Sono appena tornata da un breve soggiorno sull’isola di Libong e ne sono rimasta entusiasmata. Koh Libong è indubbiamente il posto che volevo: pochi turisti, belle spiagge, vita locale, cibo genuino.

Era da un po che volevo visitarla, ci avevo provato a Giugno dello scorso anno ma le condizioni climatiche non me lo avevano permesso. Mi ero già preparata tutto il necessario per esplorarla ma invece sono dovuta rimanere casa con la coda tra le gambe. Quindi appena ho trovato due giorni, taaaac ne ho subito approfittato. Lo sapete che cosa mi ha spinto ad andare a visitarla? Il Dugongo, ebbene si! Vi chiederete, ma cosa è sto robo. Il Dugongo, detto anche Vacca di Mare non è altro che un mammifero piuttosto grande che vive non molto lontano dalla riva  e si nutre esclusivamente di alghe. È Cicciotto e tenero ed io volevo incontrarlo. Sono stata per tre ore sotto il sole su una barchetta di legno ma sfortunatamente ho avvistato solamente la sagoma che velocemente si allontanava. Sono animali timidi che non hanno granché voglia di essere disturbati da noi umani invadenti. Ma è stato divertente.

alla ricerca dei Dugonghi

Viaggio in Thailandia: Come arrivare a Koh Libong

l’Isola di Koh Libong si trova nella provincia di Trang a sud ovest della Thailandia nel mare delle Andamane. Ci si arriva tramite long tale boat o traghetto dal porticciolo di Hat Yao. È un posto tranquillo e genuino, dove il turismo di massa non c’è. l’isola è abitata per l’ 80% da una popolazione di religione Mussulmana che vive principalmente di pesca. Ci sono due spiagge principali in una sono collocati gli unici 6 Resort dell’Isola.

In Autobus: Da Phuket ci si impiega 5 h. Il Costo della tratta va dai 179 ai 230. Una volta arrivati alla stazione degli autobus c’è da prendere un minibus che porta fino al porticciolo di Hat Yao, ci impiega circa 45 minuti ed Il prezzo è di 100 thb a persona. Dal porticciolo ci sono Long tail boat che portano direttamente all’ isola, l’attraversata è di circa 15 minuti e costa 100 thb.

La Long Tale Boat per l’ isola

In Treno: Da Bangkok ci si impiegano circa 15h. Le partenza non sono frequenti, ce ne sono giusto due ed il prezzo dipende dal tipo di classe che si acquista. Prezzi ed orari

In Traghetto: Uno dei tanti modi di arrivare a Koh Libong è via traghetto,  viene servita dalla compagnia Tigerline Ferry  non economica ma sicuramente più comoda

Nb: Arrivare a Libong non è difficile, di minivan per arrivare ce ne sono. Il problema è quando si torna, non ci sono bus che dal porticciolo portino alla stazione dei treni o degli autobus. quindi le soluzioni possono essere due: 1) concordare direttamente con una agenzia del luogo, 2) aspettare che un minibus vi carichi e vi porti in città

le strade di Libong

Viaggio in Thailandia: Cosa fare a koh Libong

Koh Libong è un’isola molto tranquilla, ci si va principalmente per il relax. Non ci sono sturbucks, non ci sono bancomat e varie altre comodità, ma solo piccoli villaggi dei pescatori con negozi che principalmente vendono cibo. L’unica parvenza di negozio è lo shop della reception di uno dei Resort luxury che vende souvenir dei dugonghi fatti di legno e poco più.

La cosa migliore per visitare l’isola è prendere un motorino in affitto. Il costo per un giorno è di 300 thb, non chiedono ne depositi ne passaporto. Prendere il motorino  permette di fare stradine nascoste e di accedere alla bellissima Tung Yaka Beach, una splendida e soprattutto deserta lingua di sabbia color oro che dista dalla strada principale 3 km. Lo Stone bridge è un’ altra delle attrazioni dell’ isola e ci si arriva sempre attraverso stradine non asfaltate. Vengono organizzati Tour nelle isole vicine, giornate di snorkeling ed avvistamento Dugonghi.

La spiaggia di Libong

Viaggio in Thailandia: Vacanza Low Cost o ritiro costoso? 

A Libong ci sono 6 Resort che si affacciano sulla spiaggia ed hanno prezzi che variano: si va da quello meno costoso con con aria condizionata ma acqua fredda a quello più bello e lussuoso con tanto di spa. I loro ristoranti sono tutti piuttosto costosi rispetto alla terra ferma ma comunque buoni. Per chi vuole una vacanza very local e vuole spendere poco ci sono le Home stay che si trovano nei villaggi dei pescatori. Piccoli bungalow di legno con materassi a mo di letti e bagni super Basic, costano poco ma sono puliti ( ce ne sono di diversi tipi) . Anche per mangiare si possono trovare dei piccoli ristorantini dalla qualità eccelsa con dei prezzi veramente ridicoli, basta cercare in giro. Ho personalmente mangiato al Rimlay  un posto gestito da una coppia tanto carina, lui è un pescatore che, oltre alla pesca, porta in giro per l’ isola i turisti e lei  invece cucina. Il posto è molto molto – aiutatemi a dire Molto – Basic e sembra costruito con rami e tavole di legno provenienti dal mare. Il cibo è freschissimo e preparato sul momento, i prezzi sono super super bassi.

A Libong non c’è molto da fare, l’Isola è piccola si gira con poco e non ci sono locali dove andare la sera. Ma va bene così perchè è un posto sano dove i suoi abitanti vivono seguendo i ritmi del mare. A Libong ci si và per il dolce far niente, i tramonti e i contatto con le persone del luogo.

Hai voglia di scoprire di piú sui luoghi meno frequentati della Thailandia? guarda le mie storie su Instagram oppure viaggia insieme a me!

 

 

Pin It on Pinterest