possono permettersi e si inginocchiano dinanzi alla statua, cosí attraverso le arti le loro preghiere saranno più forti ed efficaci. Un posto pazzesco, da vedere.

 

Chao Mae Tuptim Shrine:

Il tempio del Lingam, ovvero il tempio del fallo.

Nel Tempio di Chao Mae, Tuptim si venera il lingam. Il fallo, simbolo di fertilità ma anche di buona sorte e fortuna negli affari – non è difficile trovare un lingam vicino al registratore di cassa di un negozio-  ma non solo, in questo luogo si va per pregare Chao Mae Tubtim, spirito della fertilità femminile, portandole in dono Loto Bianchi e boccioli di gelsomino.

Il Tempio, quello originale è ormai chiuso definitivamente. Adesso ad un centinaio di metri c’è una piccola casa degli spiriti, ben conservata con tante offerte e tanti falli colorati di tutte le taglie il tutto posizionato in un giardino splendido. Avevo letto qualcosa in merito alla chiusura definitiva del Tempio ma volevo vedere con i miei occhi. Il posto c’è, è piccolo ed originale, in tutti i sensi. Certo non vale la pena se siete a Bangkok solo di passaggio.

Questa mia curiosità per il lingam è nata per gioco, quando prima di partire per il mio viaggio, ho contattato Violeta Benini,** un’ostetrica molto interessante, chiedendole se le poteva far piacere riceverne uno in segno di gratitudine per tutte le informazioni che divulga attraverso i social. E così, dopo il suo “wow grazie mille”mi sono messa alla ricerca dei “ Falli” più strani e particolari  “eh ehe eh” è stato divertente. Gli ashtag : #favatour e #lingamtour mi hanno accompagnato per tutto il viaggio.

** Violeta Benini, la Divulvatrice. La paladina delle coppette mestruali e grande appassionata di sex Toys e oggettistica a tema che oltre ad essere una professionista preparata è anche simpatica da matti. Seguite lei e pollo su Instagram ne vale veramente la pena.

Chao Mae Tuptim Shrine: Il tempio del Lingam, ovvero il tempio del fallo.

 

Chao praya pier n2 “Wat Vorachanyawas”

Massaggio sull’ Acqua

Il miglior mezzo da utilizzare per spostarsi da nord a sud di Bangkok sono gli “Express boat,” che vanno avanti ed indietro sul fiume Chao Praya. 15 Thb per le lunghe percorrenze 4,50 Thb per quelle molto brevi. Ogni fermata ha qualcosa di particolare: negozi di souvenir, ristoranti, venditori di cibo, mercati. Ma ce n’è uno, il numero 2 che è decisamente il  più interessante di tutti è un Tempio un pò particolare. Monaci che girellano, baldacchini per le offerte ed un paio di strutture fatiscenti ai lati che ospitano lettini da massaggio.

In queste strutture i soffitti sono pitturati con scene sacre  ed in sottofondo si ripete un mantra rilassante. Qui vengono fatti esclusivamente massaggi tradizionali Thai, niente olii, nessuna nudità. Se vi piace provare un cosa diversa, in un posto semplice dove solo i Thailandesi vanno, questo è il posto per voi. Magari non è super pulito ma i massaggi costano 100/120 Thb e le massaggiatrici sono molto brave. E poi siete sul Chao Praya.

 

Quartiere Maha Nakhon. A cena nella bettola più famosa e costosa di Bangkok

Lo scorso anno A 70 anni suonati Jay Fai è stata insignita della prestigiosa stella Michelin nella categoria street food. Ne esistono solo due al mondo, lei e Chan Hon Meng a Singapore. Jay Fai era già famosa per i suoi piatti ed il modo singolare che ha di prepararli. Cucina in due grandi wok alimentati da brace a fuoco vivo ed indossa  grandi occhiali da saldatore per proteggersi dagli schizzi . Guardarla cucinare è un vero spasso, veloce come una saetta, considerate che è la sola a spadellare tutti i piatti ed il menù non è per niente piccolo! Per mangiare la sua famosa omelette di granchio da 1000 thb abbiamo aspettato 4 ore ! Avete capito bene. Era buona? si da morire, altra storia! È valsa la pena aspettare così tanto tempo? Mi prendete per matta se vi dico di si?:)

Quartiere Maha Nakhon. A cena nella bettola più famosa e costosa di Bangkok

Ban Bat: La comunità degli artigiani che producono le  ciotole dei Monaci

Ogni mattina all’ Alba i Monaci camminano nel loro circondario per ricevere offerte e cibo dalla comunità. Portano delle ciotole di metallo che servono per ricevere le donazioni. Si chiamano “ Bat”. A Bangkok esiste una comunità di artigiani che ancora le produce a mano, dandogli la forma con fuoco e martello, “ La comunità di Ban Bat “ . Se vi capita, andate a fare una visita a questi artigiani delle ciotole, vi porteranno in giro, vi mostreranno il loro lavoro, le loro ciotole e le loro case. É un posto particolare, non adatto a tutti però.

 

 

Agosto in Thailandia: 10 giorni di Yoga Itinerante natura e respirazione

Agosto in Thailandia: 10 giorni di Yoga Itinerante natura e respirazione

Ragazze mie, finalmente sono riuscita a partorire “ Agosto in Thailandia: 10 giorni di Yoga itinerante, natura, respirazione e mi piace un bel po’. Questo viaggio che come sapete doveva svogersi nel periodo di Pasqua è stato cambiato e adattato per sfruttare al meglio il periodo di Agosto. Ho inserito qualche giorno nella città degli Angeli e tante altre cosucce molto interessanti.

una classe di monaci

Agosto in Thailandia: con chi pratichiamo Yoga

La Signora che ci accompagnerà in questa avventura, vive da oltre 10 anni in  India ed insegna Hata Yoga allo Yoga Shivannda Centre di Trivandrum, Kerala. Il suo nome spirituale è Narayani “ Anima Suprema’. oltre ad essere un’ insegnante certificata è anche un’ esperta del  Kapalabhati tecnica di Hatha Yoga mediante la quale si ossigena il corpo e si pratica una pulizia interna, specialmente le vie respiratorie ed i seni frontali.

Agosto in Thailandia: A chi è rivolto questo viaggio

Questo, come tutti i miei viaggi dedicati alle Donne che non si conoscono, ha un unico grande scopo: la Liberazione. Si liberarsi da ogni tipo di condizionamento, da ogni tipo di pregiudizio. Ritrovarsi dall’altra parte del mondo con delle sconosciute aiuta a tirar fuori la parte migliore di se, aiuta nel confronto e nella condivisione. Questo a differenza degli altri viaggi è più introspettivo grazie alla pratica dello Yoga, della respirazione e della meditazione. Il viaggio è indicato a tutte i livelli di Yoga ma anche a chi è alle prime armi.

Agosto in Thailandia: Cosa vuol dire Yoga itinerante

Cosa vuol dire Yoga itinerante? Vuol dire che in questo viaggio in Thailandia, praticheremo tanto yoga, vivremo delle giornate a contatto con la natura e con il mare. Ogni giorno grazie ad Annabella, ci cimenteremo nella pratica dello Yoga e della respirazione.Ci approcceremo alla meditazione, impareremo passo passo le tecniche dello Yoga. Un viaggio ideale per lasciarci andare, il viaggio perfetto per abbandonare le proprie ansie, un viaggio che ci aiuta a fare il primo passo verso qualcosa di nuovo.

Agosto in Thailandia: Cosa faremo in questo viaggio

  • Passeremo tre giorni a Bangkok e praticheremo anche dello Yoga tradizionale Thailandese
  • Ci immergeremo nella cultura culinaria Thailandese, seguendo un corso di cucina
  • Prenderemo treno o bus notturni
  • Faremo un full immersion di “ Hata Yoga “ e appenderemo la respirazione Kapalabati
  • faremo un full nel Parco nazionale di Khao Sok
  • faremo trekking nella foresta per poi dormire in case galleggianti
  • Ci rilasseremo sull’ isola di Ko Phangan

 

 

Per avere informazioni più dettagliate  o hai dei bisogni particolari scrivimi una mail a:info@domaniparto.com

Guarda il programma Completo con prezzi e dettagli

Programma di Viaggio

10.08 Arrivo a Bangkok, check in in Hotel, ( consegna delle camere alle ore 14,00) spiegazione del programma e partenza verso il Wat Arun ed al mercato dei fiori. Aperitivo al tramonto ( libero) su uno dei posti piu’ suggestivi di Bangkok. Mercati notturni e pazzie ci aspettano nella citta’ degli Angeli.

  •  Incluso: trasporto da aeroporto a Hotel
  • Non incluso: pranzo, Cena, entrate, aperitivo e altri trasporti

11.08 Colazione e partenza alla buon ora per raggiungere il Wat Pho dove prenderemo parte ad una lezione di Ruesi Da Thong, lo Yoga tradizionale Thailandese, 30 minuti di posizioni molto diverse da quello dello Yoga, il tutto tenuto dagli insegnanti della scuola di medicina tradizionale Wat Pho. Proseguiremo la nostra giornata andando alla scoperta del meraviglioso mercato degli amuleti. Un massaggio tradizionale thailandese molto local non puo’ assolutamente mancare. Ore 17,00 partenza verso Lumphini Park per la prima lezione di Yoga della nostra Annabella. Ritorno in Hotel, serata dedicata a China Town

  •  Non incluso: entrate ai Templi pranzi cene, trasporti e tutto quello che non viene menzionato sotto “ incluso”

12.08: Colazione in Hotel e partenza verso il Fiume Chao Praya, dove un barcaiolo ci aspetta per portarci tra i Tlhong di Bangkok. Un full immertion di vita reale del quartiere di Thonburi. Una lezione di Yoga tra i canali poi  non ce la toglie nessuno. Ritorno in Hotel per prendere le nostre cose e partire alla volta della stazione di Hua Lampong, dove prenderemo il treno notturno che ci porterà a Surat Thani.

  • Incluso: giro in barca, treno notturno
  • Non incluso: tutto quello che non e’ menzionato in “ incluso”

13.08: Arrivo in mattinata alla stazione di Surat Thani, Trasferimento verso il parco di Khao Sok. Tempo di percorrenza circa 1h e trenta. La giornata la dedichiamo a noi, allo Yoga, alla meditazione e la respirazione

  •  incluso: trasferimento
  • Non incluso: Pranzo, cena e tutto quello che non viene menzionato sotto “ incluso”

14.08: Sveglia presto per la lezione di Yoga. Colazione e partenza per una giornata dedicata al trekking nella foresta. Una guida locale ci fare’ conoscere flora e fauna di questo posto pazzesco. Dormiremo una notte nelle case galleggianti sul Cheow Lan Lake. Molto basic, ma incredibilmente magiche

  • Incluso: pranzo, cena, acqua guida
  •  Non incluso entrata al parco nazionale 300 thb e tutto quello che non e’ menzionato sotto “ incluso”

15.08: Sveglia presto per la lezione di Yoga. Colazione e partenza per una giornata dedicata alle attività sul lago. ritorno nel pomeriggio in Hotel

  • Incluso: pranzo, cena, acqua guida, attività
  • Non incluso: tutto quello che non e’ menzionato sotto “ incluso”

16.08 al 18.08: Sveglia di  buon ora per lo Yoga con Annabella. Prima colazione e partenza verso il Resort per prendere il trasferimento in direzione Surat Thani, da dove ci imbarcheremo per l’ Isola di Ko Phangan. Qui rimarremo fino al giorno 18.08. In questo’ isola affascinante, praticheremo tanto yoga sulla spiaggia.

  • Incluso: Trsferimenti e traghetto
  • Non incluso: tutto quello che non e’ menzionato sotto “ incluso”

19.08 : partenza in mattinata, traghetto e aereo per Bangkok. Check in in hotel, serata libera

  • Incluso: Trsferimenti, traghetto e volo
  • Non incluso: tutto quello che non e’ menzionato sotto “ incluso”

20.08: colazione Partenza

  • Non incluso: Trasporto

Costo del Viaggio e dettagli

Cosa include:

  • Pernottamento e prima colazione trasferimento da e per Areoporto all’arrivo
  • 26 h circa di Yoga
  • 24h Assistenza
  • Tour nella foresta con Guida 2 gg
  • Pasti durante Tour nella Giungla
  • Tour in Barca
  •  La Signora Annabella sarà a disposizione durante il viaggio, oltre alle lezioni di Yoga aiuterà’ a  migliorare la postura delle hasana e praticare la respitrazione e la meditazione.
  • Trasferimenti in traghetto,  treno notturno, Aereo, e trasferimenti inseriti nel programma
  • Tappetini yoga a disposizione.
  • Pacco sorpresa in regalo
  • Assicurazione base Tour

Non Include:

  • Pranzo o cena non inserita in cosa include il viaggio
  • Colazione non inclusa nel viaggio treno
  •  Trasporti non menzionati in Cosa include il Viaggio
  •  spostamenti sulle isole o altro
  • Assicurazione Sanitaria
  • Volo da/ per L’ Italia

 

  • Tipologia di Alloggi: Boutique Hotel, Boungalow sulla spiaggia con ventilatore, Eco Resort nella Jungle e Floating House
  • Non e’ adatto: a chi non si sa adattare alle situazioni
  • Il programma può essere modificato
  • Per camera singola richiedere preventivo Ps: c’è la possibilità di dormire nello stesso letto con un altra ragazza nel momento in cui la sistemazione non disponga di letti doppi

 

  • Prezzo a persona: 1.297 il prezzo – Non include il Volo –
  • Pagamento via Paypal del 30 % + 5% spese. Pagamento restante al momento dell’ arrivo.
  • Ti interessa? Vuoi conoscere altre ragazze? Inviami una mail a: info@domaniparto.com Il viaggio è organizzato da : Happy Elephant Travel Agency Licenza Numero 32/01041 ins: 000204 ma ma ma company ltd
  • Il viaggio si svolge dal 10.8 – al 19.08 -10 giorni pieni-
  • Partenza il giorno 9.08 con arrivo il giorno 10.08
  •  

    Suggerimento Voli:

    • Agenzia le Marmotte
    • Per info e prenotazioni sui voli internazionali rivolgersi a: Valentina Destefani
    • Telefono: 015 8496237 – 015 8496240
    • Mail : valentinad@lemarmotte.it

    Nb: Il viaggio è solamente per chi si sa adattare, ha voglia di mettersi in gioco e non ha paura di condividere il proprio spazio con  altre persone

    Nb: ci sono dei giorni in cui c’è la possibilità di dover condividere il letto

    Minimo : 8 super Donne

    Bangkok: I Mercati galleggianti e come raggiungerli

    Bangkok: I Mercati galleggianti e come raggiungerli

    Bangkok, per me rappresenta il Paese dei Balocchi, una città incredibile e super emozionante che ha la grande capacità di entusiasmarmi ad ogni passo. Le cose da vedere in questa città sono innumerevoli e tanto diverse tra loro.Templi pazzeschi, quartieri incredibili. Immaginati qualcosa di assurdo ed a Bangkok la trovi! Una valenza molto importante ce l’hanno i mercatI ovunque ne trovi, ognuno con la sua caratteristica e particolarità. Qui ti parlo di alcuni mercati galleggianti quelli che io conosco, dove si trovano e come raggiungerli nel miglior modo possibile.

    Il mercato galleggiante di Khlong Lat Mayon: mercato di street Food da urlo 

    Il Khlong Lat Mayon è un mercato molto carino e colorato, piccolo ma molto ben organizzato. Oltre alle barche, (non molte) piene zeppe di frutta e cibarie, nella terra ferma c’è un enorme mercato molto frequentato dai locali. Se vi piace il cibo di strada e sei un gran  golosone qui trovi qualsiasi delizia, dal pesce sotto sale alla griglia alle zuppe tipiche, per non parlare dei noodle preparati in ogni modo. Insomma c’è da impazzire. Possibilità di fare giri nei canali.

    iL mercato è aperto il Sabato e la Domenica dalle 09.00 alle 16,00

    Come arrivare al Khlong Lat Mayon: Il mercato può essere raggiunto dal Bus numero 146 e poi prendere uno dei songthaev ( Taxi collettivi con le sembianze di pick up di colore rosso) e chiedere all’ autista dove scendere. Altro metodo, più semplice è quello di prendere la bts e fermarsi a Bang Wa, dopodiché proseguire con un taxi.

    Il mercato Fluttuante di Taliing Chan: adatto per un pranzo a base di pesce 

    Il Talin Chan si trova a circa 12 km dalla città. In questo piccolo mercato ci si viene soprattutto per mangiare pesce alla griglia cucinato nelle barche di legno collocate tutt’intorno ad una chiatta fluttuante che fa da sala ristorante. Sulla terra ferma c’è un piccolo mercato con bancarelle di ogni tipo di cibo e tanti banchi che vendono piante, certo non è affascinante come quello di Ampawha, ma vale la pena vederlo e farci un giro. Al molo del mercato c’è la possibilità di fare dei Tour in giro per i canali a dei prezzi veramente molto buoni, come il Tour di 3 ore dei mercati fluttuanti di Wat Saphan Floating Market e Khlong Lat Mayon che parte alle 9.45.

    Taling è aperto il Sabato e la Domenica dalle 8 alle 17,00

    dettaglio del Talling Chan: Floating Market

    Come arrivare al Talling Chan:

    • Bus numero 79 che lo potete prendere da: Pratunam, Central Wold, Democracy Monument. Fermata Taling
    • Per il ritorno prendere sempre il 79 ma siccome fa un giro differente la miglior cosa da fare è scendere alla fermata Bus  Ratchathewi

     

    Il mercato fluttuante di Damnoen Saduak: perfetto per delle foto super 

    Il più famoso di tutti, quello più gettonato e turistico. Il Damnoen Saduak si trova a circa 100 km dalla Città è costituito da diversi canali dove donne in costume vendono ogni tipo di cibo su barchette di legno, uno spaccato di quella che una volta era la vita sull’ acqua dei Thailandesi. Sicuramente un posto bello per fare foto molto instagrammabili.

    Aperto tutti i giorni dalle 6,00 alle 11,00

    Se hai bisogno di organizzare un viaggio in Thailandia, dai un’occhiata alle mie Consulenze!

    Bancarella di cibo

    Come raggiungere il Damnoen Saduak

    Bus: Il Bus può essere un modo interessante raggiungere il  mercato ma bisogna prenderlo dalla Southern Bus Terminal, Sai Tai Mai, che si trova fuori città. Il bus numero 78 passa più o meno ogni 40 minuti ed il costo del biglietto è circa 50 thb. Per arrivare alla Southern Bus Terminal, il modo più economico e’ quello di prendere la Bts, fermarsi a Ratchathewi e prendere il bus numero 511 che ci impiega circa 30 minuti ed ha il costo di 70 thb .

    Minibus: Se volete invece una soluzione diversa pagando una manciata di Thb in più potete prendere un minibus : Bangkok – Damnoen Saduak Floating Market  La stazione di partenza per il minibus è Mochit, che potete raggiungere in bts.

    Taxi: Un altra soluzione per visitare il Damnoen Saduak è il Taxi, magari combinando la visita con il Meklong Raylway station e l’altro mercato Fluttuante di Amphawa sia con che senza guida, in questo caso se siete interessati potete scrivermi a info@domaniparto.com

    Dettaglio barca al Floating Market

    Il mercato fluttuante di Amphawa Floating Market: Ritorno al passato 

    Anche se negli ultimi anni è diventato più famoso, il mercato fluttuante di Amphawa è l’alternativa meno turistica al Damnoen Saduak , mentre nell’altro l’orario ottimale per visitarlo sono le 8 di mattina tutti i giorni, questo lo si deve visitare dalle14,00 del pomeriggio dal venerdì alla domenica. Anche ad Amphawa troverai barche straboccanti di cibo e verdure, Donne vestite con abiti tradizionale che cucinano e tanti oggetti di artigianato e mercati vari.

    Come raggiungere Amphawa:  

    Per arrivare ad Amphawa ci sono mini van che partono da Sai Tai Mai ( Sothern bus Terminal) linea 78 e 996.

    Maeklong Market ,Il mercato sulla ferrovia:unico al mondo

    Non è un mercato fluttuante ma è sicuramente un posto da vedere assolutamente. Il Maeklong Railway Market ha la particolarità di estendersi sopra alla ferrovia e ad ogni passaggio del treno, le tende che coprono i banchi vengono ritirate, le pietanze spostate dai binari o aggiustate in modo che il treno non le travolga. Il treno arriva alla stazione tutti i giorni alle 8,30 , 11.10, 14.30, 17.40 Il miglior momento per vederlo è alla mattina, c’è meno gente e le temperature non sono eccessive.
    Come raggiungere il Maeklong Train Market: 
    Il mercato è sulla stessa strada dell’ Amphawa Floating Market, ottimo per combinarli tutti e due in una giornata. Il minivan parte da mo chit

    Se avete poco tempo ed avete voglia di combinare più mercati possibili in una giornata, scrivetemi a: info@domaniparto.com

    Importante: Sia al Damnoen Saduak che ad Amphawa cercheranno di venderti dei giri in barca privati a dei costi esorbitanti, dai 2000 thb in su, considerate che il prezzo per un tour condiviso è sui 50/70 thb

     

    Pin It on Pinterest