Cosa vedere in Thailandia: ispirazioni di viaggio

Cosa vedere in Thailandia: ispirazioni di viaggio

Ci sono tante cosa da vedere in Thailandia, tante cose da fare, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Ogni giorno vorrei svegliarmi in un luogo diverso: assaggiare il piatto tipico di quel posto, infilarmi in una viuzza di qualche villaggio arroccato tra le montagne, vorrei perdermi in giro senza una meta. Vorrei sentire profumi nuovi e conoscere storie di vita.

Qui vi voglio raccontare alcuni luoghi che mi piacciono e che potrebbero ispirarvi nel vostro prossimo viaggio. Sono sempre in giro alla scoperta di luoghi meravigliosi, e Hotel caratteristici da condividere con voi.

L’ Isola dei Dugonghi, Koh Libong

L’ isola di Libong si trova nella provincia di Trang a sud est del Paese. È piccola e deliziosa dove ancora il turismo di massa non è arrivato. La popolazione che al 90% è Musulmana vive perlopiù di pesca. In queste acque tranquille vive il Dugongo conosciuto anche come vacca di mare, un grosso mammifero tenero e ciccione che si ciba di alghe. Partire all’alba per andare ad avvistarlo con uno dei pescatori dell’isola è divertente, anche se non è detto che lo trovate! In quest’isola non ci sono banche non esistono 7 eleven, starbuks, ci sono solamente dei negozietti e piccoli ristoranti. Ma allora perchè andare a  Libong? Per vivere a contatto con la popolazione locale.

pescatore sulla barca boh Libong Thailandia

La città degli Angeli:  Bangkok

Visitare Bangkok è un must, bisogna per forza  andarci almeno una volta.  Dove andare? Bè ovunque, che domande. Bangkok è un parco giochi pieno di sorprese e cose da fare. Se posso darvi un consiglio come prima volta opterei per i posti piû noti come: Il Wat Pho, il Palazzo Reale il wat Arun che poi volendo si possono visitare in un giorno. In questo post: Tour Templi Bangkok; quello che devi assolutamente visitare  spiego al meglio come organizzare una giornata bella ricca.Per i più temerari che sono sempre alla ricerca di posticini particolari, Bangkok: 10 luoghi non convenzionali da visitare assolutamente è quello che fa per voi. Qui ci sono delle chicche che di solito non si trovano nelle guide turistiche.

Sky Bar Bangkok

Il view Point più bello della Thailandia del Sud, Samet Namgche

Ho scoperto questo posto per caso alla fine del 2018. Ho visto una foto e ci sono rimasta di stucco, quasi non ci credevo. Ho fatto una ricerca e voilà dopo poco ero lì a bocca aperta ad ammirare tutta la meraviglia della baia di Phangnga dall’alto. Samet Nangche è un posto unico che bisogna per forza vederlo. Se si è a Phuket raggiungerlo è facile. Ho preparato un tour di due giorni ed una notte in questo posto speciale e lo descrivo qui: Thailandia del Sud: 2 giorni alla scoperta delle baia di Phang-Nga

Vista sulla Baia di Phangnga

La capitale del Vecchio Siam: Ayuttaya

Cosa vedere in Thailandia: Ayutthaya è un’altra meta da segnare nella lista dei posti da vedere almeno una volta nella vita. Questo splendore è l’ antica capitale del vecchio Siam, fondata nel 1350 e governata da ben 35 Re differenti è oggi patrimonio dell’Unesco. La testa di Buddha intrappolata nel tronco di un albero è una delle attrazioni più famose. Dista circa 80 km da Bangkok ed è ottima per una gita in giornata. È un posto molto frequentato ma di grande impatto emotivo. Come arrivare ad Ayutthaya e varie altre info ve lo scrivo qui: Tre giorni a Bangkok

testa del buddha nell’ albero

Un gioiellino in mezzo al mare, Koh Kradan

Di Isole meravigliose la Thailandia ne è piena, ce ne sono alcune molto famose e molto frequentate altre meno. koh kradan è un’ isola che fa parte della categoria “ meno frequentate”. È un isola piccola con pochi Resort ( però piuttosto costosi)  e spiagge da paura. Dista circa 3 h da Phuket e ci si arriva tramite speed Boat. Da Kradan si possono organizzare dei Tour alla bellissima Emerald cave, una spiaggia accessibile solamente da un tunnel  scavato nella nella roccia. Qui si viene per il Relax, sole e mare. Non è consigliabile nel periodo di bassa stagione. Sunset Beach è una delle spiagge più belle di boh Kradan, si raggiunge attraversando l’isola.

persone che guardano il mare a Koh Kradan

Un bagno caldo rigenerante nella natura, Pai

A tre ore d i Minibus da Chiang Mai si trova Pai una località veramente interessante: risaie a perdita d’occhio, tranquillità, terme. Un posto perfetto da visitare durante il periodo di bassa stagione perchè  oltre ad essere meno frequentato è anche meno costoso. Questo bel posticino ha la caratteristica di essere frequentata da un turismo bohémienne, quindi più tranquillo. Una delle cose carine che si possono fare oltre a perdersi nelle campagne in motorino e scoprire angoli fantastici è quella di mangiare street food internazionale, la sera, per la strada principale. Un bel bagno nelle acque calde, esplorare il canyon, vistare il Wat Phra That in cima alla collina, visitare le cascate.

campo di riso a Pai

 

 Il parco più bello della Thailandia, il Khao Sok

Il parco Nazionale di Khao Sok si trova al sud nella provincia di Surat Thani a circa 80 km da Phuket. Oltre ad essere uno dei parchi più grandi della Thailandia è la casa di centinaia di specie di animali tra cui gli orsi Malesiani e gli elefanti selvatici ma anche del fiore più grande al mondo: la “Rafflesia.Un fiore pazzesco dal colore rosso intenso che sboccia solamente da Novembre a Marzo. Intorno al parco ci sono tante Guest House Hotel e ristoranti tipici per tutti i gusti e tutte le tasche. Una visita al parco vale assolutamente la pena farla, ma bisogna sempre stare attenti  perchè nonostante ci siano i cartelli con il chilometraggio è sempre meglio avvalersi di una guida del posto. Un’ altra meraviglia da visitare è il lago Cheow Larn, dove c’è anche la possibilità di dormire nelle case a galleggianti, un’ esperienza pazzesca da fare assolutamente. Il posto è adatto alle famiglie.

 

il parco di Khao Tok

 

 

 

 

Bangkok: 10 luoghi non convenzionali da visitare assolutamente

Bangkok: 10 luoghi non convenzionali da visitare assolutamente

Bangkok è una delle mie città preferite in assoluto, ogni volta che ci vado scopro qualcosa di nuovo. Caotica, mistica, ricca di sorprese. Bangkok ha un fascino che va oltre ogni immaginazione.

Chi mi segue su Instagram e Facebook, sa che amo andare alla ricerca di posti poco visitati e non convenzionali, c’ho proprio il pallino è praticamente la mia missione nella vita :).  In quest’ ultima visita a Bangkok  – negli ultimi 6 mesi ci sono stata 4 volte – ho scoperto dei posticini veramente Top da vedere… assolutamente! Si, vi giuro. Caffetterie super cool, street food stellato – nel vero senso della parola – Templi incredibili al di fuori di ogni aspettativa e logica, insomma, delle vere e proprie chicche che vanno oltre le solite tappe.

Prima di illustrarvi questi luoghi particolari ed un po’ pazzerelli, vorrei dirvi una cosa: Buttatevi, uscite dalla zona di comfort, vi divertirete come matti, assaggiate tutto quello che vi capita sotto tiro.

Ma adesso vi porto nei 10 luoghi non convenzionali dove mangiare bere e stare bene! Let’s go.

Quartiere di China Town, la cena in strada

China Town è un posto da vedere a tutti i costi. Colori sgargianti gente ovunque, traffico a go go, casino. Insomma una festa per gli occhi . Perdersi tra le viuzze strette passeggiando tra venditori di robe strane è un must. Se siete pronti a delle esperienze culinari “border line poi,” questo è il posto giusto per voi: nidi di rondine fatte in tutte le maniere, zuppette di pinne di squalo, insetti fritti a tutti gli angoli della strada, ragazzi c’è solo l’ imbarazzo della scelta. Ma a parte strani gusti culinari, nel quartiere di China Town è sorprendente la quantità e la qualità del cibo che si trova nei ristoranti di strada.

Se volete farvi una bella mangiata dovete aspettare le 18,00. ( chiuso il lunedì) Appena il sole tramonta ed i negozi abbassano le saracinesche, i venditori di street food fanno la loro comparsa. Centinaia di carretti di tutti i generi prendono la loro postazione ed iniziano a: friggere, bollire, spezzettare. Spazi enormi, si trasformano in ristoranti incredibili, con un numero incalcolabile di tavolini tutti appiccicati.Gamberoni e pesce alla griglia, granchi al vapore, frutti di mare, il tutto annaffiato da birra Singha. Una meraviglia, da provare! ( è tutto caldo e cucinato al momento). Cenare in uno di questi ristoranti di strada è super veramente! Fatelo, datemi retta.

ristorante per strada China Town

Quartiere Rattanakosin, Un aperitivo con vista Wat Arun

Nel quartiere di Rattanakosin Si respira l’aria tradizionale e semplice della Thailandia old style. Nonostante sia preso d’assalto dai turisti durante il giorno; il Palazzo del Re e Wat Pho si trovano qui, la mattina presto si incontrano solamente gli abitanti del quartiere indaffarati nei loro mestieri. Si incontrano i monaci che girano per ricevere le donazioni, i bambini che entrano a scuola stretti nelle loro divise inamidate, i ristoratori “ on the road” che servono il “ Khao tom kra dook moo”  la zuppa di riso con maiale.

È un quartiere pieno di sorprese e scorci deliziosi. In una delle stradine, dalla parte del fiume Chao praya, proprio di fronte al Wat Pho, c’è “Amorosa Bar” un posticino veramente figo. Questo locale su tre piani, sviluppato in altezza e perlopiù all’esterno, ha la vista sul Wat Arun più bella e suggestiva, tanto che sembra di toccarlo. Il terzo piano ( attenzione alle scalette) quello WOW  ( apre alle ore 17,00, e non un minuto di meno) ed è il posto giusto per ammirare la magia del wat Arun al tramonto. Quindi se siete pazzi dei tramonti, posticini soft e musica chillout, dovete assolutamente fare un salto qui. Lo adorerete!

Wat Arun

Ruesi dat Tong a Wat Pho, yoga Thailandese 

Quando vado a Bangkok spesso soggiorno nel quartiere di Ratanakosin, ne sono innamorata, si era capito?Poi lo trovo comodo
per gli spostamenti, (grazie ai traghetti sul Chao Praya.) ci sono b&b graziosi, puliti a dei prezzi interessanti, che non guasta mai!  Grazie ad una ragazza che ho conosciuto tempo fa sono venuta a conoscenza delle lezioni di Ruesi Dat Tong, (se volete saperne di più guardate qui) che si tengono  tutte le mattine dalle ore 8 alle 8,30 all’interno del più suggestivo tempio di Bangkok, Il wat Pho, il tempio del Buddha sdraiato. Il posto senza turisti è una vera meraviglia e praticare questa antica forma di meditazione in questo luogo è veramente fantastico. Gli insegnanti fanno parte della scuola di massaggi wat Pho, la scuola più antica di Bangkok. Per me è diventato una specie di rito ed ogni volta che sono a Bangkok mi fiondo a seguire la lezione. Ps: andateci almeno un quarto d’ora prima altrimenti vi fanno pagare l’entrata. Mi è successo una volta.

 

Pak Khlong Talat, Una tazza di Thè al Floral café

A 5 minuti a piedi dal Wat Pho c’è il famoso Flower Market, il mercato dei fiori più grande e caotico di Bangkok (guardate anche questo itinerario di 3 giorni) . Bellissimo ed unico. Nella strada principale del mercato, c’è un posticino veramente figo. Il Floral Café

In questa meraviglia ci si accede attraversando un negozio di fiori che si chiama napasorn, si salgono poi delle scalette che portano al primo piano dove c’è la caffetteria. Il posto è stupendo fiori secchi e freschi appesi ovunque, con un gusto eccezionale, niente è lasciato al caso tutto è perfettamente curato ed al proprio posto. Guardando la loro pagina Instagram si capisce che il decoro cambia ad ogni cambio di stagione. Anche i dolci non sono niente male, per non parlare del Thè rigorosamente home made. Salendo ancora le scale si arriva in una seconda saletta arredata con oggettistica di grande effetto. In questo piccolo paradiso bohémienne ogni dettaglio è in vendita, quindi se c’e qualcosa che vi piace da matti, la potete acquistare. Mica scemi!

Floral cafe dolci

Quartiere di Silom, Un Margarita allo “Sky Bar”il bar sul grattacielo più spettacolare di Bangkok

Sky Bar, si chiama così il bar sul grattacielo più famoso di Bangkok, quello dove è stato girato il film “una notte da leoni 2 “per intenderci. 64 piani per arrivare in questo delirio di posto. Due bar, uno più tranquillo, piccolino con poca gente e dj con musica soft, molto bello. L’ altro, il più famoso  ha una grande scalinata che porta al bancone bar dalla forma circolare ed il ristorante super gourmet  “ Scirocco”. I drink non sono proprio economici, anzi. Ma bersi un Margarita dinanzi ad uno spettacolo simile, bè, per una volta si può fare!

Sky Bar Bangkok

 Erawan Shrine, Il tempio della musica e delle danze.

Erawan Shrine non è proprio un tempio, ma un altare che si trova incastonato in uno degli incroci piú caotici della città, Ratchaprasong. L’altare consiste in una statua d’oro rappresentante il Dio Hindu Bhrama con 4 facce che rappresentano i punti cardinali. L’altare è stato costruito nel 1956 per eliminare il cattivo Karma causato dalla data errata della costruzione di un edificio. Che cosa ha questo posto di tanto speciale? L’atmosfera surreale e la quantità di persone che vengono qui a chiedere la grazia, attraverso la musica e le danze. Con grande pazienza e dovizia i credenti si mettono in fila, pagano un tot a seconda del numero di danzatrici e di musici che possono permettersi e si inginocchiano dinanzi alla statua, cosí attraverso le arti le loro preghiere saranno più forti ed efficaci. Un posto pazzesco, da vedere.

 

Chao Mae Tuptim Shrine:

Il tempio del Lingam, ovvero il tempio del fallo.

Nel Tempio di Chao Mae, Tuptim si venera il lingam. Il fallo, simbolo di fertilità ma anche di buona sorte e fortuna negli affari – non è difficile trovare un lingam vicino al registratore di cassa di un negozio-  ma non solo, in questo luogo si va per pregare Chao Mae Tubtim, spirito della fertilità femminile, portandole in dono Loto Bianchi e boccioli di gelsomino.

Il Tempio, quello originale è ormai chiuso definitivamente. Adesso ad un centinaio di metri c’è una piccola casa degli spiriti, ben conservata con tante offerte e tanti falli colorati di tutte le taglie il tutto posizionato in un giardino splendido. Avevo letto qualcosa in merito alla chiusura definitiva del Tempio ma volevo vedere con i miei occhi. Il posto c’è, è piccolo ed originale, in tutti i sensi. Certo non vale la pena se siete a Bangkok solo di passaggio.

Questa mia curiosità per il lingam è nata per gioco, quando prima di partire per il mio viaggio, ho contattato Violeta Benini,** un’ostetrica molto interessante, chiedendole se le poteva far piacere riceverne uno in segno di gratitudine per tutte le informazioni che divulga attraverso i social. E così, dopo il suo “wow grazie mille”mi sono messa alla ricerca dei “ Falli” più strani e particolari  “eh ehe eh” è stato divertente. Gli ashtag : #favatour e #lingamtour mi hanno accompagnato per tutto il viaggio.

** Violeta Benini, la Divulvatrice. La paladina delle coppette mestruali e grande appassionata di sex Toys e oggettistica a tema che oltre ad essere una professionista preparata è anche simpatica da matti. Seguite lei e pollo su Instagram ne vale veramente la pena.

Chao Mae Tuptim Shrine: Il tempio del Lingam, ovvero il tempio del fallo.

 

Chao praya pier n2 “Wat Vorachanyawas”

Massaggio sull’ Acqua

Il miglior mezzo da utilizzare per spostarsi da nord a sud di Bangkok sono gli “Express boat,” che vanno avanti ed indietro sul fiume Chao Praya. 15 Thb per le lunghe percorrenze 4,50 Thb per quelle molto brevi. Ogni fermata ha qualcosa di particolare: negozi di souvenir, ristoranti, venditori di cibo, mercati. Ma ce n’è uno, il numero 2 che è decisamente il  più interessante di tutti è un Tempio un pò particolare. Monaci che girellano, baldacchini per le offerte ed un paio di strutture fatiscenti ai lati che ospitano lettini da massaggio.

In queste strutture i soffitti sono pitturati con scene sacre  ed in sottofondo si ripete un mantra rilassante. Qui vengono fatti esclusivamente massaggi tradizionali Thai, niente olii, nessuna nudità. Se vi piace provare un cosa diversa, in un posto semplice dove solo i Thailandesi vanno, questo è il posto per voi. Magari non è super pulito ma i massaggi costano 100/120 Thb e le massaggiatrici sono molto brave. E poi siete sul Chao Praya.

 

Quartiere Maha Nakhon. A cena nella bettola più famosa e costosa di Bangkok

Lo scorso anno A 70 anni suonati Jay Fai è stata insignita della prestigiosa stella Michelin nella categoria street food. Ne esistono solo due al mondo, lei e Chan Hon Meng a Singapore. Jay Fai era già famosa per i suoi piatti ed il modo singolare che ha di prepararli. Cucina in due grandi wok alimentati da brace a fuoco vivo ed indossa  grandi occhiali da saldatore per proteggersi dagli schizzi . Guardarla cucinare è un vero spasso, veloce come una saetta, considerate che è la sola a spadellare tutti i piatti ed il menù non è per niente piccolo! Per mangiare la sua famosa omelette di granchio da 1000 thb abbiamo aspettato 4 ore ! Avete capito bene. Era buona? si da morire, altra storia! È valsa la pena aspettare così tanto tempo? Mi prendete per matta se vi dico di si?:)

Quartiere Maha Nakhon. A cena nella bettola più famosa e costosa di Bangkok

Ban Bat: La comunità degli artigiani che producono le  ciotole dei Monaci

Ogni mattina all’ Alba i Monaci camminano nel loro circondario per ricevere offerte e cibo dalla comunità. Portano delle ciotole di metallo che servono per ricevere le donazioni. Si chiamano “ Bat”. A Bangkok esiste una comunità di artigiani che ancora le produce a mano, dandogli la forma con fuoco e martello, “ La comunità di Ban Bat “ . Se vi capita, andate a fare una visita a questi artigiani delle ciotole, vi porteranno in giro, vi mostreranno il loro lavoro, le loro ciotole e le loro case. É un posto particolare, non adatto a tutti però.

 

 

Tour Thailandia: Due settimane tra posti local e Hotel de charme

Tour Thailandia: Due settimane tra posti local e Hotel de charme

La Thailandia offre una scelta di Hotel veramente interessante: Hotel de charme, Boutique Hotel, Bungalow di legno in mezzo alle risaie, case sugli alberi con tutti i comfort, appartamenti con vista super. Delle vere e proprie chicche dove vale veramente soggiornare.  A seconda della zona e dell’itinerario che scegli puoi trovare posticini deliziosi senza dover rinunciare alla parte local.

Se hai bisogno di assistenza per tutto il tuo viaggio, io ci sono!

La Baia vista dalle tende: Thailandia del sud

Marta dove Dormo? Perchè è nato il progetto

Sono una super appassionata di Hotel, soprattutto quelli piccoli e particolari, adoro i rifugi in mezzo alla natura, vado pazza per le strutture bohémienne, mi piacciono da morire le Guest House very local. Da quando mi sono trasferita in Thailandia più di tre anni fa, ho iniziato a viaggiare in lungo ed in largo per il paese a scovare Hotel e strutture particolari, fuori dal comune, piccoli luoghi fuori dal mondo che mi facessero sentire bene, in armonia. Da questa mia folle ricerca costante è nato il progetto “Marta Dove dormo?” Un portale dedicato alle strutture più suggestive ed interessanti della Thailandia con descrizioni e punti di forza.

Marta dove dormo : il portale

Soggiornare in Thailandia: Un tour di due settimane tra i posti più local e le strutture più interessanti

In questo post ci sono dei suggerimenti per un eventuale Tour di 2 settimane attraverso gli Hotel più particolari ed i posti più caratteristici. Un Tour che ti farà scoprire la Thailandia più Local ma senza rinunciare ad un pò di Glamour. Un Tour Classico ma che può dare tante soddisfazioni, soprattutto se è il primo viaggio nella Terra dei sorrisi. Allora partiamo subito!

  • Itinerario consigliato: Bangkok, Katchanabury, Ayutthaya, Chiang Mai, Phuket, Koh Yao Noi, Krabi
  • Periodo: Da metà Novembre a fine Aprile

Itinerario di due settimane in Thailandia, da dove iniziare

Il nostro itinerario di viaggio di due settimane inizia a Bangkok, dove ti consiglio di rimanere almeno tre giorni. Sono veramente numerose le cose da fare e vedere nella città degli Angeli e ci sono dei must to visit che non possono sfuggirti in questa prima volta Bangkocchiana come: visitare il  maestoso Palazzo Reale, ammirare lo splendido Wat Pho con il  Bhudda reclinato non puoi fare certo un tour sul Chao Praya senza vistare il tempio dell’alba, il Wat Arun. Per non parlare poi dei mercati pazzeschi. Bangkok è famosissima per tutti i suoi mercati incredibili caotici e affollati; Il Maeklog Market, ovvero il mercato sulla ferrovia oppure l’incredibile mercato dei fiori, bello durante il giorno, pazzesco durante la notte, come puoi non fare un salto nel più famoso mercato galleggiante del mondo il Damnoen Saduak?  Capisci perchè tre giorni sono il minimo per visitare questa città!

Il Cibo di Bangkok, il miglior street food della Thailandia

Per non parlare del cibo poi, se sei una super fan dello street food a Bangkok trovi il top del top. Un caleidoscopio di sapori da non credere, una varietà incredibile di cibo e di ingredienti. Dal martedì alla Domenica dalle ore 18,00 la strada principale di China Town si riempie di banchetti di ogni genere, davanti ai negozi con le saracinesche abbassate ci sono veri e propri ristoranti che servono piatti pazzeschi. Addirittura, puoi scegliere di mangiare nel primo Street food Restaurant stellato, dove Jai Fai ti farà scoprire il suo cavallo di battaglia l’omelette di granchio, che le ha permesso di vincere l’ambito premio. In questo post su Blog di Viaggi del mitico Christian Cappello ho descritto le zone dove mangiare il miglior street food di  Bangkok 

STREET fOOD : bANGKOK

Soggiornare a Bangkok, i posti più Local

Dove dormire in questi tre giorni a Bangkok? In dove alloggiare a Bangkok: quali zone scegliere, trovi le info sulle caratteristiche dei quartieri.  Se vuoi godere della spiritualità e della bellezza del Palazzo Reale, del Wat Pho ed ammirare il tramonto sul Wat Arun la zona migliore è Thatien e l’Inn a Day è decisamente il posto perfetto. La cosa bella del quartiere di Thatien è la semplicità, soprattutto la mattina presto quando i monaci girano scalzi per le offerte ed i fedeli si inginocchiano davanti a loro chiedendo la benedizione. I commercianti iniziano ad aprire i loro negozi ma prima pregano, accendono gli incensi, offrono cibo fanno offerte sul piccolo altare ben posizionato al lato della porta dell’esercizio. Tutto avviene in un silenzio surreale. La magia finisce quando i turisti iniziano ad entrare nei Templi e valanghe di Tuc Tuc strombazzanti scorrazzano avanti indietro.

Scegliere di soggiornare sui canali di Bangkok, particolare e suggestivo

Se vuoi invece qualcosa di super particolare, e dormire sull’ acqua ti stuzzica il Loy la Long è veramente il Top. Una palafitta sul Chao Praya fatta di legno di tek, dall’ambiente Bohémienne, si trova a China Town, ma in una quartiere tranquillo disseminato di negozi di pezzi di ricambio molto particolari. Se dormire sull’acqua ti piace ma preferisci qualcosa di più appartato allora il Siamotiff è perfetto. Si trova a Thonburi tra i canali, una zona veramente molto bella, dove non ci sono Ristoranti Europei o negozi alla moda, ma solamente esercizi local. Da qui è molto semplice arrivare al mercato diKhlong Lat Mayon,aperto durante il week end oppure visitare Ban Bu un antica fornace, un posto veramente molto interessante.

 Katchanabury, cosa vedere e cosa fare

La seconda tappa del viaggio è Katchanabury, famosa per la ferrovia della morte, gli Hotel sul fiume Kwai e le Cascate, soprattutto quelle di Erawan. Per arrivare a Katchanabury si possono prendere Minivan, bus ma il modo migliore in assoluto è il treno. Perchè è solo con il treno che ti puoi emozionare ripercorrendo la storia della ferrovia della morte, che si chiama così in quanto più 100,000 lavoratori morirono durante i 16 mesi di costruzione tra il 1943 ed il 1943 e se la prendi ne scoprirai il motivo.

Soggiornare a Katchanabury sul fiume Kwai, un’ altra particolarità da non perdere

Hai due alternative, una è quella di arrivare fino al capolinea di Sai Yok, andare a visitare Hell fire Museum, rinfrescarti nella cascata con tutti i local che fanno il bagno e soggiornare in uno boutique Hotel sul fiume li vicino Il Boutique Raft Resort è un posto molto interessante, tutto è costruito in legno dalle belle stanze al Ristorante.Certo che se soffri di mal di mare non è proprio il massimo! Lungo la strada principale, vicino al Boutique Raft Resort puoi prendere il bus ed arrivare nel parco nazionale di Erawan e goderti le Cascate. Altrimenti puoi dormire  a Kanchanaburi dormire nella cittadina ed arrivare alle cascate in Bus! Un Paio di Giorni a Kanchanaburi sono assolutamente il minimo per visitare questo bel posto.

Come arrivare a Knachanabury con il treno: da dove parte, gli orari.

iL treno per katcahanaburi parte dalla stazione di Thombury, per arrivarci la via più breve senza troppe compilazione e senza rimanere congestionati nel traffico è quella di prendere il boat express e scendere a Thombury da lÌ puoi prendere un moto taxi ed in 5 minuti sei arrivata. Ottimo e conveniente.Sono solo due gli orari di partenza del treno, uno con partenza alle 7,50 e arriva a Kanchanaburi alle 10,25 e l’ altro parte alle 13.35 ed arriva alle 16,24.

 

 Dove alloggiare ad Ayutthaya l’antica Capitale del Vecchio Siam

Ayutthaya è un must to see che non si discute, anche se è molto gettonata dal turismo è un posto che va visto per forza. Nonostante ci sia stata almeno cinque volte, non sono riuscita a visitare tutto il ben di dio che offre. La parte antica è nella zona centrale e basta affittare una bici per poterla visitare in santa pace. Le cose da vedere sono tante ma se ti prendi un’intera giornata puoi sicuramente farti una bella scorpacciata. Se è troppo caldo il Tuc Tuc va alla grande, basta contrattare il prezzo, scegliere quali templi visitare ed il gioco è fatto! Ayuttaya la puoi tranquillamente visitare anche in giornata partendo da Bangkok, ma se te la vuoi prendere con calma e assaporarne fino a sera la bellezza, ti consiglio di dormirci almeno una notte. Il Bai fern è una piccola Home stay, accogliente e molto pulita dal giardino rigoglioso. Il cibo è a dir poco sublime, i padroni di casa sono super ospitali, la zona dei templi è vicinissima, ma cosa volere di più! Certo non è elegante ma sicuramente ti farà conoscere uno spaccato di vita familiare Thailandese, che non è poco.

Come arrivare da Katchanabury ad Ayutthaya

Ci sono due modi per arrivare da Katchanabury ad Ayutthaya, il primo è con il taxi privato, ma il costo è piuttosto elevato il secondo è il bus ma che sfortunatamente non è diretto. Dalla stazione degli autobus di Kanchanaburi devi prendere il bus per Suphanburi, una volta arrivata a destinazione devi prendere un minibus che to porta ad Ayuttaya, ci vogliono circa due ore per arrivare.

Chiang Mai, cosa fare e dove alloggiare

Chiang Mai è una bella città amata da i free lance di tutto il mondo, ordinata e pulita niente a che vedere con la caotica Bangkok (anche se secondo me la città degli Angeli non la batte nessuno) I suoi Templi ed i suoi mercati sono famosi, per non parlare poi dei locali super fighi. Anche qui ci sono tante cose da visitare e da vedere ed anche qui tre giorni vanno bene per visitare la città ed i suoi dintorni.  Alloggiare all’interno delle mura è la scelta migliore, sia per una questione di comodità che per godere al meglio di quello che offre la città con i suoi vicoli meravigliosi ed i molteplici templi. Il Bury Gallery House è posto veramente interessante, ricavato da una tipica casa thailandese in legno ha tutte le caratteristiche per essere un Boutique Hotel di grande valore, ed inoltre è vicinissimo ad uno dei templi più importanti della città.

La cucina tradizionale di Chiang Mai e lo street food.

Lo street Food di Chiang Mai si difende molto bene, le contaminazioni di Birmania e Laotiane hanno dato vita a dei piatti veramente molto particolari. Tutta la meraviglia gastronomica “ on the road” la puoi scoprire in bicicletta grazie allo street food tour in Bici, un modo interessante per scoprire delizie della cucina tipica di Chiang Mai e conoscere la storia della città. Se hai voglia di cimentarti nella cucina tradizionale Thailandese con piatti tradizionali dei villaggi del nord, allora la scuola di cucina akha è super. ti vengono a prendere la mattina in Hotel ti portano a fare la spesa nei mercati e poi ti cimenti ai fornelli, una giornata full che ti regala un pezzettino di tradizione culinaria del nord Thailandia, ad un prezzo veramente super. Una giornata la potresti dedicare agli elefanti in uno dei tanti santuari che si trovano nelle campagne di Chiang Mai. Io conosco l’Elephant Jungle sanctuary è molto serio, gli animali vengono trattati molto bene ed inoltre hanno dei progetti molto interessanti sulla valorizzazione del territorio. Di cose da fare, da vedere e da assaggiare ce ne sono a bizzeffe, le tue giornate saranno piene ed arriverai in Hotel stanca come non mai. Chiang Mai offre veramente tanto.

Fai un giro al villaggio del caffè, Mae Kampong, ti piacerà da morire.

Come arrivare da Ayuttaya a Chiang Mai:

I modi migliori per arrivare a Chiang Mai da Ayuttaya sono o con Bus o con treno notturno. Tutto dipende dal tuo Budget, il bus notturno ci impiega meno ed il prezzo dipende molto dalla comodità. Qui trovi la migliore soluzione

Powered by 12Go Asia system

 

Vista della spiaggia di Ya nui

Phuket e le sue Isole, quali sono le migliori come arrivarci dove dormire.

Phuket ha tanti assi nella manica, anche se viene molto criticata a causa di quella parte di turismo viziato e deprimente che è confinato quasi esclusivamente nella parte centrale dell’isola. È un posto in continuo mutamento ma che ancora offre delle cose molto interessanti, come per esempio la cittadina di Phuket Town. Bella con le sue case sino portoghesi colorate, con i suoi mercati notturni del week end, con i locali e le caffetterie super cool. Ma anche con la sua parte super tradizionale:  i Templi cinesi, i ristoranti tradizionali, i mercati coperti. Un luogo dove si trovano i Boutique Hotel più interessanti di tutta l’ isola, veri e propri gioiellini dove puoi respirare aria di altri tempi. L’on on Memory è il più antico Hotel  di Phuket Town, quello in cui sono state girate delle scene di The Beach perfetto per godere al meglio delle bellezze di questa interessante cittadina. Il mercato notturno della domenica d Phuket Town è veramente un evento che non deve assolutamente mancare nella tua visita Phukeettiana. La strada principale Thalang Rd, viene chiusa alle macchine ed in mezzo vengono allestiti banchetti di cibo di ogni tipo. La musica accompagna questa festa che si celebra ogni domenica dalle 16,00 alle 21,00 circa. Se hai voglia di spostarti verso il sud dell’ isola, in un posto non troppo caotico, Rawai è il posto giusto ed il Roost camping può essere una buona soluzione per provare qualcosa di alternativo ai soliti Resort. La Cosa migliore per girare l’ isola è quella di prendere in affitto un motorino, ma fai attenzione, il perchè te lo spiego qui. Grazie l tuo mezzo sei libera di girare e scoprire posticini interessanti. Puoi andare alla scoperta delle isolette che si trovano davanti alla costa con i pesatori locali oppure fare un Phuket city Tour con me! Insomma di cose ce ne sono da fare. Anche un bel Tour delle Isole vicine non è male per niente.

In Dove alloggiare a Phuket puoi vedere le zone migliori

Koh Yao Noi, l’isola dai posticini Top

Una volta fatto un giro a Phuket, passare su un’isoletta per il Relax non è proprio una cattiva idea e Koh Yao Noi può fare al caso tuo. L’isola si trova a nord est di Phuket nella Baia di Phang Nga e per raggiungerla ci vuole circa 30 minuti 1 h dipende al tipo di mezzo che si prende ( long tale Boat o motoscafo).

Nonostante negli ultimi tempi sempre più persone la frequentano è comunque un posto molto interessante e tranquillo dove il Relax è assicurato. Ci sono degli Hotel dove soggiornare veramente molto belli e per tutte le tasche. Ma se hai in mente di passare due giorni di assoluto Relax, senza pensare a niente e decidi che vuoi viziarti ben bene il Paradise Koh Yao e il Three House villa sono due posti veramente pazzeschi. Si trovano nella stessa baia e fanno parte dello stesso management ma sembra di essere in due mondi differenti. Il primo perfetto per le famiglie, il secondo ottimo per le coppie. Certo non sono due tra i più economici ma per un paio di giorni di full Relax sono da prendere in considerazione. Se invece hai voglia di qualcosa di molto più semplice e meno costoso l’ isola di Koh Yao Noi offre molte altre situazioni interessanti come il Sabai corner non è male per niente. Qui organizzano dei Tour veramente spaziali, in più la proprietaria è Italiana. Se ami lo Yoga,Isalnd yoga organizza retreat molto interessanti 

Come arrivare a Koh Yao Noi da Phuket:

Per arrivare da Phuket a Koh Yao Noi devi arrivare a Bang Rong Pier. Da qui partono long tale boat e motoscafi ogni 30 minuti circa. Appena arrivi al porto dovrai pagare 10 thb come tassa. Il costo varia da 150 a 200 thb a secondo del tipo di imbarcazione.

Come arrivare da Koh Yao Noi a Krabi

Ps: se hai qualche giorno a disposizione perchè magari sei rimasta un solo giorno a Kanchanaburi oppure hai tagliato su qualche altra meta, da Koh Yao noi puoi prendere una speed Boat e arrivare a Ao Nang, le partenze sono giornaliere e  ci si impiega circa 1 H e 20. Una volta arrivata a Ao Nang puoi prendere una long tale boat e fare un super giro tra le 4 isole. Uno spettacolo assicurato

Questo itinerario è adatta a chi ha voglia di viaggiare e vedere il più possibile. È un itinerario che ti consente di visitare dei luoghi interessanti senza però rinunciare alla parte locale.

Se vuoi avere altre informazioni scrivimi a: info@domaniparto .com

Dove alloggiare a Phuket: le zone migliori

Dove alloggiare a Phuket: le zone migliori

Phuket (dai un’occhiata alla mia guida completa) è un’Isola con un’infinità di cose da fare e da vedere, spiagge da urlo ed Hotel di tutte le categorie. Ogni area di Phuket ha la sua caratteristica e puoi sceglierla a seconda delle tue esigenze.

Ma quali sono le zone migliori dove alloggiare?

Questa è una domanda delle tante domande che mi vengono poste quasi ogni giorno e la mia risposta è sempre la stessa:“dipende da quello che cerchi.” Mi spiego meglio. Ci sono due cose fondamentali che ti devi chiedere quando sei in procinto di prenotare una vacanza a Phuket:

  • #1: Quanto sei disposto a pagare per un alloggio.
  • #2: Che tipo di vacanza intendi fare.

 

Dove alloggiare a Phuket per zone

isola di Phuket

Patong: feste e vita notturna

Patong si trova al centro dell’Isola. E’ il posto delle feste dei locali. Questo è il regno di chi vuole tirare tardi, delle discoteche top e del caos più sfrenato. A Patong trovi tutto quello che desideri: una bella spiaggia super affollata, locali h24 , alloggi di tutte le carature; da quelli super economici in stile bettola, a quelli molto belli e costosi.

Se decidi di scegliere Patong per le delle vacanze NON devi aspettarti di trovare: Natura, poco traffico e spiagge deserte. Qui si viene per divertirsi e darsi alla bella vita.

Personalmente conosco L’Holday Inn express che ha 6 caratteristiche fondamentali:

  1. Rapporto qualità-prezzo, ottimo
  2. Camere pulite e con un design fresco
  3. Colazione buffet
  4. A colazione dividono i clienti Cinesi da quelli Europei ( Sembra una cosa brutta e discriminatoria, ma l’ elevato numero di problematiche portate dall’odore del cibo, differenti usi e cattive recensioni hanno portato il management a fare questa scelta)
  5. Situato in una strada parallela, quindi piuttosto tranquillo
  6. Vicino alla spiaggia

Se invece vuoi  alloggiare in una Guest House o B&B per spendere meno non ti resta che dare un occhiata a tutte le varie offerte che trovi in rete, ce ne sono una marea.

 Karon e Kata: Hotel di lusso e per la famiglia

Sono due località molto popolari per i viaggi in famiglia, difatti l’offerta di Hotel del calibro di : Hilton, Kathathani, Club med, sono in questa parte di Isola.

Se hai l’esigenza di alloggiare in un Hotel dove tutta la famiglia trova il suo spazio, queste due località sono perfette per te. Ottime spiagge, attrazioni per i bambini, ristoranti sfiziosi, posti per fare shopping.

La Domenica in alcuni di questi Hotel di gran calibro vengono organizzati Buffet ad Hoc per le famiglie. L’Hotel Hilton allestisce nel ristorante a bordo piscina una sala enorme con ogni prelibatezza possibile. Gonfiabili e palloncini per l’intrattenimento dei piccini non mancano e dopo una super mangiata cosa c’è di meglio del Relax a bordo piscina?

Resort Happy Elephant

Rawai: tranquillità e resort

Si trova nella punta sud di Phuket è un posto delizioso e molto più tranquillo rispetto a Karon, Patong e Kata. L’offerta degli alloggiè perlopiù legata a piccoli Resort con piscina e Condomini.

 

L’ Happy Elephant Resort è uno di quei Resort tipici che si trovano a Rawai (ovviamente io sono di parte, dato che ci lavoro :))

  • Appartamentini con angolo cottura
  • Piscina
  • Servizio colazione e bar

A Rawai trovi palestre molto valide, personal trainer preparati e se sei un appassionato di Muay Thai,  hai la possibilità di andare a vedere i combattimenti al Muay Thai Rawai stadium.

Se vuoi fare serata, tirare fino a notte fonda, Rawai non è il posto per te. 

Alloggiare a Chalong e Panwa

Queste due località– anche se lontane l’una all’altra – hanno delle caratteristiche in comune. Una è che si trovano nella parte ovest, dove il mare e le spiagge non sono proprio delle più belle. La seconda è che da entrambe partono le barche per le escursioni e le battute di pesca (Chalong Pier è quello più grande e strutturato da dove partono anche le speed boat). Il magica Yacht Charter – Una barca con equipaggio parlante Italiano, è perfetta per chi vuole: fare una battuta di pesca, visitare le Isole, fare dello snorkeling e mangiare deliziosi manicaretti a bordo. Ma in una cosa si distinguono, gli Hotel. Difatti, mentre a Panwa si trovano quasi solo esclusivamente Hotel super top come per esempio il Il Crowne Palace di Panwa ed il meraviglioso Baba Nest con il Roof top bar più figo di Phuket ( infatti devi prenotare con almeno 2 settimane in anticipo) a Chalong puoi trovare anche Resort a prezzi abbordabilissimi  anche in alta stagione! Infatti  oltre a Villa zolitude e Signature Phuket Resort, che sono i più popolari e d’elite ce ne sono tantissimi altri più nascosti e di gran lunga più economici come lo Shanti Lodge, carino ed economico anche in alta stagione.

 

Phuket Town – Tra locali e mercati

Phuket Town è la città più grande di Phuket, discretamente caotica, ma a mio avviso affascinante. Nella parte “Chino portoghese”  si trovano deliziosi Boutique hotel, come il On On Memory Hotel e molti Ostelli carini e ben tenut. La Domenica, la strada principale viene chiusa al traffico per far posto al rumoroso mercato notturno del week end. Sei sei un amante dei localini cool, dei ristoranti un po’ particolari e delle caffetterie questo è il posto giusto. Per la sera poi c’è un’ampia scelta di Locali  e Coktail bar, come il Library, molto in voga tra i locali.

Phuket Town è perfetta per passarci un paio di notti. Adatta a chi ama la storia per chi è appassionato di Templi e di tradizioni popolari. 

la hall dell’ hotel: hotel-a-phuket-town

 

Kathu: sport e attività all’aria aperta

Oltre ad essere una cittadina è anche un distretto, il più piccolo di Phuket. Si trova a metà strada tra Patong e Phuket Town. Qui ci si viene per praticare sport e attività all’aria aperta come: il Golf, i percorsi sugli alberi con le carrucole, girare in pista con il go kart, visitare le cascate ( nel periodo delle piogge). Se sei alla ricerca di un alloggio in un posto tranquillo ed a poco prezzo Kathu può essere il posto giusto. Hotel e piccoli B&B abbondano da queste parti. Come per esempio il Pause, un delizioso Hotel dallo stile industriale, qui hanno camere con bagno e camerate per i giovani backpakers

Se sei un appassionato di cene in ristoranti rinomati, Kathu non è il posto per te!

Thalang: parchi naturali e natura incontaminata

Oltre alle bellissime spiagge come: Ban Tao,Banana beach, Nai Hon, Nai Yang e Mhai Khao, Thalang offre una natura bella e rigogliosa. È qui che si trovano I parchi naturali e centri di recupero di animali maltrattati come: i gibboni e gli elefanti. Qui si trova qualsiasi tipo di alloggio. Anche se i Beach Resort di Bang Tao occupano un posto rilevante -e se sei un amante del lusso e del total Relax, beh questo è il tuo posto- qui puoi trovare tante altre soluzioni più economiche e più a contatto con la popolazione. Inoltre la vicinanza con l’Areoporto è perfetta per chi è solo di passaggio, ma anche per chi desidera Relax e vita da spiaggia.

Per esempio Il Mai Khao beach Resort è uno di questi.

  • Vicino all’aereoporto
  • spiaggia splendida
  • attrazioni per tutta la famiglia
  • Rapporto qualità prezzo-Ottimo

Kamala: vivere on the beach

Si trova a Nord della caotica Patong, ha una bellissima spiaggia bianca ed è circondata da colline di un verde lussureggiante. Una bellezza. Anche qui l’offerta turistica è molto varia e va dai super alberghi on The Beach dai prezzi stellari a situazioni più interessanti se ti sposti verso l’interno. La piccola cittadina offre molti spunti per lo shopping e il Cafè del Mar offre invece  la possibilità di trascorrere delle serate interessanti “on the Beach”.

 

Surin: Resort di super lusso

È una località molto conosciutala sia per la splendida spiaggia che per i Resort di super lusso. Fino a pochi anni fa la spiaggia di Surin era un concentrato di Beach bar, dj set e locali, fino a quando il governo ha deciso di smantellare tutte le attività che si svolgevano sulle spiagge di Phuket. Questo provvedimento ha fatto si che la grande confusione e il super affollamento di baracche inutili facessero spazio alla natura ed alla tranquillità rendendo le spiagge migliori e più vivibili.

Se Vuoi alloggiare in un posto economico Surin non è il posto che fa per te! 

 

 

 

 

 

Bangkok: I Mercati galleggianti e come raggiungerli

Bangkok: I Mercati galleggianti e come raggiungerli

Bangkok, per me rappresenta il Paese dei Balocchi, una città incredibile e super emozionante che ha la grande capacità di entusiasmarmi ad ogni passo. Le cose da vedere in questa città sono innumerevoli e tanto diverse tra loro.Templi pazzeschi, quartieri incredibili. Immaginati qualcosa di assurdo ed a Bangkok la trovi! Una valenza molto importante ce l’hanno i mercatI ovunque ne trovi, ognuno con la sua caratteristica e particolarità. Qui ti parlo di alcuni mercati galleggianti quelli che io conosco, dove si trovano e come raggiungerli nel miglior modo possibile.

Il mercato galleggiante di Khlong Lat Mayon: mercato di street Food da urlo 

Il Khlong Lat Mayon è un mercato molto carino e colorato, piccolo ma molto ben organizzato. Oltre alle barche, (non molte) piene zeppe di frutta e cibarie, nella terra ferma c’è un enorme mercato molto frequentato dai locali. Se vi piace il cibo di strada e sei un gran  golosone qui trovi qualsiasi delizia, dal pesce sotto sale alla griglia alle zuppe tipiche, per non parlare dei noodle preparati in ogni modo. Insomma c’è da impazzire. Possibilità di fare giri nei canali.

iL mercato è aperto il Sabato e la Domenica dalle 09.00 alle 16,00

Come arrivare al Khlong Lat Mayon: Il mercato può essere raggiunto dal Bus numero 146 e poi prendere uno dei songthaev ( Taxi collettivi con le sembianze di pick up di colore rosso) e chiedere all’ autista dove scendere. Altro metodo, più semplice è quello di prendere la bts e fermarsi a Bang Wa, dopodiché proseguire con un taxi.

Il mercato Fluttuante di Taliing Chan: adatto per un pranzo a base di pesce 

Il Talin Chan si trova a circa 12 km dalla città. In questo piccolo mercato ci si viene soprattutto per mangiare pesce alla griglia cucinato nelle barche di legno collocate tutt’intorno ad una chiatta fluttuante che fa da sala ristorante. Sulla terra ferma c’è un piccolo mercato con bancarelle di ogni tipo di cibo e tanti banchi che vendono piante, certo non è affascinante come quello di Ampawha, ma vale la pena vederlo e farci un giro. Al molo del mercato c’è la possibilità di fare dei Tour in giro per i canali a dei prezzi veramente molto buoni, come il Tour di 3 ore dei mercati fluttuanti di Wat Saphan Floating Market e Khlong Lat Mayon che parte alle 9.45.

Taling è aperto il Sabato e la Domenica dalle 8 alle 17,00

dettaglio del Talling Chan: Floating Market

Come arrivare al Talling Chan:

  • Bus numero 79 che lo potete prendere da: Pratunam, Central Wold, Democracy Monument. Fermata Taling
  • Per il ritorno prendere sempre il 79 ma siccome fa un giro differente la miglior cosa da fare è scendere alla fermata Bus  Ratchathewi

 

Il mercato fluttuante di Damnoen Saduak: perfetto per delle foto super 

Il più famoso di tutti, quello più gettonato e turistico. Il Damnoen Saduak si trova a circa 100 km dalla Città è costituito da diversi canali dove donne in costume vendono ogni tipo di cibo su barchette di legno, uno spaccato di quella che una volta era la vita sull’ acqua dei Thailandesi. Sicuramente un posto bello per fare foto molto instagrammabili.

Aperto tutti i giorni dalle 6,00 alle 11,00

Se hai bisogno di organizzare un viaggio in Thailandia, dai un’occhiata alle mie Consulenze!

Bancarella di cibo

Come raggiungere il Damnoen Saduak

Bus: Il Bus può essere un modo interessante raggiungere il  mercato ma bisogna prenderlo dalla Southern Bus Terminal, Sai Tai Mai, che si trova fuori città. Il bus numero 78 passa più o meno ogni 40 minuti ed il costo del biglietto è circa 50 thb. Per arrivare alla Southern Bus Terminal, il modo più economico e’ quello di prendere la Bts, fermarsi a Ratchathewi e prendere il bus numero 511 che ci impiega circa 30 minuti ed ha il costo di 70 thb .

Minibus: Se volete invece una soluzione diversa pagando una manciata di Thb in più potete prendere un minibus : Bangkok – Damnoen Saduak Floating Market  La stazione di partenza per il minibus è Mochit, che potete raggiungere in bts.

Taxi: Un altra soluzione per visitare il Damnoen Saduak è il Taxi, magari combinando la visita con il Meklong Raylway station e l’altro mercato Fluttuante di Amphawa sia con che senza guida, in questo caso se siete interessati potete scrivermi a info@domaniparto.com

Dettaglio barca al Floating Market

Il mercato fluttuante di Amphawa Floating Market: Ritorno al passato 

Anche se negli ultimi anni è diventato più famoso, il mercato fluttuante di Amphawa è l’alternativa meno turistica al Damnoen Saduak , mentre nell’altro l’orario ottimale per visitarlo sono le 8 di mattina tutti i giorni, questo lo si deve visitare dalle14,00 del pomeriggio dal venerdì alla domenica. Anche ad Amphawa troverai barche straboccanti di cibo e verdure, Donne vestite con abiti tradizionale che cucinano e tanti oggetti di artigianato e mercati vari.

Come raggiungere Amphawa:  

Per arrivare ad Amphawa ci sono mini van che partono da Sai Tai Mai ( Sothern bus Terminal) linea 78 e 996.

Maeklong Market ,Il mercato sulla ferrovia:unico al mondo

Non è un mercato fluttuante ma è sicuramente un posto da vedere assolutamente. Il Maeklong Railway Market ha la particolarità di estendersi sopra alla ferrovia e ad ogni passaggio del treno, le tende che coprono i banchi vengono ritirate, le pietanze spostate dai binari o aggiustate in modo che il treno non le travolga. Il treno arriva alla stazione tutti i giorni alle 8,30 , 11.10, 14.30, 17.40 Il miglior momento per vederlo è alla mattina, c’è meno gente e le temperature non sono eccessive.
Come raggiungere il Maeklong Train Market: 
Il mercato è sulla stessa strada dell’ Amphawa Floating Market, ottimo per combinarli tutti e due in una giornata. Il minivan parte da mo chit

Se avete poco tempo ed avete voglia di combinare più mercati possibili in una giornata, scrivetemi a: info@domaniparto.com

Importante: Sia al Damnoen Saduak che ad Amphawa cercheranno di venderti dei giri in barca privati a dei costi esorbitanti, dai 2000 thb in su, considerate che il prezzo per un tour condiviso è sui 50/70 thb

 

Chiang Mai: A spasso per Mae Kampong il villaggio famoso per il caffè

Chiang Mai: A spasso per Mae Kampong il villaggio famoso per il caffè

Di Chiang Mai c’è scritto veramente di tutto, basta smanettare un pochino sulla tastiera e trovi qualsiasi cosa come : I Trekking super fighi nella foresta, i migliori Tour in bici, I 20 Templi più incredibili, la lista delle migliori 10, 20 ecc ec insomma, trovi sempre le solite cose scontate.

Ma io non voglio parlarti di Chiang Mai infatti, voglio parlarti di un paesino che dista 5o Km dalla bella cittadina e che nessun (credo, io non ho trovato niente) blog italiano o sito di viaggi ne parla. Il paesino in questione si chiama Mae Kampong, posto famoso per il caffè e per le splendide caffetterie (ce ne sono di super fighe) Se siete da queste parti dovete andarci assolutamente. Qui vi dico il perché.

Chiang Mai: A spasso per Mae Kampong il villaggio del caffè

Una decina di giorni fa ho intrapreso un mini viaggio al Nord della Thailandia, è una cosa che faccio spesso abitando a Phuket mi rimane semplice, prendo un aereo e in meno di 2 ore sono a zonzo per la Thailandia.

Ho passato 3 notti a Bangkok e 4 notti a Chiang Mai e dintorni. Due sono stati i motivi principali di questo miniviaggio: Il primo è che sto scrivendo una guida su Bangkok che uscirà, spero tra un paio di settimane. Secondo perchè volevo documentare una parte dell’itinerario che andremo a fare durante il viaggio di sole donne al nord della Thailandia ad Agosto . Sfortunatamente non sono riuscita a vedere tutto quello che mi ero prefissata, mi ero fatta un film nella testa dove avrei preso bus notturni, treni a tutte le ore per spostarmi su e giù per il nord, ma la verità è che mi sono persa tra la bellezza dei paesaggi urbani e dei villaggi e non ho proseguito. Ma sono contenta perchè non mi sono messa fretta ed ho assaporato il momento e goduto delle sfumature.

Chiang Mai: A spasso per Mae Kampong il villaggio famoso per il caffè

 

Baan Mae Kampong: Perchè visitare il villaggio famoso per il caffè

Durante questo viaggio uno dei posti che ho visitato è stato Baan Mae Kampong, che ho conosciuto grazie ad una mia amica che vive a Phuket  originaria di Lampang. Per arrivare in questo posto situato a circa 50 km da Chiang Mai bisogna prendere un minibus (non esistono bus pubblici) Il prezzo della tratta è di 150 thb e ci impiega circa 1h e trenta. Il paesaggio lungo la strada è lussureggiante più sale e più la vegetazione è fitta: banani, piante del caffè, fiori dai colori sgargianti, una meraviglia. L’aria è fresca e frizzante niente a che fare con la cappa pesante di Bangkok. Quello che ti trovi davanti appena arrivi è un paesino fatto di case di legno e lamiera immerso nella natura, dove il turismo c’è ma senza stravolgimenti. Mae Kampong è famoso per il caffè e la tranquillità. Chi viene da queste parti lo fa per rilassarsi e respirare aria buona. La cosa che in assoluto che ho amato di più oltre alla natura circostante ed il profumo di fiori nell’aria è stato quello di poter dormire a casa dei locali.

Chiang Mai: A spasso per Mae Kampong il villaggio famoso per il caffè

Baan Mae Kampong: Dormire in una Homestay

A Baan Mae Kampong non ci sono Hotel ma solamente Homestay ovvero:” vai a dormire a casa della gente locale”. La ricerca, nonostante ci fossero case con il cartello “Homestay” appiccicate alla porta non è stato proprio semplice, si perchè l’inglese gli abitanti non lo parlano ed io ahimè non parlo Thai, a parte qualche parola di circostanza appresa qua e là. Alla fine sono riuscita a trovare un alloggio. Per una notte con cena e colazione ho speso una cosa come 560 thb. poco più di 15 euro. Ho dormito nel piano di sopra della casa della signora, in una stanza con materasso a terra ed una coperta. Tutto molto semplice, senza mobili, con un buon odore di legno. La sera ho mangiato: riso, frittata, e verdure di campo saltate in padella. La mattina: caffè, zuppa di riso e maiale tritato con tanto aglio fritto ( colazione tipica Thailandese, che se fatta bene è buonissima) ma anche toast burro e marmellata. Non vi dico che ho mangiato le cose più buone al mondo, anzi, ma ho adorato tutto l’insieme, non avrei potuto desiderare di meglio.

 

Cosa fare e cosa vedere a Baan Mae Kampong

Nel villaggio c’è solamente un tempio, Kanta Prueksa Temple (Wat Mae Kampong) costruito circa 80 anni fa costruito in legno di tek con il tetto intagliato nella tradizione Lanna. La cappella di più recente costruzione è situata al centro del cortile.

Trekking

Il villaggio è proprio in mezzo a belle ed armoniose colline di una natura incredibilmente lussureggiante, ciò significa che è pieno di stradine e sentieri per il trekking. Una delle cose da vedere sono le cascate di Baan Mae Kampong, non sono altissime, ma sono interessanti soprattutto durante il periodo delle piogge.

Dove e cosa mangiare

Per il paese ci sono innumerevoli caffetterie, tutte veramente molto carine ed accoglienti, alcune con delle viste stupende. Assaggiare il loro caffè filtrato goccia per goccia è interessante, diverso. Ottimo anche il tea che puoi acquistare ovunque.

Nei piccoli ristoranti e nei coffee shop viene servito più che altro cibo Thailandese, e dolci super iper calorici. Una specialità del posto sono le salsicce speziate e macinato di maiale e verdura impacchettato in foglie di banano cotto al vapore e poi passato sulla griglia. Pollo o maiale con erbette di campo va per la maggiore. I prezzi sono bassi ancora.

Come arrivare Baan Mae Kampong Da Chinag Mai 

Powered by 12Go Asia system

 

Il Minibus per arrivare a Baan Mae Kampong si prende lungo il fiume davanti ai banchi dei fiori del mercato di Warorot :


From Chiang Mai to Mae Kampong

 

Gli orari:  Andata: 7.40, 9.30, 11.40, 14,30 Ritorno: 9.20, 11,20, 13.20, 16,10

Lo stesso Bus ferma anche alle terme.

Pin It on Pinterest