Hotel Bangkok: 5 Boutique Hotel da conoscere assolutamente

Hotel Bangkok: 5 Boutique Hotel da conoscere assolutamente

Hotel Bangkok: dove dormire nella città degli Angeli

Di Hotel a Bangkok ce ne sono un’ infinità, di tutti i tipi e tutte le categorie possibili. Dai 5 stelle lusso, passando per gli Hotel di catena fino agli hotel  più spartani. Ma la vera chicca di questa città sono i Boutique Hotel. Veri e propri gioliellini che si trovano nei quartieri più iconici della città degli Angeli. Ogni Hotel ha una particolarità: shop house cinesi, antiche case di legno, palafitte sul fiume, edifici storici appartenenti in passato alla famiglia reale Tutte strutture di ottimo livello ma con un fattore in più: Personalità. Qui vi elenco i miei preferiti

Shanghai Mansion

Lo Shanghai Mansion è dedicato alla Cina Anni 30. E’ più grande dei Boutique Hotel che andrò a elencare nel post, ma nonostante questo ha un grande fascino: Mobilio laccato a tema, letti a baldacchino, colori sgargianti ed un ottimo ristorante dove mangiare particolarità cinesi e Thailandesi. La colazione continentale poi è davvero ottima. Un posto super per immergersi nel mondo street food, si perchè appena uscite dalle sue porte, la sera troverete centinaia di banchetti dove assaggiare il miglior street food della città.

Dove si trova lo Shanghai Mansion

 

Loy La long

Loy la Long: Hotel Bangkok: I miei Boutique Hotel preferiti

 

Ai margini di China Town, nella parte più tranquilla, c’è il Loy la long un albergo palafitta che dire che è bello è dire poco! Sono 7 le camere, tutte differenti tra loro, ma dotate di ogni comfort. Il padrone di casa è una persona gentile che con grande piacere da informazioni sulla zona sui luoghi da visitare e su dove andare a mangiare.Si possono fare lezioni di cucina Thai e si possono affittare bici per muoversi in tranquillità. Il Loy la Long si trova all’ interno del Tempio Patumkongka nel quartiere di Sampanthawong. 

Dove si trova il Loy La Long

 

Inn a Day

 

Hotel dalla struttura moderna in stile industriale Inn a Day si trova a Tha tien, in una viuzzola davanti alla Wat Pho. Si trova sul fiume ed ha la vista sul Wat Arun pazzesca. Ha 11  camere e sono chiamate come le ore del giorno che richiamano le attività delll’ antico quartiere.  Per esempio: la camera 7.00 a.m  è dedicata “ Fresh Market” ha la vista sulla citta ed è di 20mq. La camera 1,00 p.m si chiama “ Restaurant” è di 24 mq ed ha la vista fiume e cosi via. Un ottimo posto per chi ha voglia di scoprire questo quartiere davvero sorprendente.

Potrebbe interessarti anche:

Bangkok: 10 luoghi non convenzionali da visitare assolutamente

 

 

Siamotiff

Il Siamotiff si affaccia su un canale nella zona di Thomburi, un quartiere interessante e pittoresco. Questa antica casa di legno è un’oasi di pace in mezzo al caos della città, Ottimo per chi cerca relax ed eleganza

Sono 9 le camere non grandi ma colorate e stilose, bellissimi i bagni.  La colazione è un mix Europeo e Thai. Viene servita nella sala a vetri con una bella vista sul canale. Si accede anche qui attraverso un Tempio. La posizione è ottimale per vistare i mercati galleggianti di Bangkok e prendere il treno della morte.

Raweekenlaya

Il Raweekanlaya è un ex residenza della governante reale durante il Regno Rama VI. Le Camere, 38 non sono molto grandi, tutte arredate in syile Antico Siam contemporaneo, il bianco è il colore predominante. La cosa più bella oltre alla pulizia e all’ ordine è decisamente il giardino con la piscina. Una vera e propria Oasi di verde in mezzo alla metropoli.

The

The Mustang Blu

The Mustang Blu si trova a China Town, vicino alla stazione ferroviaria di Hua Lampong. L’esterno del palazzo è di colore bianco, fatiscente, ma al suo interno nasconde un Boutique Hotel di grande classe. E’ un posto decisamente particolare, con teche che racchiudono scheletri di animali , teschi ed altri dettagli davvero sorprendenti. Le camere sono ampie davvero belle con le finestre che danno sulla strada , alcune hanno la vasca in camera. Un posto adatto a chi non ama il classico hotel.

 

 

 

 

 

 

 

 

Yoga a Phuket: ritrova il tuo benessere psico-fisico

Yoga a Phuket: ritrova il tuo benessere psico-fisico

Ho praticato lo Yoga per la prima volta  in India ( guarda la mia storia di travel blogger) insieme ad una mia cara amica adesso super insegnate Hata. Eravamo a Trivandrum in Kerala ed abbiamo trascorso 2 settimane nell’ Ashram di Neyar dam Centro Shivananda yoga Vedanta. Nonostante non sia un’amante delle regole la mattina mi alzavo presto e facevo tutto quello che la routine dell’Ashram prevedeva: pulizie, canti, preghiere ed ovviamente lo yoga, tantissimo yoga, il tutto con una certa soddisfazione. Ho lasciato l’Ashram facendomi la promessa che lo yoga sarebbe diventata una pratica presente nella mia quotidianità, ma una volta tornata alla realtà, questo non è successo. Vai per la pigrizia, vai per le/gli  insegnati barbosi che ho avuto, vai per gli impegni lavorativi fatto sta che la mia carriera da yogini non è mai decollata. Da quando mi sono trasferita a Phuket qualcosa è cambiato, complice il clima ed il cambio di vita,  tant’è che ho ripreso a praticarlo. Ho trovato qui un’ insegnante preparata e simpatica che riesce a motivare ed ha dare il giusto slancio ad ogni lezione. Olivia è una insegnante di Ashtanga/Hata Yoga, che insegna da 11 anni, da lezioni private ma anche a piccoli gruppi, se la volete contattare scrivetemi qui 

La Thailandia sta acquistando sempre piu estimatori fra i cultori dello Yoga  anche se non ai livelli dell’ Indonesia con Bali o l’India con il Kerala ha tutte le carte in regola per diventare la destinazione yoga per eccellenza nei prossimi anni. Natura rigogliosa, strutture di alta qualità, ottima scelta di corsi. Phuket e Koh Samui, rispettivamente la prima e la seconda isola piu grande della Thailandia, fanno da padrone a questo nuovo trend, grazie alla quantità ed alla qualità di offerte proposte.

Di seguito un elenco delle tipologie di yoga che si possono praticare a Phuket e quali sono i migliori centri dove praticarle.

Yoga a Phuket: ritrova il tuo benessere psico-fisico

 

I corsi yoga offerti a Phuket:

Yin Yoga:

Lo Yin Yoga è una pratica semplice e dai movimenti lenti che agisce sul tessuto connettivo del corpo. Si mantiene ogni asana (posizione) per alcuni minuti si respira profondamente cosi da dare ai muscoli la possibilità di rilassarsi. Questa tecnica aiuta ad aumentare la flessibilità e la circolazione nelle articolazioni.

Dove praticarlo: Thaniyapura  Centre, Santosa  Detox centre , Action point 

Ashtanga Yoga:

È una pratica adatta alle persone allenate ed in buona salute, ha dei movimenti rigorosi e veloci. Il corpo si rinforza, si alleggerisce e grazie alla combinazione tra il respiro controllato e l’esecuzione delle posizioni in serie, si ottengono molteplici benefici anche a livello di concentrazione e di calo di stress.

Dove Praticarlo: Taysp centre, Sukko spa, Yoga connection

Yoga a Phuket: ritrova il tuo benessere psico-fisico

Hata Yoga:

Questa pratica Yoga è sicuramente la piu conosciuta e diffusa, forse perchè si sposa meglio con le caratteristiche occidentali. Attraverso le sue asana – posizioni- porta beneficio alla colonna vertebrale e migliora l’ elasticità.

Dove praticarlo; Phuket cleanse, Kim white yoga,

Date ed informazioni per i Retreat  Haha Yoga di Phuket 2018

Kundalini Yoga: 

Il Kundalini genera benessere fisico e può essere praticato da chiunque. Al contrario dell’ Hata Yoga definito ” fisico” il Kundalini è definito “energetico”, eleva lo spirito e genera benessere fisico attraverso le tecniche di purificazione ed equilibrio

Dove praticarlo: Yoga studioAum Yoga Phuket,

Hot Yoga: 

Il Bikram Yoga meglio conosciuto come Hot Yoga è una tecnica che viene svolta all’ interno di una stanza riscaldata a 40 gradi. Questa temperatura  che può sembrare esagerata combinata con le asana aiuta ad ossigenare il corpo, rinforzare le immunità, acidificare gli organi interni ed ovviamente rende più flessibili i muscoli.

Dove praticarlo: Yoga RepublicAction point , kata hot yoga

Aerial Yoga:

È una disciplina dove le asana, vengono effettuate sospese da terra grazie ad un’amaca apposita in cotone elasticizzato, che consente movimenti in sospensione anche nelle posizioni invertire.

Dove praticarlo:  Phuket CleanseSantosa

Yoga Phuket

 

Meditazione a Phuket:

Per chi invece vuole abbinare lo yoga con dei corsi di meditazione, a Phuket c’è il Phuket Meditation centre, che offre ritiri da 4 a più giorni. Inoltre Il sabato dalle 11,00 a 12,00 ed il lunedì dalle 7,oo alle 8,00 ci sono le lezioni di meditazione gratuite, con la possibilità di fare una donazione al progetto che il centro sta portando avanti in quel momento  ( guarda la pagina delle donazioni)

Un altro posto dove praticare la meditazione è al Grande Buddha, la maestosa statua che domina l’isola. Alle ore 9,00 ed alle ore 17,00 i monaci iniziano a praticare la meditazione e chiunque può prendervi parte. È gratuito.

 

 

.

Bangkok in due giorni low cost

Bangkok in due giorni low cost

Se vuoi visitare Bangkok in due giorni ma hai un budget ridotto ed hai paura di non riuscire a farcela, beh sappi che ha Bangkok tutto è possibile. La città degli Angeli è fatta per tutte le tasche e le necessità. Se scegli dei posti economici ma puliti, tipo le guest House, ti muovi con i mezzi di trasporto locali, come: traghetto, Bus, metro, bts e mototaxi, mangi in ristorantini local, vedrai che il costo per due giorni sarà davvero irrisorio. Tra le altre cose Bangkok offre tantissime attività gratuite.

Bangkok in due giorni low cost

Il quartire di Thatien: La scuola dei Monaci

Se preferisci una situazione tranquilla dove la sera il traffico è inesistente e la pace regna sovrana, allora devi scegliere la zona di Ta Thien, nella old Bangkok. Qui c’è una delle Guest House più tranquille e pulite il  The Royal Thatien Village con annessa caffetteria. Le camere sono grandi e spaziose con tv, wifi e bottigliette d’acqua sempre a disposizione. La mattina presto potrai assistere al passaggio dei monaci, visitare il mercato del pesce secco e osservare la vita locale. Il meraviglioso mercato dei fiori poi ‘Pak khlong talat’ si trova a pochi passi dalla Guest House. Il quartiere di Thatien è anche molto comodo per gli spostamenti, essendo una zona molto visitata, data la presenza del Palazzo Reale e del Wat Pho.

Potrai trovare ogni sorta di mezzo low cost per spostarti in città: Traghetto,  metropolitana ( che si trova molto vicino all’ entrata del Palazzo Reale) e autobus, mototaxi.

La strada preferita dai Back Packers: Kaosan Road

Se invece sei una persona che ama stare in mezzo alla gente ha bisogno di uscire la sera, la famosa Kaosan road è il posto più indicato. Qui potrai trovare di tutto di più a dei prezzi davvero stracciati. Basta dare un’ occhiata alla cartina qui sotto e tutto ti sarà piu chiaro. Oltre ad avere un numero infinito di Hotel e guest house è anche un posto super comodo se devi comprare i biglietti per gli autobus che viaggiano verso Ayuttaya, Chiang mai ecc ecc. Ovviamente sono più costosi di quelli acquistati direttamente in stazione.
Booking.com

Le App che devi assolutamente scaricare per muoverti a Bangkok

Per poter affrontare Bangkok in due giorni low cost,  il miglior modo è quello di muoverti con i mezzi pubblici e con i taxi non ufficiali, di seguito trovi le migliori app da utilizzare a Bangkok ( ed alcune non solo a Bamgkok ma in tutta la Thailandia )

In Drive e Bolt le App più convenienti per i Taxi

Sono tre le app che vengono usate per i Taxi : Grab, In Drive e Bolt. La più famosa, Grab è quella con i prezzi meno interessanti rispetto a In Drive e Bolt. Scaricale tutte e tre in modo da fare un paragone ed accaparrarti il prezzo migliore.

Via Bus

Ottima app per muoversi con i mezzi pubblici è Via Bus. La App ti consente di avere informazioni sulla fermata più vicina, la tipologia dei bus ( con  A/C o senza ) ed il tempo di percorrenza.

Bangkok in due giorni low cost

Metro

A Bangkok in questi ultimi due anni sono state aperte delle nuove linee della metropoitana, come quella che da Sanam Chai ( Palazzo Reale) arriva fino a Chatuchak super comoda ( circa 12 fermate) sia per andare a visitare il mercato più grande di tutta l’ Asia sia per arrivare a Mochit la stazione degli Autobus da dove partono le linee notturne per Chiang Mai e Phuket. La App più usata è Bangkok Metro 

Dove Mangiare a Bangkok, non solo street food

E’ assodato che se vuoi mangiare low cost, lo streed food è assolutamente la scelta migliore che puoi fare. Ma se lo street food proprio non ti si addice a Bangkok potrai trovare un sacco di ristorantini davvero carini a dei prezzi super buoni. Veri e propri salotti di casa adibiti a ristorante, con tanto di televisione accesa sulla telenovela Thai del momento e padrona di casa in ciabatte che ti serve. Un modo super carino per mangiare cose buone, in un posto pulito a contatto con i local. Questo tipo di localini si trovano un pò ovunque devi solo aguzzare la vista.

Bangkok in due giorni, cosa visitare e quali attività low cost scegliere:

Sono tante le cose che puoi fare in due giorni a Bangkok senza dover spendere una fortuna: Se alloggi nella zona di Tathien per esempio puoi visitare il mercato degli amuleti che dista solamente 15 minuti a piedi.  Altrimenti puoi prendere il traghetto ( 16 thb) scendere a China Town e visitare il mercato di sampheng.

Puoi continuare il tuo percorso a piedi o con i mezzi locali ed arrivare al Wat Tramit, dove risiede la Statua del Buddha in oro massiccio più grande al mondo. Il costo per l’ entrata di appena di 40 thb a persona. Perdersi a China Town è davvero divertente e non si finisce mai di scoprire cose incredibili.

Bangkok in due giorni low cost

Se muoi dalla voglia di vedere un mercato galleggiante ma quello Damnoen Saduak è troppo lontano e non hai tempo per andarci i mercati  Talling chang e klong lat mayon dentro Bangkok fanno al caso tuo. Piu piccoli e meno turistici hanno ancora il fascino della Bangkok che fu.

Se hai voglia di scoprire l’ antico quartiere di Thomburi in un modo alternativo, lo puoi fare in bici con una guida locale Thai. un modo molto divertente di visitare il quartiere più antico di tutta Bangkok.

Vicino a Kaosan road c’è la Montagna Sacra, un posto da visitare nei tuoi due giorni a Bangkok. Per salire nella vetta dove c’è lo stupa bisogna salire 344 scalini. La vista è splendida e vale la pena fare un po di fatica.  Il costo è di 50 thb a persona. Inoltre c’e la possibilità di visitare gratuitamente il Wat Saket, un tempio davvero importante per la storia di Bangkok gratuitamente.

Come vedi di cose da fare in due giorni a Bangkok low cost ce ne sono tante, questa davvero è una minima parte.Buona scoperta!

 

 

 

 

Escursioni Phuket: Quali scegliere per una vacanza al Top!

Escursioni Phuket: Quali scegliere per una vacanza al Top!

Phuket ha tante meraviglie basta scoprirle nel modo giusto

Marta, come faccio a prenotare delle escursioni? Ma i Tour sono veramente affidabili? Quali scegliere per non rimanere fregata o delusa? Queste sono alcune delle tante domande che ogni giorno mi vengono poste, sia con Dm su Instagram che via mail,  ed è per questo motivo che ho deciso di scrivervi questo post.

Phuket è stracolma di gente più o meno seria che vende escursioni, li trovate per strada, negli Hotel, nei ristoranti, dappertutto. Appena vi fermate davanti ai loro banchi vi iniziano ad ammaliare dicendovi che per voi, solo per voi il prezzo è super iper scontato rispetto a quello scritto sulla brochure patinata che vi sventolano davanti. Con 1000 thb, poco più di 20 Euro acquistate un Tour che prevede 4 isole, snokeling, pranzo super -anche per vegetariani- spiagge bellissime e deserte ed oltretutto con partenza alle 8,30! Cioè figata, avete il tempo di dormire anche un pochino. Insomma tutto ciò sembrerebbe un super affare, infatti sembrerebbe, perchè di affare non c’è proprio niente!

Vista della spiaggia di Ya nui: Escursioni Phuket

Escurioni a Phuket: cosa non scegliere

Al momento del vostro arrivo al porticciolo vi accorgete subito che non è un affare e da cosa? Dalla quantità di gente che si imbarca nello stesso momento in cui vi imbarcate voi. Che nella vostra speed Boat invece di entrare 15 persone ce ne entrano 30, che la maggior parte dei vostri compagni di viaggio sono cinesi. (Questo non lo dico perché mi hanno fatto qualcosa in particolare, sia chiaro, ma perché sono tanti ed hanno un modo di comportarsi estremamente diverso dal nostro, già i rumori che emettono quando mangiano la dicono tutta.) che le le condizioni della barca non sono proprio il massimo, che l’ attrezzatura per lo snorkeling non è completamente gratuita. Ma la cosa peggiore succede al vostro arrivo nelle isole che dire che sono affollate è un eufemismo. Per non parlare poi del pranzo che il più delle volte viene servito in capannoni dove all’entrata c’è l’ addetto che vi lava i piedi con la canna dell’acqua talmente è spropositato il numero di gente che entra nello stesso momento. Insomma no, non ci siamo proprio! Quindi se non volete questo tipo di situazioni, non compratele.

Escursioni a Phuket: fai da te o agenzia?

Le escursioni più famose, quelle che trovate ovunque sono: Phi island, James Bond, Coral Island e le Similan, che per carità sono super belle, ma considerate la quantità di gente che arriva in Thailandia ogni stagione secca, solo lo scorso anno sono state registrate più 9 milioni di persone solamente a Phuket e tutte concentrate in quel periodo. Quindi fate voi! Adesso mettiamo che a tutti i costi volete vedere una di queste isole e vi capisco molto bene, sappiatelo! ma pensate di non trovare nessuno? Pensate veramente che in canoa nella baia di Phang – nega ci siate solo voi? Bè non è cosi! Sappiatelo molto bene.

Quindi chi scegliere per una bella escursione fatta bene? 

Se cercate: Assistenza nella vostra lingua, Tour non affollati, speed boat sicure e nuove, Assicurazione incidenti, equipaggiamento snokeling nuovo ed incluso nel prezzo la Siam Adventure world fa al caso vostro. Questa compagnia costa di più rispetto alle altre ma ha anche un tipo di assistenza diversa. Ottima per coloro che visitano le isole per la prima volta ed hanno bisogno di sentirsi in mani buone ed affidabili e preferiscono accompagnatori Italiani.

Puoi prenotarle direttamente senza costi aggiuntivi:

Phuket: Phi Phi Island full day tour con partenza anticipata

Phuket: Isole Similan, Natura e acque cristalline, full day con partenza anticipata

Per visitare al meglio le gettonatissime Phi Phi e James Bond la miglior cosa è partire all’alba così da anticipare tutte le altre compagnie che partono con calma durante la mattinata. Non vi dico che non troverete nessuno, ma vi assicuro che la prima parte della vostra mattina è decisamente salva. La Siam lo fa

Baya di Phan Nga: Escursioni PhuketSe invece siete più avventurosi e preferite una cosa molto local con barche tipiche di legno ed un personaggio come guida, allora Anan, detto “Antonio” fa per voi. Questo super soggetto vestito da sandokan con tanto di kajal agli occhi, è un Thai che parla italiano molto bene ed organizza poche escursioni ma buone. Il prezzo è  veramente ottimo per quello che offre.

  • Non è adatto a chi è poco agile o ha problemi motori o chi è alla ricerca di qualcosa di comodo.

Come organizzare un Tour fai da te? 

Per chi non ama costrizione di orari guide ecc ecc ci sono un paio di soluzioni interessanti. La prima è quella di prendere una Long Tale boat, la barca tipica Thailandese a Rawai beach e concordare con il  barcaiolo la cifra. Con 2500 Thb  a barca ( max 8 persone) ovviamente se contrattate bene, potete chiedere di farvi portare in giro in 2 o tre isolette. Le isolette in questione potrebbero essere: Koh bon, Buddha Island e Potato island dove, in quest’ultima non ci sono spiagge ma è splendida per lo snorkeling. Un altro punto strategico per partire con le motolancia è Chalanog Bay, sempre al sud di  Phuket ( qui ci sono più isolette carine da visitare) e da qui potete sempre con la stessa cifra farvi portare all’isola di Koh Lon, e Coral, anche se quest’ ultima è super gettonata soprattutto dal turismo cinese, le spiagge sono splendide.

Per una giornata full con pescatore locale e pranzo: Puoi prenotarlo direttamente qui

Phuket: Tour con pescatore locale alle isole di: Koh Mann, Koh kaew, Koh Bon: full day

 

Se invece volete andare nelle isole maggiori tipo: Pi phi, Ko Lanta, Koh Kradan, Koh Mook, potete prendere uno dei tanti traghetti o speed boat che che partono da Rassada Pier, in alta stagione ce ne sono veramente tanti e potete passare da isola in isola. Con Phuket Ferry avete la possibilità di prenotare on line le vostre corse ed utilizzare come metodo di pagamento oltre alle carte Visa e Mastercard anche Pay Pal. Ma se tante volte i prezzi vi sembrano alti soprattutto in alta stagione ci sono delle compagnie private che hanno dei prezzi molto competitivi, che includono anche il transfer. Per esempio ce n’è una che con 600 thb incluso il trasferimento dall’hotel vi porta a Phi Phi island ed anche se ci impiega un pò più di tempo del previsto è comunque sempre un affare.

Chiamata di 1h + assistenza viaggio

Escursioni Phuket: Quali Tour organizzo e cosa posso fare per voi

Ho vissuto in Thailandia per 5 anni dove avevo un’agenzia locale. Tornata in Italia durante la pandemia ho aperto un tour operator on line con base  in Italia. Sobo specializzata in Thailandia e Maremma. Collaboro con Agenzie locali e la mia specialità sono i viaggi di gruppo per sole Donne

. Per informazioni, preventivi ed itinerari scrivetemi a: info@domaniparto.com

Guarda anche i Tours del nostro Partner:

 

Tour templi Bangkok: visite con guida in Italiano

Tour templi Bangkok: visite con guida in Italiano

Lo dico sempre che Bangkok non è solamente lo sfarzo del Palazzo Reale, l’eleganza del Wat Arun, e la magnificenza del Wat Pho è vero e lo ripeterò fino alla fine, perchè Bangkok è anche tanto altro ( qui vi dico perchè) . Ma una volta nella vita queste meraviglie vanno visitate, sono talmente belle e significative che non puoi non vederle. Li c’è il fulcro della cultura e della storia Thailandese, lì è racchiuso il loro credo, la loro visione di vita Allora perchè non fare un bel Tour dei Templi magari abbinandolo a qualche mercato o quartiere caratteristico?

Tour Templi Bangkok: Come organizzare una visita completa

Se hai voglia di visitarli ti posso aiutare ad organizzare un bel Tour con una guida locale. Collaboro con Guide ufficiali Thailandesi che parlano Italiano. Oltre ad essere preparati sull’argomento, sono una fonte inesauribile di informazioni ed aneddoti e ti potranno aiutare a trovare qualcosa di particolare fuori dalle solite rotte turistiche. Qui troverai dei Tour di mezza giornata o di una giornata intera davvero molto interessanti che ti faranno conoscere degli aspetti di Bangkok davvero notevoli.

Bangkok classica e insolita riverside : Mezza giornata

Tempio del Buddha reclinato, Tempio dell’Aurora, Quartiere di Kudi Chin e comunita’ locale (Santa Cruz, Thanusingha, Baan Kudi Chin, Kuan An Keng Shrine)

La prima tappa della giornata sara’ il celebre Wat Pho, il “Tempio del Buddha reclinato”, con la sua  enorme statua del Buddha disteso, alta 15 metri e lunga 46 metri.

Il Wat Pho e’ il monastero Buddista più antico della città ed ospita anche la più antica scuola di massaggi thailandese.

A seguire con battello pubblico raggiugeremo il Wat Arun, o “Tempio dell’Aurora”, vero e proprio simbolo della citta’ e un tempo residenza Reale di Re Taksin. E’ ubicato sulla sponda opposta del fiume Chao Praya rispetto al Wat Pho e alla moderna Bangkok.

Da qui sara’ breve la distanza per raggiungere il caratteristico quartiere di Kudicheen (Kudi Chin), uno dei primi insediamenti in Bangkok dopo la distruzione di Ayutthaya, che conserva ancora intatte la propria identitá e le proprie architetture. Le pittoresche case di legno sono protette dallo splendido campanile della chiesa di Santa Cruz, edificata dai portoghesi intorno al 1770 e poi ristrutturata in stile neo-rinascimentale da due architetti Italiani agli inizi del 1900.

Proseguimento a piedi lasciando l’intricata rete di canali che forma la periferia della Capitale, lungo un percorso ricco di atmosfera fino a raggiungere il piccolo villaggio e conoscere la comunita’ locale, dove il tempo sembra essersi fermato!

Visiteremo l’antica pasticceria (Thanusingha Bakery House) che tutt’ora sforna i prelibati dolci portoghesi a base di uova e zucchero, il piccolo museo Baan Kudi Chin e l’esotico tempietto taoista di Kuan An Keng Shrine, immersi in un caleidoscopio di culture perfettamente in sintonia fra loro.

 

Bangkok classica e insolita riverside : Intera giornata

Tempio del Buddha reclinato, Tempio dell’Aurora, Quartiere di Kudi Chin e comunita’ locale, Palazzo Reale e Tempio del Buddha di Smeraldo

La prima tappa della giornata sara’ il celebre Wat Pho, il “Tempio del Buddha reclinato”, con la sua  enorme statua del Buddha disteso, alta 15 metri e lunga 46 metri. Il Wat Pho e’ il monastero Buddista più antico della città ed ospita anche la più antica scuola di massaggi thailandese.

A seguire con battello pubblico raggiugeremo il Wat Arun, o “Tempio dell’Aurora”, vero e proprio simbolo della citta’ e un tempo residenza Reale di Re Taksin. E’ ubicato sulla sponda opposta del fiume Chao Praya rispetto al Wat Pho e alla moderna Bangkok.

Da qui sara’ breve la distanza per raggiungere il caratteristico quartiere di Kudicheen (Kudi Chin), uno dei primi insediamenti in Bangkok dopo la distruzione di Ayutthaya, che conserva ancora intatte la propria identitá e le proprie architetture.

Le pittoresche case di legno sono protette dallo splendido campanile della chiesa di Santa Cruz, edificata dai portoghesi intorno al 1770 e poi ristrutturata in stile neo-rinascimentale da due architetti Italiani agli inizi del 1900.

Proseguimento a piedi lasciando l’intricata rete di canali che forma la periferia della Capitale, lungo un percorso ricco di atmosfera fino a raggiungere il piccolo villaggio e conoscere la comunita’ locale, dove il tempo sembra essersi fermato!

Visiteremo l’antica pasticceria (Thanusingha Bakery House) che tutt’ora sforna i prelibati dolci portoghesi a base di uova e zucchero, il piccolo museo Baan Kudi Chin e l’esotico tempietto taoista di Kuan An Keng Shrine, immersi in un caleidoscopio di culture perfettamente in sintonia fra loro. Termine delle visite e pranzo in ristorante locale sulle rive del fiume Chao Praya.

Nel pomeriggio l’ultima e la piu’ importante tappa della giornata: il maestoso e stupefacente Royal Grand Palace con il Wat Phra Kaew, il “Tempio del Buddha di Smeraldo”. Il Palazzo Reale include al suo interno anche il Palazzo Chakri (visitabile solo dall’esterno), il Palazzo Dusit e il Palazzo Montien, questi ultimi visitabili all’interno solo in alcuni periodi dell’anno.

16:30 ca termine delle visite e rientro in hotel

Mercato dei Fiori, Tempio del Buddha d’Oro, Chinatown

Ore 13:00 La prima tappa sara’ lo storico quartiere di Phra Nakhorn, per immergerci nei profumi del pittoresco e variopinto Mercato dei Fiori di Phak Klong Dtalat, dove le mani degli abili fiorai elaborano le nuove composizioni di orchidee e di fiori dai mille colori che poche ore dopo adorneranno gli hotels, i ristoranti e i Templi della Capitale.

A seguire raggiungeremo lo splendido Wat Trimitr, o “Tempio del Buddha d’Oro”.

Proseguimento a piedi lungo del vie dell’animata Chinatown, un’esplosione di colori in questo vivace e singolare angolo di Bangkok dove artigiani e commercianti offrono ai curiosi passanti mercanzie e pietanze di ogni genere… e’ proprio qui infatti che si trova il migliore “street food” della citta’ con decine e decine di bancarelle straripanti di esotiche prelibatezze!

Condizioni

Le quote comprendono:

  • trasferimenti, visite ed escursioni come da programma
  • mezzo riservato con autista e guida parlante italiano in accompagnamento
  • noleggio imbarcazioni durante le escursioni su fiumi, laghi e canali
  • pasti indicati come da programma
  • biglietti e tasse di ingresso nei luoghi delle visite / templi / parchi nazionali / parchi storici

 

Tour Templi Bangkok:Informazioni e prenotazioni

Quindi se vuoi passare una bella giornata tra i Templi più famosi ed i mercati più fighi di Bangkok con una guida veramente preparata che parla Italiano, inviami una mail a : info@domaniparto.com

Se hai qualche richiesta particolare, tu fammela non preoccuparti.

Guarda anche i Tour in lingua Inglese:

 

 

 

 

 

 

 

Alla scoperta del “Red lotus sea” di Udon Thani

Alla scoperta del “Red lotus sea” di Udon Thani

A 40 km da Udon Thani c’è un posto che va visitato assolutamente, si chiama Red Lotus sea ed è un lago ricoperto da una quantità incredibile di ninfee rosa.

Ho visitato questo lago nel 2018, insieme ad un mio amico fotografo, durante la pianificazione di un viaggio che mi ha portato da Bangkok fino a alla provincia di Nong khai e ne sono rimasta affascinata.

 Alla scoperta del "Red lotus sea" di Udon Thani

 

 

Dove si trova e come ci si arriva: 

Il Red Lotus Sea si  trova  nel nord Est della Tailandia nel distretto di Kumphawapy  a 40 km da Udon Thani,  capoluogo dell’ omonima provincia. Per arrivare bisogna prendere un Taxi oppure affittare una macchina,  non esistono ancora autobus di linea. Costo a tratta 500/ 600 Thb. parola d’ordine : Contrattare ( I tassisti partono da 800 Thb )

Il lago non è stato ancora preso d’ assalto dalla massa, si può quindi godere della quiete e della meraviglie della natura circostante. Anche la vita del villaggio vicino è scandita dai ritmi delle stagioni e della raccolta del riso, tutto è circondato da pace, si respira un’ aria genuina.

 Alla scoperta del "Red lotus sea" di Udon Thani

il Tour  ha una durata di un’ ora circa ed a secondo del numero delle persone viene disposta una tipologia di barca. Eravamo in due e ci hanno dato una long tail Boat di legno, very original , non proprio stabile ma divertente. Da tre a 6 persone ci sono barche più grandi, in plastica.

Costo barca 2 posti 300 Thb , barca da 3 posti in su 500 Thb

 Alla scoperta del "Red lotus sea" di Udon Thani

 

Dove Dormire: Le Guest House 

Potete scegliere di dormire ad Udon Thani, ed arrivare la mattina come fanno  la maggior parte delle persone, oppure decidere di pernottare  in una delle tre Guest House che si trovano vicinissime al Lago:

Graham e Donlaya, è la prima che si trova arrivando, dista 500 mt dal’ imbarco ed è composta da una casa padronale e 4/5 bungalow in legno – non aspettatevi  chissà che-  ma il posto è pulito e ci si può anche cenare. Ideale per 1 notte. Il prezzo va dai 650  Thb per quello piccolo  ai 1500  thb per quello familiare. Sono prenotabili s

Mar de Bua:  E’ un complesso di recente costruzione,  ha delle belle camere con vetrata con vista lago e dei bungalow in legno. Ha  un grande ristorante con  molti piatti a base di Loto, dalle zuppe ai secondi piatti. Le porzioni non sono grandi ed il prezzo non è in linea con quanto offerto. Buono il caffè.  Il prezzo per la camera parte da 1000 Thb. sono prenotabili su

Nanny Home stay : Si trova in una stradina interna del villaggio è  una casa grande con delle camere, personalmente l’ ho vista da fuori e non esistono foto su internet, all’ esterno la casa  è tenuta molto bene con una bella vegetazione ordinata.  L’ unico contatto che c’è è il telefono +66 (0) 61 9233434 , tentare non nuoce!

Quando Andare: 

Il momento migliore  per visitare il Lago va da Ottobre a Marzo, quando il livello dell’ acqua  si abbassa ed i fiori vengono fuori. Lo spettacolo migliore è alle prime luci dell’ alba. Meglio non andare troppo tardi, le 8 al massimo  perché oltre al caldo,  il lago viene invaso dalle barche. La biglietteria apre alle 6

Curiosità: 

Ragazze  provenienti da ogni angolo d’ Oriente dai vestiti pomposi e dalle espressioni sognanti si fanno immortalare dai propri uomini tra i fiori, dando vita a delle foto di grande effetto.

 

Come comportarsi in Thailandia: le regole per un viaggio super

 

 

Consigli Utili : 

Se amate andare in giro, fare foto, conoscere e assaggiare le specialità del luogo potete:

  • Andare a visitare la scuola del Paese, vi accoglieranno con grandi sorrisi e abbracci e se portate loro delle caramelle o delle penne, saranno ancora più contenti. Prima chiedere il permesso alle maestre ed al direttore. Non tutti parlano Inglese.
  • Perdervi tra le stradine del piccolo villaggio e farvi due risate con i suoi abitanti. Sono tutti molto gentili
  • Visitare il wat, ed incontrare i Monaci
  • Assaggiare il tipico Sticky Rice della provincia di Udon, che trovate in una delle tante bancarelle ( ovviamente se vi fidate).

 

Pin It on Pinterest