Hotel Bangkok: 5 Boutique Hotel da conoscere assolutamente

Hotel Bangkok: 5 Boutique Hotel da conoscere assolutamente

Hotel Bangkok: dove dormire nella città degli Angeli

Di Hotel a Bangkok ce ne sono un’ infinità, di tutti i tipi e tutte le categorie possibili. Dai 5 stelle lusso, passando per gli Hotel di catena fino agli hotel  più spartani. Ma la vera chicca di questa città sono i Boutique Hotel. Veri e propri gioliellini che si trovano nei quartieri più iconici della città degli Angeli. Ogni Hotel ha una particolarità: shop house cinesi, antiche case di legno, palafitte sul fiume, edifici storici appartenenti in passato alla famiglia reale Tutte strutture di ottimo livello ma con un fattore in più: Personalità. Qui vi elenco i miei preferiti

Shanghai Mansion

Lo Shanghai Mansion è dedicato alla Cina Anni 30. E’ più grande dei Boutique Hotel che andrò a elencare nel post, ma nonostante questo ha un grande fascino: Mobilio laccato a tema, letti a baldacchino, colori sgargianti ed un ottimo ristorante dove mangiare particolarità cinesi e Thailandesi. La colazione continentale poi è davvero ottima. Un posto super per immergersi nel mondo street food, si perchè appena uscite dalle sue porte, la sera troverete centinaia di banchetti dove assaggiare il miglior street food della città.

Dove si trova lo Shanghai Mansion

 

Loy La long

Loy la Long: Hotel Bangkok: I miei Boutique Hotel preferiti

Ai margini di China Town, nella parte più tranquilla, c’è il Loy la long un albergo palafitta che dire che è bello è dire poco! Sono 7 le camere, tutte differenti tra loro, ma dotate di ogni comfort. Il padrone di casa è una persona gentile che con grande piacere da informazioni sulla zona sui luoghi da visitare e su dove andare a mangiare.Si possono fare lezioni di cucina Thai e si possono affittare bici per muoversi in tranquillità. Il Loy la Long si trova all’ interno del Tempio Patumkongka nel quartiere di Sampanthawong. 

Dove si trova il Loy La Long

 

Inn a Day

 

Hotel dalla struttura moderna in stile industriale Inn a Day si trova a Tha tien, in una viuzzola davanti alla Wat Pho. Si trova sul fiume ed ha la vista sul Wat Arun pazzesca. Ha 11  camere e sono chiamate come le ore del giorno che richiamano le attività delll’ antico quartiere.  Per esempio: la camera 7.00 a.m  è dedicata “ Fresh Market” ha la vista sulla citta ed è di 20mq. La camera 1,00 p.m si chiama “ Restaurant” è di 24 mq ed ha la vista fiume e cosi via. Un ottimo posto per chi ha voglia di scoprire questo quartiere davvero sorprendente.

Potrebbe interessarti anche:

Bangkok: 10 luoghi non convenzionali da visitare assolutamente

 

 

Siamotiff

Il Siamotiff si affaccia su un canale nella zona di Thomburi, un quartiere interessante e pittoresco. Questa antica casa di legno è un’oasi di pace in mezzo al caos della città, Ottimo per chi cerca relax ed eleganza

Sono 9 le camere non grandi ma colorate e stilose, bellissimi i bagni.  La colazione è un mix Europeo e Thai. Viene servita nella sala a vetri con una bella vista sul canale. Si accede anche qui attraverso un Tempio. La posizione è ottimale per vistare i mercati galleggianti di Bangkok e prendere il treno della morte.

Raweekenlaya

Il Raweekanlaya è un ex residenza della governante reale durante il Regno Rama VI. Le Camere, 38 non sono molto grandi, tutte arredate in syile Antico Siam contemporaneo, il bianco è il colore predominante. La cosa più bella oltre alla pulizia e all’ ordine è decisamente il giardino con la piscina. Una vera e propria Oasi di verde in mezzo alla metropoli.

 

 

 

 

 

 

 

Tour in Thailandia – fai da te – 15 giorni

Tour in Thailandia – fai da te – 15 giorni

Un Tour in Thailandia, un viaggio fai da te di 15 giorni, per scoprire questa meravigliosa Terra dal Nord al Sud. Un Itinerario super affascinante che ti porterà a visitare il meglio del meglio dellaTera dei sorrisi. Un itinerario Local ma con un’ occhio di riguardo a Hotel affascinanti e di charme.

Dove dormire in Thailandia, la scelta alternativa ai soliti Hotel 

La Thailandia offre una scelta di Hotel veramente interessante: Hotel de charme, Boutique Hotel, Bungalow di legno in mezzo alle risaie, case sugli alberi con tutti i comfort, appartamenti con vista super. Delle vere e proprie chicche da provare assolutamente. Puoi trovare posticini deliziosi senza dover rinunciare alla parte local e soprattutto senza spendere una fortuna!

Hai Bisogno di assistenza per organizzare e pianificare il tuo Tour di 15 giorni in Thailandia? Ci sono io.

 

La Baia vista dalle tende: Thailandia del sud Tour della Thailandia: Tutto quello che devi sapere

Marta dove Dormo, i migliori Boutique Hotel e dimore de Charme

Sono una super appassionata di Hotel, soprattutto quelli piccoli e particolari, adoro i rifugi in mezzo alla natura. Vado pazza per le strutture bohémienne, mi piacciono da morire le Guest House very local. Da quando mi sono trasferita in Thailandia più di tre anni fa, ho iniziato a viaggiare in lungo ed in largo per il paese per scovare Hotel e strutture particolari. Piccoli luoghi fuori dal mondo che mi facessero sentire bene, in armonia. Da questa mia folle ricerca costante è nato il progetto “Marta Dove dormo?” Un portale dedicato alle strutture più suggestive ed interessanti della Thailandia con descrizioni e punti di forza.

Marta dove dormo : il portale

Tour della Thailandia: 15 tra i posti più local e le strutture più interessanti

Un Tour in Thailandia di 15 giorni attraverso gli Hotel più particolari ed i posti più caratteristici. Un Tour che ti farà scoprire la Thailandia più Local ma senza rinunciare al comfort Un Tour Classico ma che può dare tante soddisfazioni, soprattutto se è il primo viaggio nella Terra dei sorrisi!

Itinerario Consigliato: 

  • Bangkok, Katchanabury, Ayutthaya, Chiang Mai, Phuket, Koh Yao Noi, Krabi
  • Periodo: Da metà Novembre a fine Aprile

Tour della

Tour della Thailandia in 15 giorni fai da te : dove iniziare

Il nostro Tour della Thailandia in 15 giorni inizia a Bangkok, dove ti consiglio di rimanere almeno tre giorni. Sono veramente numerose le cose da fare e vedere nella città degli Angeli e ci sono dei must to visit che non possono sfuggirti in questa prima volta Bangkocchiana come: visitare il  maestoso Palazzo Reale, ammirare lo splendido Wat Pho con il  Bhudda reclinato non puoi fare certo un tour sul Chao Praya senza vistare il tempio dell’alba, il Wat Arun. Per non parlare poi dei mercati pazzeschi. Bangkok è famosissima per tutti i suoi mercati incredibili caotici e affollati; Il Maeklog Market, ovvero il mercato sulla ferrovia oppure l’incredibile mercato dei fiori, bello durante il giorno, pazzesco durante la notte. Cme puoi non fare un salto nel più famoso mercato galleggiante del mondo il Damnoen Saduak? Capisci perchè tre giorni sono il minimo per visitare questa città!



 

Il Cibo di Bangkok, il miglior street food della Thailandia

Se sei una super fan dello street food a Bangkok trovi il top del top. Un caleidoscopio di sapori da non credere. Una varietà incredibile di cibo e di ingredienti. Dal martedì alla Domenica dalle ore 18,00 la strada principale di China Town si riempie di banchetti di ogni genere, davanti ai negozi con le saracinesche abbassate ci sono veri e propri ristoranti che servono piatti pazzeschi. Addirittura, puoi scegliere di mangiare nel primo Street food Restaurant stellato, dove Jai Fai ti farà scoprire il suo cavallo di battaglia l’omelette di granchio, che le ha permesso di vincere l’ambito premio.

Tour della Thailandia: Tutto quello che devi sapere

Soggiornare a Bangkok, i posti più Local

Dove dormire in questi tre giorni a Bangkok? In dove alloggiare a Bangkok: quali zone scegliere, trovi le info sulle caratteristiche dei quartieri.  Se vuoi godere della spiritualità e della bellezza del Palazzo Reale, del Wat Pho ed ammirare il tramonto sul Wat Arun la zona migliore è Thatien e l’Inn a Day è decisamente il posto perfetto. La cosa bella del quartiere di Thatien è la semplicità, soprattutto la mattina presto quando i monaci girano scalzi per le offerte ed i fedeli si inginocchiano davanti a loro chiedendo la benedizione. I commercianti iniziano ad aprire i loro negozi ma prima pregano, accendono gli incensi, offrono cibo fanno offerte sul piccolo altare ben posizionato al lato della porta dell’esercizio. Tutto avviene in un silenzio surreale. La magia finisce quando i turisti iniziano ad entrare nei Templi e valanghe di Tuc Tuc strombazzanti scorrazzano avanti indietro.

Scegliere di soggiornare sui canali di Bangkok, particolare e suggestivo

Se vuoi invece qualcosa di super particolare, e dormire sull’ acqua ti stuzzica il Loy la Long è veramente il Top. Una palafitta sul Chao Praya fatta di legno di tek, dall’ambiente Bohémienne, si trova a China Town, ma in una quartiere tranquillo disseminato di negozi di pezzi di ricambio molto particolari. Se dormire sull’acqua ti piace ma preferisci qualcosa di più appartato allora il Siamotiff è perfetto. Si trova a Thonburi tra i canali, una zona veramente molto bella, dove non ci sono Ristoranti Europei o negozi alla moda, ma solamente esercizi local. Da qui è molto semplice arrivare al mercato di Khlong Lat Mayon,aperto durante il week end oppure visitare Ban Bu un antica fornace, un posto veramente molto interessante.

Katchanabury, cosa vedere e cosa fare

La seconda tappa del viaggio è Katchanabury, famosa per la ferrovia della morte, gli Hotel sul fiume Kwai e le Cascate, soprattutto quelle di Erawan. Per arrivare a Katchanabury si possono prendere Minivan, bus ma il modo migliore in assoluto è il treno. Perchè è solo con il treno che ti puoi emozionare ripercorrendo la storia della ferrovia della morte, che si chiama così in quanto più 100,000 lavoratori morirono durante i 16 mesi di costruzione tra il 1943 ed il 1943 e se la prendi ne scoprirai il motivo.

Soggiornare a Katchanabury sul fiume Kwai, un’ altra particolarità da non perdere

Hai due alternative, una è quella di arrivare fino al capolinea di Sai Yok, andare a visitare Hell fire Museum, rinfrescarti nella cascata con tutti i local che fanno il bagno e soggiornare in uno boutique Hotel sul fiume li vicino Il Boutique Raft Resort è un posto molto interessante, tutto è costruito in legno dalle belle stanze al Ristorante.Certo che se soffri di mal di mare non è proprio il massimo! Lungo la strada principale, vicino al Boutique Raft Resort puoi prendere il bus ed arrivare nel parco nazionale di Erawan e goderti le Cascate. Altrimenti puoi dormire  a Kanchanaburi dormire nella cittadina ed arrivare alle cascate in Bus! Un Paio di Giorni a Kanchanaburi sono assolutamente il minimo per visitare questo bel posto.


Booking.com

 

Come arrivare a Knachanabury con il treno: da dove parte, gli orari.

iL treno per katcahanaburi parte dalla stazione di Thombury, per arrivarci la via più breve senza troppe compilazione e senza rimanere congestionati nel traffico è quella di prendere il boat express e scendere a Thombury da lÌ puoi prendere un moto taxi ed in 5 minuti sei arrivata. Ottimo e conveniente.Sono solo due gli orari di partenza del treno, uno con partenza alle 7,50 e arriva a Kanchanaburi alle 10,25 e l’ altro parte alle 13.35 ed arriva alle 16,24.

 

Dove alloggiare ad Ayutthaya l’antica Capitale del Vecchio Siam

Ayutthaya è un must to see che non si discute, anche se è molto gettonata dal turismo è un posto che va visto per forza. Nonostante ci sia stata almeno cinque volte, non sono riuscita a visitare tutto il ben di dio che offre. La parte antica è nella zona centrale e basta affittare una bici per poterla visitare in santa pace. Le cose da vedere sono tante ma se ti prendi un’intera giornata puoi sicuramente farti una bella scorpacciata. Se è troppo caldo il Tuc Tuc va alla grande, basta contrattare il prezzo, scegliere quali templi visitare ed il gioco è fatto! Ayuttaya la puoi tranquillamente visitare anche in giornata partendo da Bangkok, ma se te la vuoi prendere con calma e assaporarne fino a sera la bellezza, ti consiglio di dormirci almeno una notte. Il Bai fern è una piccola Home stay, accogliente e molto pulita dal giardino rigoglioso. Il cibo è a dir poco sublime, i padroni di casa sono super ospitali, la zona dei templi è vicinissima, ma cosa volere di più! Certo non è elegante ma sicuramente ti farà conoscere uno spaccato di vita familiare Thailandese, che non è poco.

Come arrivare da Katchanabury ad Ayutthaya

Ci sono due modi per arrivare da Katchanabury ad Ayutthaya, il primo è con il taxi privato, ma il costo è piuttosto elevato il secondo è il bus ma che sfortunatamente non è diretto. Dalla stazione degli autobus di Kanchanaburi devi prendere il bus per Suphanburi, una volta arrivata a destinazione devi prendere un minibus che to porta ad Ayuttaya, ci vogliono circa due ore per arrivare.

Chiang Mai, cosa fare e dove alloggiare

Chiang Mai è una bella città amata da i free lance di tutto il mondo, ordinata e pulita niente a che vedere con la caotica Bangkok (anche se secondo me la città degli Angeli non la batte nessuno) I suoi Templi ed i suoi mercati sono famosi, per non parlare poi dei locali super fighi. Anche qui ci sono tante cose da visitare e da vedere ed anche qui tre giorni vanno bene per visitare la città ed i suoi dintorni.  Alloggiare all’interno delle mura è la scelta migliore, sia per una questione di comodità che per godere al meglio di quello che offre la città con i suoi vicoli meravigliosi ed i molteplici templi. Il Bury Gallery House è posto veramente interessante, ricavato da una tipica casa thailandese in legno ha tutte le caratteristiche per essere un Boutique Hotel di grande valore, ed inoltre è vicinissimo ad uno dei templi più importanti della città.

La cucina tradizionale di Chiang Mai e lo street food.

Lo street Food di Chiang Mai si difende molto bene, le contaminazioni di Birmania e Laotiane hanno dato vita a dei piatti veramente molto particolari. Tutta la meraviglia gastronomica “ on the road” la puoi scoprire in bicicletta grazie allo street food tour in Bici, un modo interessante per scoprire delizie della cucina tipica di Chiang Mai e conoscere la storia della città. Se hai voglia di cimentarti nella cucina tradizionale Thailandese con piatti tradizionali dei villaggi del nord, allora la scuola di cucina akha è super. ti vengono a prendere la mattina in Hotel ti portano a fare la spesa nei mercati e poi ti cimenti ai fornelli, una giornata full che ti regala un pezzettino di tradizione culinaria del nord Thailandia, ad un prezzo veramente super. Una giornata la potresti dedicare agli elefanti in uno dei tanti santuari che si trovano nelle campagne di Chiang Mai. Io conosco l’Elephant Jungle sanctuary è molto serio, gli animali vengono trattati molto bene ed inoltre hanno dei progetti molto interessanti sulla valorizzazione del territorio. Di cose da fare, da vedere e da assaggiare ce ne sono a bizzeffe, le tue giornate saranno piene ed arriverai in Hotel stanca come non mai. Chiang Mai offre veramente tanto.



Booking.com

Come arrivare da Ayuttaya a Chiang Mai:

I modi migliori per arrivare a Chiang Mai da Ayuttaya sono o con Bus o con treno notturno. Tutto dipende dal tuo Budget, il bus notturno ci impiega meno ed il prezzo dipende molto dalla comodità. Qui trovi la migliore soluzione

 

Vista della spiaggia di Ya nui - Tour Thailandia -

Phuket e le sue Isole, quali sono le migliori come arrivarci dove dormire.

Phuket ha tanti assi nella manica, anche se viene molto criticata a causa di quella parte di turismo viziato e deprimente che è confinato quasi esclusivamente nella parte centrale dell’isola. È un posto in continuo mutamento ma che ancora offre delle cose molto interessanti, come per esempio la cittadina di Phuket Town. Bella con le sue case sino portoghesi colorate, con i suoi mercati notturni del week end, con i locali e le caffetterie super cool. Ma anche con la sua parte super tradizionale:  i Templi cinesi, i ristoranti tradizionali, i mercati coperti. Un luogo dove si trovano i Boutique Hotel più interessanti di tutta l’ isola, veri e propri gioiellini dove puoi respirare aria di altri tempi. L’on on Memory è il più antico Hotel  di Phuket Town, quello in cui sono state girate delle scene di The Beach perfetto per godere al meglio delle bellezze di questa interessante cittadina. Il mercato notturno della domenica d Phuket Town è veramente un evento che non deve assolutamente mancare nella tua visita Phukeettiana. La strada principale Thalang Rd, viene chiusa alle macchine ed in mezzo vengono allestiti banchetti di cibo di ogni tipo. La musica accompagna questa festa che si celebra ogni domenica dalle 16,00 alle 21,00 circa. Se hai voglia di spostarti verso il sud dell’ isola, in un posto non troppo caotico, Rawai è il posto giusto ed il Roost camping può essere una buona soluzione per provare qualcosa di alternativo ai soliti Resort. La Cosa migliore per girare l’ isola è quella di prendere in affitto un motorino, ma fai attenzione, il perchè te lo spiego qui. Grazie l tuo mezzo sei libera di girare e scoprire posticini interessanti. Puoi andare alla scoperta delle isolette che si trovano davanti alla costa con i pesatori locali oppure fare un Phuket city Tour con me! Insomma di cose ce ne sono da fare. Anche un bel Tour delle Isole vicine non è male per niente.

In Dove alloggiare a Phuket puoi vedere le zone migliori

Koh Yao Noi, l’isola dai posticini Top

Una volta fatto un giro a Phuket, passare su un’isoletta per il Relax non è proprio una cattiva idea e Koh Yao Noi può fare al caso tuo. L’isola si trova a nord est di Phuket nella Baia di Phang Nga e per raggiungerla ci vuole circa 30 minuti 1 h dipende al tipo di mezzo che si prende ( long tale Boat o motoscafo).

Nonostante negli ultimi tempi sempre più persone la frequentano è comunque un posto molto interessante e tranquillo dove il Relax è assicurato. Ci sono degli Hotel dove soggiornare veramente molto belli e per tutte le tasche. Ma se hai in mente di passare due giorni di assoluto Relax, senza pensare a niente e decidi che vuoi viziarti ben bene il Paradise Koh Yao e il Three House villa sono due posti veramente pazzeschi. Si trovano nella stessa baia e fanno parte dello stesso management ma sembra di essere in due mondi differenti. Il primo perfetto per le famiglie, il secondo ottimo per le coppie. Certo non sono due tra i più economici ma per un paio di giorni di full Relax sono da prendere in considerazione. Se invece hai voglia di qualcosa di molto più semplice e meno costoso l’ isola di Koh Yao Noi offre molte altre situazioni interessanti come il Sabai corner non è male per niente. Qui organizzano dei Tour veramente spaziali, in più la proprietaria è Italiana. Se ami lo Yoga,Isalnd yoga organizza retreat molto interessanti 

Come arrivare a Koh Yao Noi da Phuket:

Per arrivare da Phuket a Koh Yao Noi devi arrivare a Bang Rong Pier. Da qui partono long tale boat e motoscafi ogni 30 minuti circa. Appena arrivi al porto dovrai pagare 10 thb come tassa. Il costo varia da 150 a 200 thb a secondo del tipo di imbarcazione.

Come arrivare da Koh Yao Noi a Krabi

Ps: se hai qualche giorno a disposizione perchè magari sei rimasta un solo giorno a Kanchanaburi oppure hai tagliato su qualche altra meta, da Koh Yao Noi puoi prendere una speed Boat e arrivare a Ao Nang, le partenze sono giornaliere e  ci si impiega circa 1 H e 20. Una volta arrivata a Ao Nang puoi prendere una long tale boat e fare un super giro tra le 4 isole. Uno spettacolo assicurato

Questo itinerario è adatta a chi ha voglia di viaggiare e vedere il più possibile. È un itinerario che ti consente di visitare dei luoghi interessanti senza però rinunciare alla parte locale.

Se vuoi avere altre informazioni scrivimi a: info@domaniparto .com

Bangkok di notte in Tuk Tuk, tra street food e mercati notturni

Bangkok di notte in Tuk Tuk, tra street food e mercati notturni

Bangkok di notte in tuk tuk, alla scoperta dello street Food migliore della città

Andare in giro per Bangkok a bordo di un Tuk Tuk è un’esperienza che va fatta assolutamente e se poi è in notturna, ancora meglio! Quando il sole cala e si accendono le luci al neon Bangkok si trasforma: tutto assume una forma diversa, surreale ed affascinante. Migliaia di persone si riversano sui marciapiedi trasformandoli in veri e propri Ristoranti. Le code nei chioschi si fanno chilometriche, si frigge, si tagliuzza, si bolle. La strada diventa un punto di incontro pazzesco.

Rimarrai attonita dalla quantità di gente che di notte invade China Town. Rimarrai shoccata dal cibo che viene venduto per la strada. Lo street food più famoso al mondo si trova proprio qui, nella parte più assurda della Città degli Angeli.

Nella città vecchia quella del Palazzo Reale invece regna la pace. I turisti non ci sono più, il traffico sparisce i Templi si illuminano, il fiume Chao Praya scorre tranquillo e silenzioso, dimentica il caos delle ore diurne. Nei mercato dei fiori la gente lavora e nessuno si ferma. Tutto è incredibilmente diverso. Bangkok è così, passa dal caos più incredibile alla pace più profonda.

 

Bangkok by night in Tuc Tuc: Tra street food e mercati notturni

 

Bangkok di notte in tuk tuk: Cosa non puoi perderti!

Non ti perdere un giro nella città degli angeli con il  suo mezzo più iconico, il Tuk Tuk. Non perdere l’occasione di assaggiare lo street Food migliore della città. Non ti perdere la bellezza del Wat Arun illuminato da mille mila lampadine. Non perderti una passeggiata nel mercato più colorato e antico della città, il “Pak Khlong Talat,”il mercato dei fiori. Lasciati andare e prova questa avventura nella città più assurda ed incredibile del sud est asiatico

Bangkok by night in Tuc Tuc: Tra street food e mercati notturni

Bangkok di notte in Tuk Tuk con guida Thai che parla italiano: Cosa include e come funziona 

Quattro ore di Tour alla scoperta di una Bangkok diversa, alla scoperta dei mercati notturni e dello street Food, accompagnati da una simpaticissima Guida Thailandese che parla Italiano, verrai alla conoscenza di aneddoti simpatici, storie pazzesche e posticini che non riusciresti a trovare da sola. Una figura super easy che ti farà conoscere una Bangkok genuina e differente con il sorriso sulle labbra.

 

Bangkok by night in Tuc Tuc: Tra street food e mercati notturni

 

Il Tour completo:

Hai voglia di buttarti in quest’ avventura, acquista il Tour e se hai bisogno di ulteriori info contattami a: info@domaniparto.com 

 

Street Food tour in Tuk Tuk con guida in Italiano

Tour templi Bangkok: visite con guida in Italiano

Tour templi Bangkok: visite con guida in Italiano

Lo dico sempre che Bangkok non è solamente lo sfarzo del Palazzo Reale, l’eleganza del Wat Arun, e la magnificenza del Wat Pho è vero e lo ripeterò fino alla fine, perchè Bangkok è anche tanto altro ( qui vi dico perchè) . Ma una volta nella vita queste meraviglie vanno visitate, sono talmente belle e significative che non puoi non vederle. Li c’è il fulcro della cultura e della storia Thailandese, lì è racchiuso il loro credo, la loro visione di vita Allora perchè non fare un bel Tour dei Templi magari abbinandolo a qualche mercato o quartiere caratteristico?

Tour Templi Bangkok: Come organizzare una visita completa

Se hai voglia di visitarli ti posso aiutare ad organizzare un bel Tour con una guida locale. Collaboro con Guide ufficiali Thailandesi che parlano Italiano. Oltre ad essere preparati sull’argomento, sono una fonte inesauribile di informazioni ed aneddoti e ti potranno aiutare a trovare qualcosa di particolare fuori dalle solite rotte turistiche. Qui troverai dei Tour di mezza giornata o di una giornata intera davvero molto interessanti che ti faranno conoscere degli aspetti di Bangkok davvero notevoli.

Bangkok classica e insolita riverside : Mezza giornata

Tempio del Buddha reclinato, Tempio dell’Aurora, Quartiere di Kudi Chin e comunita’ locale (Santa Cruz, Thanusingha, Baan Kudi Chin, Kuan An Keng Shrine)

La prima tappa della giornata sara’ il celebre Wat Pho, il “Tempio del Buddha reclinato”, con la sua  enorme statua del Buddha disteso, alta 15 metri e lunga 46 metri.

Il Wat Pho e’ il monastero Buddista più antico della città ed ospita anche la più antica scuola di massaggi thailandese.

A seguire con battello pubblico raggiugeremo il Wat Arun, o “Tempio dell’Aurora”, vero e proprio simbolo della citta’ e un tempo residenza Reale di Re Taksin. E’ ubicato sulla sponda opposta del fiume Chao Praya rispetto al Wat Pho e alla moderna Bangkok.

Da qui sara’ breve la distanza per raggiungere il caratteristico quartiere di Kudicheen (Kudi Chin), uno dei primi insediamenti in Bangkok dopo la distruzione di Ayutthaya, che conserva ancora intatte la propria identitá e le proprie architetture. Le pittoresche case di legno sono protette dallo splendido campanile della chiesa di Santa Cruz, edificata dai portoghesi intorno al 1770 e poi ristrutturata in stile neo-rinascimentale da due architetti Italiani agli inizi del 1900.

Proseguimento a piedi lasciando l’intricata rete di canali che forma la periferia della Capitale, lungo un percorso ricco di atmosfera fino a raggiungere il piccolo villaggio e conoscere la comunita’ locale, dove il tempo sembra essersi fermato!

Visiteremo l’antica pasticceria (Thanusingha Bakery House) che tutt’ora sforna i prelibati dolci portoghesi a base di uova e zucchero, il piccolo museo Baan Kudi Chin e l’esotico tempietto taoista di Kuan An Keng Shrine, immersi in un caleidoscopio di culture perfettamente in sintonia fra loro.

 

Bangkok classica e insolita riverside : Intera giornata

Tempio del Buddha reclinato, Tempio dell’Aurora, Quartiere di Kudi Chin e comunita’ locale, Palazzo Reale e Tempio del Buddha di Smeraldo

La prima tappa della giornata sara’ il celebre Wat Pho, il “Tempio del Buddha reclinato”, con la sua  enorme statua del Buddha disteso, alta 15 metri e lunga 46 metri. Il Wat Pho e’ il monastero Buddista più antico della città ed ospita anche la più antica scuola di massaggi thailandese.

A seguire con battello pubblico raggiugeremo il Wat Arun, o “Tempio dell’Aurora”, vero e proprio simbolo della citta’ e un tempo residenza Reale di Re Taksin. E’ ubicato sulla sponda opposta del fiume Chao Praya rispetto al Wat Pho e alla moderna Bangkok.

Da qui sara’ breve la distanza per raggiungere il caratteristico quartiere di Kudicheen (Kudi Chin), uno dei primi insediamenti in Bangkok dopo la distruzione di Ayutthaya, che conserva ancora intatte la propria identitá e le proprie architetture.

Le pittoresche case di legno sono protette dallo splendido campanile della chiesa di Santa Cruz, edificata dai portoghesi intorno al 1770 e poi ristrutturata in stile neo-rinascimentale da due architetti Italiani agli inizi del 1900.

Proseguimento a piedi lasciando l’intricata rete di canali che forma la periferia della Capitale, lungo un percorso ricco di atmosfera fino a raggiungere il piccolo villaggio e conoscere la comunita’ locale, dove il tempo sembra essersi fermato!

Visiteremo l’antica pasticceria (Thanusingha Bakery House) che tutt’ora sforna i prelibati dolci portoghesi a base di uova e zucchero, il piccolo museo Baan Kudi Chin e l’esotico tempietto taoista di Kuan An Keng Shrine, immersi in un caleidoscopio di culture perfettamente in sintonia fra loro. Termine delle visite e pranzo in ristorante locale sulle rive del fiume Chao Praya.

Nel pomeriggio l’ultima e la piu’ importante tappa della giornata: il maestoso e stupefacente Royal Grand Palace con il Wat Phra Kaew, il “Tempio del Buddha di Smeraldo”. Il Palazzo Reale include al suo interno anche il Palazzo Chakri (visitabile solo dall’esterno), il Palazzo Dusit e il Palazzo Montien, questi ultimi visitabili all’interno solo in alcuni periodi dell’anno.

16:30 ca termine delle visite e rientro in hotel

Mercato dei Fiori, Tempio del Buddha d’Oro, Chinatown

Ore 13:00 La prima tappa sara’ lo storico quartiere di Phra Nakhorn, per immergerci nei profumi del pittoresco e variopinto Mercato dei Fiori di Phak Klong Dtalat, dove le mani degli abili fiorai elaborano le nuove composizioni di orchidee e di fiori dai mille colori che poche ore dopo adorneranno gli hotels, i ristoranti e i Templi della Capitale.

A seguire raggiungeremo lo splendido Wat Trimitr, o “Tempio del Buddha d’Oro”.

Proseguimento a piedi lungo del vie dell’animata Chinatown, un’esplosione di colori in questo vivace e singolare angolo di Bangkok dove artigiani e commercianti offrono ai curiosi passanti mercanzie e pietanze di ogni genere… e’ proprio qui infatti che si trova il migliore “street food” della citta’ con decine e decine di bancarelle straripanti di esotiche prelibatezze!

Condizioni

Le quote comprendono:

  • trasferimenti, visite ed escursioni come da programma
  • mezzo riservato con autista e guida parlante italiano in accompagnamento
  • noleggio imbarcazioni durante le escursioni su fiumi, laghi e canali
  • pasti indicati come da programma
  • biglietti e tasse di ingresso nei luoghi delle visite / templi / parchi nazionali / parchi storici

 

Tour Templi Bangkok:Informazioni e prenotazioni

Quindi se vuoi passare una bella giornata tra i Templi più famosi ed i mercati più fighi di Bangkok con una guida veramente preparata che parla Italiano, inviami una mail a : info@domaniparto.com

Se hai qualche richiesta particolare, tu fammela non preoccuparti.

 

 

 

 

 

 

Viaggiare in Thailandia con i bambini: La Guida completa

Viaggiare in Thailandia con i bambini: La Guida completa

Viaggiare in Thailandia con i Bambini è possibile, anche senza avvalersi di tour operator o guide in loco. Qui ti spiego come fare, quali sono le regole da seguire,i mezzi da prendere e qualche consiglio di viaggio che può farti comodo. Se però hai bisogno di una consulenza o assistenza per pianificare il tuo viaggio io sono a disposizione!

banner per consulenza

La Thailandia è un paese meraviglioso sotto ogni punto di vista: natura, cultura, attrazioni, rapporti umani, per non parlare del cibo poi. È uno di quei posti di cui ci si innamora perdutamente.

La Thailandia è una meta adatta ai Bambini?

I Bambini in Thailandia sono considerati il futuro della Nazione, ed attirittura c’è un giorno in cui vengono celebrati. Questo giorno particolare si chiama “Wan Dek .“ Se ti dovesse capitare di viaggiare durante il secondo sabato di Gennaio sappi che posti come: parchi divertimenti, musei ed altri luoghi autorizzati dal Governo hanno entrate a metà prezzo, se non addirittura gratuite. Anche molti ristoranti hanno menù apposito a dei prezzi scontatissimi. Quindi si, la Thailandia è un paese adatto ai bambini e ve ne accorgerete dal tipo di trattamento che avranno verso i tuoi figli. Ne rimarrai sorpresa

Il periodo migliore per viaggiare in Thailandia

Il periodo migliore per viaggiare in Thailandia è sicuramente quello che va da metà Novembre a metà Maggio, ovvero la stagione secca. In questo periodo le precipitazioni atmosferiche sono pressochè inesistenti, il mare è favoloso e le temperature sono accettabili. Per godere delle splendide spiagge bianche, questo è il periodo migliore.

Qualche consiglio per il viaggio in Aereo

Partire con dei bambini piccoli, soprattutto in una meta così lontana porta sempre un bel pò di ansie. Ma cosa mangerà? Ma in aereo come faccio? E se si sente male? Ma che attrezzature devo portare?

La prima volta che ho portato mia figlia Anna in viaggio in Asia aveva 16 mesi ed avevo un ansia che mi attanagliava lo stomaco. Ma poi con il passare dei giorni mi sono resa conto che lei era a suo agio, che i problemi che mi ero creata piano piano sono svaniti. Mi sono rilassata ed ho iniziato a godermi il viaggio attraverso gli occhi di mia figlia.

Il viaggio in aereo è lungo e potrebbe dar fastidio per l’altitudine ed a volte il dolore alle orecchie è insopportabile per loro, caramelle e gomme da masticare sono una manna dal cielo per questo tipo di fastidio.

Cosa portare in volo per alleggerire il viaggio 

  • Porta con te giochi nuovi per intrattenerlo/a, lo terranno impegnato. Le compagnie aeree forniscono sempre un kit per i bambini, ma ovviamente non basta.
  • Preparati a fare lunghe ed estenuanti camminate nel corridoio, già quello è un must che non passa mai di moda.
  • Cerca sempre di prenotare i posti avanti. Oltre alla comodità di avere la toilette vicino, hai anche più spazio per le gambo, ottimo soprattutto se il tuo bimbo è al di sotto dei 3 anni e non ha un suo sedile.
  • Vestilo/a sempre a cipolla, in quanto la temperatura dell’abitacolo varia e l’aria condizionata che troverai una volta atterrata all’aeroporto è molto bassa.

La Sicurezza sulle strade in Thailandia: cosa sapere 

In Thailandia come vedrai, la sicurezza non è proprio una priorità: Famiglie intere che viaggiano su motorini senza casco, bambini in auto senza seggiolino. Per non parlare dei passeggini, non ne vedrai neanche l’ombra. Primo perchè le strade ed i marciapiedi non sono il massimo, secondo perché i Thai non li usano affatto. Certo potrai vedere degli sranieri usarli, ma non più di tanto.

Viaggiare in Thailandia con i bambini: La Guida completa

Se proprio non puoi fare a meno del passeggino, due sono le cose da prendere in considerazione: La prima soluzione è quella di portare il tu se leggero e maneggevole e che si chiuda stile ombrello. Perchè credimi, le strade  sono dissestate ed ogni tre per due lo devi chiudere e la maneggievolezza è importante.

Oppure l’altra soluzione è affittarlo direttamente. Se sei a Phuket la soluzione migliore è: phuketbabyrentalsstore.com ha anche una serie di prodotti che possono fare al caso tuo.

Se vuoi affittare una macchina, chiedi sempre se hanno in dotazione il seggiolino perchè non tutti ce l’hanno, nel caso positivo c’è un sovrapprezzo.

  • Fatti inviare le foto e guarda se è di tuo gradimento.
Nota bene:  ogni volta che affitti qualcosa in Thailandia, fai foto davanti a colui che te  lo ha affittato e se ci dovessero essere dei difetti, mi raccomando fallo presente in anticipo. Rischi di pagare per una cosa che qualcun altro ha fatto. I Thailandesi in questo ci giocano un pochino

Cosa possono mangiare i Bambini in Thailandia 

Lo sappiamo benissimo, per noi mamme italiane il cibo è di fondamentale importanza. Nelle città e nelle isole più turistiche non ti devi assolutamente preoccupare, ci sono un sacco di ristoranti che potranno fare a caso tuo. Ma anche in quelle meno turistiche vedrai che sapranno trovare qualcosa che hai tuoi figli piacerà.

Se invece vuoi cucinare tu, la miglior cosa da fare è quella di affittare un appartamento e decidere di fare la spesa al supermercato. Makro e Villa Market sono i più famosi li trovi ovunque. Un’altra scelta è quello di fare la spesa al mercato. Ce ne sono tanti e sono tutti meravigliosi, dove puoi acquistare, oltre allo street food, frutta e verdura fresche ma sicuramente per quanto riguarda la scelta del pesce e della carne i due supermercati menzionati sopra fanno al caso tuo.

 

Piatti Tipici Thailandesi: cosa mangiare a Phuket Dim Sum

Cibo Thailandese  adatto ai Bambini:

Khao Pad: Riso fritto, ce ne sono tante versioni: con pollo, pesce, maiale verdure è semplice gustoso ed ai bambini piace molto. Anna, ne va pazza.

Pad Thai: Tagliatelle di riso. Questo piatto Nazionale super famoso, piace a tutti non solo ai bambini. La ricetta originale è con i gamberi, ma si può richiedere tranquillamente anche con il pollo.

Gai Tod Khao neaw: letteralmente pollo fritto con riso appiccicoso. Il pollo viene generalmete fritto con il panko, ( pangrattato bianco molto diffuso in Giappone) buono e croccante, ma lo potete trovare anche in altre versioni nei carretti e nei mercati, sempre accompagnato da riso “ appiccicoso”

Mango e sticky rice: mango con riso appiccicoso, già il riso è praticamente da tutte le parti, ma in questo dolce,  ci sta veramente bene, ed ai bambini piace un sacco. Se vuoi provare a prepararlo, qui trovi la ricetta

 

Mango e sticky Rice

Roti o banana pancake: Il Banana pancake è un dolce strepitoso, non è il pancake americano, ma bensì una pasta super fina lavorata a mano e cotta su piastra. Quella classica è alla banana con zucchero e latte condensato, ma ne esistono veramente di tutti i tipi. Trovate i venditori ovunque, fidatti quando la mangi non puoi più farne a meno, i bambini poi!

Gai/Moo Satay: Pollo o maiale Satay sono spiedini gustosi accompagnati di solito da una salsa di noccioline. Buoni e divertenti ed i Bambini li adorano

Dim Sum: I Dim Sum sono di origine cinese ma Phuket ne è la patria Thailandese. Vengono serviti in piccole ciotole di Bamboo e puoi mixarli a tuo piacimento. Vengono serviti dalle 6 di mattina alle 13,00 dipende dai ristoranti più o meno turistici.

 

isola di Phuket

Le Regole principali 

Organizzare un viaggio in Thailandia con i bambini in autonomia non è assolutamente difficile, anzi, ma ci sono delle delle regole che devono essere assolutamente rispettate. Nonostante sia un paese molto visitato ed il turismo abbia cambiato notevolmente il modo di vivere, la popolazione è sempre molto legata alla cultura popolare.

Quali sono le regole che dobbiamo assolutamente seguite affinché la nostra vacanza vada alla grande? Come ci dobbiamo comportare affinchè le nostre maniere non diano fastidio?

  • Togliersi le scarpe quando si entra nelle case e nei Templi: Entrare in questi luoghi con le scarpe è molto irrispettoso, non fatelo assolutamente, i Thai si offendono moltissimo
  • Le Donne non possono toccare i monaci e contrario: Oltre a non poterli toccare noi donne non possiamo ne sederci vicino e neanche sederci davanti con le gambe incrociate,
  • Non toccare la testa dei Bambini: La Testa è la parte sacra, mentre per noi è un gesto di affetto per cultura Thai toccarla è offensivo, quindi no, non fatelo quando un bellissimo bambino vi sorriderà, e sucederà molto spesso.
  • Non parlare male della famiglia Reale
  • Mettere sempre davanti Khung al nome di una persona che non si conosce
  • Non puntare mai la pianta dei piedi verso qualcuno
  • Salutare con il Why: mani giunte al petto 
  • Non discutere con i Thaiandesi. Discutere con loro significa non essere ascoltati è decisamente controproducente.
  • Non alzare mai la voce

Una volta messo a punto che sono le regole base, importantissime per una bella vacanza. iniziamo a organizzare il viaggio in Thailandia con i bambini in questa terra meravigliosa:

Dettaglio barca al Floating Market

Preparare un itinerario in Thailandia con i bambini:

La Thailandia ha la caratteristica di accontentare qualsiasi tipo di richiesta da chi vuole posti super esclusivi a chi preferisce avventura. Prima di tutto però bisogna capire che tipo di vacanza si vuole fare.

Cosa fare a Phuket con i Bambini: 

Per una vacanza Top nell’ isola più organizzata della Thailandia

Phuket con Bambini: Cosa fare e cosa vedere sull’Isola

 

Poco Tempo ma cultura e mare 

Per una famiglia che ha poco tempo ma non vuole rinunciare alla cultura e al mare la scelta migliore potrebbe essere quella di passare qualche giorno nella città degli Angeli: Bangkok e poi volare direttamente sull’isola di Phuket. Tre giorni in città sono perfetti. Il primo giorno potrebbe essere dedicato alla visita del Wat Pho, il Wat Arun ed il Palazzo Reale. Tre must to see da non perdere assolutamente. Il secondo giorno dedicato ai mercati galleggianti ed il terzo dedicato alla città di Ayutthaya. In un Ora e mezza di volo si raggiunge Phuket, perfetto per passare i giorni di mare in total Relax.

testa del buddha nell’ albero

Famiglia avventura low Budget 

Per chi ha figli più grandi è abituato a viaggiare ed ha tempo, ma un budget ridotto,  un itinerario di 15 giorni che prevede un bel giro del nord, parchi e isole. può essee interessante. Un Tour perfetto per fare nuove esperienze come fare trekking e cercare di avvistare gli elefanti in natura.

Famglia bimbi piccoli, vacanza solo Mare

Di isole la Thailandia ne ha tante, da quelle più grandi e conosciute come Phuket e Koh Samui a quelle più piccole e meno Turistiche come Koh Libong. C’è solo l’ imbarazzo della scelta.

Muoversi in Thailandia: Treni e Bus

Esistono tantissimi mezzi per muoversi in Thailandia senza spendere una fortuna e treno e Bus sono in assoluto i mezzi migliori. Sia per entrare in contatto con la popolazione locale che per conoscere al meglio il paesaggio. Certo bisogna avere tempo, in quanto le distanze sono importanti, ma l’esperienza è decisamente interessante e formativa. In “Come muoversi in Thailandia” ci sono tutte le informazioni su bus e Treni, tipologie, orari e quali  è più opportuno scegliere.

Compagnie Aeree: 

Se hai poco tempo invece e preferisci spostarti in aereo, le compagnie interne che vengono utilizzate di più in assoluto sono: Air Asia. Nok Air, Vietjet, Thai smile. 

Sono piuttosto economiche, ma guarda sempre:  l’ aeroporto di destinazione( soprattutto su Bangkok)  se è incluso o meno il bagaglio e se ci sono delle regole di rimborso.

 

La Sanità in Thailandia 

Gli ospedali internazionali hanno personale medico super preparato, con strumenti all’avanguardia, ma come dicevo prima sono molto costosi. Se non parli inglese, no Problem trovi assistenza che parla la tua lingua, oltre ad un servizio pari ad un 5 stelle lusso.

Ospedali a Phuket 

• Dibuk Hospital: Fa sempre parte della catena Bangkok Hospital ma più piccolo e meno costoso. Sia Io che mia figlia siamo state ricoverate qui, io a causa della Dengue, Anna per una febbre molto alta che non c’era verso di far scendere. Ti posso confermare che lo staff medico è competente, il pronto soccorso è ben gestito e la parte pediatrica è veramente Ottima. Non è il super lusso del Bangkok Hospital ma è molto ben tenuto.

Patong Kathu Hospital: Ospedale Governativo che si occupa di un gran bel numero di turisti vista la posizione ma, per qualsiasi cosa seria è decisamente meglio rivolgersi in strutture meglio organizzate.

• Vachira Hospital: Ospedale pubblico, gratuito per i Thailandesi. Offre anche consulti medici per stranieri a pagamento. Decisamente meno costoso.

• Mission Hospital: Ospedale privato, più modesto degli altri ma con ottimi dottori.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Phuket con Bambini: Cosa fare e cosa vedere sull’Isola

Phuket con Bambini: Cosa fare e cosa vedere sull’Isola

Phuket è una meta sempre più gettonata dalle famiglie con bambini, questo è dato sia dalla bellezza delle sue spiagge che dalla convenienza dei suoi alloggi ma anche al continuo sviluppo di progetti per Famiglie.

In poco tempo sono nati parchi di divertimento, piccoli musei ed attività adatta ai piú piccini. Anche gli Hotel hanno creato vere e proprie aree adatte. Ci sono Hotel bellissimi con servizio di babysitter con aree giochi spaziali negozi di dolciumi e giocattoli,  oppure piccoli Resort con piscina, tranquilli e adatti ad una vacanza relax. C’è veramente di tutto e per tutti i gusti, dal super lusso con tutti i comfort alla semplicità ma sempre super confortevole. Guarda quale è la zona migliore dove alloggiare 

Anche se si alloggia un super Top Hotel con un super baby park, non si può rimanere chiusi tutto il giorno e non ammirare la bellezza delle spiagge e tutte le possibilità che l’isola offre. Però cosa fare con i bambini tutto il giorno? Quali potrebbero essere le attività per tenerli impegnati?

Phuket con I Bambini: Le attività all’Aperto

Di cose carine da fare all’aria aperta ce ne sono tantissime come per esempio passare la giornata al Santuario degli Elefanti, un modo divertente e sicuro per approcciare i pachidermi imparando a trattarli ed a rispettarli.

Una giornata ricca di emozioni per tutta la famiglia. bellissimo il Bagno nel fango – molto peppa big style- Un altro posto dove andare è Vanich Farm che si trova a Phuket Town, una fattoria con animali da cortile e campi coltivati.

Altri due posticini interessanti dove passare la giornata sono i parchi acquatici ed a Phuket : Splash Jungle  un parco super accessoriato e piuttosto grande con scivoli d’acqua piscine varie e Ristoranti, l’altro si trova a Sud il Rawai Park, piccolo ma carino con una bella piscina con scivolo, un ristorante ed una bella sala giochi interna con aria condizionata adatta ai più piccini. Il  Blue Tree, il nuovissimo parco dei divertimenti di Thalang, posto super per passare una bella giornata tra scivoli e divertimento

Per i genitori che hanno bisogno di un pò di Relax e  mare ma anche di un intrattenimento per i bambini  Paradise Beach è il posto migliore  Ps: i bambini sotto i 12 anni non pagano l’ ingresso. Sempre a Paradise beach durante il periodo estivo vengono organizzati dei veri e propri School Summer camp per i bambini dai 7 anni in su.

Anche i Mercati serali di Phuket offrono un sacco di attività carine per i bambini, come punti arte dove i bimbi possono dipingere il loro quadretto. La Domenica sera a Thalang Road in Phuket Town.

Elefanti nel santuario

 

Phuket con I bambini: cosa fare quando piove!

Il dilemma dei genitori con i figli durante la vacanza ” ma quando piove cosa si fa?” Domanda legittima! Stare sempre in Hotel è un peccato, in spiaggia non ci si può andare, negli acqua park non ne parliamo nemmeno e allora che cosa si fa? Di cose da fare ce ne sono, basta spostarsi un pochino ed andare a visitare il Trickeyem museum  di Phuket Town per esempio, un luogo con pitture in stile trompe oeil tridimensionali dove i ragazzi troveranno terreno fertile per far galoppare la fantasia.

Se invece si gradisce qualcosa di un pochino più movimentato il 50 Fly Trampoline club è il posto ideale, si trova nel centro commerciale Big C di Phuket Town ed è un posto che segue tutte le norme di sicurezza del caso, ha istruttori preparati ed attenti che aiutano ad affrontare per la prima il trampolino Un ‘altra attività che coinvolge tutta la famiglia potrebbe essere un bel corso di cucina Thai e la Organic Thai Coooking è davvero perfetta.

Ma di cose da fare per passare quesi momenti di pioggia ce ne sono davvero tante: come pattinare sul ghiaccio, ebbene sí, a Phuket c’è una pista di pattinaggio su ghiaccio che si trova a Thalang ed è adatta anche ai più piccini che possono avvalersi di attrezzature per non cadere, oppure farsi un giro nel Centro commerciale di Patong paradiso delle mamme e dei bambini. Inoltre alcune palestre danno lezioni di Muay Thai per i ragazzi che si vogliono cimentare nell’antica arte Thailandese.

PARCO GIOCHI PER BAMBINI RAWAI PARK

 

Phuket con i Bambini: Dove Mangiare

Il cibo non è assolutamente un problema a Phuket, sono centinaia i ristoranti dove è possibile mangiare e non solo Thai: ristoranti Italiani e pizzerie che non hanno niente da invidiare a quelle di casa nostra, Steak house di qualità per non parlare poi dei piccoli e deliziosi caffè sparsi ovunque.

Fare una lista dei posti è veramente difficile, ogni località ha i suoi ristoranti Top e posticini ad hoc. Una cosa molto interessante è che la maggior parte di questi posti hanno un’area riservata ai bambini, quindi la famiglia si può tranquillamente godere il pranzo senza troppe problematiche.

La Domenica molti Ristoranti propongono buffet e pranzi super special con dei prezzi veramente pazzeschi adatti a tutta la famiglia. Per esempio uno dei ristoranti dell’ hotel l’Hilton la Domenica da veramente il meglio di se.

 

 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest