Come comportarsi in Thailandia: Usi e costumi della Terra dei sorrisi

Come comportarsi in Thailandia: Usi e costumi della Terra dei sorrisi

Voglio scrivere questo post sul “ come comportarsi in Thailandia” da un po’ di tempo perché sono stufa di sentire tante baggianate sul popolo Thailandese. Non ne posso più di ascoltare turisti che insultano, che non portano rispetto, che urlano. Gente che viene in vacanza per una manciata di giorni e che crede già di sapere tutto su un popolo. Vivendo in questo Paese ho capito che ci sono delle regole non scritte che vanno rispettate, comportamenti che vanno evitati ed altri che devono entrare a far parte del nostro quotidiano.

una classe di monaci

Anche se il popolo Thailandese è incredibilmente sorridente ed ospitale ciò non significa che sia stupido, anzi. E’ un popolo orgoglioso, geloso della propria storia e delle proprie tradizioni e nonostante il turismo abbia cambiato certi luoghi i Thailandesi portano ancora molto rispetto alle proprie tradizioni: ai gesti, alle parole ai movimenti ed è per questo che bisogna essere rispettosi ed imparare a comportarsi.

Se avete voglia di conoscere almeno un pochino il loro modo di vivere qui trovate degli spunti sul cosa fare e cosa non fare all’interno della società’ Thailandese.

Voglio iniziare da quello che proprio NON si dovrebbe fare, perché se già si impara questo si è già ad un ottimo punto.

Persone in preghiera

Come comportarsi in Thailandia: 6 cose da non fare assolutamente

  • Se sei una Donna non puoi toccare o sederti vicino ad un monaco
  • Non toccate in nessun modo la testa dei bambini, anche se per noi è un gesto di affetto per loro è una sorta di insulto
  • Non varcate la soglia dei Templi senza esservi tolti le scarpe
  • Non parlate mai male della famiglia reale.
  • Puntare i piedi verso qualcuno, o addirittura toccarlo è considerato un insulto.
  • Non arrabbiatevi e non discutete. I Thai non si confrontano, troverete solamente un muro di gomma di fronte a voi.

Queste 6 regole ( anche se ce ne sono molte altre) vi aiuteranno ad avere un approccio diverso ed essere presi in considerazione dalla popolazione Thai.

Ma ci sono invece delle buone abitudini da imparare e far diventare parte del proprio quotidiano nella Terra dei sorrisi.

Donna in un Templio Come comportarsi in Thailandia: 4 cose da sapere

#1) Imparare a salutare. Il Wai è il saluto con inchino a mani giunte che i Thai fanno continuamente ed è estremamente importante da utilizzare, è buona abitudine farlo

#2) mettere sempre Khun davanti  al nome di una persona che si è appena conosciuta.

#3) Ringraziare sempre per qualsiasi cosa.

#4) Quando passate davanti ad una persona più anziana o a delle persone che stanno parlando, abbassatevi, non è educato rimanere allo stesso livello.

#5) Non baciatevi pubblicamente: Ai Thai ( in tutta l’ Asia per la verità) non piace questo genere di effusioni in pubblico

#6) Non andate in giro con il solo costume. È vero, il senso di libertà che si respira al sud del Paese è incredibile, ma bisogna fare i conti con una una popolazione perlopiù musulmana, che non ha piacere nel vedere corpi semi nudi  entrare in negozi e ristoranti

#7)togliete sempre le scarpe quando entrate in un luogo sacro o in una casa.

 I Thai tengono molto alla forma per loro è importantissima. Seguire queste piccole regole significa farsi rispettare ed essere presi in considerazione.

Se volete entrare ancora di più nel vivo della cultura Thailandese la cosa migliore da fare è quella di imparare alcune  parole che vi possono essere molto utili, loro saranno felicissimi di questo e voi avrete imparato qualcosa di nuovo.

 

Come comportarsi in Thailandia: parole utili da imparare 

  • Sawa dee ka : questo è il saluto per eccellenza. Si utilizza praticamente sempre. Se siete uomini dovete dire  Sa wa dee Kap
  • Si: chai
  • No : Mai
  • Grazie : koop kung ka – gli uomini dovranno dire: Koop kung Kap-
  • Scusa:  koo thood
  • Come stai: Sa bai dii mai
  • Non piccante: Mai Pet- questo è super importante da sapere!

Se voi siete gentili, rispettosi della loro cultura, loro lo saranno con voi. Se invece siete persone arroganti, insensibili e poco flessibili,  poi non lamentatevi se non sono disponibili e maleducati. Tutto dipende da voi, da come è il vostro approccio con questo popolo.

 

\\

Escursioni Phuket: Quali scegliere per una vacanza al Top!

Escursioni Phuket: Quali scegliere per una vacanza al Top!

Phuket ha tante meraviglie basta scoprirle nel modo giusto

Marta, come faccio a prenotare delle escursioni? Ma i Tour sono veramente affidabili? Quali scegliere per non rimanere fregata o delusa? Queste sono alcune delle tante domande che ogni giorno mi vengono poste, sia con Dm su Instagram che via mail,  ed è per questo motivo che ho deciso di scrivervi questo post.

Phuket è stracolma di gente più o meno seria che vende escursioni, li trovate per strada, negli Hotel, nei ristoranti, dappertutto. Appena vi fermate davanti ai loro banchi vi iniziano ad ammaliare dicendovi che per voi, solo per voi il prezzo è super iper scontato rispetto a quello scritto sulla brochure patinata che vi sventolano davanti. Con 1000 thb, poco più di 20 Euro acquistate un Tour che prevede 4 isole, snokeling, pranzo super -anche per vegetariani- spiagge bellissime e deserte ed oltretutto con partenza alle 8,30! Cioè figata, avete il tempo di dormire anche un pochino. Insomma tutto ciò sembrerebbe un super affare, infatti sembrerebbe, perchè di affare non c’è proprio niente!

Vista della spiaggia di Ya nui: Escursioni Phuket

Escurioni a Phuket: cosa non scegliere

Al momento del vostro arrivo al porticciolo vi accorgete subito che non è un affare e da cosa? Dalla quantità di gente che si imbarca nello stesso momento in cui vi imbarcate voi. Che nella vostra speed Boat invece di entrare 15 persone ce ne entrano 30, che la maggior parte dei vostri compagni di viaggio sono cinesi. (Questo non lo dico perché mi hanno fatto qualcosa in particolare, sia chiaro, ma perché sono tanti ed hanno un modo di comportarsi estremamente diverso dal nostro, già i rumori che emettono quando mangiano la dicono tutta.) che le le condizioni della barca non sono proprio il massimo, che l’ attrezzatura per lo snorkeling non è completamente gratuita. Ma la cosa peggiore succede al vostro arrivo nelle isole che dire che sono affollate è un eufemismo. Per non parlare poi del pranzo che il più delle volte viene servito in capannoni dove all’entrata c’è l’ addetto che vi lava i piedi con la canna dell’acqua talmente è spropositato il numero di gente che entra nello stesso momento. Insomma no, non ci siamo proprio! Quindi se non volete questo tipo di situazioni, non compratele.

Escursioni a Phuket: fai da te o agenzia?

Le escursioni più famose, quelle che trovate ovunque sono: Phi island, James Bond, Coral Island e le Similan, che per carità sono super belle, ma considerate la quantità di gente che arriva in Thailandia ogni stagione secca, solo lo scorso anno sono state registrate più 9 milioni di persone solamente a Phuket e tutte concentrate in quel periodo. Quindi fate voi! Adesso mettiamo che a tutti i costi volete vedere una di queste isole e vi capisco molto bene, sappiatelo! ma pensate di non trovare nessuno? Pensate veramente che in canoa nella baia di Phang – nega ci siate solo voi? Bè non è cosi! Sappiatelo molto bene.

Quindi chi scegliere per una bella escursione fatta bene? 

Se cercate: Assistenza nella vostra lingua, Tour non affollati, speed boat sicure e nuove, Assicurazione incidenti, equipaggiamento snokeling nuovo ed incluso nel prezzo la Siam Adventure world fa al caso vostro. Questa compagnia costa di più rispetto alle altre ma ha anche un tipo di assistenza diversa. Ottima per coloro che visitano le isole per la prima volta ed hanno bisogno di sentirsi in mani buone ed affidabili e preferiscono accompagnatori Italiani.

Per visitare al meglio le gettonatissime Phi Phi e James Bond la miglior cosa è partire all’alba così da anticipare tutte le altre compagnie che partono con calma durante la mattinata. Non vi dico che non troverete nessuno, ma vi assicuro che la prima parte della vostra mattina è decisamente salva. La Siam lo fa

Baya di Phan Nga: Escursioni PhuketSe invece siete più avventurosi e preferite una cosa molto local con barche tipiche di legno ed un personaggio come guida, allora Anan, detto “Antonio” fa per voi. Questo super soggetto vestito da sandokan con tanto di kajal agli occhi, è un Thai che parla italiano molto bene ed organizza poche escursioni ma buone. Il prezzo è  veramente ottimo per quello che offre.

  • Non è adatto a chi è poco agile o ha problemi motori o chi è alla ricerca di qualcosa di comodo.

Come organizzare un Tour fai da te? 

Per chi non ama costrizione di orari guide ecc ecc ci sono un paio di soluzioni interessanti. La prima è quella di prendere una Long Tale boat, la barca tipica Thailandese a Rawai beach e concordare con il  barcaiolo la cifra. Con 2500 Thb  a barca ( max 8 persone) ovviamente se contrattate bene, potete chiedere di farvi portare in giro in 2 o tre isolette. Le isolette in questione potrebbero essere: Koh bon, Buddha Island e Potato island dove, in quest’ultima non ci sono spiagge ma è splendida per lo snorkeling. Un altro punto strategico per partire con le motolancia è Chalanog Bay, sempre al sud di  Phuket ( qui ci sono più isolette carine da visitare) e da qui potete sempre con la stessa cifra farvi portare all’isola di Koh Lon, e Coral, anche se quest’ ultima è super gettonata soprattutto dal turismo cinese, le spiagge sono splendide.

Se invece volete andare nelle isole maggiori tipo: Pi phi, Ko Lanta, Koh Kradan, Koh Mook, potete prendere uno dei tanti traghetti o speed boat che che partono da Rassada Pier, in alta stagione ce ne sono veramente tanti e potete passare da isola in isola. Con Phuket Ferry avete la possibilità di prenotare on line le vostre corse ed utilizzare come metodo di pagamento oltre alle carte Visa e Mastercard anche Pay Pal. Ma se tante volte i prezzi vi sembrano alti soprattutto in alta stagione ci sono delle compagnie private che hanno dei prezzi molto competitivi, che includono anche il transfer. Per esempio ce n’è una che con 600 thb incluso il trasferimento dall’hotel vi porta a Phi Phi island ed anche se ci impiega un pò più di tempo del previsto è comunque sempre un affare.

Escursioni Phuket: Quali Tour organizzo e cosa posso fare per voi

Ho aperto la mia agenzia di viaggi e assistenza viaggiatori in Thailandia, più o meno 3 mesi fai da allora ho portato in giro un bel pò di persone. Ogni volta cerco di migliorare, aggiungere, togliere il superfluo questo per cercare un prodotto sempre migliore che possa regalare emozioni ed esperienze. La mia mission è quella di far vivere delle esperienze attraverso i viaggi ed i Tour che organizzo.

Al momento ho creato:

Inoltre ho iniziato a creare dei pacchetti gruppo più strutturati come il Pacchetto di Pasqua : Dieci giorni di : Yoga, respirazione, isole, cucina, ma tutto al femminile.

Inoltre collaboro con agenzie e Tour operator locali e compagnie di navigazione. Per informazioni, preventivi ed itinerari scrivetemi a: info@domaniparto.com

Pin It on Pinterest