Phuket con Bambini: Cosa fare e cosa vedere sull’Isola

Phuket con Bambini: Cosa fare e cosa vedere sull’Isola

Phuket è una meta sempre più gettonata dalle famiglie con bambini, questo è dato sia dalla bellezza delle sue spiagge che dalla convenienza dei suoi alloggi ma anche al continuo sviluppo di progetti per Famiglie.

In poco tempo sono nati parchi di divertimento, piccoli musei ed attività adatta ai piú piccini. Anche gli Hotel hanno creato vere e proprie aree adatte. Ci sono Hotel bellissimi con servizio di babysitter con aree giochi spaziali negozi di dolciumi e giocattoli,  oppure piccoli Resort con piscina, tranquilli e adatti ad una vacanza relax. C’è veramente di tutto e per tutti i gusti, dal super lusso con tutti i comfort alla semplicità ma sempre super confortevole. Guarda quale è la zona migliore dove alloggiare 

Anche se si alloggia un super Top Hotel con un super baby park, non si può rimanere chiusi tutto il giorno e non ammirare la bellezza delle spiagge e tutte le possibilità che l’isola offre. Però cosa fare con i bambini tutto il giorno? Quali potrebbero essere le attività per tenerli impegnati?

Phuket con I Bambini: Le attività all’Aperto

Di cose carine da fare all’aria aperta ce ne sono tantissime come per esempio passare la giornata al Santuario degli Elefanti, un modo divertente e sicuro per approcciare i pachidermi imparando a trattarli ed a rispettarli.

Una giornata ricca di emozioni per tutta la famiglia. bellissimo il Bagno nel fango – molto peppa big style- Un altro posto dove andare è Vanich Farm che si trova a Phuket Town, una fattoria con animali da cortile e campi coltivati.

Altri due posticini interessanti dove passare la giornata sono i parchi acquatici ed a Phuket : Splash Jungle  un parco super accessoriato e piuttosto grande con scivoli d’acqua piscine varie e Ristoranti, l’altro si trova a Sud il Rawai Park, piccolo ma carino con una bella piscina con scivolo, un ristorante ed una bella sala giochi interna con aria condizionata adatta ai più piccini. Il  Blue Tree, il nuovissimo parco dei divertimenti di Thalang, posto super per passare una bella giornata tra scivoli e divertimento

Per i genitori che hanno bisogno di un pò di Relax e  mare ma anche di un intrattenimento per i bambini  Paradise Beach è il posto migliore  Ps: i bambini sotto i 12 anni non pagano l’ ingresso. Sempre a Paradise beach durante il periodo estivo vengono organizzati dei veri e propri School Summer camp per i bambini dai 7 anni in su.

Anche i Mercati serali di Phuket offrono un sacco di attività carine per i bambini, come punti arte dove i bimbi possono dipingere il loro quadretto. La Domenica sera a Thalang Road in Phuket Town.

Elefanti nel santuario

 

Phuket con I bambini: cosa fare quando piove!

Il dilemma dei genitori con i figli durante la vacanza ” ma quando piove cosa si fa?” Domanda legittima! Stare sempre in Hotel è un peccato, in spiaggia non ci si può andare, negli acqua park non ne parliamo nemmeno e allora che cosa si fa? Di cose da fare ce ne sono, basta spostarsi un pochino ed andare a visitare il Trickeyem museum  di Phuket Town per esempio, un luogo con pitture in stile trompe oeil tridimensionali dove i ragazzi troveranno terreno fertile per far galoppare la fantasia.

Se invece si gradisce qualcosa di un pochino più movimentato il 50 Fly Trampoline club è il posto ideale, si trova nel centro commerciale Big C di Phuket Town ed è un posto che segue tutte le norme di sicurezza del caso, ha istruttori preparati ed attenti che aiutano ad affrontare per la prima il trampolino Un ‘altra attività che coinvolge tutta la famiglia potrebbe essere un bel corso di cucina Thai e la Organic Thai Coooking è davvero perfetta.

Ma di cose da fare per passare quesi momenti di pioggia ce ne sono davvero tante: come pattinare sul ghiaccio, ebbene sí, a Phuket c’è una pista di pattinaggio su ghiaccio che si trova a Thalang ed è adatta anche ai più piccini che possono avvalersi di attrezzature per non cadere, oppure farsi un giro nel Centro commerciale di Patong paradiso delle mamme e dei bambini. Inoltre alcune palestre danno lezioni di Muay Thai per i ragazzi che si vogliono cimentare nell’antica arte Thailandese.

PARCO GIOCHI PER BAMBINI RAWAI PARK

 

Phuket con i Bambini: Dove Mangiare

Il cibo non è assolutamente un problema a Phuket, sono centinaia i ristoranti dove è possibile mangiare e non solo Thai: ristoranti Italiani e pizzerie che non hanno niente da invidiare a quelle di casa nostra, Steak house di qualità per non parlare poi dei piccoli e deliziosi caffè sparsi ovunque.

Fare una lista dei posti è veramente difficile, ogni località ha i suoi ristoranti Top e posticini ad hoc. Una cosa molto interessante è che la maggior parte di questi posti hanno un’area riservata ai bambini, quindi la famiglia si può tranquillamente godere il pranzo senza troppe problematiche.

La Domenica molti Ristoranti propongono buffet e pranzi super special con dei prezzi veramente pazzeschi adatti a tutta la famiglia. Per esempio uno dei ristoranti dell’ hotel l’Hilton la Domenica da veramente il meglio di se.

 

 

 

 

 

 

Chalong Bay, la distilleria di Gin a Phuket

Chalong Bay, la distilleria di Gin a Phuket

Chalong Bay, la distilleria di Gin a Phuket! L’unica sull’ isola

A Phuket di cose da fare oltre ad oziare in spiaggia, ce ne sono a bizzeffe: Tour, visite alla splendida città di Phuket Town, massaggi ecc ecc ma se volete fare qualcosa di diverso e divertente, una bella visita alla Distilleria di Chalong Bay, ci sta alla grande.

Phuket: Visita alla distilleria Chalong Bay

Guardati anche: Phuket, cosa fare e dove andare quando piove 

Chalong Bay Distillery si trova nel distretto omonimo di Chalong ed è un posto che vale proprio la pena visitare, sia per l’ ambiente rilassante sia per i cocktail.

Qui si produce il Rum, l’unico dell’ isola. In tutta la Thailandia ne esistono 3.

La canna da zucchero in Thailandia:

Una delle domande che mi hanno fatto, quando ho portato la mia prima bottiglia di Rum da Phuket è stata: Ma ci sono coltivazioni di canna da zucchero in Thailandia? Ebbene si, ci sono e anche di diverse varietà (circa 200). Abbiamo sempre sentito parlare di posti famosi come il Brasile per la produzione di Canna da zucchero, oppure Cuba per il Rum, ma mai della Thailandia. E pensare che la Thailandia è il 4°Paese al mondo per  produzione.

  • Brasile
  • India
  • Cina
  • Thailandia

In Thailandia si fa tanto uso di zucchero, soprattutto in cucina e lo zucchero di canna con quello di palma sono i più utilizzati in assoluto. la canna da zucchero viene consumata soprattutto sotto forma di succo fresco spremuto al momento. Sicuramente passeggiando per le strade di Bangkok vi sarete imbattute in questi super personaggi che girano con una specie di pressa e che sul momento schiacciano Mille mila canne e ne fanno uscire del succo fresco. Questo perchè è buona cosa consumarlo per reidratare il corpo, soprattutto nella stagione secca quando il caldo è veramente insopportabile.

Produzione sostenibile, artigianato ed impresa locale, il core dello Chalong Bay distillery!

Distilleria Chalon Bay: filosofia

Produzione sostenibile, artigianato ed impresa locale, il core della distilleria Chalong Bay

L’ idea è quella di utilizzare la canna da zucchero che cresce in modo naturale, senza pesticidi, raccolta a mano dai coltivatori locali. Questo per produrre un Rum agricolo, un Rum che rispecchi completamente l’dentità dei distillati Thailandesi.

Il metodo di preparazione che viene utilizzato è semplice: si parte dalla canna da zucchero che viene distillata in un piccolo alambicco di Rame di provenienza Francese, con affinamento in botte di acciaio che va dagli 8 ai 12 mesi. Stop.

Oltre al Rum classico, vengono prodotti Rum con estratti alle erbe tipiche Thailandesi: Basilico Thai, Lemon Grass,  cannella ecc per rendere ancora più originale un Rum veramente speciale.

Nel 2015 e nel 2018  lo Chalong Bay Rum ha vinto la medaglia d’ oro a San Francisco durante la San Francisco Spirit competition

Cosa si può fare allo Chalong Bay Rum Distillery

Produzione sostenibile, artigianato ed impresa locale, il core dello Chalong Bay distillery!

Oltre a bere i meravigliosi Cocktail ed a ballare latino fino a tardi ( si! Organizzano anche delle serate a tema dance) si possono fare delle cosucce niente male tipo:

Visite della distilleria, che include: 30 minuti di visita + degustazione di Mojito. 300 thb a persona

Workshop di Cocktail che includono 2 h con : preparazione di 3 Drink, visita della distilleria e assaggio. I prezzi vanno da 580,00 a 1430,00 a seconda della tipologia di esperienza che si vuol fare.

Il prezzo dei Cocktail non è economico ma vale la pena provarli. Fino a prima del Covi, c’era anche il ristorante aperto, chissà se in un prossimo futuro lo riapriranno!

 

Alcuni dei cocktail che si possono trovare alla Distilleria Chalong Bay: 

Produzione sostenibile, artigianato ed impresa locale, il core dello Chalong Bay distillery!

Produzione sostenibile, artigianato ed impresa locale, il core dello Chalong Bay distillery!

 

Produzione sostenibile, artigianato ed impresa locale, il core dello Chalong Bay distillery!

Ristoranti a Chalong Vista Mare : Kan Eang Pier 

 

 

Cosa vedere in Thailandia: ispirazioni di viaggio

Cosa vedere in Thailandia: ispirazioni di viaggio

Cosa Vedere in Thailandia? Tanto, ma ci sono anche tante cose da fare, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Ogni giorno vorrei svegliarmi in un luogo diverso, assaggiare il piatto tipico di quel posto. Infilarmi in una viuzza di qualche villaggio arroccato tra le montagne, vorrei perdermi in giro senza una meta. Vorrei sentire profumi nuovi e conoscere storie di vita.

Qui vi voglio raccontare alcuni luoghi che mi piacciono e che potrebbero ispirarvi nel vostro prossimo viaggio. Sono sempre in giro alla scoperta di luoghi meravigliosi, e Hotel caratteristici da condividere con voi.

L’ Isola dei Dugonghi, Koh Libong

L’ isola di Libong si trova nella provincia di Trang a sud est del Paese. È piccola e deliziosa dove ancora il turismo di massa non è arrivato. La popolazione che al 90% è Musulmana vive perlopiù di pesca. In queste acque tranquille vive il Dugongo conosciuto anche come vacca di mare, un grosso mammifero tenero e ciccione che si ciba di alghe.

Partire all’alba per andare ad avvistarlo con uno dei pescatori dell’isola è divertente, anche se non è detto che lo trovate! In quest’isola non ci sono banche non esistono 7 eleven, starbuks, ci sono solamente dei negozietti e piccoli ristoranti. Ma allora perchè andare a Libong? Per vivere a contatto con la popolazione locale.

pescatore sulla barca boh Libong Thailandia

La città degli Angeli:Bangkok

Visitare Bangkok è un must, bisogna per forza  andarci almeno una volta.  Dove andare? Bè ovunque, che domande. Bangkok è un parco giochi pieno di sorprese e cose da fare. Se posso darvi un consiglio come prima volta opterei per i posti piû noti come: Il Wat Pho, il Palazzo Reale il wat Arun che poi volendo si possono visitare in un giorno. In questo post: Tour Templi Bangkok; quello che devi assolutamente visitare spiego al meglio come organizzare una giornata bella ricca.

Per i più temerari che sono sempre alla ricerca di posticini particolari, Bangkok: 10 luoghi non convenzionali da visitare assolutamente è quello che fa per voi. Qui ci sono delle chicche che di solito non si trovano nelle guide turistiche.

Sky Bar Bangkok

Il view Point più bello della Thailandia del Sud, Samet Namgche

Ho scoperto questo posto per caso alla fine del 2018. Ho visto una foto e ci sono rimasta di stucco, quasi non ci credevo. Ho fatto una ricerca e voilà dopo poco ero lì a bocca aperta ad ammirare tutta la meraviglia della baia di Phangnga dall’alto. Samet Nangche è un posto unico che bisogna per forza vederlo. Se si è a Phuket raggiungerlo è facile. Ho preparato un tour di due giorni ed una notte in questo posto speciale e lo descrivo qui: Thailandia del Sud: 2 giorni alla scoperta delle baia di Phang-Nga

Vista sulla Baia di Phangnga

La capitale del Vecchio Siam: Ayuttaya

Cosa vedere in Thailandia: Ayutthaya è un’altra meta da segnare nella lista dei posti da vedere almeno una volta nella vita. Questo splendore è l’ antica capitale del vecchio Siam, fondata nel 1350 e governata da ben 35 Re differenti è oggi patrimonio dell’Unesco. La testa di Buddha intrappolata nel tronco di un albero è una delle attrazioni più famose. Dista circa 80 km da Bangkok ed è ottima per una gita in giornata. È un posto molto frequentato ma di grande impatto emotivo. Come arrivare ad Ayutthaya e varie altre info ve lo scrivo qui: Tre giorni a Bangkok

testa del buddha nell’ albero

Un gioiellino in mezzo al mare, Koh Kradan

Di Isole meravigliose la Thailandia ne è piena, ce ne sono alcune molto famose e molto frequentate altre meno. koh kradan è un’ isola che fa parte della categoria “ meno frequentate”. È un isola piccola con pochi Resort ( però piuttosto costosi)  e spiagge da paura. Dista circa 3 h da Phuket e ci si arriva tramite speed Boat.

Da Kradan si possono organizzare dei Tour alla bellissima Emerald cave, una spiaggia accessibile solamente da un tunnel  scavato nella nella roccia. Qui si viene per il Relax, sole e mare.

Non è consigliabile nel periodo di bassa stagione. Sunset Beach è una delle spiagge più belle di boh Kradan, si raggiunge attraversando l’isola.

persone che guardano il mare a Koh Kradan

Un bagno caldo rigenerante nella natura, Pai

A tre ore d i Minibus da Chiang Mai si trova Pai una località veramente interessante: risaie a perdita d’occhio, tranquillità, terme.

Un posto perfetto da visitare durante il periodo di bassa stagione perchè  oltre ad essere meno frequentato è anche meno costoso. Questo bel posticino ha la caratteristica di essere frequentata da un turismo bohémienne, quindi più tranquillo.

Una delle cose carine che si possono fare oltre a perdersi nelle campagne in motorino e scoprire angoli fantastici è quella di mangiare street food internazionale, la sera, per la strada principale. Un bel bagno nelle acque calde, esplorare il canyon, vistare il Wat Phra That in cima alla collina, visitare le cascate.

campo di riso a Pai

 Il parco più bello della Thailandia, il Khao Sok

Il parco Nazionale di Khao Sok si trova al sud nella provincia di Surat Thani a circa 80 km da Phuket. Oltre ad essere uno dei parchi più grandi della Thailandia è la casa di centinaia di specie di animali tra cui gli orsi Malesiani e gli elefanti selvatici ma anche del fiore più grande al mondo: la “Rafflesia.Un fiore pazzesco dal colore rosso intenso che sboccia solamente da Novembre a Marzo.

Intorno al parco ci sono tante Guest House Hotel e ristoranti tipici per tutti i gusti e tutte le tasche. Una visita al parco vale assolutamente la pena farla, ma bisogna sempre stare attenti  perchè nonostante ci siano i cartelli con il chilometraggio è sempre meglio avvalersi di una guida del posto. Un’altra meraviglia da visitare è il lago Cheow Larn, dove c’è anche la possibilità di dormire nelle case a galleggianti, un’ esperienza pazzesca da fare assolutamente. Il posto è adatto alle famiglie.

 

il parco di Khao Tok

 

 

 

 

Bangkok: 10 luoghi non convenzionali da visitare assolutamente

Bangkok: 10 luoghi non convenzionali da visitare assolutamente

Bangkok è una delle mie città preferite in assoluto, ogni volta che ci vado scopro qualcosa di nuovo. Caotica, mistica, ricca di sorprese. Bangkok ha un fascino che va oltre ogni immaginazione.

Chi mi segue su Instagram e Facebook, sa che amo andare alla ricerca di posti poco visitati e non convenzionali, c’ho proprio il pallino è praticamente la mia missione nella vita :).  In quest’ ultima visita a Bangkok  – negli ultimi 6 mesi ci sono stata 4 volte – ho scoperto dei posticini veramente Top da vedere… assolutamente! Si, vi giuro. Caffetterie super cool, street food stellato – nel vero senso della parola – Templi incredibili al di fuori di ogni aspettativa e logica, insomma, delle vere e proprie chicche che vanno oltre le solite tappe.

Prima di illustrarvi questi luoghi particolari ed un po’ pazzerelli, vorrei dirvi una cosa: Buttatevi, uscite dalla zona di comfort, vi divertirete come matti, assaggiate tutto quello che vi capita sotto tiro.

Ma adesso vi porto nei 10 luoghi non convenzionali dove mangiare bere e stare bene! Let’s go.

Quartiere di China Town, la cena in strada

China Town è un posto da vedere a tutti i costi. Colori sgargianti gente ovunque, traffico a go go, casino. Insomma una festa per gli occhi . Perdersi tra le viuzze strette passeggiando tra venditori di robe strane è un must. Se siete pronti a delle esperienze culinari “border line poi,” questo è il posto giusto per voi: nidi di rondine fatte in tutte le maniere, zuppette di pinne di squalo, insetti fritti a tutti gli angoli della strada, ragazzi c’è solo l’ imbarazzo della scelta. Ma a parte strani gusti culinari, nel quartiere di China Town è sorprendente la quantità e la qualità del cibo che si trova nei ristoranti di strada.

Se volete farvi una bella mangiata dovete aspettare le 18,00. ( chiuso il lunedì) Appena il sole tramonta ed i negozi abbassano le saracinesche, i venditori di street food fanno la loro comparsa. Centinaia di carretti di tutti i generi prendono la loro postazione ed iniziano a: friggere, bollire, spezzettare. Spazi enormi, si trasformano in ristoranti incredibili, con un numero incalcolabile di tavolini tutti appiccicati.Gamberoni e pesce alla griglia, granchi al vapore, frutti di mare, il tutto annaffiato da birra Singha. Una meraviglia, da provare! ( è tutto caldo e cucinato al momento). Cenare in uno di questi ristoranti di strada è super veramente! Fatelo, datemi retta.

ristorante per strada China Town

Quartiere Rattanakosin, Un aperitivo con vista Wat Arun

Nel quartiere di Rattanakosin Si respira l’aria tradizionale e semplice della Thailandia old style. Nonostante sia preso d’assalto dai turisti durante il giorno; il Palazzo del Re e Wat Pho si trovano qui, la mattina presto si incontrano solamente gli abitanti del quartiere indaffarati nei loro mestieri. Si incontrano i monaci che girano per ricevere le donazioni, i bambini che entrano a scuola stretti nelle loro divise inamidate, i ristoratori “ on the road” che servono il “ Khao tom kra dook moo”  la zuppa di riso con maiale.

È un quartiere pieno di sorprese e scorci deliziosi. In una delle stradine, dalla parte del fiume Chao praya, proprio di fronte al Wat Pho, c’è “Amorosa Bar” un posticino veramente figo. Questo locale su tre piani, sviluppato in altezza e perlopiù all’esterno, ha la vista sul Wat Arun più bella e suggestiva, tanto che sembra di toccarlo. Il terzo piano ( attenzione alle scalette) quello WOW  ( apre alle ore 17,00, e non un minuto di meno) ed è il posto giusto per ammirare la magia del wat Arun al tramonto. Quindi se siete pazzi dei tramonti, posticini soft e musica chillout, dovete assolutamente fare un salto qui. Lo adorerete!

Wat Arun

Ruesi dat Tong a Wat Pho, yoga Thailandese 

Quando vado a Bangkok spesso soggiorno nel quartiere di Ratanakosin, ne sono innamorata, si era capito?Poi lo trovo comodo
per gli spostamenti, (grazie ai traghetti sul Chao Praya.) ci sono b&b graziosi, puliti a dei prezzi interessanti, che non guasta mai!  Grazie ad una ragazza che ho conosciuto tempo fa sono venuta a conoscenza delle lezioni di Ruesi Dat Tong, (se volete saperne di più guardate qui) che si tengono  tutte le mattine dalle ore 8 alle 8,30 all’interno del più suggestivo tempio di Bangkok, Il wat Pho, il tempio del Buddha sdraiato. Il posto senza turisti è una vera meraviglia e praticare questa antica forma di meditazione in questo luogo è veramente fantastico. Gli insegnanti fanno parte della scuola di massaggi wat Pho, la scuola più antica di Bangkok. Per me è diventato una specie di rito ed ogni volta che sono a Bangkok mi fiondo a seguire la lezione. Ps: andateci almeno un quarto d’ora prima altrimenti vi fanno pagare l’entrata. Mi è successo una volta.

 

Pak Khlong Talat, Una tazza di Thè al Floral café

A 5 minuti a piedi dal Wat Pho c’è il famoso Flower Market, il mercato dei fiori più grande e caotico di Bangkok (guardate anche questo itinerario di 3 giorni) . Bellissimo ed unico. Nella strada principale del mercato, c’è un posticino veramente figo. Il Floral Café

In questa meraviglia ci si accede attraversando un negozio di fiori che si chiama napasorn, si salgono poi delle scalette che portano al primo piano dove c’è la caffetteria. Il posto è stupendo fiori secchi e freschi appesi ovunque, con un gusto eccezionale, niente è lasciato al caso tutto è perfettamente curato ed al proprio posto. Guardando la loro pagina Instagram si capisce che il decoro cambia ad ogni cambio di stagione. Anche i dolci non sono niente male, per non parlare del Thè rigorosamente home made. Salendo ancora le scale si arriva in una seconda saletta arredata con oggettistica di grande effetto. In questo piccolo paradiso bohémienne ogni dettaglio è in vendita, quindi se c’e qualcosa che vi piace da matti, la potete acquistare. Mica scemi!

Floral cafe dolci

Quartiere di Silom, Un Margarita allo “Sky Bar”il bar sul grattacielo più spettacolare di Bangkok

Sky Bar, si chiama così il bar sul grattacielo più famoso di Bangkok, quello dove è stato girato il film “una notte da leoni 2 “per intenderci. 64 piani per arrivare in questo delirio di posto. Due bar, uno più tranquillo, piccolino con poca gente e dj con musica soft, molto bello. L’ altro, il più famoso  ha una grande scalinata che porta al bancone bar dalla forma circolare ed il ristorante super gourmet  “ Scirocco”. I drink non sono proprio economici, anzi. Ma bersi un Margarita dinanzi ad uno spettacolo simile, bè, per una volta si può fare!

Sky Bar Bangkok

 Erawan Shrine, Il tempio della musica e delle danze.

Erawan Shrine non è proprio un tempio, ma un altare che si trova incastonato in uno degli incroci piú caotici della città, Ratchaprasong. L’altare consiste in una statua d’oro rappresentante il Dio Hindu Bhrama con 4 facce che rappresentano i punti cardinali. L’altare è stato costruito nel 1956 per eliminare il cattivo Karma causato dalla data errata della costruzione di un edificio. Che cosa ha questo posto di tanto speciale? L’atmosfera surreale e la quantità di persone che vengono qui a chiedere la grazia, attraverso la musica e le danze. Con grande pazienza e dovizia i credenti si mettono in fila, pagano un tot a seconda del numero di danzatrici e di musici che possono permettersi e si inginocchiano dinanzi alla statua, cosí attraverso le arti le loro preghiere saranno più forti ed efficaci. Un posto pazzesco, da vedere.

 

Chao Mae Tuptim Shrine:

Il tempio del Lingam, ovvero il tempio del fallo.

Nel Tempio di Chao Mae, Tuptim si venera il lingam. Il fallo, simbolo di fertilità ma anche di buona sorte e fortuna negli affari – non è difficile trovare un lingam vicino al registratore di cassa di un negozio-  ma non solo, in questo luogo si va per pregare Chao Mae Tubtim, spirito della fertilità femminile, portandole in dono Loto Bianchi e boccioli di gelsomino.

Il Tempio, quello originale è ormai chiuso definitivamente. Adesso ad un centinaio di metri c’è una piccola casa degli spiriti, ben conservata con tante offerte e tanti falli colorati di tutte le taglie il tutto posizionato in un giardino splendido. Avevo letto qualcosa in merito alla chiusura definitiva del Tempio ma volevo vedere con i miei occhi. Il posto c’è, è piccolo ed originale, in tutti i sensi. Certo non vale la pena se siete a Bangkok solo di passaggio.

Questa mia curiosità per il lingam è nata per gioco, quando prima di partire per il mio viaggio, ho contattato Violeta Benini,** un’ostetrica molto interessante, chiedendole se le poteva far piacere riceverne uno in segno di gratitudine per tutte le informazioni che divulga attraverso i social. E così, dopo il suo “wow grazie mille”mi sono messa alla ricerca dei “ Falli” più strani e particolari  “eh ehe eh” è stato divertente. Gli ashtag : #favatour e #lingamtour mi hanno accompagnato per tutto il viaggio.

** Violeta Benini, la Divulvatrice. La paladina delle coppette mestruali e grande appassionata di sex Toys e oggettistica a tema che oltre ad essere una professionista preparata è anche simpatica da matti. Seguite lei e pollo su Instagram ne vale veramente la pena.

Chao Mae Tuptim Shrine: Il tempio del Lingam, ovvero il tempio del fallo.

 

Chao praya pier n2 “Wat Vorachanyawas”

Massaggio sull’ Acqua

Il miglior mezzo da utilizzare per spostarsi da nord a sud di Bangkok sono gli “Express boat,” che vanno avanti ed indietro sul fiume Chao Praya. 15 Thb per le lunghe percorrenze 4,50 Thb per quelle molto brevi. Ogni fermata ha qualcosa di particolare: negozi di souvenir, ristoranti, venditori di cibo, mercati. Ma ce n’è uno, il numero 2 che è decisamente il  più interessante di tutti è un Tempio un pò particolare. Monaci che girellano, baldacchini per le offerte ed un paio di strutture fatiscenti ai lati che ospitano lettini da massaggio.

In queste strutture i soffitti sono pitturati con scene sacre  ed in sottofondo si ripete un mantra rilassante. Qui vengono fatti esclusivamente massaggi tradizionali Thai, niente olii, nessuna nudità. Se vi piace provare un cosa diversa, in un posto semplice dove solo i Thailandesi vanno, questo è il posto per voi. Magari non è super pulito ma i massaggi costano 100/120 Thb e le massaggiatrici sono molto brave. E poi siete sul Chao Praya.

 

Quartiere Maha Nakhon. A cena nella bettola più famosa e costosa di Bangkok

Lo scorso anno A 70 anni suonati Jay Fai è stata insignita della prestigiosa stella Michelin nella categoria street food. Ne esistono solo due al mondo, lei e Chan Hon Meng a Singapore. Jay Fai era già famosa per i suoi piatti ed il modo singolare che ha di prepararli. Cucina in due grandi wok alimentati da brace a fuoco vivo ed indossa  grandi occhiali da saldatore per proteggersi dagli schizzi . Guardarla cucinare è un vero spasso, veloce come una saetta, considerate che è la sola a spadellare tutti i piatti ed il menù non è per niente piccolo! Per mangiare la sua famosa omelette di granchio da 1000 thb abbiamo aspettato 4 ore ! Avete capito bene. Era buona? si da morire, altra storia! È valsa la pena aspettare così tanto tempo? Mi prendete per matta se vi dico di si?:)

Quartiere Maha Nakhon. A cena nella bettola più famosa e costosa di Bangkok

Ban Bat: La comunità degli artigiani che producono le  ciotole dei Monaci

Ogni mattina all’ Alba i Monaci camminano nel loro circondario per ricevere offerte e cibo dalla comunità. Portano delle ciotole di metallo che servono per ricevere le donazioni. Si chiamano “ Bat”. A Bangkok esiste una comunità di artigiani che ancora le produce a mano, dandogli la forma con fuoco e martello, “ La comunità di Ban Bat “ . Se vi capita, andate a fare una visita a questi artigiani delle ciotole, vi porteranno in giro, vi mostreranno il loro lavoro, le loro ciotole e le loro case. É un posto particolare, non adatto a tutti però.

 

 

Dove alloggiare a Phuket: le zone migliori

Dove alloggiare a Phuket: le zone migliori

Phuket (dai un’occhiata alla mia guida completa) è un’Isola con un’infinità di cose da fare e da vedere, spiagge da urlo ed Hotel di tutte le categorie. Ogni area di Phuket ha la sua caratteristica e puoi sceglierla a seconda delle tue esigenze.

Ma quali sono le zone migliori dove alloggiare?

Questa è una domanda delle tante domande che mi vengono poste quasi ogni giorno e la mia risposta è sempre la stessa:“dipende da quello che cerchi.” Mi spiego meglio. Ci sono due cose fondamentali che ti devi chiedere quando sei in procinto di prenotare una vacanza a Phuket:

  • #1: Quanto sei disposto a pagare per un alloggio.
  • #2: Che tipo di vacanza intendi fare.

 

Dove alloggiare a Phuket per zone

isola di Phuket

Patong: feste e vita notturna

Patong si trova al centro dell’Isola. E’ il posto delle feste dei locali. Questo è il regno di chi vuole tirare tardi, delle discoteche top e del caos più sfrenato. A Patong trovi tutto quello che desideri: una bella spiaggia super affollata, locali h24 , alloggi di tutte le carature; da quelli super economici in stile bettola, a quelli molto belli e costosi.

Se decidi di scegliere Patong per le delle vacanze NON devi aspettarti di trovare: Natura, poco traffico e spiagge deserte. Qui si viene per divertirsi e darsi alla bella vita.

Personalmente conosco L’Holday Inn express che ha 6 caratteristiche fondamentali:

  1. Rapporto qualità-prezzo, ottimo
  2. Camere pulite e con un design fresco
  3. Colazione buffet
  4. A colazione dividono i clienti Cinesi da quelli Europei ( Sembra una cosa brutta e discriminatoria, ma l’ elevato numero di problematiche portate dall’odore del cibo, differenti usi e cattive recensioni hanno portato il management a fare questa scelta)
  5. Situato in una strada parallela, quindi piuttosto tranquillo
  6. Vicino alla spiaggia

Se invece vuoi  alloggiare in una Guest House o B&B per spendere meno non ti resta che dare un occhiata a tutte le varie offerte che trovi in rete, ce ne sono una marea.

 Karon e Kata: Hotel di lusso e per la famiglia

Sono due località molto popolari per i viaggi in famiglia, difatti l’offerta di Hotel del calibro di : Hilton, Kathathani, Club med, sono in questa parte di Isola.

Se hai l’esigenza di alloggiare in un Hotel dove tutta la famiglia trova il suo spazio, queste due località sono perfette per te. Ottime spiagge, attrazioni per i bambini, ristoranti sfiziosi, posti per fare shopping.

La Domenica in alcuni di questi Hotel di gran calibro vengono organizzati Buffet ad Hoc per le famiglie. L’Hotel Hilton allestisce nel ristorante a bordo piscina una sala enorme con ogni prelibatezza possibile. Gonfiabili e palloncini per l’intrattenimento dei piccini non mancano e dopo una super mangiata cosa c’è di meglio del Relax a bordo piscina?

Resort Happy Elephant

Rawai: tranquillità e resort

Si trova nella punta sud di Phuket è un posto delizioso e molto più tranquillo rispetto a Karon, Patong e Kata. L’offerta degli alloggiè perlopiù legata a piccoli Resort con piscina e Condomini.

 

L’ Happy Elephant Resort è uno di quei Resort tipici che si trovano a Rawai (ovviamente io sono di parte, dato che ci lavoro :))

  • Appartamentini con angolo cottura
  • Piscina
  • Servizio colazione e bar

A Rawai trovi palestre molto valide, personal trainer preparati e se sei un appassionato di Muay Thai,  hai la possibilità di andare a vedere i combattimenti al Muay Thai Rawai stadium.

Se vuoi fare serata, tirare fino a notte fonda, Rawai non è il posto per te. 

Alloggiare a Chalong e Panwa

Queste due località– anche se lontane l’una all’altra – hanno delle caratteristiche in comune. Una è che si trovano nella parte ovest, dove il mare e le spiagge non sono proprio delle più belle. La seconda è che da entrambe partono le barche per le escursioni e le battute di pesca (Chalong Pier è quello più grande e strutturato da dove partono anche le speed boat). Il magica Yacht Charter – Una barca con equipaggio parlante Italiano, è perfetta per chi vuole: fare una battuta di pesca, visitare le Isole, fare dello snorkeling e mangiare deliziosi manicaretti a bordo. Ma in una cosa si distinguono, gli Hotel. Difatti, mentre a Panwa si trovano quasi solo esclusivamente Hotel super top come per esempio il Il Crowne Palace di Panwa ed il meraviglioso Baba Nest con il Roof top bar più figo di Phuket ( infatti devi prenotare con almeno 2 settimane in anticipo) a Chalong puoi trovare anche Resort a prezzi abbordabilissimi  anche in alta stagione! Infatti  oltre a Villa zolitude e Signature Phuket Resort, che sono i più popolari e d’elite ce ne sono tantissimi altri più nascosti e di gran lunga più economici come lo Shanti Lodge, carino ed economico anche in alta stagione.

 

Phuket Town – Tra locali e mercati

Phuket Town è la città più grande di Phuket, discretamente caotica, ma a mio avviso affascinante. Nella parte “Chino portoghese”  si trovano deliziosi Boutique hotel, come il On On Memory Hotel e molti Ostelli carini e ben tenut. La Domenica, la strada principale viene chiusa al traffico per far posto al rumoroso mercato notturno del week end. Sei sei un amante dei localini cool, dei ristoranti un po’ particolari e delle caffetterie questo è il posto giusto. Per la sera poi c’è un’ampia scelta di Locali  e Coktail bar, come il Library, molto in voga tra i locali.

Phuket Town è perfetta per passarci un paio di notti. Adatta a chi ama la storia per chi è appassionato di Templi e di tradizioni popolari. 

la hall dell’ hotel: hotel-a-phuket-town

 

Kathu: sport e attività all’aria aperta

Oltre ad essere una cittadina è anche un distretto, il più piccolo di Phuket. Si trova a metà strada tra Patong e Phuket Town. Qui ci si viene per praticare sport e attività all’aria aperta come: il Golf, i percorsi sugli alberi con le carrucole, girare in pista con il go kart, visitare le cascate ( nel periodo delle piogge). Se sei alla ricerca di un alloggio in un posto tranquillo ed a poco prezzo Kathu può essere il posto giusto. Hotel e piccoli B&B abbondano da queste parti. Come per esempio il Pause, un delizioso Hotel dallo stile industriale, qui hanno camere con bagno e camerate per i giovani backpakers

Se sei un appassionato di cene in ristoranti rinomati, Kathu non è il posto per te!

Thalang: parchi naturali e natura incontaminata

Oltre alle bellissime spiagge come: Ban Tao,Banana beach, Nai Hon, Nai Yang e Mhai Khao, Thalang offre una natura bella e rigogliosa. È qui che si trovano I parchi naturali e centri di recupero di animali maltrattati come: i gibboni e gli elefanti. Qui si trova qualsiasi tipo di alloggio. Anche se i Beach Resort di Bang Tao occupano un posto rilevante -e se sei un amante del lusso e del total Relax, beh questo è il tuo posto- qui puoi trovare tante altre soluzioni più economiche e più a contatto con la popolazione. Inoltre la vicinanza con l’Areoporto è perfetta per chi è solo di passaggio, ma anche per chi desidera Relax e vita da spiaggia.

Per esempio Il Mai Khao beach Resort è uno di questi.

  • Vicino all’aereoporto
  • spiaggia splendida
  • attrazioni per tutta la famiglia
  • Rapporto qualità prezzo-Ottimo

Kamala: vivere on the beach

Si trova a Nord della caotica Patong, ha una bellissima spiaggia bianca ed è circondata da colline di un verde lussureggiante. Una bellezza. Anche qui l’offerta turistica è molto varia e va dai super alberghi on The Beach dai prezzi stellari a situazioni più interessanti se ti sposti verso l’interno. La piccola cittadina offre molti spunti per lo shopping e il Cafè del Mar offre invece  la possibilità di trascorrere delle serate interessanti “on the Beach”.

 

Surin: Resort di super lusso

È una località molto conosciutala sia per la splendida spiaggia che per i Resort di super lusso. Fino a pochi anni fa la spiaggia di Surin era un concentrato di Beach bar, dj set e locali, fino a quando il governo ha deciso di smantellare tutte le attività che si svolgevano sulle spiagge di Phuket. Questo provvedimento ha fatto si che la grande confusione e il super affollamento di baracche inutili facessero spazio alla natura ed alla tranquillità rendendo le spiagge migliori e più vivibili.

Se Vuoi alloggiare in un posto economico Surin non è il posto che fa per te! 

 

 

 

 

 

Cosa fare a Phuket quando piove

Cosa fare a Phuket quando piove

Cosa fare a Phuket quando piove mi viene chiesto spesso, soprattutto in questi giorni perchè il tempo sta cambiando e sta arrivando il Monsone. Tra poco ci saranno giornate in cui esci con il sole di fuoco e nessuna nuvola in cielo e ti ritrovi dopo 10 minuti sotto una tettoia completamente fradicia ad aspettare che il finimondo finisca. Il periodo che va da Maggio a fine Ottobre è cosí, pazzerello.

Quindi cosa si fare a Phuket quando piove? Quali attività si possono praticare senza doversi fradiciare ogni momento?

Phuket: cosa fare a Karon Beach

Cosa fare e dove andare quando piove: Scuola di Cucina

Vari ingredienti per preparare il classico Pad Thai

Nell’ Isola le scuole di cucina ce ne sono veramente un infinità, basta dare un’ occhiata sul web e ti rendi subito
conto che ce n’è per tutti i gusti e per tutte le tasche. Ma se vuoi provare qualcosa di eccellente devi per forza andare al Blue Elephant in Phuket Town.  A parte la bellezza della struttura Sino portoghese e la bravura degli insegnanti  il blue Elephant è famoso in tutto il mondo sia per la freschezza dei suoi piatti che per la meticolosità con il quale vengono preparati. Quindi Top!

Cosa fare e dove andare quando piove: Lezioni di Yoga

Un pò di Yoga fa sempre piacere durante la vacanza e prenotare una bella lezione non è assolutamente difficile. Lezioni private o  di gruppo. In yoga a Phuket, trovate un bel pò di info su che tipo di yoga trovare e dove poterlo praticare.

Cosa fare e dove andare quando piove: Muay Thai

Meglio conosciuta come Thai Boxe è lo sport nazionale Thailandese molto amato e praticato. Sono tantissime le persone che vengono a Phuket per imparare questa antica tecnica di combattimento, fatta di riti propiziatori e incredibili prodezze atletiche. Di palestre sull’isola ce ne sono un’ infinità, alcune tengono corsi anche per bambini. Un h di lezione privata costa più o meno 600 thb.

Cosa fare e dove andare quando piove: Massaggio Thai

Venire a Phuket e non farsi neanche un massaggio tradizionale Thailandese è un peccato mortale. Si perchè non c’è cosa più bella che farsi “ maltrattare” da una massaggiatrice professionale. Sì maltrattare perchè il vero massaggio tradizionale Thailandese viene praticato da vestiti senza  olio e con tante manovre e pressioni che vedono l’utilizzo di piedi, gomiti e ginocchia da parte della massaggiatrice. Anche se in un primo momento sembra di stare  sotto uno schiacciasassi alla fine della sessione ti sentirai rinata. Da non perdere il massaggio ai piedi super Divino, una sorta di riflessologia plantare molto più ricca e particolare.

Cosa fare e dove andare quando piove: Sauna 

Lo so che può sembrare una cosa molto strana farsi una sauna a Phuket con un caldo pazzesco e l’ umidità alle stelle, ma credetemi la sensazione è pazzesca. La pelle è super idratata la mente è leggera e se poi vai in una  Sauna tradizionali è ancora meglio. Pensate che a Rawai c’è la più vecchia Sauna alle erbe alimentata a legna, una cosa di altri tempi, certo non è un posto per tutti ma solo per coloro che amano immergersi nella vita e nelle tradizioni locali. Passare una giornata di pioggia in una sauna tradizionale Thai sorseggiando un thè al Ginger è veramente fantastico e se tra una sauna e l’altra ti fai fare uno scrub al caffè e olio di cocco è ancora meglio.


Cosa fare e dove andare quando piove: Surf House

Se hai voglia di imparare a surfare ma non ti fidi di solcare le onde nell’oceano a Kata e Patong  c’è la Surf House che non è altro che un locale con una parte al coperto dove c’è servizio bar e ristorante ed  una vasca con un onda provocata artificialmente.  Il  personale ti aiuta nel primo approccio alla tavola. Fattibilissimo anche durante le giornate di pioggia.

Cosa fare e dove andare quando piove: A scuola di trampolino

Vicino a Phuket Town, esattamente nel centro commerciale Big C al primo piano, c’è il 50 Fly club un luogo pieno zeppo di trampolini elastici e pareti per il free climb, un vero e proprio paradiso per i più piccini. Tutto è nuovo e tenuto benissimo, si può richiedere anche il maestro. il costo per 1 ora è di 350 Thb durante la settimana. Ottimo posto per far scaricare i bambini durante le giornate di pioggia mentre i genitori si fanno un giro.

Cosa fare e dove andare quando piove: a spasso per locali

La città di Phuket Town è veramente molto molto particolare, si, oltre alla via principale e famosa “ Thalang Rd” piena di negozi di souvenir e ristorantini, c’è anche una parte poco turistica, più popolare dove i Thailandesi ancora portano avanti le loro tradizioni. Ma oltre a questo c’è anche di più difatti ci sono locali interessanti che vanno oltre ogni immaginazione. Per esempio il The Library, ottimo per passare una serata a sorseggiare cocktail.  Oppure il particolarissimo  e meraviglioso Zimplex dove vengono serviti solo shot d’ artista in un ambiente al neon. Super cool

Cosa fare e dove andare quando piove:Visita alla Distilleria di Chalong Bay 

La distilleria di Chalong Bay è un posto veramente piacevole dove passare una mezza giornata in tranquillità. ambiente bello e rilassante, ottimi Cocktail, un’ ottima alternativa ai locali di Patong. Si possono fare corsi di mixologist, visite guidate alla Distilleria o solamente rilassarsi nel bellissimo giardino.

Phuket: Visita alla distilleria Chalong Bay

Insomma di cose da fare a Phuket quando piove ce ne sono, non c’è dubbio. basta usare un pò la fantasia. Se avete provato una di queste attività, oppure ne avete delle altre da proporre scrivetemelo nei commenti.

 

 

 

 

Pin It on Pinterest