Non c’è dubbio il Pad Thai è il piatto più famoso della cucinaThalandese. Il sapore non troppo dolce, cosa assai rara nella cucina Thai, gli ingredienti non troppo strani e la consistenza perfetta, si sposano piuttosto bene con il gusto della popolazione Italica in viaggio non troppo avvezza a rinunciare al piatto di spaghetti. Ovviamente non a tutti piace ma diciamo che ha diversi fan. Abitando in Thailandia di pad Thai ne ho assaggiati parecchi ma pochi di nota, perchè nonostante sia un piatto piuttosto semplice da fare presenta delle insidie. Molti ristoranti, soprattutto nelle zone di maggior affluenza turistica  lo preparano in maniera dozzinale con salse pronte che a primo assaggio possono sembrare gradevoli. Ma credetemi non c’è niente di più lontano da un piatto fatto bene di Pad Thai.

Guarda anche: Tom Yam goong, la ricetta tradizionale!

Questa è una ricetta casalinga che la ragazza con la quale lavoro mi ha dato. Spero di essere chiara nei passaggi, se comunque c’è qualcosa che non capite, scrivetemi 

Ma come si fa il Pad Thai originale? Qui vi mostro passo passo la ricetta per fare un super Pad Thai

Pad Thai: La Ricetta originale

Prima cosa gli ingredienti:

Prima Fase: La preparazione della salsa di Tamarindo

Se avete la pasta di tamarindo già pronta dovete semplicemente mescolarla con dell’acqua. Il risultato che dovete ottenere è una sorta di crema un pò liquida.

Se invece avete acquistato del Tamarindo nei mercati Thailandesi e presenta i semi ed i filamenti classici del frutto dovete innanzitutto pulirlo, passandolo sotto l’ acqua e con le mani impastarlo. La pasta si dividerà dalla parte solida in modo molto semplice.

Ti Piacciono  i dolci Thai? Dai un’ occhiata alla ricetta del Mango e Sticky Rice!

Seconda Fase: Le Tagliatelle di Riso

Tagliatelle di Riso in ammollo

La seconda fase consiste nel mettere a mollo in acqua a temperatura ambiente le tagliatelle di Riso, almeno 30 minuti prima della preparazione. Questo lo si fa per far imbevere di acqua le tagliatelle in modo che durante la cottura non si ammollino troppo come succederebbe in caso di cottura in acqua calda.

 

 

 

 

 

Terza Fase: I Gamberetti

Pulite  i gamberetti togliendo la parte centrale, lasciando coda e testa, con uno stuzzicadenti togliere il budellino.

Quarta fase: La preparazione

  • In una padella senza fondo far soffriggere aglio e cipolla
  • aggiungere il tofu precedentemente tagliato a dadini
  • aggiungere la crema di Tamarindo
  • aggiungere un cucchiaio di salsa di pesce
  • aggiungere 1 cucchiaio di zucchero di palma
  • far cucere per 5 max minuti a fuoco medio e mescolare, a questo punto avete la salsa del pad Thai, se troppo vischiosa aggiungete dell’ acqua.
  • A questo punto aggiungere le tagliatelle e mescolate
  • aggiungere i gamberi puliti e sgusciati
  • nella stessa padella accantonare il pad thai, prendere le uova e romperle nella metà pulita  e girate  le uova
  • una volta cotte, mescolare tutto insieme con il pad thaii lasciato da parte.
  • aggiungere le cipolline fresche, mescolare e servire.

Servire il Pad Thai con del Lime o Limone, noccioline e germogli di soia.

Ps: se il pad Thai risulta molto appiccicoso, vuol dire che  la vellutata di tamarindo era troppo cremosa

Piatto di Pad Thai

 

 

Pin It on Pinterest