Tour Thailandia: Due settimane tra posti local e Hotel de charme

Tour Thailandia: Due settimane tra posti local e Hotel de charme

La Thailandia offre una scelta di Hotel veramente interessante: Hotel de charme, Boutique Hotel, Bungalow di legno in mezzo alle risaie, case sugli alberi con tutti i comfort, appartamenti con vista super. Delle vere e proprie chicche dove vale veramente soggiornare.  A seconda della zona e dell’itinerario che scegli puoi trovare posticini deliziosi senza dover rinunciare alla parte local.

Se hai bisogno di assistenza per tutto il tuo viaggio, io ci sono!

La Baia vista dalle tende: Thailandia del sud

Marta dove Dormo? Perchè è nato il progetto

Sono una super appassionata di Hotel, soprattutto quelli piccoli e particolari, adoro i rifugi in mezzo alla natura, vado pazza per le strutture bohémienne, mi piacciono da morire le Guest House very local. Da quando mi sono trasferita in Thailandia più di tre anni fa, ho iniziato a viaggiare in lungo ed in largo per il paese a scovare Hotel e strutture particolari, fuori dal comune, piccoli luoghi fuori dal mondo che mi facessero sentire bene, in armonia. Da questa mia folle ricerca costante è nato il progetto “Marta Dove dormo?” Un portale dedicato alle strutture più suggestive ed interessanti della Thailandia con descrizioni e punti di forza.

Marta dove dormo : il portale

Soggiornare in Thailandia: Un tour di due settimane tra i posti più local e le strutture più interessanti

In questo post ci sono dei suggerimenti per un eventuale Tour di 2 settimane attraverso gli Hotel più particolari ed i posti più caratteristici. Un Tour che ti farà scoprire la Thailandia più Local ma senza rinunciare ad un pò di Glamour. Un Tour Classico ma che può dare tante soddisfazioni, soprattutto se è il primo viaggio nella Terra dei sorrisi. Allora partiamo subito!

  • Itinerario consigliato: Bangkok, Katchanabury, Ayutthaya, Chiang Mai, Phuket, Koh Yao Noi, Krabi
  • Periodo: Da metà Novembre a fine Aprile

Itinerario di due settimane in Thailandia, da dove iniziare

Il nostro itinerario di viaggio di due settimane inizia a Bangkok, dove ti consiglio di rimanere almeno tre giorni. Sono veramente numerose le cose da fare e vedere nella città degli Angeli e ci sono dei must to visit che non possono sfuggirti in questa prima volta Bangkocchiana come: visitare il  maestoso Palazzo Reale, ammirare lo splendido Wat Pho con il  Bhudda reclinato non puoi fare certo un tour sul Chao Praya senza vistare il tempio dell’alba, il Wat Arun. Per non parlare poi dei mercati pazzeschi. Bangkok è famosissima per tutti i suoi mercati incredibili caotici e affollati; Il Maeklog Market, ovvero il mercato sulla ferrovia oppure l’incredibile mercato dei fiori, bello durante il giorno, pazzesco durante la notte, come puoi non fare un salto nel più famoso mercato galleggiante del mondo il Damnoen Saduak?  Capisci perchè tre giorni sono il minimo per visitare questa città!

Il Cibo di Bangkok, il miglior street food della Thailandia

Per non parlare del cibo poi, se sei una super fan dello street food a Bangkok trovi il top del top. Un caleidoscopio di sapori da non credere, una varietà incredibile di cibo e di ingredienti. Dal martedì alla Domenica dalle ore 18,00 la strada principale di China Town si riempie di banchetti di ogni genere, davanti ai negozi con le saracinesche abbassate ci sono veri e propri ristoranti che servono piatti pazzeschi. Addirittura, puoi scegliere di mangiare nel primo Street food Restaurant stellato, dove Jai Fai ti farà scoprire il suo cavallo di battaglia l’omelette di granchio, che le ha permesso di vincere l’ambito premio. In questo post su Blog di Viaggi del mitico Christian Cappello ho descritto le zone dove mangiare il miglior street food di  Bangkok 

STREET fOOD : bANGKOK

Soggiornare a Bangkok, i posti più Local

Dove dormire in questi tre giorni a Bangkok? In dove alloggiare a Bangkok: quali zone scegliere, trovi le info sulle caratteristiche dei quartieri.  Se vuoi godere della spiritualità e della bellezza del Palazzo Reale, del Wat Pho ed ammirare il tramonto sul Wat Arun la zona migliore è Thatien e l’Inn a Day è decisamente il posto perfetto. La cosa bella del quartiere di Thatien è la semplicità, soprattutto la mattina presto quando i monaci girano scalzi per le offerte ed i fedeli si inginocchiano davanti a loro chiedendo la benedizione. I commercianti iniziano ad aprire i loro negozi ma prima pregano, accendono gli incensi, offrono cibo fanno offerte sul piccolo altare ben posizionato al lato della porta dell’esercizio. Tutto avviene in un silenzio surreale. La magia finisce quando i turisti iniziano ad entrare nei Templi e valanghe di Tuc Tuc strombazzanti scorrazzano avanti indietro.

Scegliere di soggiornare sui canali di Bangkok, particolare e suggestivo

Se vuoi invece qualcosa di super particolare, e dormire sull’ acqua ti stuzzica il Loy la Long è veramente il Top. Una palafitta sul Chao Praya fatta di legno di tek, dall’ambiente Bohémienne, si trova a China Town, ma in una quartiere tranquillo disseminato di negozi di pezzi di ricambio molto particolari. Se dormire sull’acqua ti piace ma preferisci qualcosa di più appartato allora il Siamotiff è perfetto. Si trova a Thonburi tra i canali, una zona veramente molto bella, dove non ci sono Ristoranti Europei o negozi alla moda, ma solamente esercizi local. Da qui è molto semplice arrivare al mercato diKhlong Lat Mayon,aperto durante il week end oppure visitare Ban Bu un antica fornace, un posto veramente molto interessante.

 Katchanabury, cosa vedere e cosa fare

La seconda tappa del viaggio è Katchanabury, famosa per la ferrovia della morte, gli Hotel sul fiume Kwai e le Cascate, soprattutto quelle di Erawan. Per arrivare a Katchanabury si possono prendere Minivan, bus ma il modo migliore in assoluto è il treno. Perchè è solo con il treno che ti puoi emozionare ripercorrendo la storia della ferrovia della morte, che si chiama così in quanto più 100,000 lavoratori morirono durante i 16 mesi di costruzione tra il 1943 ed il 1943 e se la prendi ne scoprirai il motivo.

Soggiornare a Katchanabury sul fiume Kwai, un’ altra particolarità da non perdere

Hai due alternative, una è quella di arrivare fino al capolinea di Sai Yok, andare a visitare Hell fire Museum, rinfrescarti nella cascata con tutti i local che fanno il bagno e soggiornare in uno boutique Hotel sul fiume li vicino Il Boutique Raft Resort è un posto molto interessante, tutto è costruito in legno dalle belle stanze al Ristorante.Certo che se soffri di mal di mare non è proprio il massimo! Lungo la strada principale, vicino al Boutique Raft Resort puoi prendere il bus ed arrivare nel parco nazionale di Erawan e goderti le Cascate. Altrimenti puoi dormire  a Kanchanaburi dormire nella cittadina ed arrivare alle cascate in Bus! Un Paio di Giorni a Kanchanaburi sono assolutamente il minimo per visitare questo bel posto.

Come arrivare a Knachanabury con il treno: da dove parte, gli orari.

iL treno per katcahanaburi parte dalla stazione di Thombury, per arrivarci la via più breve senza troppe compilazione e senza rimanere congestionati nel traffico è quella di prendere il boat express e scendere a Thombury da lÌ puoi prendere un moto taxi ed in 5 minuti sei arrivata. Ottimo e conveniente.Sono solo due gli orari di partenza del treno, uno con partenza alle 7,50 e arriva a Kanchanaburi alle 10,25 e l’ altro parte alle 13.35 ed arriva alle 16,24.

 

 Dove alloggiare ad Ayutthaya l’antica Capitale del Vecchio Siam

Ayutthaya è un must to see che non si discute, anche se è molto gettonata dal turismo è un posto che va visto per forza. Nonostante ci sia stata almeno cinque volte, non sono riuscita a visitare tutto il ben di dio che offre. La parte antica è nella zona centrale e basta affittare una bici per poterla visitare in santa pace. Le cose da vedere sono tante ma se ti prendi un’intera giornata puoi sicuramente farti una bella scorpacciata. Se è troppo caldo il Tuc Tuc va alla grande, basta contrattare il prezzo, scegliere quali templi visitare ed il gioco è fatto! Ayuttaya la puoi tranquillamente visitare anche in giornata partendo da Bangkok, ma se te la vuoi prendere con calma e assaporarne fino a sera la bellezza, ti consiglio di dormirci almeno una notte. Il Bai fern è una piccola Home stay, accogliente e molto pulita dal giardino rigoglioso. Il cibo è a dir poco sublime, i padroni di casa sono super ospitali, la zona dei templi è vicinissima, ma cosa volere di più! Certo non è elegante ma sicuramente ti farà conoscere uno spaccato di vita familiare Thailandese, che non è poco.

Come arrivare da Katchanabury ad Ayutthaya

Ci sono due modi per arrivare da Katchanabury ad Ayutthaya, il primo è con il taxi privato, ma il costo è piuttosto elevato il secondo è il bus ma che sfortunatamente non è diretto. Dalla stazione degli autobus di Kanchanaburi devi prendere il bus per Suphanburi, una volta arrivata a destinazione devi prendere un minibus che to porta ad Ayuttaya, ci vogliono circa due ore per arrivare.

Chiang Mai, cosa fare e dove alloggiare

Chiang Mai è una bella città amata da i free lance di tutto il mondo, ordinata e pulita niente a che vedere con la caotica Bangkok (anche se secondo me la città degli Angeli non la batte nessuno) I suoi Templi ed i suoi mercati sono famosi, per non parlare poi dei locali super fighi. Anche qui ci sono tante cose da visitare e da vedere ed anche qui tre giorni vanno bene per visitare la città ed i suoi dintorni.  Alloggiare all’interno delle mura è la scelta migliore, sia per una questione di comodità che per godere al meglio di quello che offre la città con i suoi vicoli meravigliosi ed i molteplici templi. Il Bury Gallery House è posto veramente interessante, ricavato da una tipica casa thailandese in legno ha tutte le caratteristiche per essere un Boutique Hotel di grande valore, ed inoltre è vicinissimo ad uno dei templi più importanti della città.

La cucina tradizionale di Chiang Mai e lo street food.

Lo street Food di Chiang Mai si difende molto bene, le contaminazioni di Birmania e Laotiane hanno dato vita a dei piatti veramente molto particolari. Tutta la meraviglia gastronomica “ on the road” la puoi scoprire in bicicletta grazie allo street food tour in Bici, un modo interessante per scoprire delizie della cucina tipica di Chiang Mai e conoscere la storia della città. Se hai voglia di cimentarti nella cucina tradizionale Thailandese con piatti tradizionali dei villaggi del nord, allora la scuola di cucina akha è super. ti vengono a prendere la mattina in Hotel ti portano a fare la spesa nei mercati e poi ti cimenti ai fornelli, una giornata full che ti regala un pezzettino di tradizione culinaria del nord Thailandia, ad un prezzo veramente super. Una giornata la potresti dedicare agli elefanti in uno dei tanti santuari che si trovano nelle campagne di Chiang Mai. Io conosco l’Elephant Jungle sanctuary è molto serio, gli animali vengono trattati molto bene ed inoltre hanno dei progetti molto interessanti sulla valorizzazione del territorio. Di cose da fare, da vedere e da assaggiare ce ne sono a bizzeffe, le tue giornate saranno piene ed arriverai in Hotel stanca come non mai. Chiang Mai offre veramente tanto.

Fai un giro al villaggio del caffè, Mae Kampong, ti piacerà da morire.

Come arrivare da Ayuttaya a Chiang Mai:

I modi migliori per arrivare a Chiang Mai da Ayuttaya sono o con Bus o con treno notturno. Tutto dipende dal tuo Budget, il bus notturno ci impiega meno ed il prezzo dipende molto dalla comodità. Qui trovi la migliore soluzione

Powered by 12Go Asia system

 

Vista della spiaggia di Ya nui

Phuket e le sue Isole, quali sono le migliori come arrivarci dove dormire.

Phuket ha tanti assi nella manica, anche se viene molto criticata a causa di quella parte di turismo viziato e deprimente che è confinato quasi esclusivamente nella parte centrale dell’isola. È un posto in continuo mutamento ma che ancora offre delle cose molto interessanti, come per esempio la cittadina di Phuket Town. Bella con le sue case sino portoghesi colorate, con i suoi mercati notturni del week end, con i locali e le caffetterie super cool. Ma anche con la sua parte super tradizionale:  i Templi cinesi, i ristoranti tradizionali, i mercati coperti. Un luogo dove si trovano i Boutique Hotel più interessanti di tutta l’ isola, veri e propri gioiellini dove puoi respirare aria di altri tempi. L’on on Memory è il più antico Hotel  di Phuket Town, quello in cui sono state girate delle scene di The Beach perfetto per godere al meglio delle bellezze di questa interessante cittadina. Il mercato notturno della domenica d Phuket Town è veramente un evento che non deve assolutamente mancare nella tua visita Phukeettiana. La strada principale Thalang Rd, viene chiusa alle macchine ed in mezzo vengono allestiti banchetti di cibo di ogni tipo. La musica accompagna questa festa che si celebra ogni domenica dalle 16,00 alle 21,00 circa. Se hai voglia di spostarti verso il sud dell’ isola, in un posto non troppo caotico, Rawai è il posto giusto ed il Roost camping può essere una buona soluzione per provare qualcosa di alternativo ai soliti Resort. La Cosa migliore per girare l’ isola è quella di prendere in affitto un motorino, ma fai attenzione, il perchè te lo spiego qui. Grazie l tuo mezzo sei libera di girare e scoprire posticini interessanti. Puoi andare alla scoperta delle isolette che si trovano davanti alla costa con i pesatori locali oppure fare un Phuket city Tour con me! Insomma di cose ce ne sono da fare. Anche un bel Tour delle Isole vicine non è male per niente.

In Dove alloggiare a Phuket puoi vedere le zone migliori

Koh Yao Noi, l’isola dai posticini Top

Una volta fatto un giro a Phuket, passare su un’isoletta per il Relax non è proprio una cattiva idea e Koh Yao Noi può fare al caso tuo. L’isola si trova a nord est di Phuket nella Baia di Phang Nga e per raggiungerla ci vuole circa 30 minuti 1 h dipende al tipo di mezzo che si prende ( long tale Boat o motoscafo).

Nonostante negli ultimi tempi sempre più persone la frequentano è comunque un posto molto interessante e tranquillo dove il Relax è assicurato. Ci sono degli Hotel dove soggiornare veramente molto belli e per tutte le tasche. Ma se hai in mente di passare due giorni di assoluto Relax, senza pensare a niente e decidi che vuoi viziarti ben bene il Paradise Koh Yao e il Three House villa sono due posti veramente pazzeschi. Si trovano nella stessa baia e fanno parte dello stesso management ma sembra di essere in due mondi differenti. Il primo perfetto per le famiglie, il secondo ottimo per le coppie. Certo non sono due tra i più economici ma per un paio di giorni di full Relax sono da prendere in considerazione. Se invece hai voglia di qualcosa di molto più semplice e meno costoso l’ isola di Koh Yao Noi offre molte altre situazioni interessanti come il Sabai corner non è male per niente. Qui organizzano dei Tour veramente spaziali, in più la proprietaria è Italiana. Se ami lo Yoga,Isalnd yoga organizza retreat molto interessanti 

Come arrivare a Koh Yao Noi da Phuket:

Per arrivare da Phuket a Koh Yao Noi devi arrivare a Bang Rong Pier. Da qui partono long tale boat e motoscafi ogni 30 minuti circa. Appena arrivi al porto dovrai pagare 10 thb come tassa. Il costo varia da 150 a 200 thb a secondo del tipo di imbarcazione.

Come arrivare da Koh Yao Noi a Krabi

Ps: se hai qualche giorno a disposizione perchè magari sei rimasta un solo giorno a Kanchanaburi oppure hai tagliato su qualche altra meta, da Koh Yao noi puoi prendere una speed Boat e arrivare a Ao Nang, le partenze sono giornaliere e  ci si impiega circa 1 H e 20. Una volta arrivata a Ao Nang puoi prendere una long tale boat e fare un super giro tra le 4 isole. Uno spettacolo assicurato

Questo itinerario è adatta a chi ha voglia di viaggiare e vedere il più possibile. È un itinerario che ti consente di visitare dei luoghi interessanti senza però rinunciare alla parte locale.

Se vuoi avere altre informazioni scrivimi a: info@domaniparto .com

Phi Phi island: Tour completo con bagno con il plancton luminescente

Phi Phi island: Tour completo con bagno con il plancton luminescente

Ma voi lo sapevate che in Thailandia si poteva fare il bagno con il Plancton luminescente? Nooooo?
Bene in verità fino allo scorso anno non lo sapevo neanche io. Ebbene si, a Phi Phi si può nuotare di notte con il plancton!  Avete mai visto il film the beach, bene tutto vero ed è decisamente una figata assurda.

Questo Tour in motoscafo unisce la visita agli spot più belli di Phi Phi Island come: Monkey Beach, Phi Leh lagoon, Bamboo island alla super esperienza del bagno notturno con il plancton luminescente. 

Barca a Coda lunga nella baia: Phi Phi island: Tour completo con bagno con il plancton luminescente  

Phi Phi island: Tour completo con bagno con il plancton luminescente  

Il programma

  • Qui la partenza è da Phi Phi ma si può organizzare anche da Phuket
  • 12,15 : meeting point, Partenza dal Tonsai Pier alle ore 12,30
  • Primo stop alla famosa “ Monkey Beach” Spiaggia bianca con tante scimmie selvatiche. ( state sempre attenti le scimmie posso mordere)
  • Viking Cave, la casa delle rondini famosissime per i loro nidi. Una prelibatezza, secondo i Thailandesi ed i cinesi.
  • Uno stop nella splendida Laguna di Phileh, per un tuffo fuori dalla barca ed un super bagno rinfrescante.
  • Stop in un’altro punto strategico, Loh Samah, per un altro bagno ed un po’ di snorkeling alla ricerca degli squali ( non pericolosi)
  • Uno stop per ammirare la spiaggia di Maya Bay fa sempre un certo effetto. Anche se non si può scendere più sulla spiaggia più famosa della Thailandia ( è stata chiusa circa 3 anni fa a causa del troppo turismo) è sempre un piacere ammirarla da lontano.Phi Phi island: vista dall’ alto
  • Nui Bay – Lana Bay – altro bagno spettacolare per ammirare i numerosi pesciolini colorati – Altro must: Bamboo island, Relax nella splendida spiaggia bianca. Qui un piccolo spuntino a base di Fried Rice.
  • Partenza da Bamboo beach per ammirare uno splendido tramonto sulla barca.
    Per finire la giornata alle Ore 19,00 Bagno di notte di circa mezz’ ora con il plancton luminescente

Cosa ne pensate? Vi piace?
Per Info e prezzi inviatemi una mail a: info@domaniparto.com

Cosa super importante, per non fare brutte figure:

Phi Phi non si pronuncia FI FI all’ inglese, ma Phi Phi alla Thailandese. Pleaseeeeee

Pin It on Pinterest