Cosa vedere in Toscana, 10 cose che non devi assolutamente perdere in maremma, anche perchè sono Gratis!

La Maremma offre un’ incredibile varietà di posti unici da vedere e di cose super da fare. Qui te ne elenco 10, ma credimi se ti dico che ce ne sono una quantità infinita.

Bagni di San Filippo, Terme libere

Cosa vedere in toscana, 10 posti da non perdere in maremma

I Bagni di San Filippo  insieme alle Cascate del mulino di Saturnia, sono le terme libere più famose di tutta la Toscana. Si trovano tra la provincia di Grosseto e la provincia di Siena. La loro caratteristica è quella di trovarsi in un bosco con un ruscello di acqua calda che lo attraversa!

Castellum Aquarum: Cisterna Monumentale Romana

Cosa vedere in toscana, 10 posti da non perdere in maremma

Tra Saturnia e Poggio Murella, In mezzo alla natura, si trova Castellum Aquarum, una cisterna che realizzata nel 1° secolo a.C. È una struttura ad archi con volte a botte. Misura 8 metri in altezza, 36 metri in lunghezza e 16 metri in larghezza. Per saperne di più una volta sul basta scaricare Flico App audio guida.

Le opere di Moira Ricci

Cosa vedere in Toscana: 10 posti da non perdere in maremma Moira Ricci è probabilmente una delle artiste contemporanee più interessanti a livello internazionale degli ultimi anni. Molto legata alla sua terra d’origine, La Maremma. Lo scorso anno si è fatta notare per il  “pugno di Goldreake” sublime istallazione che si ergeva tra le colline maremmane.  La navicella spaziale invece, costruita con una vecchia mietitrebbia la si può ammirare dalla strada in loc. Collecchio Fonteblanda. 

Il Gorello, il fiume di acqua sulfurea delle cascate del mulino

Cosa vedere in Toscana: 10 posti da non perdere

Il Gorello è quel fiumiciattolo di acqua sulfurea che parte dalla sorgente, che sgorga nella piscina del Resort Terme di Saturnia, ed arriva fino alle famose cascate del Mulino. Ecco questo è il posto perfetto per fare il bagno quando le cascate sono super affollate. Basta attraversare la strada ed entrare in una delle tante aperture tra le cannucce. Relax e privacy assicurata.

La città perduta di Vitozza

https://www.termedisaturnia.it/it/

Grotte abitate da tempi antichi, fortezze diroccate, abbandonate dall’uomo e riconquistate dal bosco; e una chiesa a cielo aperto, la Chiesaccia, posta in posizione scenografica verso la fine del percorso a piedi. Il sito di Vitozza ospita al suo interno il più vasto insediamento rupestre dell’Italia centrale e le nostalgiche rovine di una città medievale.

Vitozza è nel comune di Sorano (GR), nei pressi del borgo di San Quirico. Quello che colpisce fin dall’inizio è una natura rigogliosa, che lentamente si è riconquistata un territorio sempre meno popolato dagli esseri umani. Il bosco è ricco, in salute, ma anche ben curato in modo da rendere piacevole la visita al sito.

Fonte: terra Incognita 

Il percorso è ben segnalato, la sua entrata è subito fuori il paese di Sorano, c’e un parcheggio sulla strada. L’entrata è gratuita ed è un percorso perfetto da fare in Primavera ed Estate.

Il centro Buddista di Merigar

Cosa vedere in Toscana: 10 posti da non perdereMerigar è Il 2° Centro Buddista più grande d’ Europa e si trova ad Arcidosso, sul Monte Amiata. È possibile visitarlo interamente e  gratuitamente accompagnati da una guida, ma bisogna prenotare. Durante la visita verranno fatti vedere il Tempio della Grande Contemplazione (Gönpa) gli Stupa e la biblioteca. In alcune occasioni viene offerta ua meditazione o una sessione di consapevolezza sul respiro.

Il Ciborio di Sovana

Cosa vedere in Toscana: 10 posti da non perdereÈ sempre una buona idea visitare il paese di Sovana, è un posto veramente incredibile ed il Ciborio all’interno di Santa Maria Maggiore ne è un esempio. Lo si vede subito appena si entra è posizionato sopra l’altare e risulta essere tra i più antichi cibori preromantici di tutta la Toscana.

Eremo di Poggio al Conte

Cosa vedere in Toscana: 10 posti da non perdere

L’eremo di poggio al conte si trova nella Maremma laziale, in località Canino, provincia di VT a pochi km dal paese di Manciano. Per arrivarci bisogna fare una bella passeggiata tra i campi popolati da bestiame al pascolo. (chiudere sempre i cancelli, unica regola). Non ci sono indicazioni, solamente nell’ultimo tratto dove la strada si fa leggermente più ripida. L’ Eremo si trova in alto, per arrivarci c’è una gradinata in terra battuta. Un posto incredibile, immerso nella natura più rigogliosa. Vicino scorre il fiume Fiora, fantastico durante i mesi estivi per fare un bel bagno rinfrescante.

i Panorami Mozzafiato dell’ Argentario

Cosa vedere in Toscana: 10 posti da non perdere

C’è una strada super panoramica che da Santo Stefano porta fino allo splendido paese di Porto Ercole. Non è asfaltata, ma è percorribile, ovviamente con una macchina adatta. Gli scorci che offre sono pazzeschi. Cala piccola, Cala grande, le rocchette e di tutto di più, per non parlare dell’ isola del Giglio che sembra di toccare con un dito.

Il Santuario di San Giorgio

Cosa vedere in Toscana: 10 posti da non perdere

Il Santuario di San Giorgio si trova a Montorgiali. In occasione della festa del santo, il 23 Aprile, costituisce il punto di arrivo della cavalcata di San Giorgio, cerimonia a cui partecipano gli abitanti di Montorgiali e dei Paesi vicinI. Questa usanza intende riproporre la lotta di San Giorgio contro il drago.

Sull’altare, costruito in gesso e stucco secondo moduli settecenteschi, è esposta la statua di San Giorgio col drago, caratteristico manufatto ottocentesco in cartapesta dipinta che costituisce un raro documento di arte popolare.

 

Pin It on Pinterest