Phuket cosa vedere: 5 luoghi da non perdere assolutamente

I mercati Thailandesi: Phuket cosa vedere: 5 esperienze da non farsi scappare

Cinque esperienze magnifiche da non perdere durante la vostra permanenza nell’ isola di Phuket

Oltre alle stupende spiagge, l’Isola di Phuket offre veramente altro: Bellissimi Templi, punti panoramici pazzeschi, Ristoranti super affascinanti e tanto altro. Insomma c’è l’imbarazzo della scelta. Qui vi elenco 5 cose, 5 esperienze da non farvi scappare durante la vostra permanenza nella perla delle Andamane.

Elephant Jungle Sanctuary : La perfetta alternativa ai terribili trekking

All’Elephant Jungle Sanctuary si passano delle ore favolose, ve lo giuro! Un posto perfetto per grandi e piccini – mia figlia Anna è  letteralmente impazzita -. Nel parco ci sono Elefanti che in passato hanno subito maltrattamenti, vecchi pachidermi stanchi che non servono più a nessuno, ma anche animali riscattati o semplicemente affidati dai contadini che non possono più mantenerli. Sono tante e diverse le storie degli Elefanti tenuti nel Santuario, ma una cosa ce l’hanno in comune, che sono storie molto tristi. L’Elephant Jungle Safari è posto super organizzato con un team di ragazzi in gamba e sempre attenti alle esigenze dei turisti ed ovviamente degli animali. Toccarli, dargli da mangiare, infangarli e fare il bagno con loro è veramente stupendo, provatelo! Qui alcune delle Storie che ho fatto durante la mia visita al Santuario!

Elefanti liberi nel santuario:Phuket cosa vedere: 5 esperienze da non farsi scappare

 

Phuket cosa vedere: I mercati notturni del Week End

Il colorato ed affollato mercato di Naka

Ma quanto saranno belli i mercati Thailandesi! Non so voi ma io ci vado letteralmente pazza. La Thailandia è rinomata per i suoi Mercati belli e colorati e per il modo particolare che la popolazione ha di viverli (basti pensare ai mercati acquatici e a quelli sulle rotaie) Secondo la cultura Thailandese il mercato è una parte fondamentale della vita sociale, non c’è altro luogo migliore per incontrarsi, fare nuove amicizie e stringere affari. A Phuket oltre ai mercati settimanali che vendono principalmente cibo fresco, frutta e verdura, ci sono anche i mercati del week end, che sono veramente fighi e rimangono aperti fino a tardi.

Il Naka Market è quello più grande e rinomato che si trova a nord ovest di Phuket. Qui trovate bancarelle di ogni genere e tipo, questo è il posto dove gli amanti dello shopping sfrenato potranno trovare la pace dei sensi. Invece per chi ama lo Street Food e vuole fare una super scorpacciata c’è il Sunday Market a Thalang Road nella parte Sino-Portoghese di Phuket Town. La strada principale viene chiusa al traffico così da permettere ai visitatori di passeggiare tranquillamente ed assaggiare tutte le meravigliose prelibatezze che vengono cucinate “ on the go”.
Il Naka market è aperto il Sabato e la Domenica, invece quello di Phuket Town solo la Domenica. Dalle ore 16,00

 

 

Generic banner

Mangiare il pesce dai pescatori: La comunità degli zingari del mare 

I Chaio Leh, detti anche gli zingari del Mare, sono una comunità di pescatori che hanno trovato il loro spazio a Phuket. Vivono di mare e di pesca. Dalla mattina alla sera  pescano, cuciono le reti, preparano le gabbie e vendono il loro pescato nel mercato più simpatico e affascinante di tutta l’Isola.

Ma quello di Rawai non è un mercato normale dove vai a comprare il pesce e te ne torni a casa, no, qui se vuoi  il pesce te lo cucinano pure. Bello no! Niente sporcizia, niente stress da: “ oddio come lo cucino”, no , niente di più facile. Compri quello che ti piace, scegli il ristorante e te lo fai cucinare. Qui grigliano, friggono, impastano a tuo piacimento. Se ti piace il pesce fresco ed hai voglia di una serata differente, ed originale, questo è il posto giusto.

Mercato del pesce di Rawai, i banchi

 

Phuket Cosa vedere:  Il grande Buddha, la statua più imponente dell’Isola

La statua del Grande Buddha è una dei monumenti più visitati di Phuket. Con i suoi 45 metri di altezza domina tutta l’isola. Il progetto è nato nel 2004 dal volere della comunità che grazie alle donazioni è riuscita a costruire questa incredibile statua.La statua del Grande Buddha a Phuket

Il Big Buddha si trova nel distretto di Chalong nella strada principale che porta verso l’estremo sud dell’isola, arrivarci è facile basta seguire i cartelli che portano verso la collina. Una volta arrivati in cima (attenzione alla strada che ha dei grandi tornanti ed un manto stradale pessimo) ci si rende conto della sua magnificenza, del lavoro meticoloso e della posizione strategica. Anche se un punto molto Turistico il Grande Buddha ha uno charme tutto suo.

Sarà per il suono dei campanelli che si muovono al vento, i mille- mila messaggi di speranza che vengono attaccati agli alberi, i canti magici dei monaci; fatto sta che quando torni via da questo posto ti senti una certa serenità addosso.

Il Big Buddha ha l’entrata gratuita, ma è sempre meglio fare una donazione, anche piccola. Qui avete anche  la possibilità di farvi benedire dai monaci.

 

Importante da sapere: 

  • È un luogo di culto: coprirsi sempre gambe e spalle prima di entrare.
  • Non dare da mangiare alle scimmie che si trovano nel tempio
  • Non dare mai le spalle ai monaci una volta finita la benedizione
  • Le Donne non possono essere toccate dai monaci e viceversa

Un Caffè sugli alberi: Il three Monkey Restaurant

Il three monkey Restaurant è un posto veramente stupendo. Non gli si può dire assolutamente niente. La struttura è immersa nel verde pazzesco e rigoglioso della Giungla tutto costruito in legno e ferro, perfettamente in linea con la natura circostante. L’ ambiente è rilassante, curato nei minimi particolari, sia negli arredi che nella cura dei piatti. Ci sono diverse aree Relax: quella in stile capanna che si trova appena si entra, arredata con cuscini e tavolini bassi, c’e la  parte esterna, sotto gli alberi, arredata con poltrone e sedute sospese a mo’ di tappeto elastico. C’è la parte interna, con aria condizionata e dolcetti in bella vista. C’è tutta un’area esterna pensata per i fumatori ed un’ altra bellissima sala con tante vetrate e splendidi arredi che si trova nella parte inferiore, basta scendere le scale. Andateci perchè è un posto che vale la pena di vedere e di trascorrerci  un pò di tempo. Quando non andare: La domenica pomeriggio perchè c’e troppa gente e rischiate di dover aspettare per entrare e prima del tramonto, perchè il suono delle cicale è talmente assordante che non vi da modo neanche di sentire i vostri pensieri.

Last but not least: Se avete uno spirito avventuroso, potete provare i percorsi sugli alberi dell’ Hanuman world che si trova a pochi metri dal Ristorante.

 

Ristorante nella giungla

 

Se avete già visitato questi posti e vi sono piaciuti, lasciate le vostre impressioni nei commenti, aiutiamo gli altri viaggiatori!

 

 

 

 

 

 

5 commenti

  1. La nostra avventura in Thailandia è partita da Bangkok. Anzi per essere più precisi ancora prima quando da casa cercavamo di crearci un itinerario ad hoc per sfruttare al meglio i nostri 12 giorni in questa terra fantastica. L’aiuto di Marta e del suo blog è stato più che prezioso, fondamentale direi e non solo per phuket ma per tutto il viaggio. Grazie a lei abbiamo potuto sfruttare e pianificare i 4 giorni a phuket nel migliore dei modi: nai harn beach e il tramonto mozzafiato seguito da ottimo pesce al seafood market, un bagno divertente con gli elefanti all’elephant jungle sanctuary, il big Buddha e la zona sino Portuguese della old Town e infine il tuor alle phi phi Island. Unica pecca di questo viaggio è stato non avere abbastanza tempo per seguire tutti i consigli di Marta. Sperando di tornare presto e poterci incontrare, grazie per essere sempre stata super disponibile e per aver contribuito a rendere questo viaggio indimenticabile!

  2. Scoprire Marta è stata una vera fortuna: la persona giusta al l momento giusto. Io e la mia amica avevamo appena prenotato un volo di andata e ritorno per Bangkok ma non avevamo alcuna idea concreta di cosa fare o dove andare una volta arrivate in Thailandia; volevamo un viaggio all’avventura senza affidarci ad agenzie o tour organizzati… ed è lì che scopro il profilo Instagram di Marta, inizio a seguire le sue storie e prendo nota di tutto ciò che fa, i luoghi che visita, le spiagge in cui si gode i tramonti, i cibi che assaggia; poi scopro il suo blog e inizio a leggermi ogni suo singolo articolo e così il nostro viaggio inizia a prendere forma. Parlando con la mia amica non facevo altro che dire “Marta consiglia di fare questo…Marta consiglia di fare quello…”; alla fine prendo coraggio e decido di scriverle e mi ritrovo a parlare, prima e durante il viaggio, con una persona disponibilissima e informatissima sul magnifico luogo in cui vive. I suoi consigli sono stati preziosissimi e se non fosse stato per lei e per quello che fa con il suo blog ci saremmo perse tanti luoghi ed esperienze indimenticabili!
    Grazie grazie grazie, tornerò per conoscerti di persona e perché no, prendere parte a uno dei tuoi tour!
    Giada

Scrivi una risposta o invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



CAPTCHA Image
Reload Image