Viaggio organizzato Thailandia, perchè affidarsi ad una agenzia locale

Viaggio organizzato Thailandia, perchè affidarsi ad una agenzia locale

Viaggio organizzato in Thailandia, perchè scegliere un operatore locale che parla la tua lingua?

Tutti possono viaggiare in Thailandia perché è semplice organizzare un viaggio nella Terra dei Sorrisi. È un posto dove esistono molti mezzi di trasporto a prezzi ottimi, la popolazione è molto cordiale e collaborativa ed il cibo è favoloso ed economico. La destinazione perfetta per il primo viaggio in solitaria, soprattutto per le Donne.

Tuttavia nonostante sia un posto tranquillo, le fregature e le seccature sono sempre dietro l’angolo e molto spesso ci si casca. Motivo? Diamo troppo per scontato che la gente sia brava a prescindere, ma non è sempre così. Bisogna tenere la testa sulle spalle e prima di partire bisogna informarsi bene, anzi benissimo. InThailandia ci sono delle regole di comportamento che devono essere rispettate, fondamentali per trascorrere una vacanza al massimo delle aspettative.

Come comportarsi in Thailandia: Usi e costumi della Terra dei sorrisi

banner per consulenza

Perché affidarsi ad una agenzia locale certificata

Ci sono persone che non amano organizzare le proprie vacanze da sole, ma non vogliono neanche affidarsi ai classici Tour operator. Vogliono qualcosa di intrigante, di sicuro, ma di diverso. Allora a chi bisogna rivolgersi per passare una bella vacanza, che soddisfi appieno questo tipo di aspettative?

Dopo più di 15 anni nel mondo dell’Hotellerie e dei dei Tour Operator ho deciso di aprire Il mio Dmc in Thailandia, difficile ma non impossibile. Ricercare piccole realtà locali è un lavoro che faccio continuamente. Voglio che le persone vivano quello che vivo io durante i miei viaggi. Non esistono solamente i soliti Itinerari battuti e stra battuti, ma ci sono anche altre realtà che vale la pena conoscere.

Chiang Mai: A spasso per Mae Kampong il villaggio famoso per il caffè

 

Cosa organizzo e quali sono le mie specialità

In questi tre anni di ospitalità e consulenze in Thailandia ho imparato a capire quello che i miei clienti  effettivamente vogliono – soprattutto Donne –  ed è così che mi sono specializzata in certe tematiche:

  • Aiuto le Donne nei loro viaggio in solitaria. Come? Non facendole sentire sole, aiutandole a cercare la migliore soluzione al miglior prezzo e tutto in sicurezza, tutto in remoto ovviamente.
  • Aiuto le coppie che vogliono trovare l’ autenticità. Chi si affida a me vuole qualcosa di differente, di non convenzionale. Dalle esperienze più vere a contatto con le comunità locali agli Hotel più particolari e meno scontati.
  • Mi sono specializzata in viaggi di gruppo per Donne che viaggiano da sole ed è stata una delle cose più belle che abbia mai fatto. Sono viaggi dedicati alle Donne di tutte le età che per qualsiasi motivo non hanno qualcuno per muoversi ma che vogliono viaggiare e mettersi in gioco. Qui ti spiego meglio come sono i miei viaggi e per chi.

Cosa posso offrirti nel tuo viaggio in Thailandia

Certificazioni

Per Diventare un Dmc in Thailandia bisogna essere registrati al TAT  Turism authority of Thailand e bisogna avere una company ed essere iscritti all’ agenzia delle entrate locale

 

Per essere ancora più in regola con le nuove normative, sto aprendo  un Tour operator on line con base in Italia.

 

Viaggi per sole Donne: perchè li organizzo ed a chi sono rivolti

Viaggi per sole Donne: perchè li organizzo ed a chi sono rivolti

A 24 anni ho deciso di partire da sola per l’India, ero spaventatissima ma non ce la facevo più, mi ero stufata di aspettare qualcuno che venisse con me e così l’ho fatto, sono partita. Non vi dico che sia stato facile, anzi, dopo aver fatto il biglietto mi è salita un ansia pazzesca. “Oddio ma ho fatto bene? “ Cosa penserà la gente di me?” ( sì, a 24 anni avevo queste paranoie) Madonna e se mi dovesse succedere qualcosa? E se prendo qualche malattia strana?

Queste e molte atre erano le domande che mi facevo. Ma quanto mi sottovalutavo, ahimè! Ma la voglia di partire era più forte. Pensate che una volta arrivata a Delhi mi sono rinchiusa 3 giorni in Ostello, senza uscire. Mamma mia che paura!

Viaggi per sole Donne: i viaggi di Gruppo

Ho iniziato a organizzare viaggi di gruppo per Donne perchè di Donne che desiderano viaggiare ma non hanno nessuno/a con cui farlo ce ne sono tantissime. Le cause sono diverse: c’è chi ha voglia di avventura, trekking, mangiare cibo piccantissimo in un villaggio disperso nella giungla, C’è anche chi vuole sbruciacchiarsi al sole senza far niente, c’è chi ama la vita da Vilaggio all inclusive. De gustibus! In ogni caso qualsiasi sia la causa, resta il fatto che la maggior parte delle Donne non viaggiano perchè viaggiare da sole, No Grazie! Quindi che fare? Partire con altre donzelle che hanno la stessa necessità e la stessa voglia di fare, That’s it. Questa è la motivazione per cui ho creato questo format solo Donne.

foto vacanza sole donne Thailandia novembre 2019 Marta Domani Parto

Ho iniziato a organizzare Viaggi di Gruppo per sole Donne in Thailandia circa un anno e mezzo fa. (Ho organizzato molti altri viaggi, pacchetti ecc ecc in Italia ovviamente, non è che lo faccio da due giorni, questo sia chiaro) e quello che è venuto fuori fin da subito, che non avevo preso in considerazione è il senso di sorellanza che esce fuori. Una cosa pazzesca! Certo il rischio di partire e di trovare persone che non ci stanno a genio c’è, per l’ amor di Dio, ma c’è anche la grande la possibilità di trovare persone super fighe che hanno un sacco di cose in comune con te. 

Puoi correre il rischio di trovare le tue compagne di viaggio per la vita! pensa alle Pine, le ragazze del gruppo di Novembre, stanno mettendo su un nuovo Viaggio in Marocco! Cioè capito…

Viaggi per sole Donne: perchè li organizzo ed a chi sono rivolti

Viaggiare da sole: come sono nate le consulenze on line, l’importanza di una persona di riferimento in loco

In India avevo un punto di riferimento, un’ amica che ringrazierò per tutta la vita, una signora che mi ha insegnato molto di più di quello che lei pensa. Mi ha insegnato che viaggiare ti allarga la mente, ti toglie tante paure, ti rende migliore. La storia del mio primo viaggio in India e di Annabella, la mia musa, l’ho scritta qui, se volete potete dare un’ occhiata. Perchè è stato così importante avere lei come punto di riferimento? Perchè ero lontana da casa e mi sentivo persa, sapere che c’era una persona nelle vicinanze mi faceva sentire protetta. Ppotevo andare in qualsiasi cabina telefonica ( non avevo il cellulare) e chiamarla, solo questo mi rassicurava. Lei è stata preziosissima.

Dai ricordi di quel viaggio sono nate le consulenze on line, quasi 20 anni dopo (oddio!) Ad Agosto del 2019 il mio progetto ha preso forma ed ho dato vita ad una cosa che adoro fare, aiutare le persone in viaggio nella Terra che mi sono scelta. La Thailandia. La maggior parte delle donne che mi contattano e comprano una consulenza sono ragazze che vogliono buttarsi e viaggiare da sole e come la prima volta e scelgono la Thailandia per farlo.

Poi pensare che hanno un’altra Donna che può viaggiare virtualmente al loro fianco le aiuta psicologicamente.

A chi sono rivolti i miei viaggi per sole Donne

I miei viaggi di gruppo per sole Donne sono rivolte a tutte le fasce di età, dai 18 agli 80 anni, ovviamente avvezze a questo genere di esperienza, in forma smagliante e con tanta voglia di mettersi in gioco. Sono viaggi dedicati a quelle Donne che hanno bisogno di un momento di staccare dalla vita quotidiana, che vogliono una sorta di “fermate il mondo voglio scendere”.

Perchè non faccio distinzioni di età? perchè non mi piace e perchè credo che una Donna di 50 anni possa apprendere molto da una ragazza di 20 e di conseguenza una donna di 50 possa insegnare tanto ad una ragazza giovane.

I miei viaggi vengono organizzati in Thailandia, ma tra poco potrò organizzati anche nel resto dell’Asia, stay tuned!

 

Viaggi per sole Donne: perchè li organizzo ed a chi sono rivolti

Piatti Tipici Thailandesi: Cosa mangiare in Thailandia

Piatti Tipici Thailandesi: Cosa mangiare in Thailandia

Piatti Tipici Thailandesi: Gli ingredienti più utilizzati

La cucina Thai è famosa in tutto il mondo per essere unica, ricca di spezie e ingredienti: Aglio, Ginger, Tamarindo, Cocco, lime, lemongrass, coriandolo, salsa di pesce, pasta di gamberi, questi sono solo alcuni degli ingredienti chiave usati nella cucina tradizionale.

Quali sono i piatti tipici Thailandesi? A parte il Pad Thai non se ne conoscono molti altri, giusto? Forse il Tom Yam goong, ma non ne sono poi tanto sicura. Come all’estero la cucina Italiana è conosciuta per gli spaghetti e la pizza, quella Thailandese lo è per Pad Thai. Le motivazioni potrebbero essere varie tra cui: non è piccante è gustoso senza essere troppo speziato, ergo ha gli ingredienti giusti per diventare popolare.

verdure tipiche thai :Piatti Tipici Thailandesi: cosa mangiare a Phuket

Cosa mangiare a Phuket: 

Di piatti buoni e sostanziosi ce ne sono molti altri, più o meno piccanti, più o meno tradizionali. Nell’isola di Phuket poi ce ne sono di vari e gustosi, basta solo cercarli.Se siete dei veri gourmand, questo è il posto ideale per voi! Grazie alle contaminazioni musulmane, cinesi e Malesi potete gustare particolarità che vanno ben oltre le classiche proposte dei ristoranti super turistici.

Ma scopriamo quali sono quei piatti che potrebbero fare al caso vostro e soprattutto quali potete mangiare senza incappare in spiacevoli sorprese.

Pad Thai dove mangiare il migliore a Phuket

Tom Yam Goong

É una zuppa piuttosto conosciuta, è molto piccante profumata e aromatica a base di: gamberi, lemongrass, funghi, scalogno e galanga, ginger, gusto agro piccante. Si mangia accompagnata da riso bianco, è una bomba, una volta assaggiata se ne vuole sempre di piu! Hai voglia di cimentarti nella preparazione di questa zuppa squisita? Allora dai un’ occhiata alla ricetta

Piatto di zuppa tipica Thai

Roti Nam Geang:

Questo piatto ha delle influenze indiane/ musulmane, è un piatto Hallal ovvero segue i dettami della religione islamica. Il roti è un particolare pane a base di varie farine, l’impasto è a base di acqua calda olio -senza lievito -ed è cotta in una particolare piastra. Viene servita con un curry molto piccante di pollo o di manzo ed alcuni tipi di pesce.

Kuay Tiew:

Ovvero ” zuppa di noodle ” di variazioni per questo piatto ce ne sono un’infinitá per non parlare poi degli ingredienti che vengono usati. Ovunque si trovano banchetti e carretti che la preparano in un battibaleno. È un piatto estremamente famoso tra i Thai. Non è piccante di base, ma viene accompagnata da peperoncino, zucchero e germogli.

Gai Med Ma Moung:

Pollo con anacardi preparato con: anacardi arrostiti , salsa di soya, aglio, miele e peperoncino. Una vera delizia. Tra le altre cose gli anacardi vengono coltivati localmente, e sono ritenuti i migliori a livello mondiale.

Massaman Curry:

Da come si può intuire dal nome, il Massaman Curry proviene dalla cucina mussulmana. Questo piatto tipico a base di manzo, patate, latte di cocco e noccioline arrostite è una vera delizia. Gli amanti del curry ne andranno pazzi, ma attenzione è super piccante!

Oh Eaw:

Un dolce popolare soprattutto in estate, fresco, anzi Freddo! Infatti è a base di ghiaccio tritato, sciroppo, fagioli rossi, gelatine di cocco e banana.Un gusto particolare, che va provato sicuramente.

cibo tradizionale thailandese

Homok Tala:

Cosa c’è di più esotico e caratteristico di una pietanza servita su una foglia di banano? L’Homok è proprio questo. Anche se non molto famoso visto il gusto particolare, ha comunque i suoi estimatori. Composto da un mix di pesce vario, spezie, verdure, il tutto è pressato per formare delle piccole tortine che poi vengono cotte a vapore.

 Green Curry:

Questo curry dal colore verde è molto comune nella Thailandia del centro e del sud. Il suo colore lo deve a peperoncini verdi, al basilico Thai, ed alle melanzane piccole e verdi. La base è il cocco. Viene accompagnato da riso bianco.

Piatti Tipici Thailandesi


Dim Sum:

Andate pazzi per i ravioli cinesi e altri bocconcini orientali? Allora i Dim Sum, fanno proprio per voi! Visto la forte presenza della cultura cinese nell’isola non farete fatica a trovare Ristoranti in giro che li servono. Ravioli con ogni tipo di condimento, piccoli bocconcini di pesce o maiale o pollo. ce n’è per tutti i gusti. Non dovete far altro che sceglierli e farveli cuocere al vapore. I Dim sum li trovate solamente la mattina, di solito dalle 7 alle 13,00.

Roti Banana Pancake

Questo dolce delizioso lo trovate quasi esclusivamente per strada. Su una piastra di alluminio viene lavorata con le mani la pasta del roti che viene poi riempita, piegata a portafoglio e poi cotta sulla piastra calda con abbondante burro. La classica è con le banane e latte condensato. Da provare almeno una volta.

Mango e sticky Rice

Il dolce Thailandese più famoso di tutti, una delizia a base di cocco e riso glutinoso. Quando è la stagione dei manghi i mercati sono stracolmi si banchetti che vendono questo dolce super strepitoso. Vuoi imparare a cucinare questo dolce super? Allora cimentati seguendo passo passo la ricetta tradizionale 

 

Mango e sticky Rice

 

One Chun Restaurant, cucina tradizionale Phuket

 

 

 

Viaggiare con gli animali domestici in Thailandia:  la guida completa

Viaggiare con gli animali domestici in Thailandia: la guida completa

Viaggiare con gli animali domestici in Thailandia è possibile, ci sono delle regole da seguire, scartoffie da compilare, ma tutto è fattibile e adesso vediamo subito come e quali sono i passaggi da affrontare. In questa guida trovi tutto il necessario per preparare il viaggio con il tuo amico a 4 zampe.

Viaggiare con gli animali domestici dall’Italia alla Thailandia:

Il Microchip

Le normative sulla importazione di animali domestici richiedono che il tuo cane o gatto sia dotato di un microchip Iso11784, che è un codice a 15 cifre, nel caso il tuo microchip non è conforme Iso puoi portare con te uno scanner per microchip.

Vaccinazioni

Per ogni animale è richiesta una scheda o certificato che mostri la vaccinazione compreso: il produttore del vaccino, il numero di lotto e la scadenza. La vaccinazione antirabbica come quella della leleptospirosi, del cimurro epatite e parvovirus devono essere state somministrata almeno 21 gg dalla partenza del paese di origine. Inoltre i gatti devono essere vaccinati contro il virus panleucopenia felina (Fpv)

 Test Del Sangue: La Thailandia non richiede nessun test del sangue per la Rabbia 

Certificato Sanitario

Per entrare in Thailandia c’è da compilare un certificato Sanitario. Deve essere compilato in Inglese ed approvato dal paese esportatore. Al certificato deve essere allegato il passaporto del proprietario.

Parassiti interni ed esterni

Prima di entrare in Thailandia gli animali devono essere trattati contro i parassiti interni ed esterni: tenie, pulci e zecche.

Permessi

Per entrare in Thailandia prima devi ottenere un permesso di importazione che viene rilasciato dal dipartimento per lo sviluppo dell’ agricoltura. Questo documento è valido per 60 gg.

Procedure successive all’ importazione

Gli animali domestici possono essere soggetti a quarantena fino a 30 gg. Se tutte le ispezioni ed i test hanno risultati negativi, il tuo animale domestico verrà subito rilasciato.

Razze con limitazioni o proibite

Anche se non c’è una vera e propria lista di razze non accettate in Thailandia. I cani come il Pibull devono essere sterilizzate o castrate prima dell’entrata nel Regno. Si consiglia di utilizzare i servizi di un agente locale per sdoganare questo tipo di cani.

Prima della Partenza,cosa devi fare

  1. Modulo di importazione ( R1/1). Scaricalo qui 
  2. copia del passaporto del proprietario
  3. Prova di vaccinazione (vedi sopra)
  4. foto a colori del muso dell’animale
  5. specie dell’ animale domestico: razza, sesso, età, colore e microchip
  6. indirizzo del paese di origine
  7. indirizzo dell’alloggio in Thailandia
  8. Data di arrivo
  9. porto di partenza
  10. Porto di entrata in Thailandia
  11. Invia tutti i documenti richiesti tramite email a: qsap_bbk@dld.go.th ( deve essere tutto scansinato)

Importante 

  1. Chiama la stazione di Quarantena per confermare che la tua e- mail sia stata ricevuta correttamente
  2. dopo una settimana lavorativa riceverai il modulo di importazione firmato e tibrato
  3. Nella mail devi richiedere il certificato di salute

 

Una volta arrivati in Aereoporto

La prima cosa da fare una volta sbarcati in Thailandia e quella di portare il tuo animale all’ufficio di quarantena. Se sei sbarcato al Suvarnabhumi ne esistono due: Uno è per gli animali domestici che viaggiano in cabina e l’altro è per gli animali domestici che viaggiano in stiva.

Gli  animali domestici che viaggiano in cabina passeggeri devono recarsi alla stazione di quarantena per animali situata vicino al nastro bagagli n. 8 nella sala arrivi (Tel. +66 2134 0636)

I tuoi animali domestici che viaggiano come bagaglio registrato e caricati al terminal merci, vai a

Stazione internazionale di quarantena animale (AQS) situata al 1° piano, edificio CE-1, zona della zona franca.

Viaggiare con gli animali domestici dalla Thailandia all’Italia

Le regole per viaggiare con gli animali domestici dalla Thailandia all’Italia, sono più o meno le stesse a quelle riportate sopra, ma c’è un dettaglio in più, la procedura antirabbica, fondamentale per entrare in Italia. Soprattutto per chi vola per la prima volta dalla Thailandia con un cane comprato o trovato nel paese. Vediamo nel dettaglio

Il Microchip

La prima cosa da fare è ovviamente quella di impiantare un microchip conforme ISO 11784/11785. Se per qualche motivo non dovesse avere questi requisiti puoi:

  • Portare con te un tuo scanner
  • puoi contattare i funzionari italiani e chiedere se sono in grado di leggere il michrochip

Antirabbica

Tutti gli animali domestici che entrano in Italia dalla Thailandia devono avere la prova della vaccinazione antirabbica in corso, somministrata dopo l’impianto del microchip

La prima vaccinazione antirabbica dopo l’impianto del microchip è chiamata vaccinazione primaria. Se la precedente vaccinazione era scaduta prima di essere rivaccinato, la vaccinazione successiva diventa la vaccinazione primaria.

Tutte le vaccinazioni somministrate dopo la vaccinazione primaria sono chiamati richiami. Non vi è alcun periodo di attesa dopo le vaccinazioni di richiamo fintanto che:

  • la vaccinazione precedente è stata somministrata dopo l’impianto di un microchip
  • la vaccinazione di richiamo è stata somministrata prima della scadenza della vaccinazione precedente.

I requisiti per la vaccinazione antirabbica

La vaccinazione deve essere effettuata in soggetti di età non inferiori a alle 12 settimane da un veterinario autorizzato.

Devono essere trascorsi almeno 21 gg dalla vaccinazione prima di poter viaggiare con l’animale. Il periodo di validità della vaccinazione inizia dal momento in cui è stabilita l’ immunità protettiva.

Requisiti per la titolazione anticorpi per la rabbia, prelievo del sangue

  • Il prelievo del campione di sangue necessario a verificare l’esito favorevole della vaccinazione tramite il test di titolazione degli anticorpi della rabbia deve essere eseguito da un veterinario autorizzato e documentato nella sezione corrispondente del documento di identificazione.
  • Il test deve attestare un livello di anticorpi che neutralizzano il virus della rabbia.
  • La titolazione anticorpi per la rabbia deve essere eseguita da un laboratorio riconosciuto dalla commissione Europea.
  • Nel caso della Thailandia, gli animali non possono essere introdotti prima che siano trascorsi 3 mesi dalla data del prelievo anche in caso di esito favorevole del test di titolazione.
  • Non avendo un passaporto UE, dovete necessariamente compilare il seguente modulo: Modulo di certificazione UE ingresso da Paesi Terzi versione 2017
  • Inoltre c’è da compilare la seguente dichiarazione: Dichiarazione di proprietà e di movimento non  commerciale da Paesi Terzi 
Il trattamento contro i parassiti intestinali non è obbligatoria per l’ entrata in Italia.

Come Prepararsi al Viaggio in Aereo, secondo le normative Iata:

  • Contattare la compagnia aerea che hai scelto per confermare che accettino animali domestici. Alcune compagnie aeree limitano il numero di animali sui voli.
  • Il trasporto nel periodo estivo di cani dal naso camuso come: Boxer, bulldog e pechinesi non è raccomandato in quanto hanno difficoltà a mantenere una temperatura corporea normale.
  • Solo gatti e cani di piccola taglia sono ammessi in cabina. Alcune compagnie aeree potrebbero anche non accettarli, in questo caso verranno trasportati come bagaglio speciale in una stiva riscaldata e ventilata.
  • È importante acquistare un trasportino delle dimensioni giuste per il tuo animale. Le compagnie aeree utilizzano le seguenti indicazioni per garantire all’animale abbastanza spazio per potersi muovere:

Dimensioni della gabbia per trasporti aerei animali domestici

 

 

I Dati presenti sopra forniscono una linea guida per accertare la dimensione corretta del trasportino e si riferiscono ad un animale in piedi.

Le dimensioni calcolate sono le dimensioni interne:

A= Lunghezza dell’animale che si calcola dalla punta del naso alla radice della coda.

B= Altezza da terra all’ articolazione del gomito. A+ 1/2 B = lunghezza del trasportino

C= Larghezza tra le spalle o il punto più largo della schiena. Cx2 = larghezza del trasportino

D= altezza dell’animale in posizione eretta naturale dalla sommità della testa o dalla punta dell’ orecchio al pavimento.

Dimensioni Minime interne del contenitore:

  • A+1/2 B= Lunghezza
  • CX2=Larghezza
  • D= Altezza

Le razze dal naso camuso richiedono un contenitore più grande del 10%

****In questo documento fornito dalla IATA  trovi tutte le informazioni dettagliate: Requisiti del trasportino 

Viaggiare con i gli animali domestici in Thailandia: la guida completa

Come Spostarsi con gli animali domestici in Thailandia

La Thailandia come si sa è la terra delle contraddizioni ed anche per la questione animali non è da meno. Difatti se da una parte esistono fondazioni super organizzate che si battono contro il maltrattamento degli animali e il randagismo come Soi dog Foundation, oppure negozi e cliniche veterinarie super all’avanguardia, dall’altra spostarsi o trovare un Hotel Pet friendly non è proprio semplicissimo. Bisogna avere tanta pazienza per riuscire a capire bene come funzionano le cose, soprattutto nei trasporti e poi chiedere, chiedere, chiedere…

Spostarsi in Taxi: 

Ovviamente non tutti i taxi accettano i cani a bordo del loro abitacolo, ma fortunatamente in città o isole come Bangkok Chiang Mai e Phuket ci sono dei taxi pet friendly che possono svoltare la giornata portandoci dall’ aeroporto all’ hotel liberandocii dalle arrabbiature e dal mal di testa. Uno di questi sevizi si chiama Pet backer che tra le altre cose opera su tutto il territorio nazionale.

Spostarsi in Treno:

Per coloro che vogliono una soluzione economica il treno è sempre la migliore scelta, unica cosa è che quando si viaggia con un cane o comunque con un animale domestico l’unica opzione di viaggio che si ha è la 3 classe senza aria condizionata. Divertente, certo ma a lungo andare i sedili duri e l’assenza di aria condizionata mettono a dura prova, soprattutto nei lunghi tragitti diurni.

Spostarsi in Aereo 

Non tutte le compagnie aeree domestiche accettano animali, in verità sono solo tre: La Thai Airlines, la Bangkok Ailines e la Nok Air, ma ci sono delle condizioni che è importante sapere.

La Thai Airlines 

Fino a poco tempo fa la più famosa compagnia di bandiera Thailandese accettava i cani all’ interno dell’abitacolo, ma sfortunatamente da qualche tempo a questa parte non più, vediamo nel dettaglio quali sono le restrizioni e le condizioni per volare con gli amici a 4 zampe.

  • Gli unici animali accettati dalla compagnia sono: cani, gatti, conigli criceti e furetti. Non sono ammessi animali malati o in gravidanza.
  • Restrizioni meteorologiche: gli animali saranno esposti alle temperature estive ed invernali tra l’ aria di detenzione e l’ imbarco. Verificare con la compagnia aerea i limiti di temperatura.
  • È necessario che gli animali siano adeguatamente sistemati nel trasportino (vedi sopra) e che siano accompagnati da cerificati sanitari, permessi di ingresso ecc ecc in mancanza dei quali gli animali non saranno accettati per il trasporto.
  • L’animale non sarà incluso nella franchigia del bagaglio gratuito ma costituirà un bagaglio in eccesso, per il quale sarà obbligatorio pagare come bagaglio extra.
  • Su ogni volo è consentito un numero limitato di animali domestici.
  • Restrizioni di Razza: American Bulldog, American Staffordshire Terrier, Pit Bull, Boston Terrier, Boxer, Brussels Griffon, Bulldog, Chinese Pug, Chow Chow, Dutch Pug, English Bulldog, Toy spaniel inglese, Bulldog Francese, Lhasa Apso, Boxer giapponese, Carlino giapponese, Spaniel Giapponese, tutte le razze di Mastino, Pekinese, Pur, Shar Per, Shi tzu, Staffordshire Bull Terrier e Tibetan Spaniel.

 

Nok Air 

La Nok Air accetta cani, gatti e conigli all’ interno dell’abitacolo. Anche qui ci sono limitazioni e condizioni da seguire.

  • Gli animali devono avere più di 2 mesi e devono essere in buona salute, oltre che ben puliti.
  • Non devono esserci in contro gravidanze e devono essere fuori dalla stagione degli amori
  • I trasportino devono soddisfare i requisiti IATA ,
  • La grandezza del trasportino deve essere come da figura (vedi sopra)
  • Il servizio è disponibile solamente solo sui Boing 737
  • Il numero degli animali ammessi potrebbe essere limitato e non disponibile su alcuni voli
  • Gli animali devono essere registrati almeno 2 h prima dell’orario di partenza previsto.
  • La compagnia aerea si riserva il diritto di rifiutare il trasporto di animali domestici.
  • Le seguenti Razze non sono ammesse: American Bulldog, American Staffordshire Terrier, Pit Bull, Boston Terrier, Boxer, Brussels Griffon, Bulldog, Chinese Pug, Chow Chow, Dutch Pug, English Bulldog, Toy spaniel inglese, Bulldog Francese, Lhasa Apso, Boxer giapponese, Carlino giapponese, Spaniel Giapponese, tutte le razze di Mastino, Pekinese, Pur, Shar Per, Shi tzu, Staffordshire Bull Terrier e Tibetan Spaniel.
  • L’ azienda non è ritenuta responsabile in caso di morte, lesioni e disabilità, contrazione di malattie ed altri sintomi che si verificano, prima, dopo e durante il trasporto.
  • I cani guida sono accettati senza costi aggiuntivi
  • Nok Air si riserva il diritto di modificare i termini e le condizioni senza preavviso.

Bangkok Airways

La Bangkok Airways non accetta animali domestici in cabina, ma tiene a precisare che gli animali viaggiano in stiva in un ambiente sicuro a temperatura controllata.

  • Cani e gatti sono gli unici animali domestici accettati per il trasporto
  • Dal 1 Gennaio 2021 i cani dal naso camuso non vengono accettati per motivi di sicurezza e benessere di queste speciali razze che sono: American Bulldog, American Staffordshire Terrier, Pit Bull, Boston Terrier, Boxer, Brussels Griffon, Bulldog, Chinese Pug, Chow Chow, Dutch Pug, English Bulldog, Toy spaniel inglese, Bulldog Francese, Lhasa Apso, Boxer giapponese, Carlino giapponese, Spaniel Giapponese, tutte le razze di Mastino, Pekinese, Pur, Shar Per, Shi tzu, Staffordshire Bull Terrier e Tibetan Spaniel.
  • Si prega di avvisare la compagnia almeno 24h prima della data della partenza contattando il call center o l’ ufficio biglietteria
  • Per tutti i voli nazionali con destinazione Chiang Mai, Phuket e Samui gli animali devono avere almeno 8 settimane di età
  • Alcuni aeromobili non dispongono di stive appropriate al trasporto degli animali domestici.
  • Animali in gravidanza, feriti, malati non saranno accettati
  • i proprietari sono responsabili di fornire un trasportino appropriato per i loro animali che segua le direttive IATA
  • I proprietari devono accettare tutti i rischi associati al viaggio aereo, come: lesioni, malattia o morte dei loro animali durante il viaggio.
  • Il peso non sarà incluso nel bagaglio gratuito ma verrà applicato il supplemento per il bagaglio in eccesso. Il peso totale include gabbia + animale. Costo 180THB

Informazioni Utili:

Cargo Terminal

  • Suvarnabhumi Airport Animal Quarantine, Free Zone Area, Custom Export Building,
  • 1st Flr., Suvarnabhumi Airport, Samut Prakan
  • Tel: +66 2134 0731 Fax. +66 2134 3640
  • E-mail:qsap_bkk@dld.go.th
  • Business Hours: Monday – Friday / 08:30 – 12.00 and 13.00 – 16.30
  • (closed on Thailand’s holidays)

Passenger Terminal

  • Near baggage claim Belt No.8 in the Arrival hall.
  • Tel: +66 2134 0636 / 24-hour service.
Viaggiare in Thailandia al Tempo del Covid: Cosa sapere

Viaggiare in Thailandia al Tempo del Covid: Cosa sapere

Viaggiare in Thailandia al tempo del Covid si può? Quali sono le condizioni per entrare nel vecchio Siam? Ho raccolto le notizie più attendibili e qui trovate le informazioni aggiornate su cosa dovete fare se avete la volontà la pazienza di fare scartoffie e anche quella  passare 14 giorni in Hotel a vostre spese.

Ma quali sono le restrizioni e cosa dobbiamo fare per poter viaggiare adesso, in tempo di covid19

Si può viaggiare in Thailandia per Turismo in questo periodo di covid lo dice anche il sito di viaggiare sicuri ma bisogna seguire delle regole ben precise. Il paese è piuttosto tranquillo, bisogna sempre indossare la mascherina certo, ma tutto sommato la vita è ritornata alla normalità. Le spiagge sono aperte e deserte, i club sono operativi, soprattutto nelle maggiori zone turistiche. Per entrare nel paese serve tanta pazienza, molti documenti, una quarantena ed ovviamente un’assicurazione sanitaria. Ma vediamolo nel dettaglio cosa serve e che dobbiamo fare per poter tornare nella nostra amata terra dei sorrisi.

isola di Phuket

La quarantena: La quarantena consiste in 14 giorni di “clausura” dentro un Hotel rigorosamente scelto dallo stato Thailandese, ovviamente a spese vostre. Gli Hotel convenzionati partono da un minimo di 23,000 thb ( circa 600 Euro) a persona fino a dei prezzi stellari. Anche se la miglior soluzione è contattare direttamente gli stessi per chiedere informazioni ed avere più dettagli e magari uno sconto (provarci non nuoce) Si possono prenotare anche su Booking.com o Agoda. Qui trovi gli ASQ Hotel ( alternative state quarantine) rigorosamente . Le cifre sopra menzionate includono: pick up dall’ aeroporto, 3 pasti giornalieri e vari altri comfort a seconda della qualità dell’ Hotel

Assicurazione: avete bisogno di un’ assicurazione che copra almeno 100.000 dollari di trattamenti medici. L’ assicurazione deve essere per tutto il periodo della vostra permanenza.

Volo: Hai bisogno di presentare il Volo andata e ritorno,

Tampone: Dovrai fornire la prova del test Covid negativo entro 72 ore dalla data di partenza. Quindi assicurati di prenotare il test in anticipo in modo da programmarlo al meglio per fa si che si adatti ai tuoi cani di volo

Certificato Fit to Fly: lo potete richiedere solo una volta fatto il test, ovviamente deve essere negativo e richiederlo o alla vostra usl oppure al vostro medico curante.

banner per consulenza

Certificato di ingresso COE : Ogni persona che entra in Thailandia deve registrarsi nel sito Governativo e compilare tutti i campi richiesti

Visto: Oltre tutte le scartoffie e registrazioni varie, per entrare nel paese c’è bisogno di un visto, al momento ci sono delle opzioni create ad hoc come STV, un visto turistico speciale valevole 60 giorni. Per le informazioni relative ai visti contattare l’ambasciata di riferimento della propria città

Busta paga o estratto conto bancario con saldo di almeno €600.00

Quando si potrà tornare in Thailandia senza restrizioni?

A quanto pare secondo il sito The Thainger, la Thailandia non aprirà le sue frontiere al Turismo per cosi dire “ normale” fino a Marzo 2021, ed ovviamente vaccinati. Quindi teniamoci pronte che presto potremmo tornare nella nostra amata terra dei sorrisi!

Thailandia Covid19: tutte le informazioni (aggiornate) che devi sapere

Thailandia Covid19: tutte le informazioni (aggiornate) che devi sapere

Cosa sta succedendo in Thailandia al 30 di Luglio? La situazione non è delle migliori, in quanto il governo non ha assolutamente intenzione di aprire il Pese al Turismo internazionale, quale è il motivo? Ha deciso che metteranno la salute pubblica in primo piano. Ma allora cosa hanno deciso? Tutto quanto è descritto qui nell’ articolo di The Thaiger

La fase 6 del piano anti Covid 19 della Thailandia

Il ministro thailandese del turismo e dello sport, Pipat Ratchakitpraan, sta rassicurando i thailandesi spiegando che tutti gli stranieri, indipendentemente dal loro status o dalle loro origini, dovranno servire una quarantena obbligatoria di 14 giorni, almeno “nel prossimo futuro

I funzionari thailandesi stanno attualmente preparando la sesta fase della riapertura del paese, allentando le restrizioni imposte ad aprile quando il paese ha chiuso i suoi confini e ha subito un “blocco”. La prossima fase, prevista per l’introduzione all’inizio di agosto, consentirà ai lavoratori migranti, alle squadre di produzione cinematografica e ai titolari di visto Elite Tailandia di ritornare nel paese .

I commenti del Ministro seguono gli annunci di ieri che il Vietnam sta “evacuando” 80.000 persone dalla città costiera centrale di Da Nang dopo un nuovo gruppo di casi di diffusione della comunità e l’accelerazione di nuovi casi in diverse parti del mondo, in particolare India, Russia, Stati Uniti , Paesi sudamericani e Sudafrica. E piccole onde secondarie emerse in luoghi come Singapore, Giappone, Spagna, Hong Kong e Australia.

Da quanto Tempo non si registrano casi in Thailandia?

La Tailandia non ha registrato casi trasmessi localmente di Covid-19 per oltre 2 mesi. Ma continua a identificare i rimpatriati tailandesi appena infetti che sono tornati indietro dall’estero. Tutti vengono identificati mentre servono la loro quarantena di 14 giorni. I suoi commenti versano anche acqua fredda sulle “bolle di viaggio” proposte, indicando che saranno accantonate fino a fine anno, se verranno introdotte. Il governo thailandese, sotto la guida del Covid-19 Centre for Situation Administration, si è dimostrato estremamente avverso al rischio quando si tratta della gestione in corso della pandemia di Covid-19 e ha pubblicamente affermato che sta mettendo la salute pubblica davanti a rilanciare la sua economia.

Come preparare la valigia con Bambini

Il 1 ° luglio termineranno tutti i blocchi in Thailandia, compresi i viaggi internazionali.

Questo é il titolo con il quale il The Thainger ieri ha annunciato il fine del lockdown Thailandese, ma sarà veramente cosi? Visti gli innumerevoli dietrofront delle ultime settimane non mi stupirei che cambiassero idea  ancora una volta e lo portassero a fine estate. Anche per quanto riguarda la riapertura dei Voli Internazionali, l’idea era quella di riaprire le tratte internazionali addirittura ad Ottobre, quindi le idee sono ancora piuttosto confuse. Comunque incrociamo le dita e vediamo che cosa succede intanto vediamo subito che cosa dice nello specifico l’articolo 

La Riapertura della Thailandia al Mondo: quali sono le norme di sicurezza

Il governo thailandese afferma che toglierå tutti i blocchi alle attivitå rimanenti dal 1° luglio, secondo il capo del Consiglio di sicurezza nazionale. “Ciò include i viaggi interprovinciali e internazionali, nonché la fine del decreto di emergenza e il coprifuoco.”

L’eliminazione di tutte le restrizioni, imposte ai sensi del decreto di emergenza del paese, sarebbe una “riapertura completa del paese”. I funzionari e la CCSA  (Comitato per il coordinamento delle attività statistiche) trascorreranno il mese di giugno preparandosi per questo traguardo nella strategia Covid-19 relativamente riuscita del paese.
Ma la “fine di tutte le restrizioni” significherà che alcune misure rimarranno in vigore come parte della nuova normalità per i comportamenti sociali. Questo può essere emanato in base alle leggi esistenti e potrebbe includere una continuazione sull’uso delle maschere per il viso, ad esempio, ma nulla di tutto ciò è stato deciso in questa fase. “Le autorità discuteranno seriamente perché dopo la fine del decreto di emergenza verranno utilizzate altre leggi”. Il segretario generale del Consiglio di sicurezza nazionale Somsak Rungsita ha affermato che la cooperazione delle persone è importante.
” Finché la malattia si diffonderà in tutto il mondo, dovremo lottare contro di essa per un po “. Il generale ha affermato che il decreto di emergenza rimarrà fino alla fine di giugno e fino a quel momento il divieto di viaggiare all’estero.
Domani 1° giugno iniziera’ la fase 3
Una terza fase di riapertura è prevista per il 1° giugno: domani è previsto un annuncio sulla revoca delle restrizioni della terza fase. Si prevede inoltre che le ore del coprifuoco saranno ridotte per giugno. Alcune delle
restrizioni e delle pratiche burocratiche necessarie per i viaggi interni saranno  alleggerite nel mese di giugno.
Traffico Bangkok
Lunedì 18 Maggio in Thailandia inizierà la fase 2 che porterà alla riapertura di alcuni esercizi. Finalmente nella Terra dei sorrisi sta succedendo qualcosa di concreto. Nonostante ci sia poca chiarezza nelle regole da seguire, la Thailandia sta cercando di tornare alla normalità visto le enormi perdite economiche.
Nei trasporti la prima conferma ufficiale arriva dalla compagnia di Stato Transport Company che ha annunciato di aprire 7 rotte nella regione settentrionale e 9 rotte nelle regioni nord-est e orientali “per facilitare le persone che hanno bisogno di viaggiare dopo che la compagnia di trasporto ha temporaneamente sospeso il servizio a causa di la situazione epidemica di Covid-19 “. Ottima notizia!
 Verranno prese delle precauzioni come:
  • I posti a sedere all’interno del bus saranno distanziati di almeno 1 metro di distanza
  •  i servizi igienici verranno puliti prima e dopo ogni servizio.
  • Prima che i passeggeri entrino nel terminal, verrà misurata  loro la temperatura corporea e se supera i 36,5 gli verrà negato l’accesso
  • Il bus verrà parcheggiato sotto ala sole 1-2 ore al giorno

Sfortunatamente l’apertura de l’areoporto nazionale di Phuket doveva essere quest’ oggi,( 16 Maggio) ma è stata rimandata a data da definirsi. 

Stazione Bus

Il Governo Thailandese e la fase 2

Il governo ha annunciato quali sono le tipologie di attività che saranno autorizzate a riaprire il 18 Maggio quando inizierà la “Fase 2” del suo piano in 4 fasi per sbloccare lentamente e riaprire le attività chiuse in tutto il paese a causa di Covid-19. Intendiamoci, questa è la lista pubblicata oggi, potrebbe cambiare! 

La Thailandia sembra aver avuto un notevole successo nel controllo della diffusione del virus, con diverse settimane di aumenti giornalieri a più nessun caso. Quindi, come promesso, il governo ha annunciato che decine, se non centinaia, di migliaia di imprese chiuse riapriranno questa domenica e rimetteranno milioni di persone al lavoro.

  • Le Spiagge rimarranno chiuse almeno fino a fine mese.
  • Centri commerciali. I luoghi di intrattenimento nei centri commerciali, come piste da bowling, bar, parchi a tema, karaoke, sale giochi e aree gioco rimarranno chiusi per ora.
  • Negozi di massaggi e le terme rimarranno chiusi, dentro o fuori dai centri commerciali. Il governo ha deciso di non andare avanti con un piano per aprire negozi di massaggi ai piedi solo in questo momento, quindi tutti i negozi di massaggi devono rimanere chiusi fino a una fase futura. Ciò include anche bagni di vapore, bagni di vapore alle erbe e saune.
  • Ristoranti più grandi, compresi i ristoranti nei centri commerciali, con l’avvertenza di rigide norme igieniche  fisico possono aprire
  •  Al momento non è consentita la vendita di alcolici nei ristoranti di alcun tipo.
  • I negozi al dettaglio, i negozi all’ingrosso, ecc. Potrebbero riaprire. Ciò include negozi di forniture per ufficio, negozi per la casa, negozi di elettronica, negozi di mobili, negozi di materiali da costruzione e tutti i grandi mercati, con requisiti adeguati di igiene e distanza fisica.
  • Alcune cliniche di bellezza possono riaprire, in particolare quelle con lavori di pelle e laser, ma al momento non quelle relative al viso.
  • Le cliniche di controllo del peso, i negozi di tatuaggi e piercing ecc. Rimarranno chiusi.
  • Alcune piccole palestre e piscine potrebbero riaprire, con regole rigide e non per riunioni o feste. per quanto riguarda le piscine.
  • Musei, biblioteche pubbliche, parchi di fiori e giardini, gallerie d’arte possono riaprire. È necessario osservare una distanza fisica rigorosa.
  • Luoghi per le riprese di film e video che richiedono un team di produzione. Il limite è di 10 persone sul set e un totale di 50 persone in produzione e nella sede in generale. I film d’azione o gli spettacoli con scene d’azione non devono essere girati in questo momento.
  • Alcune piccole sale riunioni in luoghi come gli hotel possono riaprire, anche se il numero di persone deve essere piccolo.
  • Nessuna apertura di seminari di formazione, centri congressi, ecc.
  • Per quanto riguarda gli hotel, rientrano in norme e regolamenti diversi e non sono chiusi in tutte le province.
  • Gli hotel possono aprire quando lo desiderano, anche se in diverse province gli ordini precedenti che informano la chiusura di tutti gli hotel si applicano ancora fino al termine del decreto di emergenza, quando possibile.
  • i locali come bar, locali notturni, club, karaoke e simili rimangono chiusi fino a una fase futura.

 

Pin It on Pinterest