Come muoversi in Thailandia: Bus, Treni e come prenotarli

Come muoversi in Thailandia: Bus, Treni e come prenotarli

Oltre all’aereo ci si può muovere via terra? quali sono i mezzi migliori e più economici? Vedo nelle tue storie ig che ti sposti sempre con dei Bus super ma dove si prendono?

Sono veramente tante le domande che mi vengono poste sui mezzi di trasporto via terra in Thailandia e spiacialmete riguardanti Bus e Treni. Qui cerco di rispondere, inserendo anche le schede aggiornate degli orari per le destinazioni più richieste.

Come muoversi in Thailandia: I Vip bus con partenza da Bangkok

Uno dei mezzi più economici da prendere è decisamente il bus, mezzo numero uno per spostarsi nelle lunghe distanze. La quantità dei bus che viaggiano dal nord al sud della Thailandia è incredibile, ma attenzione non tutti sono uguali. Ci sono alcuni meno costosi di altri ma decisamente più scomodi e meno igienici. Poi ci sono le compagnie private che offrono i Vip Bus con tanto di hostess a bordo. La differenza di comodità oltre che nel prezzo si vede anche dal numero di sedili. Per esempio un Vip Bus come Dio comanda con: un buon servizio a bordo, televisione, spazio per muoversi, Pulizia ed igiene del Bagno, sedili reclinabili dai 160 ai 180 gradi, ha un numero di posti pari a 20/24. La compagnia che io utilizzo per i miei spostamenti notturni con i gruppi di sole Donne è la Sombat Tour, (che sicuramente avrete già visto in una delle storie su Ig) Si prende sia dalla stazione di Mo Chit che dal capolinea della Sombat (a 5 minuti dalla stazione principale)  Viaggiare durante la notte è sicuramente il modo più intelligente per scoprire la Thailandia: risparmiare sul costo della camera, non perdere del tempo prezioso negli spostamenti durante il giorno. Di seguito alcuni orari di partenza della compagnia Sombat. Le compagnie private come la Sombat hanno dei prezzi molto competitivi.

 Orari di partenza da Bangkok a Chiang Mai e Da Chiang Mai a Bangkok 

 

Mo Chit Vibhavadi Arr. Bus Standard Chiang Mai Arr. Bus Standard
07.00 07.20 16.30 Supreme 07.30 17.20 Supreme
08.00 17.30 Star 08.00 17.50 Super
09.00 09.20 18.30 Super 09.00 18.50 Star
09.50 10.15 19.20 Supreme 10.00 19.50 Supreme
13.00 12.00 22.30 Super 13.30 23.20 Super
14.00 13.00 23.30 Star 17.30 03.20 Star
18.00 03.30 Super 18.10 04.00 Super
18.10 03.40 Super 18.30 04.20 Supreme
19.00 04.30 Supreme 19.00 04.50 Supreme
19.25 04.55 Supreme 19.30 05.20 Star
20.10 05.40 Super 19.45 05.35 Supreme
20.25 05.55 Star 20.15 06.05 Super
20.30 06.00 Star 20.30 06.20 Star
21.00 06.30 Supreme 20.30 06.20 Supreme
21.10 06.40 Supreme 21.00 06.50 Supreme
21.19 06.49 Supreme 21.00 06.50 Star
21.30 07.00 Star 21.15 07.05 Super
21.39 07.09 Supreme 21.30 07.20 Supreme
22.00 07.30 Supreme 21.50 07.40 Supreme
22.05 07.35 Star
22.30 08.00 Supreme
  • I due Supreme segnati in rosso sono vip 20 sedili
  • I due star segnati in Rosa sono esclusivamente per le donne, tutti i venerdì e le Domeniche
  • Il prezzo e l’ orario dei bus piuò variare
  • incluso nel prezzo del biglietto che non super ai 900 thb c’è anche la cena buffet.

Come muoversi in Thailandia: La piattaforma di prenotazione on line

La piattaforma on line per la prenotazione di: Bus,Treni, traghetti e aerei più importanti in Thailandia e la 12go. Asia, azienda nata a Singapore nel 2012 che in poco tempo e’ diventata una delle agenzie on line più’ importante in Oriente. Sulla piattaforma sono disponibili migliaia di combinazioni tra i mezzi tutti collegati direttamente con le aziende tramite tecnologia API. Anche se il prezzo del biglietto viene maggiorato e neanche di tanto, la comodità del servizio è da non sottovalutare.

 

Powered by 12Go Asia system

(altro…)

Cosa sapere sui voli per la Thailandia: informazioni utili

Cosa sapere sui voli per la Thailandia: informazioni utili

Voli Thailandia, un occhio sulle le compagnie, su quando prenotare, come funzionano le classi, tutte informazioni utili da sapere prima della partenza nella Terra dei sorrisi

Quando si decide di prenotare una vacanza in Thailandia prima si fantastica sulla meta guardando fotografie di mare cristallino e isole con sabbia bianca, si guardano i costi degli alloggi e tutto quello che si può realmente fare nella terra dei sorrisi. Ma poi nel momento in cui si vanno a prenotare i voli, arriva la delusione per prezzi improbabili. Allora come si fa a capiire quando prenotare un biglietto e perchè ci sono differenze di prezzo ?

Ho incontrato Amedeo Votto, agente IATA che dal 2012 si occupa solo dei voli ( in tutto il mondo eh non solo Thailandia) e mi ha spiegato come funzionano, a grandi linee perche è complicatissimo, le tariffe delle compagnie aeree. Amedeo ha un’ agenzia di Viaggi in Italia, ma viaggia costantemente per lavoro in Thailandia.

Ma prima di iniziare con le domande, cerciamo di capire:

cosa sapere sui voli per la Thalandia

 

Certificazione IATA cosa vuol dire e perchè è cosi importante

IATA  è l’acronimo di “International Air Transport Association” è il gruppo internazionale che rappresenta, guida e serve l’industria del trasporto aereo. Fondata nel 1945 all’Havana (Cuba), ha sede a Montreal (Canada) dove risiede anche l’Organizzazione Internazionale dell’Aviazione Civile.

L’Agenzia di Viaggi che si dota di biglietteria IATA viene autorizzata all’emissione di biglietteria aerea di linea. Normalmente la procedura di accreditamento è onerosa e richiede diversi passaggi burocratici ed esami di vari livelli.

I vantaggi di cui godono gli agenti accreditati IATA :

  • Accesso alle circa 250 compagnie aeree membri di IATA che si avvalgono di un Contratto di agenzia di vendita .
  • Autorizzazione alla vendita di biglietti nazionali/internazionali per conto delle compagnie aeree.
  • Accesso a Billing and Settlement Plan (BSP) di IATA e a BSPlink, che insieme offrono un’interfaccia unificata per la fatturazione e il pagamento tra l’agente e le compagnie aeree e i fornitori di servizi di trasporto.
  • Riconoscimento globale nel settore del trasporto, mediante il codice numerico IATA che identifica in modo univoco ciascun agente.
  • Fiducia dei clienti a livello globale
  • Conformità a standard unificati che garantiscono l’adozione di procedure eque e uniformi in tutte le operazioni svolte con le compagnie aeree.

 

Voli Thailandia cosa sapere

 

Voli Thailandia: Le domande che ho fatto a Amedeo Votto

Quali compagnie aeree volano sulla Thailandia?

Di compagnie aeree ce ne sono tante che volano sulla Thailandia, soprattutto quelle arabe, comunque le principali sono: Quatar, Emirates, Hetiad, Oman, Saudia, Qwait, Thai, Turkish, Finn air, Klm, Air France, Austrian, Singapore airlines.

Quali Compagnie volano su Bangkok:

Di quelle citate sopra, tutte, L’ areoporto di Bangkok ,Suwarnabumi e l’ hub più importante della Thailandia

Quando riprenderanno i voli della Thai Airways?

I Voli della Thai riprenderanno Giugno/ Luglio dell’ anno prossimo ma solo con partenze da Milano

Quando è il periodo migliore per prenotare il volo?

Almeno 6/7 mesi prima anche se non c’è una regola fissa in quanto il prezzo del biglietto aereo lo fanno soprattutto le classi di prenotazione . Mi spiego meglio: Le tariffe aeree vengono influenzate da tanti fattori ma soprattutto dalle classi di prenotazione che non sono, quelle che conosciamo tutti: Economy, Business, e Prima Classe ma dalle sottoclassi chiamate proprio così. Queste tra di loro si differenziano in termini di servizi e flessibilità ( bagaglio incluso, possibilità di cambio, penali di cancellazione e via discorrendo)  “Ti faccio un esempio, trovi  un volo super economico da Roma a Bangkok con scalo a 450 Euro andata e ritorno, ma che non include il bagaglio in stiva e mettiamo che il bagaglio costi 40 Euro a persona, bene quel costo lo devi moltiplicare per 4 + le tasse a persona”

Ad ogni classe di prenotazione è associata una tariffa che scende con il calare del livello di flessibilità offerto: la tariffa più economica ha un livello di flessibilità molto basso. Inoltre le tariffe più economiche hanno anche dei posti super limitati, quindi il fattore tempo è super iper importante.

Le classi di prenotazione sono generalmente contrassegnate da una lettera e non sono uguali per tutte le compagnie

Ci sono anche altre variabili che incidono sul costo del biglietto:
  • la stagionalità: Il periodo in cui si viaggia, per la Thailandia da Novembre a Marzo è alta stagione. Da Aprile in poi bassa ed in questo caso i voli costano meno.
  • l’età del passeggero. I bambini al di sotto dei due anni di solito non pagano la tariffa se viaggiano in braccio ad un adulto, i bambini tra i 2 e 12 anni hanno una riduzione tariffaria ed alcune compagnie prevedono agevolazioni anche sopra i 65 anni.
  • Gli orari: partenze in orari non di punta
  • le lunghe coincidenze (anche superiori alle 10 ore) tra un volo e l’altro
  • il GDS di prenotazione. Ogni biglietto aereo viene emesso da un sistema di emissione (Gds) sia se acquistato in agenzia viaggi che online e le tariffe possono variare in base agli accordi tra la compagnia e uno dei principali Gds come  Amadeus o Galileo.

Tutto quello detto fin ora si riferisce solamente  alle compagnie di linea tradizionali, le compagnie Iata, mentre non valgono per le cosiddette Compagnie Low Cost che lavorano in un modo differente.

Che tipo di servizio offri alle persone che ti contattano per prenotare un biglietto aereo?

La cosa fondamentale nel mio lavoro è la tempestività nelle risposte, più tempestivo sono e più ho la probabilità di trovare il volo più economico per i clienti. Dopo il primo contatto via mail lo contatto telefonicamente,  passaggio importante per capire le necessità. Inoltre assisto i clienti per ogni cambio di volo, orario o cancellazione.

 

Per richiedere informazioni sui voli potete inviare una mail a: [email protected]

Hai domande per Amedeo? scrivilo nei commenti!

 

 

 

Viaggiare in Thailandia da sole: Come liberarsi dalla Paura della prima volta

Viaggiare in Thailandia da sole: Come liberarsi dalla Paura della prima volta

Marta come si fa a viaggiare in Thailandia da sole? Ma è pericoloso? Queste sono solo due delle domande che ogni giorno ricevo nei miei social e nella mia casella di posta. Sono tante le giovani ragazze che vorrebbero partire, che hanno voglia di dare una scossa alla loro vita, che vogliono cimentarsi in un’ avventura e che vedono nel viaggiare da sole una sorta di riscatto, ma il più delle volte si bloccano soprattutto a causa delle ansie degli altri.

Parto dal presupposto che la cosa super importante è avere sempre la testa sulle spalle, che i malintenzionati sono ovunque, anche sotto casa nostra. Dobbiamo sempre essere vigili e attente ma senza cadere nella paranoia.

Viaggiare in Thailandia da sole: Il Passaporto

Durante il viaggio la cosa più importante, oltre alla vostra sicurezza è il passaporto.

Alcune informazioni importanti da non dimenticare:

  • NON consegnate  mai il passaporto  a nessuno, tenetelo sempre con voi. Se affittate un motorino, una macchina o qualsiasi cosa NON lasciatelo a garanzia, lasciate la caparra.
  •  Fatevi sempre una copia per mostrarlo negli Hotel per prenotare Autobus, questo per non tirarlo fuori tutte le volte
  • Non utilizzate un porta passaporto ma piuttosto un porta documenti con cerniera che si toglie dall’ alto, questo per evitare che si rovini
  • NB: all’ Areoporto gli addetti al controllo passaporti prenderanno il vostro documento e lo toglieranno da ogni tipo di involucro il più delle volte in un modo rozzo e non curante. Per evitare che venga rovinato da parte loro consegnatelo nudo. Ogni danno causato al documento nel momento del controllo viene imputato a voi negandovi il diritto di volare.

Le piccole truffe sono all’ordine del giorno, quando vi rendete conto che ci stanno provando, non arrabbiatevi, andate via sorridendo, magari mandandoli a quel paese, ma sempre sorridendo. qui quelle più comuni: Truffe in Thailandia 

 

Viaggiare In Thailandia da sole: Regole base di comportamento

La Thailandia è di per se una terra ospitale, dove ancora la gentilezza è all’ ordine del giorno. Se sei una persona gentile ed educata, se la tua voce è pacata quando parli se sei rispettosa nei confronti della loro cultura tutto andrà liscio come l’ olio. I Thai amano profondamente il loro Paese e tendono a difenderlo con le unghie e con i denti.

  • Non arrabbiatevi e non discutete. I Thai non si confrontano. Far vedere che si è arrabbiati non porta da nessuna parte. Fate un respiro profondo prima di arrabbiarvi.
  • Imparare a salutare. I Thai ci tengono molto al saluto, quindi imparatelo bene perchè ci sono delle differenze: Le mani, in posizione di preghiera con le dita verso il vostro mento, piegare la testa leggermente verso di esse. Se salutate un monaco, una persona anziana,  o qualcuno di particolarmente importante dovete portare le vostre mani sopra il vostro naso, invece verso il petto per tutti gli altri.
  • Quando mangiate qualcosa con le mani, fatelo sempre con la mano destra e mi raccomando non leccatevi le dita.
  • Toccare, anche in segno di saluto o gentilezza, non è apprezzato, anzi viene presa come invasione personale.
  • Puntare i piedi verso qualcuno, o addirittura toccarlo è considerato un insulto.
  • La Testa è considerata la parte più illustre, non toccate mai la testa di qualcuno, se succede accidentalmente, chiedete scusa immediatamente.
  • Togliere le scarpe ogni volta che entrate in una casa Thailandese
  • Vestitevi sempre appropriatamente ogni volta che entrate in un Tempio.
  • Le Donne non possono toccare in nessun modo i Monaci e viceversa.

Viaggiare in Thailandia da sole: La mia prima volta

La prima volta non si scorda mai, il primo viaggio poi rimane nelle vene, nel sangue nei polmoni. Io sono partita la prima volta nel 2001, avevo un grande desiderio. Viaggiare da sola in India. Vi potete immaginare la reazione dei miei genitori quando gli ho sventolato il biglietto davanti agli occhi, cosa mi possono aver detto? Ci mancava solo che mi tirassero dietro qualcosa. Ma non mi interessava niente, avevo deciso. Volevo partire da sola, volevo andare in India.

Cosa mi ha spinto a partire da sola 

Perchè ero in un punto morto, non riuscivo a prendere una decisione, non sapevo cosa fare nella mia vita, non decidevo niente, avevo bisogno di un break, della serie “ fermate il mondo voglio scendere”. Così l’ ho fatto. Sono partita in solitaria per 3 mesi.

Hai voglia di prendere parte al mio nuovo viaggio per sole Donne in Thailandia? Scopri il programma completo: Un viaggio il collaborazione con Silvia di Il corpo e la mente 

Viaggiare da sola: Il viaggio workshop che ti insegna a farlo

La Paura della prima volta

Si una paura fottuta, ma il desiderio di partire, di conoscere e conoscermi era più grande, più forte!  Avevo così tanta paura che una volta arrivata all’ aeroporto di Delhi non riuscivo a muovermi, avevo così tanta paura che mi sono chiusa in un Hotel e non sono uscita per tre gg, avevo così tanta paura che con il sudore delle mani ho rovinato la ricevuta di pagamento del taxi che ho dovuto ripagare. Insomma me la facevo letteralmente sotto.

Allora come ho fatto a stare lì tre mesi, a viaggiare in lungo e in largo? C’ho provato, mi sono buttata, un pochino alla volta e alla fine è andata ed è stato bellissimo.

Ho capito che al di la della paura, c’era la bellezza, c’era il godimento c’ero io!

Da quel giorno ci sono stati tanti altri viaggi, soprattutto in India, ma quello è stata il più bello, il piu figo di tutti. . Quel viaggio mi ha dato una carica pazzesca, mi ha aiutata a sbloccarmi.

La Thailandia poi è venuta dopo, nel 2006 e che dire, me ne sono innamorata all’Istante, un pugno in faccia all’improvviso che mi ha messo ko. Mi è rimasta nel cuore fino a quando ho deciso di tornare per rimanere

Viaggiare in Thailandia da sole: Interno di un tempio

Viaggiare in Thailandia da sole: Intervista a Federica Patorelli e la sua prima esperienza di viaggio in solitaria

Un’ esperienza molto simile alla mia è capitata alla bellissima Federica Patorelli che su instagram la trovate come @ciompif Lei mi ha contattata per una consulenza, voleva fare un viaggio in Thailandia da sola, ma aveva dei dubbi, così ci siamo confrontate, abbiamo parlato, ci siamo sentite per tutto il viaggio. Secondo me lei nelle risposte alle domande che le ho fatto spesa perfettamente il senso del viaggio in solitaria.

Perchè hai scelto la Thailandia come primo viaggio? 
Desideravo qualcosa di scombinato, disordinato, che rompesse le regole, diverso dall’Occidente: tutto questo è stato Bangkok. E volevo il mare, quello da film. Calma e adrenalina insieme. La Thailandia sembrava abbracciare ogni cosa.
Avere una persona sul posto poi è stata una sicurezza anche per i miei genitori super preoccupati. Se mi fosse successo qualcosa, avrei avuto vicino una persona che sapeva consigliarmi o assistermi.

Cosa ti è piaciuto di più del viaggiare da sola?
La flessibilità del viaggio, il poter decidere se restare o se andare via senza consultarmi con altri, ma ascoltando le mie esigenze e accontentando i miei desideri. Ho costruito il viaggio strada facendo.

Hai conosciuto molte persone?
Tantissima. Ho incontrato molte persone in viaggio come me anche per le strutture (ostelli principalmente) e le escursioni che ho fatto.
Mi capitava di conoscere una persona a colazione e di salutarla a cena dopo aver passato tutto il giorno insieme!!!

Hai avuto difficolta con la popolazione locale?
No, sono dolcissimi e non invadenti come piace a me! Non parlano bene l’inglese é vero, ma sono sorridenti e cercano di aiutarti sempre: Google traduttore, indicazioni, linguaggio dei segni. Una volta lì sembra tutto più facile! Le dritte che ho avuto da Marta poi sono state utilissime per non invadere o essere inappropriata per la loro cultura.

Ti sei mai sentita in pericolo?
Mai. Davvero mai in 30 giorni. Prima di partire tutti dicevano di stare attenta e di non uscire la sera. L’ultima notte mi sono trovata nel centro di Bangkok alle 2 di notte a mangiare zuppa piccantissima, farmi fare un massaggio ai piedi e a tornare a casa a piedi da sola con tutte le cianfrusaglie possibili da mettere nel mio zaino 😜

Ti sei mai sentita da sola?
No. Io sono partita con la mente aperta e fluida e l’universo mi ha risposto: ho trovato sempre persone con cui stare e condividere. Le persone in viaggio si aiutano a vicenda e dividono i problemi.
In più, la popolazione thai è amichevole e ospitale. Una mattina su una isola non trovavo un tuk tuk che mi portasse al porto. Un signore è andato a chiamare un suo amico e una vecchietta mi ha fatto accomodare nel suo ristorante e mi ha offerto la colazione!!!

Cosa ti ha regalato questo viaggio in solitaria in Thailandia?
Potrei scrivere un libro per tutti gli insegnamenti che la terra dei sorrisi mi ha regalato. Quelli più importanti però sono il coraggio e la fiducia negli altri. Non ho più paura di stare da sola e sono consapevole di quello che mi piace e quello che proprio non mi va di fare. Ho imparato a fidarmi di più del mondo e degli altri.
E poi mi ha regalato la resilienza: se qualcosa va male ci sono molte soluzioni prima di arrendersi!!!

L’ assistenza che hai acquistato ti è stata utile?
Moltissimo. Sia prima sia durante. Un mese prima io e Marta abbiamo abbozzato l’itinerario inserendo escursioni e spunti interessanti (sono io che non volevo avere nulla di sicuro, ma lei può prenotare ogni cosa). Mi ha consigliato cosa mangiare, dove andare e cosa fare. Abbiamo parlato di vaccini, della cultura del popolo thai e di come sfruttare il mio budget al meglio.
Durante il viaggio però è stato davvero un punto di riferimento fondamentale. Le mandavo un messaggio e in poco tempo avevo la risposta: “dove posso prendere questo bus? Mi consigli un posticino dove mangiare? È caro questo prezzo? Come mai i Thai fanno così?”.
A volte il viaggio andava così liscio che invece di consigli le raccontavo cosa avevo fatto e lei rideva e mi raccontava altre sue avventure!
Avere una persona sul posto e con la mia stessa cultura è stata la soluzione migliore per me. Marta conosce delle cose assurde e meravigliose!!!! Mi sono ritrovata a dormire nel mercato dei fiori vicino ad un negozio di cipolle, a lavare un elefante e a mangiare un risotto di colore azzurro!!!

Consigli alle Donne della comunity di “ Marta Domani Parto” di viaggiare da sole? 

Non farsi abbattere dagli altri. Avevo più paura in Italia perché ero bombardata dalle insicurezze di tutti. Una volta li è stato semplice, elementare, divertente!
Un altro consiglio è: lasciarsi andare e accogliere quello che viene!
Non sapere cosa si farà il giorno dopo, dividere un pad thai con uno sconosciuto, dormire su un’isola deserta e decidere dove andare a seconda di cosa ti dice il cuore è una esperienza da fare!
Io nel frattempo non vedo l’ora di ripartire da sola!!! 😜

Ho voluto creare il format delle consulenze/assistenze in viaggio perchè sapere che c’è una persona che parla la tua lingua che ti può aiutare in qualsiasi momento e che nei momenti di sconforto c’è, bè io credo che faccia la differenza.

Donne in viaggio in Thailandia: Cosa portare e non portare in valigia

Donne in viaggio in Thailandia: Cosa portare e non portare in valigia

 

Cosa portare in valigia in Thailandia: Consigli pratici

Una volta comprato il biglietto e pianificato il viaggio nei particolari, la domanda che sorge spontanea è: Ma cosa mi porto in valigia? Qui ti do qualche informazione e tips su quello che devi portare, ma anche di quello che non devi portare con te. Quindi mia cara leggi bene perchè ci sono delle cose che non possono far parte del tuo bagaglio.

La cosa fondamentale sono i documenti, sempre a portata di mano. In questo articolo Viaggiare in Thailandia da sole, come liberarsi dalla paura della prima volta, spiego come comportarsi con il passaporto.

Viaggiare in Thailandia da sole: porta passaporto adatto

Quali documenti servono per entrare in Thailandia

Dal primo di Luglio 2022 la Thailandia non richiede più il Thailand pass ed assicurazione obbligatoria per entrare nel paese. Gli unici documenti che ti  servono  sono: Passaporto e certificato vaccinale e se non sei vaccinata basta presentare un Pcr molecolare eseguito entro 72h prima del volo. Mi raccomando richiedi la documentazione in Inglese.

Nb: Anche se l’assicurazione non è più obbligatoria, mi raccomando falla, è importante. Se hai bisogno di schiarirti le idee in merito io sono abilitata ad emettere assicurazione Axa, inviami una mail per info a [email protected]. Cosa molto importante l’assicurazione sanitaria deve seguire sempre la prenotazione di un servizio che può essere: volo, trasferimento, prenotazione alberghiera ecc ecc

Donne in Viaggio:

Cosa portare in Valigia:

Abbigliamento

Il mio consiglio spassionato è quello di non portare tantissimi vestiti con te, perchè troverai di tutto di più soprattutto se sei un’ appassionata di mercati. Ma qualcosa dovrai portarti giusto? Quindi io opterei per un vestiario comodo, possibilmente cotone e lino, le camicie in questo potrebbero diventare le tue migliori amiche ; proteggono dal sole e fanno attraversare l’aria. Pantaloni lunghi e non attillati ( magari per la sera certo) questo sia per il caldo sia per una questione decoro, soprattutto quando accederai ai templi. Una felpa ed un foulard sempre a disposizione per: trasferimenti in taxi, ‘areoporto, per quando entri nei supermercati, due capi importantissimi se non vuoi prenderti un colpo per l’aria condizionata.

Nb: Ci sono dei posti in cui il vestiario è di fondamentale importanza, come per esempio il Palazzo reale A Bangkok qui non scherzano, perchè non serve solo che le spalle siano coperte, ma anche tutto il resto: non puoi entrare con la gonna o comunque con parti del corpo scoperte.

Guarda il programma del prossimo viaggio di Novembre 2022

Viaggio in Thailandia sole Donne: Finalmente si Riparte Tour

 

Medicinali

Nonostante troverai tantissime farmacie ben fornite portati sempre qualcosa con te che sia a portata di mano in caso di bisogno, sopratutto:

  • Paracetamolo e tachipirina, oppure altri antinfiammatori
  • Antistaminici in caso di allergie
  • Antibiotici ad ampio spettro, utili per curare molteplici disturbi
  • Antidiarroici e antibiotici intestinali, fondamentali per contrastare l’enterite (molto frequente in Thailandia)
  • Antiacidi contro il bruciore di stomaco
  • Antivomito
  • Fermenti lattici

Beauty case che si appendono:

Il Beauty case da viaggio appendibile è un’ottimo alleato soprattutto se sei una viaggiatrice zaino in spalla. Questo ti permettere di appendere le tue cose senza doverle appoggiare ovunque e soprattutto se viaggi in guest House e ostelli.

Assorbenti

In Thailandia potrai trovare tanti negozi che vendono assorbenti ( i 7/11 ne sono stracolmi) di tutti i tipi, anche al mentolo. Servono per dare, come avrai ben capito freschezza alle parti intime, ma credimi se ti dico che ti porteranno solamente un gran fastidio. Ma quello che non troverai sono gli assorbenti interni, magari li trovi pure nelle zone più turistiche o nelle città, ma pochi comunque. Quindi ti conviene proprio portartene una notevole scorta. Ma  per evitare di aumentare la già grande quantità di plastica e di rifiuti prendi in considerazione la coppetta mestruale e se, non l’ hai mai utilizzata e non sai nemmeno di che cosa io stia parando leggi qui: come scegliere la coppetta più adatta alle tue esigenze.

Se proprio non sei un’appassionata di coppette mestruali, esistono assorbenti Biocompostabili oppure mutandine e assorbenti lavabili.perfetti per l’ igiene intima in viaggio.

Donne in viaggio in Thailandia: Cosa portare e non portare in valigia

Potrebbe interessarti anche:

Hotel Bangkok: 5 Boutique Hotel da conoscere assolutamente

 

Scarpe e calzini

Se siete dirette verso nord e avete in mente di fare qualche trekking, delle buone scarpe  vi servono, cercate però di non appesantirvi troppo. Se però non fate parte della categoria trekking tutti i giorni, le vostre consolidate scarpe da ginnastica andranno super bene. Per quanto riguarda i calzini, lo so che sembra una cosa stupida, ma quelli di spugna non li prenderei in considerazione ci mettono troppo ad asciugarsi e l’odore non è il massimo. Optare per quelli di cotone è la migliore scelta. Non dimenticare i fantasmini, soprattutto nei Templi, li le scarpe vanno tolte e se odi camminare scalza, bhe i fantasmini sono il top.

 

Donne in viaggio in Thailandia: Cosa portare e non portare in valigia

Telo e federa

Quello che non deve mancare mai nel mio zaino quando viaggio sono: federa e telo ( pareo). Occupano pochissimo spazio e sono super versatili  soprattutto quando viaggio e mi fermo a dormire in guest House con pulizia non proprio adeguata. Oltre ad usare il pareo come copricostume o come asciugamano, lo utilizzo in caso di letto non pulito. SI lava e si asciuga in un battibaleno, stessa cosa vale per la federa che oltre a coprire cuscini, la utilizzo come sacca per dividere gli indumenti all’interno della borsa. Super utile a fine viaggio per i panni sporchi.

Crema Solare:

La crema solare la troverai ovunque, ma ti consiglio di portartela da casa perchè il suo costo è piuttosto elevato. Le Thailandesi non prendono il sole, ci tengono ad avere una pelle chiara, (anzi stai attenda a quando compri una crema generica, leggi bene l’etichetta perchè  il più delle volte è una crema sbiancante) quindi va da se che il costo della protezione solare è piuttosto elevato visto il massivo utilizzo che ne fanno.

Impermeabile:

Le precipitazioni ci sono, stiamo parlando di un clima tropicale, quindi si, ci sta che piova. Portati un piccolo impermeabile, uno di quelli che occupano poco spazio ti servirà piu di quanto pensi. Lì ne troverai di tutti i tipi soprattutto quelli preferiti dai Thai, di plastica usa e getta, simpatici carini e costano una sciocchezza, ma sfortunatamente sono talmente tanto inquinanti che li ritroverai ovunque. Cerchiamo di essere responsabili, la Thailandia ha bisogno di essere protetta dalla plastica.

Donne in viaggio in Thailandia: Cosa portare e non portare in valigia

Cose che non puoi portare in valigia

Sigaretta elettronica

La sigaretta elettronica è una di quelle cose che non puoi portare in valigia, ne a mano ne in stiva. La motivazione non c’è data sapere. Ma quello che ti posso dire è che se tante volte ti dovessero trovare a fumare la sigaretta elettronica in pubblico, bhe stai certa che ti fanno passare dei brutti quarti d’ora. Quindi, io se fossi in te non proverei neanche a portarla, perchè magari salta ai controlli in areoporto ma stai sicura che se ti vedono devi essere pronta a sborsare centinaia di Euro.

Power bank

Puoi tranquillamente portare il power bank in Thailandia, ma ci sono delle restriuzioni: 1) Non deve superare i 20,000 MAH 2) deve essere portato nel bagaglio a mano. Se tu dovessi per sbaglio inserirlo nella valigia che va in stiva ti avverto che fino a quando il power Bank non è stato tolto il volo non parte. Mi è successo una volta e credimi  non è carino far ritardare il volo, soprattutto vedere le facce incavolate degli altri passeggeri.

Sex Toys

Lo so è molto strano, soprattutto in un Paese dove il sesso non è affatto un taboo, ma i sex toys sono illegali. Non li puoi comprare e non li puoi introdurre nel paese. Se tante volte tu, sbadatamente dovessi inserirli nel tuo bagaglio, bhe almeno abbi l’accortezza di togliere le pile. Io ovviamente non ti ho detto niente!

Cosa sapere su certi tipi di medicine

Se hai necessità di portare con te dei medicinali acquistabili con prescrizione medica:

  • custodisci i medicinali nella loro scatola originale. Devono essere sempre accompagnati dalla ricetta medica, scritta in lingua inglese. Sulla ricetta, oltre a specificare il tipo di medicinale, deve essere indicata anche la patologia per cui è stata effettuata la prescrizione e il dosaggio.
  • quando atterri,  devi dichiararlo alla dogana, recandoti presso gli uffici della Food & Drug Administration presenti in ogni aeroporto.

Se hai la necessità di portare dei medicinali narcotici, come il metadone, la procedura da seguire è ancora più rigida, perché essi vengono considerati delle vere e proprie droghe dallo Stato thailandese.

Se non se ne dichiara il possesso secondo le modalità previste, rischi di incorrere in una pena detentiva.

Per non passare guai devi richiedere l’autorizzazione preventiva della Narcotics Control Division della Food & Drug Administration.

Per prima cosa, è necessario essere in possesso di una prescrizione medica in lingua inglese, che attesti la necessità di portare con sé il medicinale per necessità personale.

Una volta ottenuta la prescrizione, la devi  presentare la domanda alla FDA thailandese d (la domanda deve essere inoltrata almeno 2 settimane prima della partenza), allegando la documentazione richiesta.

Dopo averla inviata, riceverai via e-mail l’autorizzazione necessaria ad importare i farmaci necessari nel Paese. Al proprio arrivo in Thailandia, sarà sufficiente presentare tutta la documentazione alla dogana.

Stessa cosa vale per le sostanze psicotrope. Per poterle portare hai  bisogno di una prescrizione medica scritta in lingua inglese che indichi:

  • nome e indirizzo della paziente;
  • la patologia per cui è in cura;
  • il nome del medicinale e la ragione per cui si è scelto di prescriverlo;
  • la posologia;
  • i dati del medico curante.

Ricorda che, in generale, puoi portare una quantità di medicinali sufficiente al fabbisogno di massimo 30 giorni.

Leggi anche:

Truffe in Thailandia: i 7 giochetti piu famosi dei tassisti

 

Cosa devi sapere prima di atterrare in Thailandia, curiosità

 

 

 

 

 

 

Cosa devi sapere prima di atterrare in Thailandia, curiosità

Cosa devi sapere prima di atterrare in Thailandia, curiosità

Viaggio in Thailandia, cosa sapere: curiositàa e stranezze di una Terra meravigliosa

Sei pronta per la tua prima Vacanza in Tailandia, hai letto qualsiasi cosa: blog, riviste, guide, ti sei iscritta a mille gruppi Facebook, i tuoi amici ti hanno fatto una testa come un pallone, ormai sei lanciata e sai tutto…. ma qualcosa che potrebbe esserti sfuggito c’è, qualcosa che magari neanche i tuoi amici si sono ricordati di dirti: Le strane abitudini thailandesi

Perché lo sappiamo benissimo: Paese che vai usanze che trovi e non c’è cosa più vera, soprattutto se si parla di Thailandia. Oltre a Come comportarsi in Thailandia, dove descrivo quello che bisogna fare e non bisogna fare assolutamente per andare d’accordo con il popolo Thai, qui ti do delle dritte che potrebbero farti comodo una una volta atterrata.

banner per consulenza

Queste curiosità o stranezze se vogliamo definirle tali, per me sono diventate normalità, vita di tutti i giorni, ma a te che arrivi per la prima volta nella Terra dei sorrisi potrebbero sembrare un pochino strane. Alcune ti sembreranno stupide ma nel momento che le affronterai potrebbero crearti dei problemi.

Viaggi per sole Donne: perchè li organizzo ed a chi sono rivolti

I Materassi Thailandesi sono duri come sassi

La maggior parte dei materassi di Guest House, Bed and Breakfast e Hotel a 3 stelle sono incredibilmente duri. Non chiedere il cambio camera perchè il risultato non cambia. La cosa migliore se proprio non hai di meglio da fare, tipo cambiare Hotel, è quella di chiedere una coperta da mettere sotto il coprimaterasso. Questo ti aiuterà un pochino ad attutire la durezza della tavola di legno che ti è capitata. Ovviamente non succede negli Hotel di categoria superiore.

LETTI DURI IN tHAILANDIA

L’ amore incondizionato per la plastica

Una delle grandi problematiche della Thailandia moderna è la plastica, te ne renderai conto quando vedrai l’enorme utilizzo che giornalmente ne fanno. Basta entrare dentro ad un 7/11 qualsiasi a prendere due robe al volo e ritrovarsi con una manciata di bustine di plastica tra le mani senza rendersene conto. Da qualche mese borse apposite in cotone economiche e carine sono state messe in vendita proprio per cercare di contrastare questo fenomeno. Altro grosso problema sono le cannucce e le bottiglie di plastica. Utilizzare una borraccia termica e richiedere delle cannucce biodegradabili, (proprio se non se e può fare a meno) è già un piccolo passo in avanti.

La doccetta bidet un must del quale non potrai più farne a meno

 La doccetta la troverai ovunque, i Thai la adorano, per loro è fondamentale avere questo attrezzino al lato del Wc. Nelle campagne o in posti molto local, troverai secchi col di acqua con all’interno dei piccoli recipienti, sicuramente più scomodo, meno fashion ma comunque efficace. Portati con te sempre dei fazzoletti è fondamentale.

 

La carta igienica nei bagni è bandita!

Ebbene si la carte igenica è bandita e se la trovi la dovrai utilizzare stile asciugamano, dopo aver utilizzato la doccetta bidet. Una volta utilizzata dovrai gettarla nel cestino. Mi raccomando non buttarla nel wc, perchè c’è una buona possibilità che si intasi.

carta igenica bandita in thailandia

I Thailandesi dicono sempre di si

Una delle caratteristiche del popolo Thailandese ( un pò in tutta l’ Asia in verità) è di dire sempre di si, a qualsiasi cosa con tanto di super sorrisone. Ma mentre tu inizi a dire “ma daiiii troppo carino e gentile” lui o lei magari non hanno capito una beata mazza di quello che gli/le hai chiesto. Dammi retta ripetilo fino a quando non sei sicura.

Donne in viaggio in Thailandia: Cosa portare e non portare in valigia

Cartaigienica…sul tavolo del Ristorante

La  cartaigienica non va in bagno ma sopra al tavolo del Ristorante ovvio no ! Ebbene si, in molti Ristorantini Local troverai la cartegienica al posto dei tovaglioli ma comunque inserita dentro la sua bella custodia super fascion… di plastica ovviamente

Porta rotlo di cartaigienica per tavolo ristorante

Inno nazionale in stile flash Mob

Se mentre cammini per strada le persone si bloccano di colpo, smettono di parlare ed iniziano a cantare seguendo una nenia in filodiffusione, vuol di re che sei finita nel flash mob “sui generis” dell’ inno nazionale Thailandese. Tutti i giorni alle 8 di mattina e alle 6,00 di sera l’inno nazionale viene suonato in strade, centri commerciali, stazioni ecc. Fermati anche tu, i Thai lo apprezzeranno molto.

Aria condizionata stile Polo Nord

Abituati a portare in giro qualcosa per coprirti le spalle perché ogni volta che entrerai in  un negozio, supermercato, Taxi ecc ecc ti sembrerà di entrare in un surgelatore. I Thai hanno il brutto vizio di tenere l’aria condizionata a manetta che se non ci sei abituata rischi la polmonite.

Il ghiaccio un amico fedele che non ti abbandona mai

Il ghiaccio viene messo praticamente ovunque, anche se non lo chiedi loro lo mettono, persino nella birra! Quindi se non lo vuoi diglielo prima, ti conviene!

acqua con ghiaccio

 

Queste sono solo alcune delle particolarità che troverai durante la vacanza Thailandese. Non ti arrabbiare e prendila con filosofia, mi raccomando, il bello di questo Paese è proprio questo. Più sarai tranquilla e più riuscirai a godere della bellezza di questa Terra.

Thailandia Turismo: corridoio turistico Phuket- Aggiornamento al Primo Aprile 2022

Thailandia Turismo: corridoio turistico Phuket- Aggiornamento al Primo Aprile 2022

Aggiornamento entrata in Thailandia 1°Aprile 2022

Piano piano le cose si stanno semplificando oggi 1°Aprile 2022 sulla gazzetta ufficiale sono uscite delle piccole novità anche per quanto riguarda il test rapido. I Prossimi aggiornamenti sono previsti per il 1°di Maggio e 1°di Giugno.

  • il test Pcr da effettuare 72h prima non è più necessario per entrare in Thailandia

Cosa serve per Entrare in Thailandia

  • Il Thailand Pass da richiedere qui 
  • Una polizza assicurativa con copertura non inferiore a US $ 20.000.
  • Il *TAT  tourism authority of Thailand consiglia ai viaggiatori di controllare i caratteri piccoli di qualsiasi polizza assicurativa COVID-19 prima dell’acquisto.
  • La polizza dovrebbe coprire il costo del trattamento e altre spese mediche associate all’infezione da COVID-19, inclusi il ricovero ospedaliero, l’isolamento ospedaliero, l’isolamento in hotel o la relativa quarantena. La polizza assicurativa deve coprire anche l’intera durata che i viaggiatori hanno in programma di rimanere in Thailandia, più almeno 10 giorni in più a titolo precauzionale.
  • Pagamento anticipato per 1 notte di alloggio in hotel/i approvati dal governo; come SHA Extra Plus (SHA++) il giorno 1, che dovrebbe includere anche le spese per 2 test COVID-19: un test RT-PCR all’arrivo (giorno 0-1) e un auto test  
  • Certificato di vaccinazione COVID-19 Tutti i maggiori di 18 anni devono essere vaccinati completamente per COVID-19 con un vaccino approvato almeno 14 giorni prima di recarsi in Thailandia.
  • I viaggiatori di età compresa tra 12 e 17 anni che viaggiano in Thailandia non accompagnati devono essere vaccinati con almeno 1 dose di un vaccino approvato almeno 14 giorni prima di recarsi in Thailandia.
  • Chi viaggia con i genitori è esonerato da tale obbligo.
  • I viaggiatori di età inferiore a 12 anni, che viaggiano con i genitori, sono esentati da tale obbligo.
  •  I viaggiatori che hanno già contratto il COVID-19 devono aver ricevuto almeno 1 dose di un vaccino approvato dopo l’infezione e devono avere un certificato medico di guarigione da COVID-19.
  •  Anche I viaggiatori che hanno già contratto il COVID-19 entro un periodo da 14 giorni a 3 mesi e non hanno ancora ricevuto alcun vaccino dopo l’infezione devono avere un certificato medico di guarigione da COVID-19.
  • Durante il soggiorno Tutti i viaggiatori devono sottoporsi a screening all’ingresso, compreso il controllo della temperatura corporea, e presentare i documenti richiesti al funzionario dell’immigrazione/controllo sanitario per effettuare i controlli. 
  •  Il viaggio  per l’ Hotel deve essere effettuato con un veicolo predisposto su percorso sigillato entro un tempo di percorrenza non superiore a 5 ore.
  •  i viaggiatori devono attendere il risultato del test solo all’interno dell’hotel. *
  • I viaggiatori di età inferiore a 6 anni, che viaggiano con i genitori, possono sottoporsi al test della saliva.
  • I viaggiatori il cui risultato del test è negativo sono liberi di andare ovunque in Thailandia, ma verrà fornito con 1 kit di autotest dell’antigene per un autotest il giorno 5 e sarà richiesto di segnalare/registrare il risultato tramite l’applicazione MorChana o un altro specificato applicazione.
  • I viaggiatori il cui risultato del test risulta positivo saranno indirizzati a cure mediche appropriate in conformità con la legge thailandese sulle malattie trasmissibili B.E. 2558 (2015).
  • Tutti i viaggiatori devono scaricare e installare l’applicazione MorChana e attivarla in ogni momento per le misure precauzionali COVID-19 e per registrare il risultato dell’auto-ATK il giorno 5 nell’applicazione. *L’auto-ATK il giorno 5 non sarà richiesto se la durata del soggiorno del viaggiatore è inferiore a 5 notti o se la sua data di partenza internazionale programmata fuori dalla Thailandia è il giorno 5 o prima. Ad esempio, se il viaggiatore prevede di rimanere in Thailandia per 3 giorni, non è tenuto a segnalare il risultato dell’auto-ATK, ma deve partire immediatamente per un altro paese. Tuttavia, al viaggiatore potrebbe essere richiesto di sostenere un altro test a seconda della compagnia aerea e della destinazione internazionale finale.

Aggiornamento entrata in Thailandia

Oggi 1° Marzo 2022, come annunciato nei giorni precedenti si potrà entrare in Thailandia senza corridoio turistico. Qui le nuove regole:

  •  Ciclo Vaccinale completo
  •  Tampone negativo, effettuato con metodo PCR, non oltre 72 ore prima della partenza. In caso di tampone positivo, è ugualmente possibile viaggiare, a condizione che l’interessato abbia un certificato medico che attesti che l’infezione è stata riscontrata non meno di 14 giorni prima, e non più di 90 giorni prima della data di partenza. E’ tuttavia a discrezione delle Autorità sanitarie locali, all’arrivo in Thailandia, decidere se il viaggiatore deve essere sottoposto a quarantena, e per quanto tempo.
  •  “Thailand Pass”, rilasciata dall’Ambasciata di Thailandia su richiesta, da richiedere al seguente link:  https://tp.consular.go.th/
  • Visto, in tutti i casi in cui è richiesto.
  • Assicurazione sanitaria che copra  anche le spese dovute al COVID19 e abbia un massimale non inferiore ai 20.000 USD.
  • L’assenza o la non correttezza formale di uno solo di questi documenti comporta il diniego di imbarco da parte del vettore aereo che è responsabile del controllo.
    Il regime di quarantena è abolito per tutti, alle seguenti condizioni:
  • I viaggiatori devono rispettare i requisiti generali indicati al punto precedente (“Condizioni di ingresso nel Paese”).
  • Per i minori di età compresa tra i 12 ed i 17 anni e’ necessario dimostrare di avere fatto una sola dose del vaccino; tutti i minori di 18 anni devono essere registrati assieme al genitore che li accompagna, sul portale https://tp.consular.go.th/
  •  I viaggiatori devono sottoporsi ad un test COVID con metodo RT/PCR il giorno dell’arrivo.
  • Prenotazione in Hotel sha plus  prima del viaggio, una notte in albergo in una delle strutture abilitate, dove dovranno attendere il risultato del test COVID. Non sarà possibile lasciare l’hotel prima dell’arrivo del risultato negativo del test.
  • I viaggiatori devono dimostrare anche di aver prenotato e pagato in anticipo sia il test che il trasferimento dall’aeroporto all’albergo.
  • Il quinto giorno di permanenza nel Paese dovranno sottoporsi ad un test ATK ( test rapido) che dovra’ essere esibito secondo modalita’ non ancora definite.

———————————————————————————————————————-

Thailandia Turismo , Corridoio Turistico Phuket. Le ultime notizie che devi assolutamente sapere. Dalla Sand Box di Phuket ai documenti che ti servono.

Finalmente, qualcosa di buono è successo, la Thailandia o meglio a Phuket ha aperto il corridoio Turistico. Dal 1°di Febbraio 2022 Grazie al Sand Box  si può viaggiare a Phuket. Anche se a dirla tutta la Thailandia aveva già aperto all’Italia i suoi confini a Novembre.

Thailandia Turismo: corridoio turistico Phuket

 

Turismo Thailandia, corridoio turistico: cos’è, come funziona

Si tratta di viaggi organizzati e gestiti da operatori turistici, i quali sono anche chiamati ad assicurare il rispetto delle misure di sicurezza contenute nel documento “Indicazioni volte alla prevenzione e protezione dal rischio di contagio da COVID_19 nei corridoi turistici Covid-free”.

Per entrare a Phuket attraverso il corridoio Turistico devi acquistare un pacchetto turistico che deve necessariamente comprendere:

  • Assicurazione sanitaria ( per il valore di 50,000 dollari)
  • Volo andata e ritorno
  • Hotel per tutta la durata del soggiorno
  • trasferimento per e da Aeroporto,
  • Due tamponi prenotati e pagati.

Documenti necessari che devi presentare all’ agenzia al momento della prenotazione del pacchetto turistico: 

  • Green Pass
  • Documento vaccinale
  • Passaporto

 

NEWS

– Dal 1° d Marzo verra tolto il PCR del 5° giorno – L’ Assicurazione passerà da 50,000 a 20,000 thb – Da Aprile ogni turista, all’ aeroporto dovrà pagare 300 thb per spese covid

 Cosa è il Documento Vaccinale

Documento Vaccinale: Thailandia Turismo: corridoio turistico PhuketIl documento Vaccinale è quel foglio con codice Qr che certifica tutte le vaccinazioni che sono state effettuato contro il covid19 con le date e la tipologia del vaccino. Può essere tranquillamente richiesto in farmacia, mostrando la tessera sanitaria. Oltre ad essere fondamentale per le pratiche della partenza, una volta arrivati a destinazione potrebbe essere richiesto dalle maggiori compagnie che effettuano Tour. La Siam Adventure, per esempio richiede copia del passaporto e doc. vaccinale

 

Come funziona

Una volta presentatati i documenti, scelto il pacchetto turistico, (come scritto sopra) l’Agenzia procederà con la documentazione raccolta alla richiesta del Thailand pass. Per ricevere il documento servono circa 7 gg lavorativi.

Una volta che i documenti sono pronti ( Biglietti, Assicurazione, tamponi pagati, test negativo tampone molecolare, in Inglese non più di 72h prima dell’ imbarco, Thailand Pass, prenotazione Hotel e trasferimento) dovranno essere stampati e presentati all’aeroporto insieme al Travel Pass che rilascia il Tour operator.

Cosa è Il Travel Pass:

Travel PassThailandia Turismo: corridoio turistico PhuketIl Travel Pass è il documento richiesto che certifica che il pacchetto di viaggio è stato organizzato da un operatore turistico (tour operator o agenzia di viaggio). Il Travel Pass deve contenere l’intestazione del Tour Operator/Agenzia di Viaggio organizzatrice, il numero di pratica, la destinazione, il nome dei viaggiatori, gli estremi del viaggio (data di partenza, data di rientro, specifica del vettore, nome della struttura, estremi della polizza assicurativa sanitaria). Il documento deve essere datato, timbrato, firmato dall’organizzatore del viaggio e consegnato al momento dell’imbarco unitamente ai restanti documenti richiesti dalla normativa

In oltre che viaggia con il travel pass, al ritorno in Italia non deve essere costretto a fare la quarantena di 10 gg

thailandia turismo, Phuket

 

Entrare a Phuket senza corridoioTuristico, come fare:

Il Corridoio Turistico è perfetto per tutti coloro che vogliono trascorrere una vacanza di 10/15 giorni a Phuket, farsi un pò di mare, qualche escursione e relax, ma anche per chi  prende parte ad un viaggio di gruppo.

Ma ovviamente per chi è abituato a trascorrere mesi e mesi nel vecchio Siam la cosa diventa al quanto complicata, sia in termini di libertà che di denaro. Ma la possibilità di entrare senza il corridoio turistico c’è e ti spiego subito come fare.

Dove alloggiare a Phuket: le zone migliori

 

Cosa importantissima: Per entrare a Phuket senza corridoio turistico, devi avere un buon motivo che non può essere quello turistico: Ricongiungimento familiare, studio, Lavoro, compravendita di una casa, tutti ottimi motivi che attraverso la certificazione ti possono far entrare a Phuket.

Le Regole del Sand Box di Phuket:

Come per il pacchetto turistico devi presentare all’ aeroporto la documentazione necessaria per entrare nel paese, la puoi fare tu oppure richiedere a qualcuno di farla al posto tuo. Personalmente  mi sono trovata benissimo con il consolato Thailandese di Venezia. Bravi competenti e veloci.
Per quanto riguarda l’Agenzia dove ho fatto i biglietti aerei  e l’assicurazione ti consiglio Agenzia Avit di Vicenza. qui la mail per chiedere delle info sia per il corridoio turistico che non.
I documenti da preparare sono: 
  • Acquistare il volo di andata e ritorno
  • Richiedere un visto se, si ha l’ idea di stare più di 60 gg ( in quanto 30 giorni sono concessi, altri 30 si possono richiedere all’ immigrazione, con un estensione ed un pagamento di 2000 thb circa.) Se invece  vuoi stare di più  devi richiederlo anticipatamente all’ambasciata Thailandese di Roma.
  • Acquistare un’ Assicurazione sanitaria che copra anche le spese dovute al COVID19 e abbia un massimale non inferiore ai 50.000 USD. Sawadee Axa Insurance 
  • Prenotare e pagare anticipatamente 2 tamponi . I viaggiatori devono sottoporsi ad un test COVID con metodo RT/PCR sia il giorno dell’arrivo, che il quinto giorno di permanenza nel Paese. Per prenotare i Tamponi clicca qui 
  • Prenotare e pagare un Hotel SHA Plus : Due notti in albergo (per il primo e quinto giorno di permanenza), in una delle strutture abilitate, dove dovrai  attendere il risultato dei test COVID. (Per entrambe le notti, non sarà possibile lasciare l’hotel prima dell’arrivo del risultato negativo del test.)  Lista Sha Plus Hotel 
  • Certificato vaccinale
  • Green pass

 

esempio di Thailand PASSUna volta che hai tutti questi documenti, puoi richiedere il Thailand Pass compilando il questionario. Mi raccomando fogli alla mano, in quanto devi caricare nel sistema tutta la documentazione: Prenotazione Hotel, Volo, assicurazione, tamponi prenotati ecc ecc. Dopo circa 7 gg lavorativi avrai il tuo Travel pass. Tutti i documenti dovrai stamparli insieme al tampone negativo molecolare, in Inglese non più di 72h prima dell’ imbarco,

Importante: in questo caso, al ritorno in Italia devi necessariamente fare 10 gg di quarantena preventiva.

 

Fino al 30 Aprile 2022, le mie consulenze sono gratuite! prenota il tuo spazio direttamente Qui!

banner per consulenza

 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest