Gran Canaria: La Caleta de Abajo

Alla scoperta dei luoghi più nascosti di Gran Canaria

Un giorno eravamo in giro in auto in cerca di qualche caletta nascosta, più che per andare al mare, per godere di qualche angolo particolare e nascosto e siamo arrivati a La Caleta de Abajo
Una caletta davvero molto graziosa, poco frequentata visto che non ha spiaggia ma pietre e scogli e l’oceano si mostra in tutta la sua magnificenza.
E’ una zona molto ventosa e l’oceano si riversa con molta forza sulle rocce di entrata della caletta rendendo impossibile fare il bagno in quel punto…però è affascinante.
Sulla costa c’è una rimessa di piccole barche di pescatori e uno spazio recintato dove si posso intravedere resti curiosi portati dal mare.
Una prima casetta segna l’entrata e curiosando abbiamo incontrato il suo proprietario, il quale ci ha detto che a volte qualcuno si è organizzato con tavolino e sedie per un pic nic o per una cena romantica davanti all’oceano!
Dalla casetta, sul lato destro parte un muro di sassi bianchi che risaltano molto sulla roccia vulcanica nera, sicuramente fatto dall’uomo, con tante piante grasse e reti e boe attaccate e un viottolo che porta al cuore della caletta.
Qui si apre uno scenario alquanto hippie: delle casette di legno con pezzi di piastrelle di vario colore come ornamento sulle facciate, piante grasse che sbucano fuori da una vecchia barchetta in disuso e un piccolo orticello di piante aromatiche….tutto molto curato e costruito con materiale riciclato….delle paperelle, dei gatti….una graziosa panchina in legno…tutto questo ad un passo all’oceano.
L’odore di mare e la brezza e l’infrangersi delle onde sugli scogli crea una sorta di atmosfera magica e sembra per un attimo di essere in un piccolo mondo a parte.
Abbiamo chiesto informazioni in giro e le casette, arrangiate senza luce nè acqua, sono di alcuni abitanti dell’isola che ci passano qualche giornata d’estate o le usano come appoggio per quando vanno a pescare.
Come Arrivare : 
Caleta de Abajo è una caletta davvero molto hippie style e non ci sono mezzi pubblici che ti ci portano…ci si può arrivare  piedi ma ci vuole un’oretta di cammino oppure in auto….io l’ho scoperta così…è un luogo isolato ed è il suo fascino…
La ciitadina di Galdar dista circa 9 km e a parte qualche sobborgo tipo Barrial, la località più vicina è Punta de Galdar e Sardina che invece è raggiungibili con l’autobus.
Post di Eleonora

Scrivi una risposta o invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



CAPTCHA Image
Reload Image