Viaggiare in Thailandia con i Bambini è possibile, anche senza avvalersi di tour operator o guide in loco. Qui ti spiego come fare, quali sono le regole da seguire,i mezzi da prendere e qualche consiglio di viaggio che può farti comodo. Se però hai bisogno di una consulenza o assistenza per pianificare il tuo viaggio io sono a disposizione!

banner per consulenza

La Thailandia è un paese meraviglioso sotto ogni punto di vista: natura, cultura, attrazioni, rapporti umani, per non parlare del cibo poi. È uno di quei posti di cui ci si innamora perdutamente.

La Thailandia è una meta adatta ai Bambini?

I Bambini in Thailandia sono considerati il futuro della Nazione, ed attirittura c’è un giorno in cui vengono celebrati. Questo giorno particolare si chiama “Wan Dek .“ Se ti dovesse capitare di viaggiare durante il secondo sabato di Gennaio sappi che posti come: parchi divertimenti, musei ed altri luoghi autorizzati dal Governo hanno entrate a metà prezzo, se non addirittura gratuite. Anche molti ristoranti hanno menù apposito a dei prezzi scontatissimi. Quindi si, la Thailandia è un paese adatto ai bambini e ve ne accorgerete dal tipo di trattamento che avranno verso i tuoi figli. Ne rimarrai sorpresa

Il periodo migliore per viaggiare in Thailandia

Il periodo migliore per viaggiare in Thailandia è sicuramente quello che va da metà Novembre a metà Maggio, ovvero la stagione secca. In questo periodo le precipitazioni atmosferiche sono pressochè inesistenti, il mare è favoloso e le temperature sono accettabili. Per godere delle splendide spiagge bianche, questo è il periodo migliore.

Qualche consiglio per il viaggio in Aereo

Partire con dei bambini piccoli, soprattutto in una meta così lontana porta sempre un bel pò di ansie. Ma cosa mangerà? Ma in aereo come faccio? E se si sente male? Ma che attrezzature devo portare?

La prima volta che ho portato mia figlia Anna in viaggio in Asia aveva 16 mesi ed avevo un ansia che mi attanagliava lo stomaco. Ma poi con il passare dei giorni mi sono resa conto che lei era a suo agio, che i problemi che mi ero creata piano piano sono svaniti. Mi sono rilassata ed ho iniziato a godermi il viaggio attraverso gli occhi di mia figlia.

Il viaggio in aereo è lungo e potrebbe dar fastidio per l’altitudine ed a volte il dolore alle orecchie è insopportabile per loro, caramelle e gomme da masticare sono una manna dal cielo per questo tipo di fastidio.

Cosa portare in volo per alleggerire il viaggio 

  • Porta con te giochi nuovi per intrattenerlo/a, lo terranno impegnato. Le compagnie aeree forniscono sempre un kit per i bambini, ma ovviamente non basta.
  • Preparati a fare lunghe ed estenuanti camminate nel corridoio, già quello è un must che non passa mai di moda.
  • Cerca sempre di prenotare i posti avanti. Oltre alla comodità di avere la toilette vicino, hai anche più spazio per le gambo, ottimo soprattutto se il tuo bimbo è al di sotto dei 3 anni e non ha un suo sedile.
  • Vestilo/a sempre a cipolla, in quanto la temperatura dell’abitacolo varia e l’aria condizionata che troverai una volta atterrata all’aeroporto è molto bassa.

La Sicurezza sulle strade in Thailandia: cosa sapere 

In Thailandia come vedrai, la sicurezza non è proprio una priorità: Famiglie intere che viaggiano su motorini senza casco, bambini in auto senza seggiolino. Per non parlare dei passeggini, non ne vedrai neanche l’ombra. Primo perchè le strade ed i marciapiedi non sono il massimo, secondo perché i Thai non li usano affatto. Certo potrai vedere degli sranieri usarli, ma non più di tanto.

Viaggiare in Thailandia con i bambini: La Guida completa

Se proprio non puoi fare a meno del passeggino, due sono le cose da prendere in considerazione: La prima soluzione è quella di portare il tu se leggero e maneggevole e che si chiuda stile ombrello. Perchè credimi, le strade  sono dissestate ed ogni tre per due lo devi chiudere e la maneggievolezza è importante.

Oppure l’altra soluzione è affittarlo direttamente. Se sei a Phuket la soluzione migliore è: phuketbabyrentalsstore.com ha anche una serie di prodotti che possono fare al caso tuo.

Se vuoi affittare una macchina, chiedi sempre se hanno in dotazione il seggiolino perchè non tutti ce l’hanno, nel caso positivo c’è un sovrapprezzo.

  • Fatti inviare le foto e guarda se è di tuo gradimento.
Nota bene:  ogni volta che affitti qualcosa in Thailandia, fai foto davanti a colui che te  lo ha affittato e se ci dovessero essere dei difetti, mi raccomando fallo presente in anticipo. Rischi di pagare per una cosa che qualcun altro ha fatto. I Thailandesi in questo ci giocano un pochino

Cosa possono mangiare i Bambini in Thailandia 

Lo sappiamo benissimo, per noi mamme italiane il cibo è di fondamentale importanza. Nelle città e nelle isole più turistiche non ti devi assolutamente preoccupare, ci sono un sacco di ristoranti che potranno fare a caso tuo. Ma anche in quelle meno turistiche vedrai che sapranno trovare qualcosa che hai tuoi figli piacerà.

Se invece vuoi cucinare tu, la miglior cosa da fare è quella di affittare un appartamento e decidere di fare la spesa al supermercato. Makro e Villa Market sono i più famosi li trovi ovunque. Un’altra scelta è quello di fare la spesa al mercato. Ce ne sono tanti e sono tutti meravigliosi, dove puoi acquistare, oltre allo street food, frutta e verdura fresche ma sicuramente per quanto riguarda la scelta del pesce e della carne i due supermercati menzionati sopra fanno al caso tuo.

 

Piatti Tipici Thailandesi: cosa mangiare a Phuket Dim Sum

Cibo Thailandese  adatto ai Bambini:

Khao Pad: Riso fritto, ce ne sono tante versioni: con pollo, pesce, maiale verdure è semplice gustoso ed ai bambini piace molto. Anna, ne va pazza.

Pad Thai: Tagliatelle di riso. Questo piatto Nazionale super famoso, piace a tutti non solo ai bambini. La ricetta originale è con i gamberi, ma si può richiedere tranquillamente anche con il pollo.

Gai Tod Khao neaw: letteralmente pollo fritto con riso appiccicoso. Il pollo viene generalmete fritto con il panko, ( pangrattato bianco molto diffuso in Giappone) buono e croccante, ma lo potete trovare anche in altre versioni nei carretti e nei mercati, sempre accompagnato da riso “ appiccicoso”

Mango e sticky rice: mango con riso appiccicoso, già il riso è praticamente da tutte le parti, ma in questo dolce,  ci sta veramente bene, ed ai bambini piace un sacco. Se vuoi provare a prepararlo, qui trovi la ricetta

 

Mango e sticky Rice

Roti o banana pancake: Il Banana pancake è un dolce strepitoso, non è il pancake americano, ma bensì una pasta super fina lavorata a mano e cotta su piastra. Quella classica è alla banana con zucchero e latte condensato, ma ne esistono veramente di tutti i tipi. Trovate i venditori ovunque, fidatti quando la mangi non puoi più farne a meno, i bambini poi!

Gai/Moo Satay: Pollo o maiale Satay sono spiedini gustosi accompagnati di solito da una salsa di noccioline. Buoni e divertenti ed i Bambini li adorano

Dim Sum: I Dim Sum sono di origine cinese ma Phuket ne è la patria Thailandese. Vengono serviti in piccole ciotole di Bamboo e puoi mixarli a tuo piacimento. Vengono serviti dalle 6 di mattina alle 13,00 dipende dai ristoranti più o meno turistici.

 

isola di Phuket

Le Regole principali 

Organizzare un viaggio in Thailandia con i bambini in autonomia non è assolutamente difficile, anzi, ma ci sono delle delle regole che devono essere assolutamente rispettate. Nonostante sia un paese molto visitato ed il turismo abbia cambiato notevolmente il modo di vivere, la popolazione è sempre molto legata alla cultura popolare.

Quali sono le regole che dobbiamo assolutamente seguite affinché la nostra vacanza vada alla grande? Come ci dobbiamo comportare affinchè le nostre maniere non diano fastidio?

  • Togliersi le scarpe quando si entra nelle case e nei Templi: Entrare in questi luoghi con le scarpe è molto irrispettoso, non fatelo assolutamente, i Thai si offendono moltissimo
  • Le Donne non possono toccare i monaci e contrario: Oltre a non poterli toccare noi donne non possiamo ne sederci vicino e neanche sederci davanti con le gambe incrociate,
  • Non toccare la testa dei Bambini: La Testa è la parte sacra, mentre per noi è un gesto di affetto per cultura Thai toccarla è offensivo, quindi no, non fatelo quando un bellissimo bambino vi sorriderà, e sucederà molto spesso.
  • Non parlare male della famiglia Reale
  • Mettere sempre davanti Khung al nome di una persona che non si conosce
  • Non puntare mai la pianta dei piedi verso qualcuno
  • Salutare con il Why: mani giunte al petto 
  • Non discutere con i Thaiandesi. Discutere con loro significa non essere ascoltati è decisamente controproducente.
  • Non alzare mai la voce

Una volta messo a punto che sono le regole base, importantissime per una bella vacanza. iniziamo a organizzare il viaggio in Thailandia con i bambini in questa terra meravigliosa:

Dettaglio barca al Floating Market

Preparare un itinerario in Thailandia con i bambini:

La Thailandia ha la caratteristica di accontentare qualsiasi tipo di richiesta da chi vuole posti super esclusivi a chi preferisce avventura. Prima di tutto però bisogna capire che tipo di vacanza si vuole fare.

Cosa fare a Phuket con i Bambini: 

Per una vacanza Top nell’ isola più organizzata della Thailandia

Phuket con Bambini: Cosa fare e cosa vedere sull’Isola

 

Poco Tempo ma cultura e mare 

Per una famiglia che ha poco tempo ma non vuole rinunciare alla cultura e al mare la scelta migliore potrebbe essere quella di passare qualche giorno nella città degli Angeli: Bangkok e poi volare direttamente sull’isola di Phuket. Tre giorni in città sono perfetti. Il primo giorno potrebbe essere dedicato alla visita del Wat Pho, il Wat Arun ed il Palazzo Reale. Tre must to see da non perdere assolutamente. Il secondo giorno dedicato ai mercati galleggianti ed il terzo dedicato alla città di Ayutthaya. In un Ora e mezza di volo si raggiunge Phuket, perfetto per passare i giorni di mare in total Relax.

testa del buddha nell’ albero

Famiglia avventura low Budget 

Per chi ha figli più grandi è abituato a viaggiare ed ha tempo, ma un budget ridotto,  un itinerario di 15 giorni che prevede un bel giro del nord, parchi e isole. può essee interessante. Un Tour perfetto per fare nuove esperienze come fare trekking e cercare di avvistare gli elefanti in natura.

Famglia bimbi piccoli, vacanza solo Mare

Di isole la Thailandia ne ha tante, da quelle più grandi e conosciute come Phuket e Koh Samui a quelle più piccole e meno Turistiche come Koh Libong. C’è solo l’ imbarazzo della scelta.

Muoversi in Thailandia: Treni e Bus

Esistono tantissimi mezzi per muoversi in Thailandia senza spendere una fortuna e treno e Bus sono in assoluto i mezzi migliori. Sia per entrare in contatto con la popolazione locale che per conoscere al meglio il paesaggio. Certo bisogna avere tempo, in quanto le distanze sono importanti, ma l’esperienza è decisamente interessante e formativa. In “Come muoversi in Thailandia” ci sono tutte le informazioni su bus e Treni, tipologie, orari e quali  è più opportuno scegliere.

Compagnie Aeree: 

Se hai poco tempo invece e preferisci spostarti in aereo, le compagnie interne che vengono utilizzate di più in assoluto sono: Air Asia. Nok Air, Vietjet, Thai smile. 

Sono piuttosto economiche, ma guarda sempre:  l’ aeroporto di destinazione( soprattutto su Bangkok)  se è incluso o meno il bagaglio e se ci sono delle regole di rimborso.

 

La Sanità in Thailandia 

Gli ospedali internazionali hanno personale medico super preparato, con strumenti all’avanguardia, ma come dicevo prima sono molto costosi. Se non parli inglese, no Problem trovi assistenza che parla la tua lingua, oltre ad un servizio pari ad un 5 stelle lusso.

Ospedali a Phuket 

• Dibuk Hospital: Fa sempre parte della catena Bangkok Hospital ma più piccolo e meno costoso. Sia Io che mia figlia siamo state ricoverate qui, io a causa della Dengue, Anna per una febbre molto alta che non c’era verso di far scendere. Ti posso confermare che lo staff medico è competente, il pronto soccorso è ben gestito e la parte pediatrica è veramente Ottima. Non è il super lusso del Bangkok Hospital ma è molto ben tenuto.

Patong Kathu Hospital: Ospedale Governativo che si occupa di un gran bel numero di turisti vista la posizione ma, per qualsiasi cosa seria è decisamente meglio rivolgersi in strutture meglio organizzate.

• Vachira Hospital: Ospedale pubblico, gratuito per i Thailandesi. Offre anche consulti medici per stranieri a pagamento. Decisamente meno costoso.

• Mission Hospital: Ospedale privato, più modesto degli altri ma con ottimi dottori.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest