Dormire a Karon Beach, low cost.

Dormire a Karon Beach, low cost.

Dormire a Karon beach, Balnket and Pillow, la sistemazione low cost a picco sul mare

Se siete dei viaggiatori con un budget ridotto, questo posto fa veramente al caso vostro. Un campeggio a picco sul mare super local, creato con grande gusto nei dettagli.

Blanket and Pillow il campeggio più figo di Phuket.

Phuket: Dove dormire a Karon,il campeggio low cost

Blanket and Pillow: Non solo campeggio 

Relax a Karon, sembra un controsenso. ma credetemi non è cosi. Uno dei distretti più gettonati dal turismo Internazionale sorprende con posticini interessanti dove passare un pomeriggio ‘ Chill Out’. Ebbene si! iI Blanket and Pillow è proprio questo: Cibo, Relax, ombra e venticello fresco. Una vera pacchia.

Phuket: Dove dormire a Karon,il campeggio low cost

Il Blanket and pillow è molto particolare davvero, si trova sopra la spiaggia di Kata, un pochino nascosto. Bisogna fare un po di strada per arrivare ed Il motorino è la migliore scelta in assoluto. Ma che cosa ha di particolare questo nuovo posto molto poco conosciuto sia dagli expat che dai pochi turisti che stanno arrivando a Phuket?

Quando il mio partner in crime Andrea di Welcome in Asia mi ha detto che mi doveva far vedere assolutamente un campeggio dove servivano cibo in una scatola, beh, non è che fossi proprio proprio così convinta eh. Ma siccome so benissimo che lui ha un fiuto eccezionale per i super posti, senza pensarci, ho accettato. Ho fatto bene.

Cosa ha di particolare il Blanket and pillow

Il Blanket and Pillow non è altro che un campeggio con la caratteristica di essere a picco sul mare. Una location veramente suggestiva per una vacanza low cost a tutta natura. La particolarità sono le terrazze in bambù costruite sotto gli alberi che partono dalla cima della collina, dove c’è il Bar Ristorante, ed arrivano fino agli scogli. Alcune terrazze sono fatte apposta per le tende, non hanno la copertura, altre sono adibite a zone comuni.

Phuket: Dove dormire a Karon,il campeggio low cost

Bere e mangiare al Blanket and Pillow 

Al blanket and Pillow si mangia all’ombra sotto gli alberi giganti, con il venticello tra i capelli, ed è una cosa meravigliosa. Il cibo si ordina al Bar direttamente, c’è una lista di qualche piatto tipico Thai. Non c’è molta scelta, ma ci si accontenta. Una volta pronto te lo portano in un box di cartone molto carino. Come bevanda il Nam manao  ( acqua frizzante, limone e miele) con miele è ottimo e rinfrescante. Il caffè espresso non è niente male.

L’unica cosa che mi perplime di questo meraviglioso posto, sono i servizi, che per essere un posto local non sono affatto male eh, ci mancherebbe, ma sono decisamente pochi. Una doccia ed un bagno non sono proprio sufficienti, soprattutto in alta stagione.

Come arrivare al Blanket and Pillow

 

 

 

 

Tour in Thailandia – fai da te – 15 giorni-

Tour in Thailandia – fai da te – 15 giorni-

Un Tour in Thailandia, un viaggio fai da te di 15 giorni, per scoprire questa meravigliosa Terra dal Nord al Sud. Un Itinerario super affascinante che ti porterà a visitare il meglio del meglio dellaTera dei sorrisi. Un itinerario Local ma con un’ occhio di riguardo a Hotel affascinanti e di charme.

Dove dormire in Thailandia, la scelta alternativa ai soliti Hotel 

La Thailandia offre una scelta di Hotel veramente interessante: Hotel de charme, Boutique Hotel, Bungalow di legno in mezzo alle risaie, case sugli alberi con tutti i comfort, appartamenti con vista super. Delle vere e proprie chicche da provare assolutamente. Puoi trovare posticini deliziosi senza dover rinunciare alla parte local e soprattutto senza spendere una fortuna!

Hai Bisogno di assistenza per organizzare e pianificare il tuo Tour di 15 giorni in Thailandia? Ci sono io.

Consulenza online

La Baia vista dalle tende: Thailandia del sud Tour della Thailandia: Tutto quello che devi sapere

Marta dove Dormo, i migliori Boutique Hotel e dimore de Charme

Sono una super appassionata di Hotel, soprattutto quelli piccoli e particolari, adoro i rifugi in mezzo alla natura. Vado pazza per le strutture bohémienne, mi piacciono da morire le Guest House very local. Da quando mi sono trasferita in Thailandia più di tre anni fa, ho iniziato a viaggiare in lungo ed in largo per il paese per scovare Hotel e strutture particolari. Piccoli luoghi fuori dal mondo che mi facessero sentire bene, in armonia. Da questa mia folle ricerca costante è nato il progetto “Marta Dove dormo?” Un portale dedicato alle strutture più suggestive ed interessanti della Thailandia con descrizioni e punti di forza.

Marta dove dormo : il portale

Tour della Thailandia: 15 tra i posti più local e le strutture più interessanti

Un Tour in Thailandia di 15 giorni attraverso gli Hotel più particolari ed i posti più caratteristici. Un Tour che ti farà scoprire la Thailandia più Local ma senza rinunciare al comfort Un Tour Classico ma che può dare tante soddisfazioni, soprattutto se è il primo viaggio nella Terra dei sorrisi!

Itinerario Consigliato: 

  • Bangkok, Katchanabury, Ayutthaya, Chiang Mai, Phuket, Koh Yao Noi, Krabi
  • Periodo: Da metà Novembre a fine Aprile

Tour della

Tour della Thailandia in 15 giorni fai da te : dove iniziare

Il nostro Tour della Thailandia in 15 giorni inizia a Bangkok, dove ti consiglio di rimanere almeno tre giorni. Sono veramente numerose le cose da fare e vedere nella città degli Angeli e ci sono dei must to visit che non possono sfuggirti in questa prima volta Bangkocchiana come: visitare il  maestoso Palazzo Reale, ammirare lo splendido Wat Pho con il  Bhudda reclinato non puoi fare certo un tour sul Chao Praya senza vistare il tempio dell’alba, il Wat Arun. Per non parlare poi dei mercati pazzeschi. Bangkok è famosissima per tutti i suoi mercati incredibili caotici e affollati; Il Maeklog Market, ovvero il mercato sulla ferrovia oppure l’incredibile mercato dei fiori, bello durante il giorno, pazzesco durante la notte. Cme puoi non fare un salto nel più famoso mercato galleggiante del mondo il Damnoen Saduak? Capisci perchè tre giorni sono il minimo per visitare questa città!

Il Cibo di Bangkok, il miglior street food della Thailandia

Se sei una super fan dello street food a Bangkok trovi il top del top. Un caleidoscopio di sapori da non credere. Una varietà incredibile di cibo e di ingredienti. Dal martedì alla Domenica dalle ore 18,00 la strada principale di China Town si riempie di banchetti di ogni genere, davanti ai negozi con le saracinesche abbassate ci sono veri e propri ristoranti che servono piatti pazzeschi. Addirittura, puoi scegliere di mangiare nel primo Street food Restaurant stellato, dove Jai Fai ti farà scoprire il suo cavallo di battaglia l’omelette di granchio, che le ha permesso di vincere l’ambito premio.

Tour della Thailandia: Tutto quello che devi sapere

Soggiornare a Bangkok, i posti più Local

Dove dormire in questi tre giorni a Bangkok? In dove alloggiare a Bangkok: quali zone scegliere, trovi le info sulle caratteristiche dei quartieri.  Se vuoi godere della spiritualità e della bellezza del Palazzo Reale, del Wat Pho ed ammirare il tramonto sul Wat Arun la zona migliore è Thatien e l’Inn a Day è decisamente il posto perfetto. La cosa bella del quartiere di Thatien è la semplicità, soprattutto la mattina presto quando i monaci girano scalzi per le offerte ed i fedeli si inginocchiano davanti a loro chiedendo la benedizione. I commercianti iniziano ad aprire i loro negozi ma prima pregano, accendono gli incensi, offrono cibo fanno offerte sul piccolo altare ben posizionato al lato della porta dell’esercizio. Tutto avviene in un silenzio surreale. La magia finisce quando i turisti iniziano ad entrare nei Templi e valanghe di Tuc Tuc strombazzanti scorrazzano avanti indietro.

Scegliere di soggiornare sui canali di Bangkok, particolare e suggestivo

Se vuoi invece qualcosa di super particolare, e dormire sull’ acqua ti stuzzica il Loy la Long è veramente il Top. Una palafitta sul Chao Praya fatta di legno di tek, dall’ambiente Bohémienne, si trova a China Town, ma in una quartiere tranquillo disseminato di negozi di pezzi di ricambio molto particolari. Se dormire sull’acqua ti piace ma preferisci qualcosa di più appartato allora il Siamotiff è perfetto. Si trova a Thonburi tra i canali, una zona veramente molto bella, dove non ci sono Ristoranti Europei o negozi alla moda, ma solamente esercizi local. Da qui è molto semplice arrivare al mercato di Khlong Lat Mayon,aperto durante il week end oppure visitare Ban Bu un antica fornace, un posto veramente molto interessante.

Katchanabury, cosa vedere e cosa fare

La seconda tappa del viaggio è Katchanabury, famosa per la ferrovia della morte, gli Hotel sul fiume Kwai e le Cascate, soprattutto quelle di Erawan. Per arrivare a Katchanabury si possono prendere Minivan, bus ma il modo migliore in assoluto è il treno. Perchè è solo con il treno che ti puoi emozionare ripercorrendo la storia della ferrovia della morte, che si chiama così in quanto più 100,000 lavoratori morirono durante i 16 mesi di costruzione tra il 1943 ed il 1943 e se la prendi ne scoprirai il motivo.

Soggiornare a Katchanabury sul fiume Kwai, un’ altra particolarità da non perdere

Hai due alternative, una è quella di arrivare fino al capolinea di Sai Yok, andare a visitare Hell fire Museum, rinfrescarti nella cascata con tutti i local che fanno il bagno e soggiornare in uno boutique Hotel sul fiume li vicino Il Boutique Raft Resort è un posto molto interessante, tutto è costruito in legno dalle belle stanze al Ristorante.Certo che se soffri di mal di mare non è proprio il massimo! Lungo la strada principale, vicino al Boutique Raft Resort puoi prendere il bus ed arrivare nel parco nazionale di Erawan e goderti le Cascate. Altrimenti puoi dormire  a Kanchanaburi dormire nella cittadina ed arrivare alle cascate in Bus! Un Paio di Giorni a Kanchanaburi sono assolutamente il minimo per visitare questo bel posto.

Come arrivare a Knachanabury con il treno: da dove parte, gli orari.

iL treno per katcahanaburi parte dalla stazione di Thombury, per arrivarci la via più breve senza troppe compilazione e senza rimanere congestionati nel traffico è quella di prendere il boat express e scendere a Thombury da lÌ puoi prendere un moto taxi ed in 5 minuti sei arrivata. Ottimo e conveniente.Sono solo due gli orari di partenza del treno, uno con partenza alle 7,50 e arriva a Kanchanaburi alle 10,25 e l’ altro parte alle 13.35 ed arriva alle 16,24.

 

Dove alloggiare ad Ayutthaya l’antica Capitale del Vecchio Siam

Ayutthaya è un must to see che non si discute, anche se è molto gettonata dal turismo è un posto che va visto per forza. Nonostante ci sia stata almeno cinque volte, non sono riuscita a visitare tutto il ben di dio che offre. La parte antica è nella zona centrale e basta affittare una bici per poterla visitare in santa pace. Le cose da vedere sono tante ma se ti prendi un’intera giornata puoi sicuramente farti una bella scorpacciata. Se è troppo caldo il Tuc Tuc va alla grande, basta contrattare il prezzo, scegliere quali templi visitare ed il gioco è fatto! Ayuttaya la puoi tranquillamente visitare anche in giornata partendo da Bangkok, ma se te la vuoi prendere con calma e assaporarne fino a sera la bellezza, ti consiglio di dormirci almeno una notte. Il Bai fern è una piccola Home stay, accogliente e molto pulita dal giardino rigoglioso. Il cibo è a dir poco sublime, i padroni di casa sono super ospitali, la zona dei templi è vicinissima, ma cosa volere di più! Certo non è elegante ma sicuramente ti farà conoscere uno spaccato di vita familiare Thailandese, che non è poco.

Come arrivare da Katchanabury ad Ayutthaya

Ci sono due modi per arrivare da Katchanabury ad Ayutthaya, il primo è con il taxi privato, ma il costo è piuttosto elevato il secondo è il bus ma che sfortunatamente non è diretto. Dalla stazione degli autobus di Kanchanaburi devi prendere il bus per Suphanburi, una volta arrivata a destinazione devi prendere un minibus che to porta ad Ayuttaya, ci vogliono circa due ore per arrivare.

Chiang Mai, cosa fare e dove alloggiare

Chiang Mai è una bella città amata da i free lance di tutto il mondo, ordinata e pulita niente a che vedere con la caotica Bangkok (anche se secondo me la città degli Angeli non la batte nessuno) I suoi Templi ed i suoi mercati sono famosi, per non parlare poi dei locali super fighi. Anche qui ci sono tante cose da visitare e da vedere ed anche qui tre giorni vanno bene per visitare la città ed i suoi dintorni.  Alloggiare all’interno delle mura è la scelta migliore, sia per una questione di comodità che per godere al meglio di quello che offre la città con i suoi vicoli meravigliosi ed i molteplici templi. Il Bury Gallery House è posto veramente interessante, ricavato da una tipica casa thailandese in legno ha tutte le caratteristiche per essere un Boutique Hotel di grande valore, ed inoltre è vicinissimo ad uno dei templi più importanti della città.

La cucina tradizionale di Chiang Mai e lo street food.

Lo street Food di Chiang Mai si difende molto bene, le contaminazioni di Birmania e Laotiane hanno dato vita a dei piatti veramente molto particolari. Tutta la meraviglia gastronomica “ on the road” la puoi scoprire in bicicletta grazie allo street food tour in Bici, un modo interessante per scoprire delizie della cucina tipica di Chiang Mai e conoscere la storia della città. Se hai voglia di cimentarti nella cucina tradizionale Thailandese con piatti tradizionali dei villaggi del nord, allora la scuola di cucina akha è super. ti vengono a prendere la mattina in Hotel ti portano a fare la spesa nei mercati e poi ti cimenti ai fornelli, una giornata full che ti regala un pezzettino di tradizione culinaria del nord Thailandia, ad un prezzo veramente super. Una giornata la potresti dedicare agli elefanti in uno dei tanti santuari che si trovano nelle campagne di Chiang Mai. Io conosco l’Elephant Jungle sanctuary è molto serio, gli animali vengono trattati molto bene ed inoltre hanno dei progetti molto interessanti sulla valorizzazione del territorio. Di cose da fare, da vedere e da assaggiare ce ne sono a bizzeffe, le tue giornate saranno piene ed arriverai in Hotel stanca come non mai. Chiang Mai offre veramente tanto.

Chiang Mai: A spasso per Mae Kampong il villaggio famoso per il caffè

 

 

Come arrivare da Ayuttaya a Chiang Mai:

I modi migliori per arrivare a Chiang Mai da Ayuttaya sono o con Bus o con treno notturno. Tutto dipende dal tuo Budget, il bus notturno ci impiega meno ed il prezzo dipende molto dalla comodità. Qui trovi la migliore soluzione

 

Vista della spiaggia di Ya nui - Tour Thailandia -

Phuket e le sue Isole, quali sono le migliori come arrivarci dove dormire.

Phuket ha tanti assi nella manica, anche se viene molto criticata a causa di quella parte di turismo viziato e deprimente che è confinato quasi esclusivamente nella parte centrale dell’isola. È un posto in continuo mutamento ma che ancora offre delle cose molto interessanti, come per esempio la cittadina di Phuket Town. Bella con le sue case sino portoghesi colorate, con i suoi mercati notturni del week end, con i locali e le caffetterie super cool. Ma anche con la sua parte super tradizionale:  i Templi cinesi, i ristoranti tradizionali, i mercati coperti. Un luogo dove si trovano i Boutique Hotel più interessanti di tutta l’ isola, veri e propri gioiellini dove puoi respirare aria di altri tempi. L’on on Memory è il più antico Hotel  di Phuket Town, quello in cui sono state girate delle scene di The Beach perfetto per godere al meglio delle bellezze di questa interessante cittadina. Il mercato notturno della domenica d Phuket Town è veramente un evento che non deve assolutamente mancare nella tua visita Phukeettiana. La strada principale Thalang Rd, viene chiusa alle macchine ed in mezzo vengono allestiti banchetti di cibo di ogni tipo. La musica accompagna questa festa che si celebra ogni domenica dalle 16,00 alle 21,00 circa. Se hai voglia di spostarti verso il sud dell’ isola, in un posto non troppo caotico, Rawai è il posto giusto ed il Roost camping può essere una buona soluzione per provare qualcosa di alternativo ai soliti Resort. La Cosa migliore per girare l’ isola è quella di prendere in affitto un motorino, ma fai attenzione, il perchè te lo spiego qui. Grazie l tuo mezzo sei libera di girare e scoprire posticini interessanti. Puoi andare alla scoperta delle isolette che si trovano davanti alla costa con i pesatori locali oppure fare un Phuket city Tour con me! Insomma di cose ce ne sono da fare. Anche un bel Tour delle Isole vicine non è male per niente.

In Dove alloggiare a Phuket puoi vedere le zone migliori

Koh Yao Noi, l’isola dai posticini Top

Una volta fatto un giro a Phuket, passare su un’isoletta per il Relax non è proprio una cattiva idea e Koh Yao Noi può fare al caso tuo. L’isola si trova a nord est di Phuket nella Baia di Phang Nga e per raggiungerla ci vuole circa 30 minuti 1 h dipende al tipo di mezzo che si prende ( long tale Boat o motoscafo).

Nonostante negli ultimi tempi sempre più persone la frequentano è comunque un posto molto interessante e tranquillo dove il Relax è assicurato. Ci sono degli Hotel dove soggiornare veramente molto belli e per tutte le tasche. Ma se hai in mente di passare due giorni di assoluto Relax, senza pensare a niente e decidi che vuoi viziarti ben bene il Paradise Koh Yao e il Three House villa sono due posti veramente pazzeschi. Si trovano nella stessa baia e fanno parte dello stesso management ma sembra di essere in due mondi differenti. Il primo perfetto per le famiglie, il secondo ottimo per le coppie. Certo non sono due tra i più economici ma per un paio di giorni di full Relax sono da prendere in considerazione. Se invece hai voglia di qualcosa di molto più semplice e meno costoso l’ isola di Koh Yao Noi offre molte altre situazioni interessanti come il Sabai corner non è male per niente. Qui organizzano dei Tour veramente spaziali, in più la proprietaria è Italiana. Se ami lo Yoga,Isalnd yoga organizza retreat molto interessanti 

Come arrivare a Koh Yao Noi da Phuket:

Per arrivare da Phuket a Koh Yao Noi devi arrivare a Bang Rong Pier. Da qui partono long tale boat e motoscafi ogni 30 minuti circa. Appena arrivi al porto dovrai pagare 10 thb come tassa. Il costo varia da 150 a 200 thb a secondo del tipo di imbarcazione.

Come arrivare da Koh Yao Noi a Krabi

Ps: se hai qualche giorno a disposizione perchè magari sei rimasta un solo giorno a Kanchanaburi oppure hai tagliato su qualche altra meta, da Koh Yao Noi puoi prendere una speed Boat e arrivare a Ao Nang, le partenze sono giornaliere e  ci si impiega circa 1 H e 20. Una volta arrivata a Ao Nang puoi prendere una long tale boat e fare un super giro tra le 4 isole. Uno spettacolo assicurato

Questo itinerario è adatta a chi ha voglia di viaggiare e vedere il più possibile. È un itinerario che ti consente di visitare dei luoghi interessanti senza però rinunciare alla parte locale.

Se vuoi avere altre informazioni scrivimi a: info@domaniparto .com

I migliori mercati galleggianti di Bangkok

I migliori mercati galleggianti di Bangkok

I mercati galleggianti di Bangkok, sono una delle cose più belle che si possano vedere. Una volta nella vita vanno visitati!

Bangkok, per me rappresenta il Paese dei Balocchi, una città incredibile e super emozionante che ha la grande capacità di entusiasmarmi ad ogni passo. Le cose da vedere in questa città sono innumerevoli e tanto diverse tra loro.Templi pazzeschi, quartieri incredibili. Immaginati qualcosa di assurdo ed a Bangkok la trovi! Una valenza molto importante ce l’hanno i mercatI ovunque ne trovi, ognuno con la sua caratteristica e particolarità. Qui ti parlo di alcuni mercati galleggianti quelli che io conosco, dove si trovano e come raggiungerli nel miglior modo possibile.

Il mercato galleggiante di Khlong Lat Mayon: mercato di street Food da urlo 

Il Khlong Lat Mayon è un mercato molto carino e colorato, piccolo ma molto ben organizzato. Oltre alle barche, (non molte) piene zeppe di frutta e cibarie, nella terra ferma c’è un enorme mercato molto frequentato dai locali. Se vi piace il cibo di strada e sei un gran  golosone qui trovi qualsiasi delizia, dal pesce sotto sale alla griglia alle zuppe tipiche, per non parlare dei noodle preparati in ogni modo. Insomma c’è da impazzire. Possibilità di fare giri nei canali.

iL mercato è aperto il Sabato e la Domenica dalle 09.00 alle 16,00

Come arrivare al Khlong Lat Mayon: Il mercato può essere raggiunto dal Bus numero 146 e poi prendere uno dei songthaev ( Taxi collettivi con le sembianze di pick up di colore rosso) e chiedere all’ autista dove scendere. Altro metodo, più semplice è quello di prendere la bts e fermarsi a Bang Wa, dopodiché proseguire con un taxi.

Il mercato Fluttuante di Taliing Chan: adatto per un pranzo a base di pesce 

Il Talin Chan si trova a circa 12 km dalla città. In questo piccolo mercato ci si viene soprattutto per mangiare pesce alla griglia cucinato nelle barche di legno collocate tutt’intorno ad una chiatta fluttuante che fa da sala ristorante. Sulla terra ferma c’è un piccolo mercato con bancarelle di ogni tipo di cibo e tanti banchi che vendono piante, certo non è affascinante come quello di Ampawha, ma vale la pena vederlo e farci un giro. Al molo del mercato c’è la possibilità di fare dei Tour in giro per i canali a dei prezzi veramente molto buoni, come il Tour di 3 ore dei mercati fluttuanti di Wat Saphan Floating Market e Khlong Lat Mayon che parte alle 9.45.

Taling è aperto il Sabato e la Domenica dalle 8 alle 17,00

dettaglio del Talling Chan: Floating Market, mercati galleggianti Bangkok

Come arrivare al Talling Chan:

  • Bus numero 79 che lo potete prendere da: Pratunam, Central Wold, Democracy Monument. Fermata Taling
  • Per il ritorno prendere sempre il 79 ma siccome fa un giro differente la miglior cosa da fare è scendere alla fermata Bus  Ratchathewi

 

Il mercato fluttuante di Damnoen Saduak: perfetto per delle foto super 

Il più famoso di tutti, quello più gettonato e turistico. Il Damnoen Saduak si trova a circa 100 km dalla Città è costituito da diversi canali dove donne in costume vendono ogni tipo di cibo su barchette di legno, uno spaccato di quella che una volta era la vita sull’ acqua dei Thailandesi. Sicuramente un posto bello per fare foto molto instagrammabili.

Aperto tutti i giorni dalle 6,00 alle 11,00

Se hai bisogno di organizzare un viaggio in Thailandia, dai un’occhiata alle mie Consulenze!

Bancarella di cibo, mercati galleggianti Bangkok

Come raggiungere il Damnoen Saduak

Bus: Il Bus può essere un modo interessante raggiungere il  mercato ma bisogna prenderlo dalla Southern Bus Terminal, Sai Tai Mai, che si trova fuori città. Il bus numero 78 passa più o meno ogni 40 minuti ed il costo del biglietto è circa 50 thb. Per arrivare alla Southern Bus Terminal, il modo più economico e’ quello di prendere la Bts, fermarsi a Ratchathewi e prendere il bus numero 511 che ci impiega circa 30 minuti ed ha il costo di 70 thb .

Minibus: Se volete invece una soluzione diversa pagando una manciata di Thb in più potete prendere un minibus : Bangkok – Damnoen Saduak Floating Market  La stazione di partenza per il minibus è Mochit, che potete raggiungere in bts.

Taxi: Un altra soluzione per visitare il Damnoen Saduak è il Taxi, magari combinando la visita con il Meklong Raylway station e l’altro mercato Fluttuante di Amphawa sia con che senza guida, in questo caso se siete interessati potete scrivermi a info@domaniparto.com

Dettaglio barca al Floating Market, mercati galleggianti Bangkok

Il mercato fluttuante di Amphawa Floating Market: Ritorno al passato 

Anche se negli ultimi anni è diventato più famoso, il mercato fluttuante di Amphawa è l’alternativa meno turistica al Damnoen Saduak , mentre nell’altro l’orario ottimale per visitarlo sono le 8 di mattina tutti i giorni, questo lo si deve visitare dalle14,00 del pomeriggio dal venerdì alla domenica. Anche ad Amphawa troverai barche straboccanti di cibo e verdure, Donne vestite con abiti tradizionale che cucinano e tanti oggetti di artigianato e mercati vari.

Come raggiungere Amphawa:  

Per arrivare ad Amphawa ci sono mini van che partono da Sai Tai Mai ( Sothern bus Terminal) linea 78 e 996.

Maeklong Market ,Il mercato sulla ferrovia:unico al mondo

Non è un mercato fluttuante ma è sicuramente un posto da vedere assolutamente. Il Maeklong Railway Market ha la particolarità di estendersi sopra alla ferrovia e ad ogni passaggio del treno, le tende che coprono i banchi vengono ritirate, le pietanze spostate dai binari o aggiustate in modo che il treno non le travolga. Il treno arriva alla stazione tutti i giorni alle 8,30 , 11.10, 14.30, 17.40 Il miglior momento per vederlo è alla mattina, c’è meno gente e le temperature non sono eccessive.
Come raggiungere il Maeklong Train Market: 
Il mercato è sulla stessa strada dell’ Amphawa Floating Market, ottimo per combinarli tutti e due in una giornata. Il minivan parte da mo chit

Se avete poco tempo ed avete voglia di combinare più mercati possibili in una giornata, scrivetemi a: info@domaniparto.com

Importante: Sia al Damnoen Saduak che ad Amphawa cercheranno di venderti dei giri in barca privati a dei costi esorbitanti, dai 2000 thb in su, considerate che il prezzo per un tour condiviso è sui 50/70 thb

 

Perchè visitare Phuket Town: la Città Sino – Portoghese

Perchè visitare Phuket Town: la Città Sino – Portoghese

Visitare Phuket Town è una cosa che deve essere fatta assolutamente. Si perchè è una città talmente bella e  coinvolgente che non visitarla sarebbe davvero un peccato mortale.

L’isola di Phuket ha una città che porta il medesimo nome: Phuket Town. Questa incantevole cittadina poco considerata dal Turismo Europeo, ha una parte antica di origine Sino -Portoghese, con case e negozi dai colori vivaci. Thalang Road è la strada più famosa e conosciuta, il centro nevralgico del turismo e del commercio della città. Oltre ad essere una cittadina sempre più lanciata verso il turismo ed in mutamento continuo riesce a mantenere intatte le sue tradizioni, come Il Festival Vegetariano e il Capodanno Cinese. Durante questi due importanti celebrazioni del calendario Taoista, la città si trasforma e si veste di misticismo, ed i momenti cruciali vengono scanditi dal ritmo dei Templi

Visitare Phuket Town

Cosa Vedere a Phuket Town: I Templi 

Oltre alla caratteristica strada centrale c’è molto altro da visitare per esempio:  il Templio Cinese di Serene Light Piccolo e suggestivo, costruito nel 1889. Questo Tempio quasi sconosciuto ha una posizione nascosta, si trova a Phang Nga Road, la traversa di Thalang Road.

Il Jui Tui Shrine, altro Tempio cinese il più antico e rispettato centro spirituale di Phuket Town . Si trova in , Ranong Road, non lontano dal mercato principale ortofrutticolo di Phuket Town. Altro posto interessante da visitare e’ la strada degli amuleti. Come Bangkok anche Phuket Town ha il suo speciale mercato, più piccolo e raccolto ma sicuramente non meno affascinante. In questa piccola via anch’essa nascosa, tutti i giorni si danno appuntamento collezionisti e compratori Asiaici. Si trova di fronte al Serene Light. Il Phuket Trickeye Museum aperto nel 2014 è un museo adatto alle famiglie’ interamente dedicato alla tecnica francese del trompe-l’oeil’’ tecnica che crea effetti tridimensionali, su base bidimensionale. Si trova in Phang Nga Road, Soi Phang Nga 1. Gli amanti dello stile coloniale possono fare un giro in questa originale casa -museo, Baan Chinpracha Highlights che si trova in 98 Krabi Road.

Festival Vegetariano nel Templio

Il Thai Hua Museuminvece è uno degli edifici sino portoghesi meglio conservati. Al suo interno viene raccontata la storia di Phuket e la connessione con la Cina attraverso video e fotografie in Thai e Cinese con sottotitli in Inglese. Il museo si trova in Krabi Rd. A Pochi km da Phuket Town c’è Khao Rang hill punto panoramico di tutto rispetto.Ottimo per scappare dall’ afa e dallo smog della città Prima di arrivare però in uno dei punti panoramici più alti e suggestivi di Phuket; fermarsi al Tempio di Wat Khao Rang, ed ammirare il gigantesco Buddha seduto è doveroso. questa statua detiene il primato di essere stata la prima ad essere costruita sull’ isola. Bellissima anche la scalinata che porta al Tempio decorata con verdi serpenti Naga . Dalla parte opposta a Khao Rang c’è Monkey Hill. Centinaia di Scimmie gironzolano indisturbate per la strada aspettando che i turisti diano loro qualcosa da mangiare. I bambini ne vanno pazzi.

I mercati:

I mercati del fine settimana a Phuket Town sono famosissimi. Il Naka market è un esempio. Cibo di ogni genere, vestiti, e artigianato viene venduto qui. Si trova leggermente fuori Phuket Town in Chao Fa West Road, di fronte al tempio Naka. Bisogna necessariamente contrattare. Il Chillva Market è un altro mercato gettonatissmo più che altro dalla popolazione locale, di style bohèmeiene, questo mercato è aperto dal giovedì alla domenica dalle or16,00alle 23,00. Negozi stilosi gelaterie e bar colorati sono la caratteristiche principali .

La domenica sera la famosa Thalang Rd viene chiusa al traffico e centinaia di venditori occupano la parte centrale lasciando ai tanti, tantissimi turisti le vie laterali. Griglie , friggitorie, e piastre arroventate produceono in tempo record ogni tipo di leccornia in perfetto stile Thai.

Mecato Phuket Town

Phuket Town, la città del cibo

Visitare Phuket Town vuol dire anche immergersi nella cultura culinaria a Tutto tondo. Si perchè in questa città così particolare ci sono i migliori Ristoranti di cucina tradizionale Chino Thailandese. Considerate solamente che nel 2015 Phuket Town è stata dichiarata “Città della Gastronomia” dall’ Unesco. Un riconoscimento importante che vede questa piccola città una delle migliori a livello di qualità e tradizione culinaria di tutto il sud est asiatico. Qui potete gustare i migliori piatti tradizionali, passati di generazione in generazione. Ristoranti dall’aspetto un pò trascurato ma che hanno ricevuto grandi riconoscimenti in termini di apprezzamenti da parte delle Guide più prestigiose del mondo, come la Guida Michelin.

Ristoranti come il Mee Tom Poe, dove mangiare i migliori Hakkien della città. Oppure il One Chun, molto più carino negli arredi e nel servizio, con piatti signature come: lo stracotto di pancia di Maiale e la zuppa di granchio con spaghetti di riso freschi.

One Chun Restaurant, cucina tradizionale Phuket

 

 

 

 

Cosa Vedere e cosa fare a Phuket

Cosa Vedere e cosa fare a Phuket

Cosa vedere e cosa fare a Phuket! Di cose in questa isola pazzesca ce ne sono veramente tantissime e qui in questa guida aggiornata, troverai quelle più interessanti e anche particolari!

Oltre alle stupende spiagge, l’Isola di Phuket offre tanto altro : Bellissimi Templi, punti panoramici pazzeschi, Ristoranti super affascinanti e tanto altro. Insomma c’è l’imbarazzo della scelta. Qui in questa Guida aggiornata troverai il meglio di cosa vedere e cosa fare a Phuket.

Elephant Jungle Sanctuary : La perfetta alternativa ai terribili trekking

All’Elephant Jungle Sanctuary si passano delle ore favolose, ve lo giuro! Un posto perfetto per grandi e piccini – mia figlia Anna è  letteralmente impazzita -. Nel parco ci sono Elefanti che in passato hanno subito maltrattamenti vecchi pachidermi stanchi che non servivano più a nessuno, animali riscattati o affidati dai contadini che non possono più mantenerli.

Sono tante le storie degli Elefanti tenuti nel Santuario, ma una cosa ce l’hanno in comune, che sono storie molto tristi. L’Elephant Jungle Safari è posto super organizzato con un team di ragazzi in gamba e sempre attenti alle esigenze dei turisti ed ovviamente degli animali. Toccarli, dargli da mangiare, infangarli e fare il bagno con loro è veramente stupendo, provatelo! Qui alcune delle Storie che ho fatto durante la mia visita al Santuario!

Elefanti nel santuario

Phuket cosa vedere: I mercati notturni del Week End

Ma quanto saranno belli i mercati Thailandesi! Non so voi ma io ci vado letteralmente pazza. La Thailandia è rinomata per i suoi Mercati belli e colorati e per il modo particolare che la popolazione ha di viverli (basti pensare ai mercati acquatici e a quelli sulle rotaie).

Secondo la cultura Thailandese il mercato è una parte fondamentale della vita sociale, non c’è altro luogo migliore per incontrarsi, fare nuove amicizie e stringere affari. A Phuket oltre ai mercati settimanali che vendono principalmente cibo fresco, frutta e verdura, ci sono anche i mercati del week end e che rimangono aperti fino a tardi.

Il Naka Market è quello più grande e rinomato che si trova a nord ovest di Phuket. Qui trovate bancarelle di ogni genere e tipo, questo è il posto dove gli amanti dello shopping sfrenato potranno trovare la pace dei sensi. Invece per chi ama lo Street Food e vuole fare una super scorpacciata c’è il Sunday Market a Thalang Road nella parte Sino-Portoghese di Phuket Town. La strada principale viene chiusa al traffico così da permettere ai visitatori di passeggiare tranquillamente ed assaggiare tutte le meravigliose prelibatezze che vengono cucinate “ on the go”.
Il Naka market è aperto il Sabato e la Domenica, invece quello di Phuket Town solo la Domenica. Dalle ore 16,00

vita di mercato

Mangiare il pesce dai pescatori: La comunità degli zingari del mare 

Cosa vedere -fare a Phuket

I Chaio Leh, detti anche gli zingari del Mare, sono una comunità di pescatori che hanno trovato il loro spazio a Phuket. Vivono di mare e di pesca. Dalla mattina alla sera  pescano, cuciono le reti, preparano le gabbie e vendono il loro pescato nel mercato più simpatico e affascinante di tutta l’Isola.

Ma quello di Rawai non è un mercato normale dove vai a comprare il pesce e te ne torni a casa, no, qui se vuoi  il pesce te lo cucinano pure. Bello no! Niente sporcizia, niente stress da: “ oddio come lo cucino”, no , niente di più facile. Compri quello che ti piace, scegli il ristorante e te lo fai cucinare. Qui grigliano, friggono, impastano a tuo piacimento. Se ti piace il pesce fresco ed hai voglia di una serata differente, ed originale, questo è il posto giusto.

 

Phuket Cosa vedere:  Il grande Buddha, la statua più imponente dell’Isola

Grande Buddha

La statua del Grande Buddha è una dei monumenti più visitati di Phuket. Con i suoi 45 metri di altezza domina tutta l’isola. Il progetto è nato nel 2004 dal volere della comunità che grazie alle donazioni è riuscita a costruire questa incredibile statua.

Il Big Buddha si trova nel distretto di Chalong nella strada principale che porta verso l’estremo sud dell’isola, arrivarci è facile basta seguire i cartelli che portano verso la collina. Una volta arrivati in cima (attenzione alla strada che ha dei grandi tornanti ed un manto stradale pessimo) ci si rende conto della sua magnificenza, del lavoro meticoloso e della posizione strategica. Anche se un punto molto Turistico il Grande Buddha ha uno charme tutto suo.

Sarà per il suono dei campanelli che si muovono al vento, i mille- mila messaggi di speranza che vengono attaccati agli alberi, i canti magici dei monaci; fatto sta che quando torni via da questo posto ti senti una certa serenità addosso.

Il Grande Buddha

Il Big Buddha ha l’entrata gratuita, ma è sempre meglio fare una donazione, anche piccola. Qui avete anche  la possibilità di farvi benedire dai monaci

Importante da sapere: 

  • È un luogo di culto: coprirsi sempre gambe e spalle prima di entrare.
  • Non dare da mangiare alle scimmie che si trovano nel tempio
  • Non dare mai le spalle ai monaci una volta finita la benedizione
  • Le Donne non possono essere toccate dai monaci e viceversa

Un Caffè tra gli alberi: Il three Monkey Restaurant

Il three monkey Restaurant è un posto veramente stupendo. Non gli si può dire assolutamente niente. La struttura è immersa nel verde pazzesco e rigoglioso della Giungla tutto costruito in legno e ferro, perfettamente in linea con la natura circostante.

L’ambiente è rilassante, curato nei minimi particolari, sia negli arredi che nella cura dei piatti. Ci sono diverse aree Relax: quella in stile capanna che si trova appena si entra, arredata con cuscini e tavolini bassi, c’e la  parte esterna, sotto gli alberi, arredata con poltrone e sedute sospese a mo’ di tappeto elastico. C’è la parte interna, con aria condizionata e dolcetti in bella vista. C’è tutta un’area esterna pensata per i fumatori ed un’ altra bellissima sala con tante vetrate e splendidi arredi che si trova nella parte inferiore, basta scendere le scale. Andateci perchè è un posto che vale la pena di vedere e di trascorrerci  un pò di tempo.

Quando non andare: La Domenica pomeriggio perchè c’e troppa gente e rischiate di dover aspettare per entrare e prima del tramonto, perchè il suono delle cicale è talmente assordante che non vi da modo neanche di sentire i vostri pensieri.

Last but not least: Se avete uno spirito avventuroso, potete provare i percorsi sugli alberi dell’ Hanuman world che si trova a pochi metri dal Ristorante.

Visita alla Distilleria Chalong Bay: 

Il posto ideale dove passare una mezza giornata, bere ottimi cocktail ed imparare qualcosa di interessante…

Chalong Bay, la distilleria di Gin a Phuket

 

Un pomeriggio al fresco: A blanket and a Pillow

Questo posto così suggestivo, oltre ad essere un campeggio low cost è anche un luogo dove poter bere e stuzzicare qualcosa…

Dove dormire a Karon,il campeggio low cost a Phuket

 

 Posti Semi-sconosciuti a Phuket: 

A Phuket ci sono tanti posticini semi sconosciuti ai più, posti local che vanno visitati assolutamente…

4 posti sconosciuti da provare assolutamente a Phuket

 

Dove Mangiare il miglior Pad Thai dell’Isola 

Mangiare un buon Pad Thai è davvero difficile, qui in questo ristorantino super local, proverai il migliore

Pad Thai dove mangiare il migliore a Phuket

 

Tour in Long Tail Boat con Pescatore Locale 

Se davvero volete conoscere la cultura locale, avvicinarvi alla tradizione Thailandese, allora non dovete perdervi un Tour con un pescatore locale…

Phuket: Escursioni in Long Tail boat con pescatore locale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

4 posti sconosciuti da provare assolutamente a Phuket

4 posti sconosciuti da provare assolutamente a Phuket

4 posti sconosciuti da provare assolutamente a Phuket! In verità non ce ne sono solo 4 ce ne sono molti di piu! Qui ce ne sono solo 4, che dovete assolutamente provare.

Vedi anche:  Cosa vedere e cosa fare a Phuket – la Guida-

Phuket è un isola tutta da scoprire, dove ci sono posticini non conosciuti al  turismo di massa. Piccoli bar, ristorantini caratteristici, caffetterie, alcuni daile ubicazioni non proprio normali, ma tanto incredibili da far rimanere di stucco. Altri meno spettacolari ma con del cibo da leccarsi i baffi. Andando a zonzo in motorino per l’isola, senza una meta ben precisa ed imboccando stradine improbabili io e la mia amica Virginia siamo venute a conoscenza di locali da lasciarci a dir poco sera fiato. Qui ve ne svelo alcuni, così per farvi venire voglia di esplorare questa splendida Isola ricca di sorprese una volta finito l’incubo Covid.

banner per consulenza

 

Il River cafè: Sorseggiare una bevanda con i piedi a mollo

Il river cafe, non si trova su un fiume, ma dentro un fiume! Vabbè non un fiume vero dai, ma più un ruscello. Quando arrivi al parcheggio sembra uno di quei posti anonimi, piccoli e senza personalità, ma quando ordini e ti dicono di sederti, bè, lì ti rendi conto che non è assolutamente un posto normale. Le scale scoscese di ferro che portano all’esterno ti catapultano direttamente nella natura dal verde cangiante. E quello che ti trovi davanti sono tavolini e sedie posizionati direttamente nel letto del fiume.  Ebbene si, ti siedi con i piedi a mollo e mentre i pesciolini ti fanno un’ insopportabile( a mio avviso) pedicure, ti puoi gustare un buon the freddo o un bel piatto di Pad Thai. Insomma un posto dove andare assolutamente.

The river Cafe: caffe con I piedi a mollo

 

Dove si trova The River Coffe: La mappa

Rimpan Sea Food: il posto giusto dove mangiare le “Sea Cicadas”

Questo ristorante si trova proprio sotto il ponte sarasin, ( ponte che collega Phuket alla terra ferma) di speciale oltre al fatto che è situato su un lembo di spiaggia all’estremo nord dell’isola è anche il fatto che qui si mangia una cosa speciale difficile da reperire nel resto dell’ isola. Le Sea Chicadas. Cosa sono? dei piccoli crostacei che hanno proprio la forma delle cicale, gli insetti intendo. Vengono servite fritte, croccanti e gustose, ma si possono tranquillamente avere anche in altre preparazioni. Se anche voi avete la curiosità di provare cose diverse oltre alle solite zuppe ( meravigliose certo) o solito Pad Thai, questo è un posto che fa per voi.

Sea Cicadas fritti

Dove si trova il Rimpan Sea Food: La Mappa

Sunt (h)ree: Il locale very local che non ti aspetti

Arrivare al Sunt (h)ree non è proprio semplice semplice. Si trova nell’aria nord di Phuket Town, in mezzo al verde. È un posto esclusivamente frequentato da giovani Thai hai si ritrovano qui per suonare la chitarra e stare insieme. Il locale è interamente fatto di lamiera e legno recuperato, di gran gusto, devo dire, dove capeggia un’ immagine in ferro battuto del vecchio ed amato Re.  Il caffè non è male  ma il bello di questo posto è la sua ubicazione ed il fatto che di “ Farang” non ce n’è manco l’ ombra. Quindi se volete vivervi un pò di sana “ Thailandesita’ ”  venite qui in questo posticino fuori da ogni immaginazione.

terrazza nel verde

Dove si Trova Il Sunt(h)ree: La Mappa

Mee Ton Poe: Gli Hakkien migliori della Città

Dovete sapere che Phuket è dal 2015 città della Gastronomia, certificato assegnato dall’ UNESCO, prima città Asiatica a ricevere questo riconoscimento. Questo significa che l’isola non è solamente costellata da cibo studiato ad hoc per i turisti ma è un posto dove si trovano gusti veri e tradizionali, fatti con ingredienti ricercati e genuini. Vado pazza per il cibo Thai, ma di quello vero senza edulcoranti ed insaporito vari ed è per questo che vado in giro come una pazza per l’ isola a cercare luoghi fuori dal comune. Il Mee Ton Poe è un posto Thai- Chinese molto famoso tra la popolazione locale, dove il giovane padrone di terza generazione porta avanti la tradizione degli Hakkien: spaghettoni gialli con un condimento a dir poco particolare: maiale, totani, gamberi e uovo crudo da rompere e gustare, il tutto condito da una salsa che dire deliziosa è un eufemismo. Esperienza da provare assolutamente!

piatto di Hakkien con uovo

 

Guarda Il Video per un vero Tour Virtuale!

 

 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest